05 ott 2018

Invitate (di nuovo) il Papa e fatelo passare da Viale Regione, vi prego!


Esattamente un anno fa scrivevamo questo articolo di denuncia sulla paradossale situazione di viale Regione Siciliana che, in attesa dell’applicazione di un’ordinanza emanata a Maggio 2017, rimaneva senza segnaletica orizzontale.

A distanza di un anno non è cambiato assolutamente nulla. Dunque se prima era paradossale, oggi possiamo tranquillamente dire che la situazione è vergognosa.

L’ordinanza prevedeva l’istituzione di tre corsie su Viale Regione Siciliana, di cui una dedicata interamente ai mezzi pesanti. Una sperimentazione mai partita ma tutt’ora vigente, carte alla mano, a cui non è mai stato dato seguito dalle aziende comunali competenti (parole dell’Ufficio Traffico di Palermo).

Il perpetuarsi di questo scandalo sembra non scalfire la dignità di nessuno, tant’è che l’attenzione dell’amministrazione comunale è spostata altrove. Nel frattempo in altre parti di città la segnaletica è stata normalmente rifatta (con gli standard palermitani), segno che nessuna azienda partecipata ha interrotto i suoi servigi. Semplicemente questo problema è passato nel dimenticatoio come se non fosse una priorità.

Invece lo è, eccome. In un’arteria iper trafficata come Viale Regione, il livello sicurezza sta scendendo drasticamente con le auto che si dispongono su quattro, cinque, a volte anche sei file. Chi sorpassa a destra, chi si incunea tra due vetture, chi rasenta il muro perimetrale pur di superare chi gli sta davanti. Anarchia pura. Come se i palermitani avessero bisogno di questo….

Ciò che fa più rabbia è riscontrare interventi eccezionali da parte dell’amministrazione, con dispiego straordinario di forze e manovalanze, per l’arrivo del Papa, per rassegne e eventi in centro, mentre per un problema potenzialmente molto pericoloso e atavico come questo, tutto tace.

Incapacità doppia: non solo non sono riusciti a porre in essere un provvedimento da loro stesso emanato, le tre corsie appunto, ma non sono stati capaci nemmeno di ripristinare lo status precedente della strada, mettendo in pericolo la sicurezza di migliaia di automobilisti che ogni giorno transitano da lì.

Lo ribadiamo, VERGOGNA!

A che serve avere gli autovelox se poi non si garantisce un elemento essenziale del codice della strada, la segnaletica?

Ci eravamo ripromessi di non scrivere più sulla vicenda nella speranza che nel frattempo venisse risolta. Ma qui ci porteranno a scrivere ancora e ancora. O forse servirà un fatto grave per ridestare le coscenze a Palazzo delle Aquile.

Avete fallito tutti, amministratori.

Vergogna!

 


segnaletica orizzontaletre corsieviale regione siciliana

18 commenti per “Invitate (di nuovo) il Papa e fatelo passare da Viale Regione, vi prego!
  • Salvo 12
    05 ott 2018 alle 11:25

    Avendo già lasciato un commento in un precedente articolo relativo al Viale Regione, adesso aggiungo soltanto:
    - rispettando il Codice, “I veicoli devono circolare sulla parte destra della carreggiata e in prossimità del margine destro della medesima, anche quando la strada è libera”; pertanto non condannerei coloro che lo percorrono sul lato destro
    - in atto, invece noto che si formano due file parallele che seguono “idealmente” la precedente assegnazione delle corsie lasciando libera quella posta all’estrema destra e che era riservata
    - infine, l’attuale assenza della segnaletica genera ambiguità ed anche comportamenti scorretti messi in atto dai soliti automobilisti incivili.

    • Faber L. 114
      05 ott 2018 alle 15:01

      non vorrei diventasse una scusante quello che hai scritti, ma mi trovo d’accordo col tuo pensiero

  • Fabio 36
    05 ott 2018 alle 11:37

    Gli unici interventi per la “sicurezza” sono in compenso gli autovelox!! Solo la velocità secondo nostri amministratori è il vero nodo sicurezza, poi se le strade, la segnaletica e l’illuminazione fanno schifo, questo non concorre ad abbassare lo standard di sicurezza.

  • walter 52
    05 ott 2018 alle 11:52

    Salve, Orlando sei l’emblema del fallimento di questa città, prendete l’esempio del passante ferroviario, tutto è pronto ma il treno per l’Aeroporto e Trapani non parte, puoi organizzare tutta la cultura che vuoi, ma come amministratore sei un’incapace.

    • Orazio 1031
      06 ott 2018 alle 14:42

      Quanto a cultura occorrerebbero corsi di recupero per chi come te tira in ballo un sindaco su una vicenda che riguarda lo Stato e Trenitalia. O forse lo sai ma ci fai.

  • bottarisali 170
    05 ott 2018 alle 12:04

    Giulio Di Chiara tu stai cercando il pelo nell’uovo!
    Io non capisco quale reale utilità possa avere la segnaletica orizzontale su viale Regione Siciliana, una straduzza di 12 kilometri, con 6 corsie centrali, strada più trafficata di Palermo e una delle più trafficate d’Europa.
    Non hai mai pensato che il Comune di Palermo possa avere lavoro più prioritario da svolgere invece che queste banalità?
    Basta che ci puoi guidare e andare dal punto A al punto B chi ti nni futti!?

  • augustedupin 104
    05 ott 2018 alle 13:41

    Intanto non esiste corsia preferenziale, nonostante serva una importantissima zona ospedaliera. E vi garantisco che, pur trafficata, difficilmente l’ho trovata intasata come la (ex) circonvallazione di Palermo.

  • Orazio 1031
    05 ott 2018 alle 14:34

    La realtà è quella descritta da Salvo, due file (più o meno) che idealmente seguono le originarie due corsie di marcia più i soliti beduini, inteso come popolo che – beato lui – vaga libero nel deserto sapendo di poterlo fare.

    Così non va, come non apprezzo la prevista eliminazione della corsia d’emergenza.

    Infine la mia esperienza (che è reale e non scarsa) mi dice che l’unico vero problema della circonvallazione di Palermo è costituita dai due semafori pedonali rimasti ed in minor parte dal ponte sull’Oreto, per il resto a mio avviso due o tre o quattro corsie non cambia molto.

    Comunque io più che onerare (o in altri casi onorare) sempre e comunque il sindaco di tutti i problemi (in altri casi dei meriti) prenderei i responsabili concreti (dirigenti, personale, non so chi e manco voglio saperlo) e li manderei materialmente a spazzare le strade. Dietro il mantra secondo cui il pesce puzza dalla testa si rimuovono le responsabilità concrete.

    Ed infine non vedo cosa c’entri tirare sempre in ballo gli autovelox come qualcuno ha fatto. qui si parla di segnaletica, non di autovelox, così come quando si parla di lattuga non ha senso tirare in ballo i peperoni.

    • unaltronicola 101
      05 ott 2018 alle 16:01

      Stessa esperienza e valutazione sui problemi della circonvallazione. Togliendo i semafori pedonali la strada è diventata molto più scorrevole e scopro l’acqua calda ribadendo che se si tolgono quegli ultimi due semafori e si fanno le corsie laterali sul ponte il beneficio sarà enorme.
      Per la mia personalissima sensazione l’aumento degli autovelox poi, contrariamente a quanto mi aspettavo, ha migliorato il flusso dei veicoli e reso in qualche modo meno pericolosa/ansiosa la percorrenza.
      Dieci anni fa mi guardavo bene dal prendere la circonvallazione se non ero costretto a farlo mentre oggi, pur restando i grossi limiti degli svincoli, la utilizzo come soluzione accettabile in gran parte dei casi.

      • pittonic 63
        05 ott 2018 alle 17:51

        beh sono d’accordo. Gli autovelox sono stati un successo e hanno migliorato il flusso veicolare. Mi dispiace che la nostra amministrazione non faccia cose apparentemente semplici come la segnaletica orizzontale o dei sovrapassi (si dice così?) per eliminare gli ultimi due semafori. e non parliamo del passante o del biglietto unico che mi viene una fitta al fegato…Sono un elettore di Orlando e lo stimo ma su questi argomenti mi sa che gli sfugge troppo spesso la mano.

  • Fulippo1 1357
    05 ott 2018 alle 16:26

    D’accordo su tutto. Questa amministrazione ha completamente fallito sulla circonvallazione. Credo che quasi nessun intervento sia stato fatto durante tutta la durata della sindacatura. Solo il parziale riasfalto di un tratto, fatto a rate e negli ultimi tempi.
    E’ diventata un disastro ed ovviamente ogni giorno che passa è sempre peggio, nessuna manutenzione nessun intervento e zero soldi spesi.
    Il pardosso è che stiamo parlando della strada più importante della città a livello di traffico.

  • kazakistan 58
    05 ott 2018 alle 19:54

    E niente, con una nota del genere, mi pare evidente che sinnacollando non gliela dà più la paghetta mensile ai ragazzi di mobilitàpalermo …

  • rudi gi 107
    05 ott 2018 alle 22:15

    E’ vero, il papa potrebbe far fare un miracolo agli amministratori.
    Ricordo che molti anni fà c’erano le gallerie per l’aeroporto quasi sempre al buio, ebbene in occasione della venuta a palermo dell’allora papa rifecero un nuovo impiato di illuminazione.
    ORLANDO, se tabbutò fare il sindaco, che ci può stare avendolo fatto tante volte, dimettiti; altrimenti vienici a dire qual è la verita su questa vicenda della segnaletica orizzontale che non c’è, perche non ci fai una bella figaura.

  • belfagor 524
    06 ott 2018 alle 7:20

    Su “ PalermoToday” del 4/05/2017 fu pubblicato il seguente articolo “Le tre corsie in viale Regione Siciliana saranno presto realtà. L’Ufficio traffico del Comune ha emesso oggi una ordinanza con la quale si istituisce la marcia su tre corsie lungo tutto l’asse centrale della Circonvallazione, ad eccezione dei tratti vicini ai punti di immissione nelle o dalle corsie laterali e del ponte sull’Oreto. Perché l’atto diventi esecutivo si attende soltanto che l’Amat installi la necessaria segnaletica orizzontale e verticale.”
    Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Viabilità Giusto Catania , affermarono :” Si che di un provvedimento che mira a fluidificare la viabilità in una delle strade che è certamente fra quelle con il traffico maggiore in Italia, con gravi conseguenze in termini di inquinamento dell’aria ed acustico”.
    Da ciò emergono alcuni fatti:
    - Il provvedimento fu preso dall’allora assessore Giusto Catania, nella passata amministrazione e appoggiato da sindaco Orlando..
    - Che l’AMAT doveva installare la necessaria segnaletica.
    - Che il provvedimento serviva a “fluidificare la viabilità in una delle strade che è certamente fra quelle con il traffico maggiore in Italia, con gravi conseguenze in termini di inquinamento dell’aria ed acustico”
    Da allora nulla si è fatto, tanto che il 16/11/2017 il Consiglio comunale di Palermo votò, all’unanimità, un ordine del giorno che chiedeva alla nuova giunta di accelerare tale provvedimento. In quell’occasione la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, Giulia Argiroffi attacco duramente, su Facebook, l’assessore comunale alla Mobilità, Jolanda Riolo.
    La Argiroffi scrive: «Alla domanda su cosa sia successo in questi 11 mesi: l’assessore Riolo, con delega alle Partecipate (AMAT) e alla Mobilità, ha risposto: “Non lo so” (a verbale della seconda commissione consiliare del giorno 14/11/2017). Mentre l’assessore Emilio Arcuri, con delega alle Infrastrutture, ha detto: “L’amministrazione è colpevole di non avere affrontato il problema negli ultimi 11 mesi” – (a verbale della seconda commissione consiliare del giorno 14/11/2017)».
    Non sappiamo cosa abbia risposto il sindaco Orlando, perché era…. impegnato altrove.

  • Metropolitano 3396
    07 ott 2018 alle 7:00

    L’arteria più grande della città senza segnaletica orizzontale. Ma in compenso altri autovelox. E’ evidente l’anomalia viziosa di un visionario che si illude e sa solo illudere i cittadini. Nel 1995 c’era ancora Lui e guardate come era il Viale Regione su un video pubblico presente in Youtube girato nel 1994 con una DashCam. CONCORDO CHE HA FALLLITO SU TUTTI I FRONTI ! E ancora non abbiamo notizie sulla realizzazione delle campate laterali del ponte sull’Oreto, necessarie per non interrompere il traffico dalla messa in sicurezza del viadotto “a imbuto” principale.


Lascia un Commento