17 ott 2014

Famiglie di ambulanti pestano vigili urbani in via Imera


E dopo la recente aggressione ai vigili urbani da parte di alcuni abusivi presso il mercatino di viale Campania, ecco un altro sconcertante episodio di violenza. Questa volta in via Imera, dove i protagonisti sono dei venditori abusivi e le “rispettive famiglie” che si sono scagliate contro gli agenti della Municipale. Il fatto che siano intervenuti familiari, è lo specchio di una cultura sovversiva, che non riconosce lo Stato e le sue leggi. Ribadiamo la necessità di attuare periodicamente questi controlli, affinché si possa prevenire il fenomeno dell’abusivismo con un controllo accurato e costante del territorio.

Due vigili urbani sono stati aggrediti ieri pomeriggio, da un ambulante in via Imera, nella zona di corso Finocchiaro Aprile. L’intervento della polizia municipale è scaturito in base agli esposti ed alle segnalazioni ricevute dai cittadini che lamentano la presenza di venditori ambulanti nella zona ed a tal fine il Comando ha predisposto dei servizi antiabusivismo su corso Finocchiaro Aprile e le strade limitrofe.

La pattuglia impegnata nei servizi di controllo del commercio su area pubblica, è intervenuta per i controlli di prassi nei confronti di un venditore  di prodotti  ortofrutticoli che stazionava sulla sede stradale di via Imera all’angolo con via Antinoro.  Alla richiesta da parte degli agenti delle autorizzazioni, il venditore  ed altre tre persone del suo nucleo familiare andavano in escandescenze, inveendo con minacce nei confronti degli agenti. Uno di loro si scagliava contro un agente colpendolo al fianco con un calcio, altri due per scongiurare il sequestro della merce lanciavano in aria le cassette colme di frutta, spargendole sulla sede stradale, mentre una donna procurava graffi e contusioni ad un altro agente.

Arrivate altre pattuglie in supporto, in un clima di totale ostilità gli agenti concludevano il loro intervento sequestrando circa 15 chili di prodotti  ortofrutticoli, ed una bilancia. Quattro persone, tra cui una donna, tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare sono state denunciate all’autorità giudiziaria per minacce, lesioni ed oltraggio.


abusivi palermoaggressioni vigili urbani palermomercatino di viale campaniamercatino viale campania palermovia imeravigili urbaniVIGILI URBANI PALERMO

15 commenti per “Famiglie di ambulanti pestano vigili urbani in via Imera
  • Lucka90 47
    17 ott 2014 alle 12:47

    Questo è il frutto dell’assenza totale di controlli negli anni precedenti che di fatto ha legittimato la loro presenza incontrastata.

  • basilea 594
    17 ott 2014 alle 13:58

    Ormai ognuno puo’ fare quello che vuole……………..non c’e’ piu’ niente da fare, se non rassegnarsi alla triste situazione……

  • Sizilianisch 76
    17 ott 2014 alle 14:37

    Ma è normale che periodicamente si debba sentir parlare di agenti di P.M. pestati da chiunque? E’ uno scherzo o cosa? Parliamo di agenti di pubblica sicurezza dotati di manette, arma d’ordinanza e con la possibilità di trarre in arresto. Invece di assumere gente che fa letteralmente ridere e che in caso di reazione del panormosauro verrebbe stesa con un sol soffio, perché non selezionano il personale seguendo i criteri delle altre forze di polizia? Se la P.M. non è in grado di difendere sé stessa, mi chiedo come possa difendere la città e gli onesti cittadini? A questo punto la si sciolga e basta. Che senso ha spendere soldi per un corpo di polizia utile solo a fare multe, GIUSTISSIME, per eccesso di velocità e divieto di sosta? Per questo sono sufficienti gli autovelox e gli ausiliari del traffico.

  • bergamotto 83
    17 ott 2014 alle 15:13

    Sizilianisch sono sbalordito dal tuo commento. Sarei felice di incontrarti da solo e dimostrarti come è facile mettersi le mani addosso e finire in ospedale. Uno contro uno però, io e tu soli. Altrimenti se vuoi riproponiamo le normali condizioni di lavoro in cui ci troviamo noi della pm ogni giorno in cui in due ci troviamo ad affrontare anche 6/7 malacarne e potenziali detentori di armi da taglio, se va bene. Tu vieni con un tuo amico ed io vengo con sette amici miei secondo me fai marcia indietro e scappotti dopo due secondi, ma falla finita e stai zitto. La pistola seconde te la usiamo per sparare agli abusivi? Togliti l’abbonamento al cinema sky o finisci di vedere i film con Gibson per carità ma quanta ignoranza. Lo sai in quante situazioni avrei scafazzato a terra un contravventore, un abusivo o u gnuri di turno con la loro volgarità ed il loro atteggiamento mafioso e irrispettoso? Tante volte! , tu lo sai che questa gente ti denuncia e vuole pagati i danni se gli metti un dito sopra e le manette non sono dotatzione d’ufficio e chi le ha è perchè le ha volute comprare? Tu lo sai che gli avvocati li paghiamo di tasca noi e non il comando? Hai famiglia? Sicuramente no. Se operiamo e veniamo aggrediti c’è pure la critica o sapete trovarla insomma. É un paradosso. Diciamo che le cose inutili a palermo non sono solo gli abusivi ed i contravventori incivili, tu ne sei la dimostrazione

  • Templare 481
    17 ott 2014 alle 15:13

    Ma secondo voi è normale che due agenti di p.s. vengano minacciati, aggrediti e picchiati e i responsabili siano semplicemente denunciati?

    Fermo restando che nel resto del mondo i rinforzi sarebbero intervenuti a manganellate, l’atto finale sarebbe stato l’arresto, il processo per direttissima e anni di galera da scontare in galera, non agli pseudo-arresti domiciliari come siamo abituati a fare in Italia…

    Ora questi con la denuncia ci si puliscono il c..o (scusate la volgarità) e gli agenti si tengono la fracchiata di legnate e magari la sensazione, a questo punto giustificabile, del “ma cu mu fa ffari?”.

    Unico suggerimento che mi sento di dare quello di istituire un tavolo interforze e di eseguire questi interventi con la P.M. affiancata di volta in volta da almeno una pattuglia di P.S. Carabinieri o G.d.F.

    Povera italietta…

  • manu70 79
    17 ott 2014 alle 15:22

    Se tutti i cittadini che alimentano questi abusivi andassero presso rivendite riconosciute , sparirebbero da soli…..anche perché di solito risultano indigenti con tanto di esenzioni varie, contributo casa ect ect

  • loggico 387
    17 ott 2014 alle 15:54

    per lavoro mi occupo di cose che hanno a che fare con la giustizia…
    la polizia municipale a palermo é vista solo come rottura di co..
    solo per quello..
    in molte o forse in tutte le altri parti d’Italia gli agenti sono agenti.. é vero non incutono il timore reverenziale di un agente della ps o gdf ma sono comunque visti come tutori dell ordine..mi reco spesso nei comandi di roma firenze bologna e venezia e vedo come vengono “visti” gli agenti..
    vedo pure pochi vigili impegnati in ufficio.. (e molti di questi operano pure per strada) e tanti per strada..
    a palermo.. sarà un caso ne vedo centinaia “impegnati” in via dogali..
    e nessuno per strada.. qualcuno in moto e auto lo vedo.. ma per strada nessuno..
    picchiare un uomo è reato. . nell’esercizio delle sue funzioni peggio…
    quindi gesto da condannare..
    ma da un altro punto di vista questi ti dicono come dobbiamo campare?
    non certo infrangendo le regole..
    ma queste regole sono state fatte rispettare dai vigili? la citta é piena di ingiustizie varie.. nessuno fa niente.. i vigili piu che essere considerati un bene.. sono malvisti da direi tutti i palermitani..
    da domani 500 vigili per strada. . auto in doppia fila.. cartellonistica abusiva.. mancato rispetto della segnaletica…procurato inquinamento (pure un pezzo di carta)
    ma no un giorno… per almeno due anni e poi vediamo..
    i vigili ci sono.. per la tappa del giro d’Italia erano 500 in giro.. c’erano quel giorno.. ci possono essere tutti i giorni..

  • gerry69 186
    17 ott 2014 alle 15:57

    Fermo restando che la denuncia senza l’arresto è una cosa allucinante.
    Fermo restando che l’abusivismo è da perseguire.
    Volevo raccontare una cosa che ho vissuto proprio ieri.
    All’angolo di una strada (omettiamola) una macchina, utilitaria, con il cofano aperto, non vedevo cosa c’era dentro il cofano in quanto arrivavo dal lato opposto.
    Conoscendo il proprietario della macchina (che io pensavo fosse in panne) mi sono fermato ed ho chiesto se aveva bisogno di qualcosa….
    Lui mi ha risposto si…. di lavorare… lo avevano licenziato da 2 mesi e facendosi prestare 50 euro da un cugino aveva comprato 4 cassette di frutta e non volendo DELINQUERE per campare la famiglia, ha preferito delinquere cercando di non essere particolarmente nocivo per il prossimo.
    Purtroppo oggi, dietro gli atavici abusivi che lo fanno per mestiere senza dignità, sta crescendo una frotta di persone che tentano di mangiare almeno 1 volta al giorno.
    Chiudo ripetendo quello che ho scritto all’inizio per evitare di essere tacciato di convivenza con questi personaggi:
    Fermo restando che la denuncia senza l’arresto è una cosa allucinante.
    Fermo restando che l’abusivismo è da perseguire.

  • NIGILA 81
    17 ott 2014 alle 17:11

    Facciamo un po’ di ordine. In questi casi l’arresto è facoltativo, pertanto sono gli Agenti operanti a decidere se arrestare i soggetti oppure denunciarli in stato di libertà. Bisognerebbe capire davvero le cose come sono andate, certo per non arrestarli non credo che l’episodio sia stato tanto grave come descritto. Forse in questi forum sono stato sempre una mosca bianca perché ho difeso spesso la categoria dei Vigili Urbani perché credo che i loro problemi siano innanzitutto dirigenziali, strutturali e logistici. Certo che Bergamotto, non è invitando un cittadino ad incontrarlo da solo per menarlo che dimostri la tua forza e le tue ragioni, anzi fai cattiva figura tu e indirettamente la fai fare al corpo dei Vigili. Il vigile urbano è un pubblico ufficiale, come il poliziotto o un carabiniere ed è tutelato dal Codice penale, non puoi aver paura di essere denunciato se ti difendi o se stai espletando il tuo servizio, altrimenti così è davvero finita. Poi sulle manette che non hai in dotazione, sui mezzi vetusti sul fatto che tu sia mal pagato etc etc allora tanto di cappello e parliamone di ingiustizia fino alla morte, ma ti prego non far passare quel messaggio. Se viene meno pure la fiducia nelle Forze dell’Ordine (già tanto precaria) è meglio se ci trasferiamo tutti in Brasile. Se il cittadino ha bisogno perché sta subendo un qualsiasi reato, non devo aver paura di chiamare il poliziotto perché tanto non fa nulla perchè ha paura di subire una denuncia, sono pericoli che fanno parte del suo mestiere, nel bene o nel male. E fatemi aggiungere che per fortuna non è così. Giornalmente, i poliziotti come i carabinieri rischiano la propria pelle,” nonostante abbiamo una famiglia”, per la tutela e la difesa dei cittadini.

  • Sizilianisch 76
    17 ott 2014 alle 17:19

    Caro Bergamotto, da Palermitano quale sono conosco benissimo la realtà in cui si trova ad operare il corpo di Polizia Municipale di Palermo. “Lo sai in quante situazioni avrei scafazzato a terra un contravventore, un abusivo o u gnuri di turno con la loro volgarità ed il loro atteggiamento mafioso e irrispettoso? Tante volte!”. Credimi se l’avessi fatto saresti diventato il mio eroe ma credo anche l’eroe di gran parte dei cittadini di questa città, stanchi di vivere in situazione in cui a regnare è la prepotenza di questi animali. Svolgo un lavoro per certi aspetti simile al tuo, senza armi però e senza alcuna tutela dove se ti va bene ti può capitare di essere aggredito da qualche malacarne su di giri, o di ricevere minacce anonime dopo aver rilevato un verbale o se sei più sfortunato rischi di essere falciato dalle auto o da un tir in corsa, come è capitato di recente.
    Vedo e comprendo le difficoltà che attenagliano il corpo di P.M., impossibilità di assumere nuovo personale con contestuale blocco del turn over, ecc. ecc. sono le stesse che attenagliano il mio. Vedo quando istallate gli autovelox o verbalizzate le auto in doppia e tripla fila e dico che FATE BENE E DOVRESTE FARLO PIU SPESSO. Ma vedo però e credo di non essere il solo, tante cose che non mi piacciono. Ti invito a venire con me allo stadio per mostrarti il solito film che va in onda la domenica, in occasione delle partite casalinghe del Palermo, in piazza Giovanni Paolo II. Parcheggiatori abusivi, bagarini, auto parcheggiate sopra il marcia piede o sul piano viabile quasi a istituire isole spartitraffico piuttosto atipiche e tutto questo avviene sotto gli occhi della Municipale. Non è un bel film e credo che la mia INCAZZATURA davanti a tutto questo sia più che legittima. Tempo fa in Via Maqueda all’interno dell’isola pedonale ho assistito ad una scena che probabilmente nel resto del mondo lascerebbe la gente sbigottita ma che qui a Palermo ahimé rapresenta la normalità: un motorino all’interno dell’area pedonale con a bordo padre, madre e figlia senza casco e il tutto, davanti a due vigilesse in bicicletta che invece di fermarli e iniziare a scrivere hanno preferito chiudere quattro occhi. Visto tutto ciò quale obbligo mi impone a fermarmi qualora un vv.uu. dovesse intimarmi l’alt considerato tutti questi episodi ai quali ho assistito e assisto quotidianamente? Se circolo senza casco o corro in città è giusto che mi facciate il verbale ma come lo fate a me dovreste farlo anche al malacarne.. la legge va applicata a tutti in egual misura o no? Così facendo date l’impressione che lo “status” di malacarne costituisca una sorta di “salvacondotto” e questo è male.. molto male.

  • bergamotto 83
    17 ott 2014 alle 19:42

    Nigila fraintendi ovviamente, non ho invitato sizilianisch per menarlo ci mancherebbe. Ho esasperato il concetto volutamente, avrei dimostrato volentieri ho scritto come è facile uno a uno ma se ti trovi 2 contro sei o più non mi pare sia lo stesso. Noi lavoriamo così sempre o quasi in inferiorità ma non ci arrendiamo, certo dobbiamo quartiarci come si suol dire mica lavoriamo a belluno. Io ho subito diverse aggressioni ed a quel punto mi sono difeso e nessuno mi ha condannato ma non posso “partire” per primo perchè diventerei eroe di qualcuno ma la pignata non la metto più a casa questo è certo. Io sono pagato non per farmi uccidere ne per uccidere ma per lavorare in sicurezza e per proteggere il collega o la collega di turno in queste situazioni riducendo i rischi al minimo. Ma veramente pensate che i colleghi cc e polizia non subiscono le stesse aggressioni? Chiedeteglielo e vi togliete il dubbio. O cambiano le leggi o anche voi camminereste come noi in punta di piedi. Per vs conoscenza, se usciamo l’arma dalla fondina in situazioni come quella dei colleghi ci becchiamo una denuncia. Qualcuno ha perso il lavoro per cose del genere a parte che a quel punto può succedere di tutto. In altri paesi i delinquenti pagano con una pena certa e senza sconti in italia sono tutelati serviti e riveriti e ci li ritroviamo il giorno dopo per strada che ti guardano e ti sorridono sornioni. Esperienza personale. Lo sapete il fegato come diventa? E Dunque? Che facciamo? Non è facile! Per quanto attiene al comportamento di alcuni colleghi vi invito, e non è la prima volta che lo scrivo, a denunciarli se ci sono i presupposti di omissioni d’atti d’ufficio. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità altrimenti si sta a casa. Dobbiamo cambiare questa città tutti insieme, mi scuso pubblicamente con sizilianisch x aver esagerato ma lavorare onestamente ed a testa bassa e sentirsi cornuti e bastonati non fa piacere. Ringrazio Mobilita che con puntualità sottolinea le nostre vicissitudini, la critica è ben accetta non siamo immuni da colpe ma ci aspettiamo la collaborazioni da parte di tutti ed un minimo di rispetto.

  • Sizilianisch 76
    17 ott 2014 alle 20:50

    Non credo tu abbia nulla di cui scusarti.. si è trattato di un normale scontro dialettico che non ha reso necessaria alcuna “tonfatizzazione” o azione alla Mel Gibson per sedare gli animi. Lavorando nel comparto sicurezza conosco le difficoltà che le FF.OO. tutte sono costrette ad affrontare quotidianamente. Cambiare questa città si può e si deve. Noi comuni cittadini possiamo e dobbiamo farlo rispettando le regole che disciplinano la civile convivenza, il resto spetta alle FF.OO. e alla magistratura.

  • Horus 1
    18 ott 2014 alle 12:05

    Vi sembrerà un po’ teorico o filosofico ma è un dato di fatto: l’uomo è uno pseudo-animale che non comprende la gentilezza o la cortesia, purtroppo e sottolineo PURTROPPO, l’unica possibilità è incutergli timore in qualche modo, una cosa è certa (esempio): se piazzi 400 autovelox in viale regione siciliana NESSUNO supererà il limite a parte qualche anziano che non sa cosa sia o qualcuno che guida macchine di dubbia provenienza. La stessa cosa avviene con queste situazioni, l’unica soluzione è intervento serio e deciso, un paio di agenti della municipale è chiaro che non possono incutere timore a gente che fin da piccola subisce e fa dell’aggressioni verbali e fisiche una normale abitudine (donne incluse). Per cui mi dispiace per gli agenti che purtroppo hanno dovuto obbedire ad un ordine, ed è fuor di dubbio che in questo caso andavano inviati agenti in numero adeguato e sopratutto con addestramento molto avanzato nell’autodifesa come gli antisommossa. Io porto un paio di esempi che ho visto a praga anni fa: se passavi dalle strisce si fermavano 200 metri prima, perchè? Se non lo facevano= ritiro patente (non ricordo se per x anni o per sempre), nei centri con molta gente vedevi OVUNQUE agenti che camminavano (da soli nemmeno in coppia) che sembravano usciti da un film con shwarzy! Non so quante armi bianche avevano sulla schiena, oltre ad armi da fuoco, giubbotti e protezioni, oltre ad essere alti 2 metri e larghi uguale, risultato? Riduzione degli scippi ai turisti ai minimi termini e parlando con gente italiana che vive li mi spiegava che la microcriminalità era molto bassa, poi è chiaro che la macrocriminalità c’è ovunque sulla terra ed è un problema molto più complesso da affrontare. Io vedo in queste cose l’unico strumento che l’uomo comprende, naturalmente è una mia personale opinione, ho viaggiato molto e porto esempi che ho visto (praga è solo uno dei tanti casi). In poche parole se i rischi per chi viola la legge diventano veramente grandi state certi che non la violerà, e ci sono innumerevoli prove sia nella storia che in altre parti del mondo.


Lascia un Commento