08 mar 2019

VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Balsamo – Calatafimi (tratta C)


Proseguiamo il nostro viaggio lungo le nuove linee tram con la tratta C che dalla stazione Centrale – Terminal Balsamo raggiungerà corso Calatafimi.

Le opere fondamentali di questa tratta riguardano il collegamento al terminal esistente di via Balsamo, l’attraversamento della tramvia da via E. Basile a viale Regione Siciliana con la modifica dell’attuale viabilità e il collegamento con la linea 4 esistente attraverso un ponte, oltre alla realizzazione di due nuove passerelle pedonali sopraelevate.

Buona visione e come sempre attendiamo le vostre riflessioni nei commenti.

Appuntamento al prossimo video previsto per lunedì 11 Marzo!


balsamocalatafimiCORSO TUKORYnuove linee tramprogetto nuove linee tramstazione centraletram palermotram via libertàtram via notarbartolouniversità

10 commenti per “VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Balsamo – Calatafimi (tratta C)
  • peppe2994 3250
    08 mar 2019 alle 10:52

    1)Ok per il capolinea alla stazione su due binari, ma a questo punto tornando a Notarbartolo manca il terminal lì. Questo è un problema sostanziale, e rischiamo di trovarci di nuovo nella situazione attuale con troppe linee e pochi terminal.
    2)Arriva la conferma definitiva dei primi 300 metri di corso Tukory a binario singolo. Male che vada ci vuole un minuto a percorrere il tratto, quindi zero interferenza nei due sensi di marcia, a fronte di un collegamento fondamentale per la città.
    3)Manca la fermata all’altezza di Corso Calatafimi lato mare. Questo è un problema serio, perché 800 metri tra due fermate sono troppi. Peraltro sarebbe una fermata strategica, come Pollaci. Non dimentichiamo che lì c’è il municipio, un assessorato regionale, il commissariato Porta Nuova e tra non molto anche la sede del ROS.
    Come spazi siamo al limite, ma la si può realizzare. E’ troppo importante. Mi sembra assurdo che manchi davanti ad un progetto così ben definito.

    • Orazio 1088
      08 mar 2019 alle 14:43

      Non credo ch esia così almeno dal video non sembra così. da dove deduci che sia a binario singolo?

      • peppe2994 3250
        08 mar 2019 alle 14:59

        E’ proprio nel video. Se lo riguardi, noterai che dove il binario è doppio ci sono due linee parallele, dov’è singolo (corso Tukory e viale Regione) c’è la linea singola.
        Alla stazione hanno anche disegnato il punto dove il binario diventa singolo, immediatamente prima dell’incrocio con via Maqueda.

        • Orazio 1088
          08 mar 2019 alle 16:39

          Io invece ho capito che ad un certo punto la linea si sdoppia e resta lo spartitraffico con gli alberi al centro metre prim ai binari corrono affiancati.

          • simbar 25
            08 mar 2019 alle 18:56

            Onestamente anche a me è sembrato che i due binarî decorrano insieme lungo tutto corso Tukory, venendo separati nella successiva via E. Basile.

          • peppe2994 3250
            08 mar 2019 alle 21:58

            Questo in via Basile. Qui stiamo parlando del tratto tra la stazione centrale e porta Sant’Agata.

  • vicchio65 80
    09 mar 2019 alle 12:36

    grande progetto! mi sembra Barcellona! ho solo due dubbi:
    - ponte calatafimi: il ponte è già un delirio notte/giorno estate/inverno; temo che il traffico (che solo in parte è urbano, e quindi non tutto sarà riassorbito dai tram) limiterà la circolazione del tram. preferirei l’intero tratto in sotterranea o, comunque, sulle corsie centrali della circonvallazione.
    - corso tukory: nel progetto mi sembra ci sia sia tram che auto, ma non credo ci siano gli spazi.

    • Irexia 740
      10 mar 2019 alle 9:20

      Condivido con te il fatto che in corso Tukory non ci siano grandi spazi per mantenere 2 corsie tram più quella auto, ecco perché credo che abbia ragione peppe2994 quando dice che quel tratto sarà a binario singolo…

  • Irexia 740
    10 mar 2019 alle 9:34

    Nel rendering quando si parla dello svincolo per la circonvallazione c’è un sottopassaggio carrabile segnato in rosso di cui in un primo momento non avevo capito il senso, riguardandolo mi è molto più chiaro: consentire a chi dalla circonvallazione vuole entrare in città, quindi sta rallentando e stringendosi a destra, di non trovarsi pericolosamente il flusso di auto con l’intento opposto di uscire dalla città per entrare in circonvallazione.
    Forse una misura di sicurezza cui si sarebbe dovuto pensare già in fase di progettazione di questa strada a scorrimento veloce…


Lascia un Commento

Ultimi commenti