08 giu 2016

Incidenti stradali in città, quale prevenzione?


Continua la scia di gravi sinistri stradali in città, e un numero di morti che sale paurosamente. Solo otto nell’ultimo mese, compresi pedoni falciati. Fra auto ribaltate e che si vanno a schiantare lungo i viali del Parco della Favorita, qui le riflessioni di Gabriele Corsale in merito l’attività di prevenzione.


Vi scrivo poche ore dopo l’ennesima incidente sulle nostre strade, probabilmente a causa dell’elevata velocità, e proprio questo pomeriggio, di ritorno a casa, attraversando il Parco della Favorita mi aspettavo di trovare il solito autovelox o altro ( almeno una pattuglia ) per far sentire e notare al cittadino, il continuo controllo del controllo. Ma ahimè niente di tutto ciò. Anzi, la classica fila di auto e moto che superava non curante dei limiti di velocità, incuranti della presenza di atleti e ciclisti.

Adesso mi chiedo se la vostra presenza ( intesa come forze dell’ordine ) sia dovuta solo occasionalmente per far cassa, per consentire l’infinita potatura degli alberi in viale Regina Margherita, ma su quale prevenzione possiamo fare affidamento? Oltre ai soliti autovelox, esiste una campagna di sensibilizzazione nelle scuole e per strada che possa scuotere le coscienze dato che questo triste primato non sembra affatto scoraggiare molti automobilisti?

Foto: Gds


ciclistiincidenti mortaliincidenti palermoparco della favoritapedonisinistri stradalizone 30

28 commenti per “Incidenti stradali in città, quale prevenzione?
  • loggico 366
    08 giu 2016 alle 8:40

    A navutru n’ammazzaru l’ooora..
    Una volta era la mafia ad uccidere..
    oggi sono le strade.. anche se ben curate con la segnaletica orizzontale e verticale ben visibile.. videocontrollate… con un numero consistente di vigili presenti sul territorio.. omnipresenti..

  • sornione47 14
    08 giu 2016 alle 10:15

    Torno sempre a ripetere che occorre la presenza costante, permanente, diuturna, ossessiva, insistente ( e mi fermo qui con gli aggettivi) dell’Autorità (vigili urbani, polizia, carabinieri, cittadini).
    In altre parole lo Stato deve vigilare e prendere a modello una sola cosa dai malavitosi: LA PRESENZA SUL TERRITORIO.

    • Jerax 33
      08 giu 2016 alle 12:17

      Se le autorità dovessero vigilare su ogni strada ad alto rischio, ci vorrebbere 34325523523532532 agenti piu in ogni città.

      Bastano invece pochi accorgimenti per ridurre sensibilmente il rischio…AUTOVELOX FISSI, dossi alti o ROTONDE come fanno tutte le città civili. Non ci vuole molto.

  • Fulippo1 1329
    08 giu 2016 alle 10:54

    In merito alle citazioni dell’articolo, la polizia municipale ha da poco terminato un programma all’interno delle scuole, che riguardava l’educazione stradale. Iniziativa lodevole questa perchè principalmente è lì che bisogna puntare.

    Per il resto la carenza della presenza sul territorio fà si che le strade della città spesso diventino terra di nessuno, al di fuori di ogni regola. E quando parlo di presenza non parlo di una presenza fisica, ma presenza morale e intimidatoria. Spessisimo anche con la polizia municipale ben presente si vedono infrazioni di tutti i tipi per le strade.

    • sornione47 14
      10 giu 2016 alle 11:43

      A proposito di educazione stradale nelle scuole. Tempo fa venni a sapere di un individuo che litigava con l’autista di un mezzo pubblico che l’aveva rimproverato per una manovra azzardata commessa con la sua autovettura. Questo signore non trovò di meglio che scazzottare il suddetto autista davanti ai suoi due figli (si immagina che fossero suoi figli: in ogni caso erano sempre due bambini). Che esempio ha trasmesso questo “galantuomo” ai due bambini. Questa tipologia di genitore è quella che minaccia anche gli insegnanti se solo si permettono di rimproverare i loro figliuoli.

  • Binario 59
    08 giu 2016 alle 11:44

    Il problema è che i controlli con autovelox, vengono effettuati principalmente con la logica del “fare cassa”, toccando
    solo marginalmente il tema sulla sicurezza.
    Bisogna prendere altri provvedimenti, perché nel momento in cui uno decide di mettersi alla guida in condizioni psico-fisiche precarie (sonno, stress, assunzione farmaci/droghe/alcool), e causa gravi danni a persone o cose; beh, non c’è autovelox che tenga…
    Poi, non bisogna sottovalutare il contributo dato dai telefoni cellulari!

    • Saro Panormo 55
      08 giu 2016 alle 12:24

      Quello degli smartphone è un problema ormai sempre più dilagante e purtroppo raramente gli automobilisti vengono colti in flagrante: quotidianamente vedo automobilisti distratti e non tanto perchè parlano al telefono, ma perchè guardano il telefono impegnati magari in scambi di messaggi distogliendo totalmente la loro attenzione dalla strada

      • omega 121
        13 giu 2016 alle 12:34

        e la cosa assai triste è che il reato di omicidio stradale vale solo se sei “fatto” o ubriaco ma NON se chatti con lo smart mentre guidi!

    • Irexia 662
      15 giu 2016 alle 10:45

      Mi spieghi cosa vuol dire “che i controlli con autovelox, vengono effettuati principalmente con la logica del “fare cassa”, toccando solo marginalmente il tema sulla sicurezza.” ? Non capisco cosa importi il sentimento interiore con cui vengono posizionati gli autovelox…
      Proprio l’altro giorno ho potuto vedere un’intervento del comandante dei vigili urbani di Palermo che affermava che da quando sono stati posti gli autovelox in circonvallazione non si sono più avuti incidenti in quella strada…

      • Binario 59
        15 giu 2016 alle 11:35

        Irexia, se Lei legge bene il resto del mio commento trova la risposta alla sua domanda. Ovviamente il “comandante” non potrebbe mai dichiarare altrimenti.

        • Irexia 662
          15 giu 2016 alle 11:46

          Se vuoi dire che l’autovelox non è l’unico strumento per attuare una politica di sicurezza sulle strade, mi trovi d’accordo: ogni problema deve essere affrontato con, diciamo così, una manovra a tenaglia; se invece vuoi criticare il fatto che le uniche sanzioni che l’automobilista riceve sono di carattere pecuniario, se la legge prevede la multa, la multa soltanto può fare il vigile…

  • danyel 316
    08 giu 2016 alle 12:56

    In questo ultimo periodo, si è verificato un incidente stradale praticamente ogni giorno .. le cause sono molteplici, credo .. disattenzione da parte dei conducenti (per svariati motivi), ma direi che anche la segnaletica delle strade a Palermo di certo non aiuta .. la segnaletica orizzontale è quasi praticamente assente .. è possibile questo?

  • loggico 366
    08 giu 2016 alle 13:36

    Un solo esempio vale per tutto
    I motociclisti pensano che posso circolare sempre sulle corsie riservate.. pensavo che si puo andare senza casco e in tre ma sopratutto pensano che sorpassare i veicoli fermi a causa traffico impegnando ovviamente la corsia opposta sia regolare…

  • medoro 132
    08 giu 2016 alle 14:07

    E’ la prima che hai detto: la loro presenza è solo occasionale e serve solo ed esclusivamente per fare cassa.

  • basilea 594
    08 giu 2016 alle 14:08

    Quale prevenzione per gli incidenti stradali ? semplice N E S S U N A…………..
    forse si rispetta il codice stradale ? CERTO CHE NO !
    e allora che vogliamo continueranno a morire sulle strade……

  • katet 144
    08 giu 2016 alle 15:47

    e poi ricordo quel giorno che parlando con la vigilessa al motel agip le chiesi del perché non fermasse i motociclisti senza casco o gli automobilisti senza cintura o tel in mano che ci passavano davanti, e lei mi rispose di farmi gli affari miei che lei era là per pigiare tasto del semaforo.

    • basilea 594
      08 giu 2016 alle 16:03

      Questa e’ la conferma che la citta’ e’ SENZA CONTROLLO. Mi domando servono ancora i vigili urbani o Polizia Municipale che dir si voglia ? NO ! e allora LICENZIAMOLI ! e il Comune risparmiera’ gli stipendi. Invito Katet a segnalare al Sig.Sindaco Orlando data e orario nel quale la zelante vigilessa “pigiapulsante” ha detto l’IGNOBILE FRASE, perche’ si prendano severi provvedimenti disciplinari ,contemplando fra questi il LICENZIAMENTO.

      • katet 144
        08 giu 2016 alle 16:23

        Non ricordo ora e data, ma so chi è la vigilessa, anche perché per chi passa dal motel agip la conosce bene visto che non fa altro o di pigiare tasto semaforo o stare nel casotto a parlare al telefonino. Segnalai l’accaduto anche qui alla redazione di mobilita come articolo penso, ma fu cestinata.
        Purtroppo nei giorni seguenti mi capitò di parlarne con altri vigili in via Leonardo da Vinci, e mi spiegarono bene la situazione della suddetta vigilessa. Ingiustificabile la sua risposta, ma loro stessi mi dissero del perché lei è messa là a “pigiare il tasto del semaforo”, ma non vorrei mettere in difficoltà i vigili perché mi hanno parlato di vigili di serie A e vigili di serie B.

        • basilea 594
          08 giu 2016 alle 19:14

          Ti ringrazio per il chiarimento : che dire ormai il mondo e’ questo…………………..
          allora ho ragione io quando scrivo che di quelli che si ammazzano per il gusto di andare a 150 Km orari in citta’ in moto o in automobile non me ne frega niente ! non mi fanno pena perche’ sono guai cercati; altrettanto non mi frega niente dell’automobilista che ieri e’ stato investito dal tram per attraversare con imprudenza, mi dispiace solo dei 2 passeggeri del tram feriti, era meglio che si rompesse la testa l’automobilista, invece non si e’ fatto niente, come spesso accade a coloro che causano incidenti con morti….loro restano indenni ! ormai in tutta Italia le cose vanno MALE (vedasi lo schifo della metro di Roma per esempio )………

      • friz 673
        08 giu 2016 alle 22:01

        …..in linea di massima sono contrario alla linea dura, e in generale sono per il perdono, ma se Basilea è proprio la linea dura quella che vuoi allora non devi fare favoritismi…. ….ad esempio lo sai che ci sono paesi in cui se racconti BALLE o FAVOLE ai tuoi elettori durante la campagna elettorale dopo ne PAGHI LE CONSEGUENZE LEGALI??? ….E allora penso che se ci fosse una legge simile in Italia, il signor Orlando e il signor Berlusconi, dopo tutte le menzogne e false promesse fatte in periodo elettorale, rischierebbero l’ergastolo…. …..io rimango per la tolleranza e per il perdono, ma tu a questo punto, dato che sei un DURO, è giusto che attacchi un pò anche il signor Orlando…. …..mi fa morire da ridere signor Basilea….

        • basilea 594
          09 giu 2016 alle 0:02

          Io non attacco nessuno perche’ mi accorgo che IO NON SONO NESSUNO…………………..solo che certi atteggiamenti mi fanno rabbia, ma ti assicuro che non sono capace di far male a nessuno…………e ne ho subite tante nella mia vita, tante di tutti i generi che mi hanno causato questa rabbia interiore ma……….che si sfoga solo con le parole………………..i dispiaceri che ho avuto non si contano………………ho perso la fiducia negli altri, nelle Istituzioni, soprattutto nella Giustizia…………..
          mi piacerebbe che le cose andassero meglio……ma non c’e’ piu’ nessuna speranza………………………
          si do l’impressione di essere senza umanita’ in certi giudizi che scrivo…………….ma la realta’ e’ ben diversa……………………e’ solo uno sfogo e basta……………………
          Quanto a Orlando sono contento che abbia realizzato le 4 linee del tram……………..per me e’ stato il mio regalo di natale…………………………non pensavo di poter prendere il tram a Palermo,non ci credevo……..e invece………………..
          per il resto non capisco niente di politica ne’ di Orlando ne di altri e non me ne frega niente di capirne…………………
          infine se ti faccio ridere mi fa piacere, perche’ meglio far ridere con la propria semplicita’ che far piangere………………..tanto prima o poi moriremo e se abbiamo fatto anche una piccola cosa, se abbiamo regalato un sorriso, forse ce ne sara’ dato merito……………………………sempre che dopo la morte ci sia qualcosa……………………

          • friz 673
            09 giu 2016 alle 8:41

            1) Primo: non è vero che non sei nessuno, ma è vero piuttosto che come ogni essere umano sei utile ed interessante….ogni essere umano è UTILE…. ma ovviamente ti apprezzo di meno quando esci fuori la tua rabbia….
            2) Secondo: ….per dovere di cronaca dobbiamo riconoscere che il merito delle attuali linee tram è da attribuire molto più a Cammarata che ad Orlando….
            3) Terzo: …..mi piacciono le persone semplici…..e ti ammiro quando esci questo lato del tuo carattere…. ma ovviamente mi piaci di meno quando sei aggressivo ed offensivo….
            Ad ogni modo: buona giornata e scusami se il mio “mi fai ridere” ti può aver offeso!

  • loggico 366
    09 giu 2016 alle 8:53

    Stamattina l’elenco aumenta..
    Il brutto e’ l’assoluto silenzio di sindaco e assessore..
    Per non parlare di “quello” che ha detto che siccome le persone che avevano perso la vita erano inferiori all’anno scorso allora il fenomeno non era preoccupante..
    In tutte le maggiori citta ci sono telecamere di sorveglianza.. chissa perche a palermo non esistono..

  • migos 1
    09 giu 2016 alle 12:48

    Finchè si rompono le corna da soli, senza arrecare danno agli altri è anche positivo almeno un pò di “piloti furbi” si levano dalle scatole.

    • Irexia 662
      15 giu 2016 alle 10:40

      Peccato che non possiamo sapere se il cretino in turbomacchina si va ad impicare contro un muro oppure si sboccia qualcun’altro… :(

  • sornione47 14
    10 giu 2016 alle 11:33

    Rispetto ai cittadini onesti e laboriosi i malavitosi sono pochissimi, eppure fanno gran danno nel tessuto sociale. Se i poliziotti, come i vigili urbani, come gli spazzini, fossero presenti ogni giorno, le cose andrebbero meglio.
    Un esempio: ogni tanto viene una squadra completa di spazzini che ripuliscono la via dove abito, anche con mezzi meccanici, e poi non si vedono più per settimane e settimane. Perché? dove vanno gli altri giorni? C’è una sola squadra per tutta la città? Lo stesso per i vigili urbani. Dove sono i vigili di quartiere? I poliziotti di quartiere? Viviamo DA SEMPRE nell’emergenza e sempre ci vivremo.

  • Gerlando Lo Savio 10
    14 giu 2016 alle 11:15

    Sicuramente è una buona idea fare educazione stradale nelle scuole (in prospettiva), ma non dimentichiamo che per guidare un’automobile uno deve avere 18 anni: la gran parte delle persone che guidano (e che fanno incidenti) non vanno a scuola da 20-30 anni!

    Se il problema è attuale e presente, ci vogliono azioni attuali e presenti: fermami se ho sorpassato da destra, se ho svoltato senza la freccia, se non mi sono fermato allo stop o sulle strisce, se ho un faro guasto… Non è necessario fare la multa a tutti i costi, la cosa importante a mio avviso è far capire al cittadino quali siano i comportamenti sbagliati.

    Là dove il maggior rischio è la velocità, come alla Favorita, metti gli autovelox fissi. Ma anche i cartelli che indicano qual è la velocità consigliata: se mi dici come mi dovrei comportare, è più facile che io mi comporti correttamente.

    • Irexia 662
      15 giu 2016 alle 11:07

      Gerlando che senso avrebbe fermare qualcuno solo per ricordargli che la freccia non la usano solo gli indiani? Se il codice della strada prevede la sanzione pecuniaria il vigile DEVE fare la multa; le norme non si applicano a discrezione e il vigile, come il poliziotto, è soggetto alla legge!
      Tra l’altro la multa è il miglior modo per fare capire al cittadino quali siano i comportamenti sbagliati, quindi contra legem…


Lascia un Commento