10 mag 2018

Cose molto, ma molto strane…


Avete notato in giro per le strade di Palermo che manca qualcosa? In via Messina Marine hanno rubato i cestini getta-carta installati un anno fa utilizzati dai residenti.

Sempre in zona corso dei Mille, lungo la linea tranviaria, hanno rubato vari tombini.

Infine hanno rubato i tabelloni delle fermate della linea 212 di Amat.

Ma che sta succedendo in città? E’ un nuovo fenomeno? Che cosa ne fanno?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ringraziamo per le foto Giovanni Restivo e Paolo Conti


amatcestini buttacartacorso dei Millelinea 212tabelloni amattombinitram palermovia messina marine

8 commenti per “Cose molto, ma molto strane…
  • omega 137
    10 mag 2018 alle 10:40

    Evidentemente a Palermo si conferiscono poche auto agli sfasciacarrozze. E c’è una continua richiesta di metalli ferrosi. La gente giustamente si industria e si organizza. Che importa se il guadagno realizzato è una infima frazione di ciò che la collettività poi è tenuta a sborsare per il ripristino? Questi furbi, risultando sempre nullatenenti, le tasse/multe non le pagano e poi hanno il senso della comunità pari a quella degli orsi.

    • Enrico57 139
      13 mag 2018 alle 7:33

      E’ l’ipotesi più probabile. Evitiamo di evocare complotti, se non abbiamo prove, o almeno indizi consistenti.

  • Garrone71 80
    10 mag 2018 alle 18:03

    Spero che non siano tutte cose che fornisce l’AMAT, perche’ a pensar male spesso ci si indovina.

  • marimalt 34
    10 mag 2018 alle 20:20

    stamattina, a borgonuovo, l’emettitrice dei biglietti del tram, era forzata; sicuramente con piede di porco… risultato: emettitrice fuori uso, difficilmente riparabile, arroganza di qualcuno, che invitava la gente a munirsi di biglietto valido pena multa salata (ore 06:30…?) e passeggeri rassegnati e sbigottiti per l’ennesimo atto vandalico che, scommetto, resterà impunito… Zamparini, vendi e vattene!

    • omega 137
      13 mag 2018 alle 14:32

      io attaccherei il 2000 V continua a protezione della parte interna delle emettitrici!


Lascia un Commento