06 lug 2016

RAP | E’ ONLINE l’app per le segnalazioni: ecco quali. La novità? ricevere una risposta!


E’ stata pubblicata dalla RAP l’app per smartphone e tablet che permette di inviare con pochi passi la segnalazione sui rifiuti allegando anche foto.

E’ forse la prima volta che Palermo si dota di uno strumento tecnologico che prevede una risposta ai cittadini da parte della pubblica amministrazione. Qualcosa di cui abbiamo sentito parlare altrove e che apre un nuovo scenario, un precedente. Sembra dunque arrivato il momento di cessare le segnalazioni di rifiuti nella speranza che qualche anima pia, di spontanea volontà, vengano prese in carico da chi di competenza.

Così come annunciato dall’azienda, ci sarà un rapporto diretto con il cittadino che, tra l’altro potrà richiedere da app la rimozione degli ingombranti.

E’ una potenziale bellissima notizia, alla quale dovrà seguire un servizio all’altezza. E’ un inizio e con la collaborazione di tutti, potrebbe segnare una piccola svolta. Ma servirà tempo, costanza e appunto collaborazione. Quindi attendiamo di testare in maniera massiccia il servizio, forniteci il vostro feedback.

App Android: scarica qui

App per IoS: ricerca su Apple Store


Anche se ancora in fase “beta” l’app della RAP è semplice e intuitiva.
Vi rimandiamo alla galleria per guardare con i vostri occhi quello che vi ritroverete davanti aprendo l’applicazione

E’ disponibile sugli App Store per Apple e Android la versione beta della app creata dagli uffici informatici della Rap per il nuovo servizio di segnalazione e richiesta di servizi da parte del cittadino.

La app, compatibile con android fino alla versione 5.1 e con Ios dalla versione 8, permette in quest fase di test a ciascun utente l’invio di una segnalazione geo referenziata giornaliera a scelta fra diverse tipologie di servizio

  • buche manto stradale
  • cassonetti rotti
  • cassonetti non svuotati
  • abbandono rifiuti per strada,
  • derattizzazione
  • svuotamento campane differenziata
  • spiazzamento manuale
  • ritiro rifiuti ingombranti

Il cittadino o la cittadina che effettuano la segnalazione vengono avvisati tramite mail dello stato della pratica, che la app assegna in automatico e direttamente non solo all’ufficio competete all’interno dell’azienda, ma anche all’unita operativa responsabile nello specifico per l’area della città in cui viene richiesto l’intervento.

‘In questo modo – spiega Roberto Dolce presidente dell’azienda – la Rap si appresta a una piccola rivoluzione, quella cioè di prevedere l’organizzazione della struttura operativa sulla base delle esigenze dei cittadini, con un sistema che permetterà un controllo continuo e puntuale dell’operato delle singole unità. Proprio per questo abbiamo scelto di rendere disponibile la app al pubblico già in una fase di sviluppo, perché ci aiutano a raccogliere una massa di dati che è fondamentale proprio ai fini dell’organizzazione del lavoro.

Il sistema delle segnalazioni online sarà integrato inoltre a breve nel nuovo sito aziendale della Rap.

 

 


abbandono rifiutiapp rapapp rifiutiex amiaraprifiutisegnalazione rifiuti

11 commenti per “RAP | E’ ONLINE l’app per le segnalazioni: ecco quali. La novità? ricevere una risposta!
  • mediomen 1135
    06 lug 2016 alle 8:17

    Servono anche qui gli open data per avere la visione delle segnalazioni ed evitare doppie segnalazioni. Un database delle segnalazioni effettuate e quelle risolte. . #openrap.

  • surferman 99
    06 lug 2016 alle 8:53

    Attualmente si utilizza lo stradario ufficiale del comune di Palermo. A ogni codice strada sono associati i servizi di RAP. Si sta lavorando per permettere attraverso GIS di associare le coordinate geografiche ai codici delle strade del comune. Questo è da valutare comunque, perchè la precisione dei gps dipende molto dai dispositivi utilizzati. Per quanto riguarda il database delle segnalazioni effettuate e di quelle risolte ovviamente esiste e verrà messa la consultazione (compresa di mappa delle segnalazioni pervenute, riscontrate o aperte) nelle prossime settimane con la presentazione del nuovo sito aziendale di RAP.
    Grazie comunque dei suggerimenti, anzi più me ne date meglio è (come si dice non si schifia niente :-))) )
    Ovviamente non tutto sarà fatto di botto ma richiede tempo ( anche per cercare di migliorare e riorganizzare i servizi RAP).

  • katet 144
    06 lug 2016 alle 9:31

    Posso chiedere in termini di risoluzione delle situazioni critiche cosa cambierà? Se già segnalando per telefono o per tweet passano mesi, l’app come migliorerà la situazione?

    • Giulio Di Chiara 70642
      06 lug 2016 alle 9:42

      E’ proprio questa la curiosità.
      Questo servizio, di diverso, prevede la risposta all’utente sulla segnalazione, cosa assolutamente mai vista. Se riusciranno a essere presenti nelle comunicazioni, il cittadino potrebbe riporre un alto valore nel servizio e utilizzarlo anche in caso di ritardi. Vedremo

      • katet 144
        06 lug 2016 alle 10:14

        Su twitter rispondo alle segnalazioni, ma non vengono mai risolte con una certa prontezza, anzi alcune vengono ignorate, o viene detto che vengono risolte ma non è cosi. Quello che manca secondo me (al netto delle difficoltà nei mezzi tecnici adatti in qualità e quantità) è la mancanza di comunicazione tra tutti i dipendenti rap, e soprattutto la mancanza di volontà nel fornire un servizio ad hoc, pensando solo a fare il compitino (si veda ad esempio lo schifo di plastica per terra accumulata che rimane li anche quando svuotano le campane della differenziata).

    • surferman 99
      06 lug 2016 alle 10:08

      Ovvio che ci sia diffidenza, ma tutto questo serve, come il presidente della RAP ha specificato ieri nella comunicazione del lancio in test dell’Applicazione, a organizzare meglio il lavoro dei Settori e dei lavoratori sul territorioi.
      La segnalazioni dovrebbero giungere direttamente agli operatori sul territorio (verranno in un prossimo futuro dotati di tablet – non tutti ovviamente, ma i capi squadra p.e – o attivati alla connessione Internet negli smartphone aziendali , per ricevere “in tempo reale” la segnalazione per competenza (sia geografica che nel merito). Sono soluzioni a cui si sta pensando che nelle intenzioni dovrebbereo migliorare il servizio.
      Ci si è pensato tanto a una soluzione del genere prima di metterla in pratica, anche considerando che potrebbe essere un boomerang contro l’azienda stessa, ma occorre evolvere e muovere il primo passo anche a costo di subire critiche o lamentele, che sicuramente ci saranno e verranno prese in considerazione. Non è facile risolvere i problemi dall’oggi al domani ( inoltre ci è messa anche la crisi dei rifiuti in Sicilia…) , ma i cittadini che pagano le tasse hanno diritto ad avere strumenti simili, o anche migliori e segnalare prima a RAP i disservizi che non ai giornali.

      • katet 144
        06 lug 2016 alle 10:17

        Lo spero tanto e sono felice di leggere quanto lei scrive. Lotto ogni giorno da cittadino contro lo schifo che gli incivili lasciano. Spero che quanto dice lei si possa avverare.

        • danyel 332
          06 lug 2016 alle 10:38

          Katet dai comincia a darti da fare .. ci sono decine di discariche da fotografare in tutta la città … forse è la volta buona .. io mi unisco a te!

          • katet 144
            06 lug 2016 alle 10:50

            Tanto ormai mi sono sempre insulti, vetri rotti e “che fotografi munizza”. Quindi cambia il mezzo ma non il fine. Come dici tu ci sono decine di discariche, che tu, io e tanti altri sappiamo che esistono in tutta la città. E’ strano che noi dobbiamo segnalarle perché la Rap a quanto pare non le conosce.
            Spero sia la volta buona, anche se la RAP può andare a risolvere ogni criticità segnalata ma se le autorità non usano il bastone contro gli incivili non penso si possa mai trovare una soluzione definitiva. Assenza di Vigili Urbani sul territorio.

  • mrp 46
    07 lug 2016 alle 12:33

    Tramite e-Part inoltrai una segnalazione per lo stato di uno dei sottopassaggi di viale Regione Siciliana, era l’agosto del 2012… attendo ancora la risoluzione del problema. Il potenziale di questo nuovo strumento è ottimo, ma speriamo ci si impegni per farlo fruttare questo potenziale.


Lascia un Commento