24 nov 2015

Rap, nuovi cassonetti fra Acqua dei Corsari e Settecannoli


Dopo avere installato nei giorni scorsi i primi cassonetti da 1100 litri a Partanna, ieri mattina gli operai della Rap, secondo programma, hanno iniziato la messa in posa di  un’altra tranche di cassonetti in seconda circoscrizione. Ad annunciarlo il presidente della Rap Sergio Marino durante un sopralluogo congiunto in via Lauricella con il presidente di circoscrizione Antonio Tomaselli.

“Dopo il  primo anno di difficoltà finalizzato proprio a dare una struttura solida alla Rap anche oggi in via Laudicina iniziamo a fare vedere la presenza di Rap con interventi significativi anche su questo territorio – a dichiararlo il presidente Marino. Saranno un centinaio i contenitori da 1.700 litri che saranno posizionati a Settecannoli. Nello specifico oltre via Antonino Laudicina,  - spiega il presidente – interverremo su via Messina Marina, via Massimiliano Kolbe, via Calogero Zucchetto e via Ammiraglio Cristodulo. Con i nuovi cassonetti e con la manutenzione di quelli esistenti l’azienda cerca di mettere fine – sempre che ci siano una collaborazione da parte dei cittadini – al triste fenomeno della spazzatura per terra”.

Soddisfazione ha espresso stamattina il Presidente di circoscrizione Tomaselli che ha aggiunto: “L’arrivo dei cassonetti nuovi che danno anche un decoro urbano alla circoscrizione che rappresento ci da la speranza di potere mantenere quell’impegno preso con l’amministrazione comunale e con Rap di riqualificare zone periferiche come la Bandita e Acqua dei Corsari. Con la collocazione dei cassonetti e il rifacimento di alcuni marciapiedi dell’area si potrà avere una migliore vivibilità del territorio”.

 


acqua dei corsariantonio tomasellirapromagnoloseconda circoscrizionesergio marinosettecannolisperone

5 commenti per “Rap, nuovi cassonetti fra Acqua dei Corsari e Settecannoli
  • Andrea Baio 54519
    24 nov 2015 alle 9:01

    ma dicono vero a farsi la foto accanto ai cassonetti??? Cos’è un risultato politico? Siamo al ridicolo

  • cirasadesigner 1013
    24 nov 2015 alle 11:04

    Farsi fotografare davanti un cassonetto è come farsi fotografare davanti un cesso… della série abbiamo scoperto l’acqua calda… questi signori, pagati profumatamente a cominciare dall’Ing. Marino, forse non sanno che i cassonetti sono un ricordo di archeologia industriale nel resto d’Europa… Che tristezza essere gestiti da inetti ed incapaci

  • thedoctor 137
    25 nov 2015 alle 10:26

    Nuovi cassonetti e manutenzione di quelli esistenti?? I signori della Rap sanno che nei cassonetti nuovi, appena collocati, sono stati già rotti i coperchi?? Certo che lo sanno, è la normale prassi da queste parti. Ma un po’ di vergogna non la provano questi? Questi tipi dovevano fare la foto un po’ più a destra e dare il buon esempio su come si fa la raccolta differenziata! Incapaci


Lascia un Commento