29 mag 2014

Parco Uditore: i lavori per l’area sgambamento cani più grande d’Italia


Una bella giornata di sole, temperatura estiva…cosa si può fare? Andiamo a fare una passeggiata al Parco Uditore, da sempre in continua evoluzione e che cerca sempre di stupirci con il lavoro e le attività dei volontari. Tanti sono i cambiamenti che vi abbiamo documentato,  e oggi vi raccontiamo cosa e come cambierà  entro metà giugno.

Ecco una mappa degli interventi che si stanno realizzando grazie al supporto del Corpo Forestale che ha redatto e aggiudicato un bando proprio per i lavori nelle aree del Parco e che sta seguendo e dirigendo proprio gli stessi:

Parco-Uditore-1024x791

Il perimetro in BLU è l’area che al momento è oggetto di lavori.

Come si può notare l’intera zona, una volta completati i lavori, verrà divisa in macro-aree dedicate ad attività di vario tipo: si avrà l’area espositiva dove verranno trasferiti i vari mercatini e le varie esibizioni musicali; l’area orto (se il terreno lo consentirà) dove si potrà realizzare un vero e proprio orto urbano; l’area dove verrà realizzato un campo di beach volley regolamentare con sabbia e infine l’area più importante, l’area di sgambamento cani, che avrà una dimensione di circa 4000 metri quadri e diventerà l’area pubblica dedicata ai cani tra le più grandi d’Italia.

Foto Panoramica Area Cani:

IMG_4396

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

IMG_4397

IMG_4395

IMG_4394

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

Proprio in merito all’area cani, durante la giornata dell’8 Giugno ci sarà la 63esima edizione dell’esposizione internazionale canina organizzata dall’ ENCI, che vedrà proprio l’esordio dell’area sgambamento.

Con l’apertura di questa vasta area di parco il percorso podistico verrà notevolmente aumentato passando dagli attuali 600metri a circa 1km di viali dedicati a chi ha voglia di farsi una corsa o una passeggiata in bici.

Ringraziamo tutti i volontari dell’associazione Parco Uditore che ci hanno guidato alla scoperta di queste nuove aree, e che ogni giorno fanno il massimo per rendere il parco gradevole e unico.


anniversario parco uditorearea cani palermoaree verdi palermoassociazione uparcocancellatamuroparchi palermoparchi urbaniparcoparco uditorepets area palermopiantiamolascuole palermoSegnalatiu parco degli artigianiverde palermoverde pubblicovia leonardo da vinci

Articolo precedente

7 commenti per “Parco Uditore: i lavori per l’area sgambamento cani più grande d’Italia
  • huge 2198
    29 mag 2014 alle 10:03

    Fabdel, hai mai scritto un post che non sia di inutile critica? O il medico te l’ha vietato? E se fanno l’area per cani, perché la fanno troppo grande. E se non la fanno, dove portiamo i cani? E se la fanno più piccola, perché non più grande? E se si entra da un lato, perché non dall’altro? Che noia.

  • huge 2198
    29 mag 2014 alle 10:06

    Guardando le foto in prossimità della recinzione, penso sarebbe un’ottima idea piantare un filare di alberi che crei una barriera tra il parco e piazza Einstein. Toglierei poi quegli orridi cartelloni pubblicitari, cosa che peraltro mi sembra fosse prevista.

  • Effettivo 169
    29 mag 2014 alle 10:16

    Anche a me mi sembra eccessiva dedicare tutta quell’area al solo sgambettamento cani!!!….comunque và un plauso a chi con ostinazione ha dato vita a questo parco, che al momento visto la fine del parco D’orleans è uno dei più grandi della città!!!

  • Fabion54 48748
    29 mag 2014 alle 10:22

    @huge: Il filare di alberi è già piantato, non proprio a ridosso del confine, ma nei pressi, proprio perché la volontà è quella che tutti possano vedere il parco e non creare una separazione anche verde tra l’interno e l’esterno

    @Effettivo: Io che sono stato lì posso garantirvi che magari 4000mq sembrano tanti, ma quando vai lì la sensazione è che sia invece ideale per la quantità di cani che giornalmente “frequentano” il parco

  • phrantsvotsa 465
    29 mag 2014 alle 12:21

    Ma scusate perchè sarebbe eccessivo? Ben venga, a condizioen però di effettuare un serio controllo sulla città. A bando defecazioni selvagge e molossi privi di museruola!


Lascia un Commento