16 gen 2014

Tram, nuovo varco lungo la Circonvallazione


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la prossima realizzazione di un nuovo varco lungo la Circonvallazione (altezza piazzale Einstein).

Con l’apertura del cantiere di lavoro per i lavori del tram in via Notarbartolo, per evitare ulteriori disagi ai cittadini sarà realizzato in viale Regione Siciliana all’altezza di via Giotto, un varco di collegamento tra la carreggiata centrale in direzione Trapani e quella laterale per consentire ai veicoli di raggiungere via Notarbartolo, via Libertà e la zona portuale.

 

Immagine

In pratica, il flusso veicolare dopo aver percorso il sottopasso di via Giotto  potrà svoltare a destra, immettendosi in via de Saliba, prima strada utile per raggiungere il centro cittadino attraverso le vie Galilei, Malaspina e Paternò.

La Polizia Municipale ha sollecitato la realizzazione del varco per alleggerire i volumi di traffico nel tratto compreso tra via Perpignano e piazzale Einstein, consentendo ai veicoli che percorrono il viale regione Siciliana in direzione Trapani di scavalcare il nodo Einstein.
L’ordinanza è stata già emanata, i lavori partiranno in maniere spedita e l’impresa incaricata potrà procedere all’esecuzione anche nelle ore notturne.

 

In pratica le auto, anzichè impegnare subito la via L. Da Vinci per poi svoltare su via Magliocco (molto spesso già intasata), potranno proseguire lungo la circonvallazione, corsia centrale, uscire all’altezza di piazzale J.Lennon e scendere verso il centro città attraverso la via A. De Saliba.

Qui di seguito l’ordinanza:

 

Ordinanza n  172014


circonvallazionecorsia lateraleinnesto circonvallazionelavorilavori tram circonvallazioneparcheggio libero grassipiazza einsteinvia de salibavia giottovia pitrèviale regione siciliana

7 commenti per “Tram, nuovo varco lungo la Circonvallazione
  • peppe2994 2882
    16 gen 2014 alle 12:01

    Forse la polizia municipale non si è accorta che per colpa del semaforo di piazzale Giotto la coda ogni mattina dal lunedì al Venerdì nella corsia centrale arriva fino in via Evangelista di Blasi quindi questo svincolo non risolverà un bel nulla perchè non ha senso uscire dalla laterale per immettersi sulla corsia centrale ancora più intasata.

  • CinoMedium 169
    16 gen 2014 alle 12:22

    Chissà quanto ancora ci vorrà per fare sincronizzare il semaforo pedonale. Ecco la risposta dell’URP all’ennesimo sollecito:

    Sincronizzazione semaforo di viale Regione Siciliana h p.le J. Lennon

    in ordine alla Sua segnalazione E-part n. 7018, relativa a quanto
    indicato in oggetto e già inoltrata al Servizio Mobilità Urbana in
    data 09.10.2013, con copia per Sua conoscenza, Le comunico
    quanto segue.

    Il predetto servizio ha già chiesto ed ottenuto dall’AMG S.p.a. il
    preventivo di spesa per la realizzazione dell’impianto che modifica
    la temporizzazione del semaforo in questione, peraltro utilizzando
    la centralina dismessa dall’ex semaforo di via Di Giorgi.
    Tuttavia, la cifra richiesta da AMG necessita di parere di congruità
    da parte dei tecnici del settore Manutenzione (già richiesto).

    Considerate le numerose segnalazioni ricevute sull’argomento, il
    Servizio Mobilità Urbana, ricevuto il predetto parere di congruità sul
    prezzo richiesto da AMG, avrà cura di completare l’iter.

  • cuter 63
    16 gen 2014 alle 12:35

    Se ho ben capito c’è casino su via Notarbartolo (immagino soprattutto sul ponte) e aprono un varco sulla circonvallazione per meglio raggiungere via Notarbartolo.
    Secondo me sono due problemi diversi: il varco aiuta a decongestionare la circonvallazione mentre per il casino in via Notarbartolo semplicemente non c’è soluzione.
    La verità è che quella trincea a cavallo della stazione è una ferita alla città, non capisco come nelle more dei lavori al passante ferroviario non si sia approfittato per coprire il tutto ricavandone ampi spazi per migliorare la viabilità e per ricavare un po’ di verde.
    Guardando da google si vede come lungo il passante, tra via Malaspina e via Marcello Benedetto, si sta lavorando alla copertura dei binari donando alla città nuovo (o c’era già?) spazio! Immaginate di coprire tutta la tratta fino alla fine (oltre via Giusti) e pensate per esempio di creare una piazza verde proprio a cavallo della stazione, più o meno sopra le attuali coperture a pensillina dei binari (direi dal ponte fino all’altezza di via Rapisardi). Il sovrappasso pedonale diventerebbe “a raso” e si aprirebbe a destra e a sinistra su questa nuova piazza ovviamente con verde, panchine, percorsi ciclabili, fontana ecc… Sul resto (dal ponte in giù e da via Rapisardi in sù) si potrebbe progettare un’infinita di cose ma la cosa più importante sarebbe la possibilità (necessità) di strade di attraversamento per ricucire le due parti della città, lo stesso ponte Notarbartolo non sarebbe più un ponte ma una di queste strade. Anche la ormai famosa via Lodato è nata grazie all’interramento dei binari e anche lì mi chiedo perchè non abbiano interrato anche il resto fin’oltre al cimitero. La strada che sarebbe nata sopra i binari avrebbe costituito un’occasione irripetibile per creare un ulteriore attraversamento sul fiume Oreto andandosi ad incrociare poi con via Villagrazia per innestrasi infine in via dell’Orsa Minore.
    A Torino hanno interrato molto e creato tanto verde, d’altronde i parchi lineari sono ormai diventati comuni e di esempi ne abbiamo tanti.

  • Fulippo1 1343
    16 gen 2014 alle 12:58

    @cuter
    I lavori tra poco, interersseranno tutta la via Notarbartolo, da viale regione siciliana, fino alla omonima stazione, non solamente il ponte.

    Allo stato attuale, per raggiungere destinazioni lungo quest’asse o per percorrerlo provenendo da viale regione siciliana, l’unica (o più facile) soluzone è la rotonda di piazza Einstein, con il nuovo varco invece, si alleggerirebbe il traffico sulla rotonda stessa.

    Dico si alleggerirebbe, perchè come ha già detto qualcuno, poco si risolverà se non intasare ancora di più la corsia centrale, almeno fino alla sistemazione del semaforo pedonale giotto.

    In merito alla trincea della stazione Notarbartolo credo sia l’unica pecca del proggetto riguardante il passante ferroviario.
    Nel resto del mondo, si punta sempre a guadagnare spazi facendo correre sottoterra binari e stazioni, qui purtroppo no.

  • peppe2994 2882
    16 gen 2014 alle 13:25

    Qualcuno ha proposto la copertura della trincea Notarbartolo con fondi privati, ma sono in corso verifiche di non so che tipo.
    Insomma, ci si sta muovendo anche su questo fronte, ma i tempi al momento sembrano biblici :(

  • Faber 109
    17 gen 2014 alle 16:24

    varc che sradicherà e farà segare altri pini di viale della regione siciliana?!?!?!?!?!?!……………………….

    soluzioni alternative quali sollecitare e sovvenzionare l’uso degli autobus da piazza Lennon verso il resto della città posteggiando le automobili nel parcheggio restrostante, no? invece che fare nuovi tagli-svincoli che con molta probabilità poi rimarranno così accantonati COME GLI ALTRI GIA’ FATTI o che non verranno sistemati COME GLI EX SVINGOLI ATTIVI CHE IMMETTEVANO DA UNA CORSIA ALL’ALTRA INVERTITI ma il marciapiede il guardrail rimasti nel senso opposto…

    sono cose note a tutti ma che solo pochi notano…


Lascia un Commento