31 ott 2013

FOTO| Inaugurato il sovrappasso pedonale “Uditore”


E’ stato inaugurato oggi  alle ore 14 il secondo sovrappasso “Uditore”, posto fra la via N.Sauro e via Uditore.  Contemporaneamente all’apertura, è stato anche disattivato il semaforo pedonale sottostante, con un paio di pattuglie della P.M. che dava anche indicazione ai pedoni. All’inaugurazione erano presenti le autorità e politici, compresi i detrattori del tram. Speriamo per loro che sia un segnale di riconciliazione verso la notevole importanza che assume l’intera opera.

Qui di seguito alcune immagini dell’inaugurazione.

IMG_20131031_131837

 

IMG_20131031_132441

 

 

1383224066828

 

IMG_20131031_134703

 

IMG_20131031_134752

Onore alle maestranze e tecnici

IMG_20131031_140631

 

IMG_20131031_141045

 

Il semaforo pedonale disattivato. Essendo a due tempi, perchè non installarlo al posto del semaforo pedonale posto presso piazzale John Lennon?

 

IMG_20131031_141340


circonvallazione palermosicurezza circonvallazionesicurezza pedonisovrappassi pedonalisovrappasso amiasovrappasso uditoreviale regione siciliana palermo

37 commenti per “FOTO| Inaugurato il sovrappasso pedonale “Uditore”

Comment navigation

  • joyce973 126
    01 nov 2013 alle 9:26

    Ripeto, una tangenziale circonda una città, non la attraversa. Lo dice lo stesso nome . guardate Catania, roma, milano, etc.
    E ricordo che esiste pure un progetto di tangenziale esterna, giudicato fattibile, ma che per costi e tempi di realizzazipne probabilmente non vedremo mai.
    Quello che andrebbe fatto è aumentare i sovrappassi pedonali e i sottopassi per le auto, se vogliamo che sia a misura d’uomo. Tre in 10 km mi sembrano veramente pochi.
    Fa da tangenziale, ma è anche una strada cittadina

  • pikacciu 182
    01 nov 2013 alle 10:15

    Quando capiranno che quelle orribili gabbie sarebbe meglio sostituirle con dei vetri antisfondamento? Sono dei tunnel inguardabili e molto pericolosi.

  • Fily75 8
    01 nov 2013 alle 11:27

    Sono molto contento dell’apertura di questo nuovo sovrapasso principalmente per lo spegnimento del semaforo sottostante.
    Abitando nelle vicinanze lo beccavo sistematicamente 4 volte al giorno sempre rosso visto che era molto utilizzato.
    Quello che non sopporto è il fatto che ci sia voluto 1 anno e mezzo dalla sua conclusione per poterlo rendere operativo. A che servono tutti questi scribacchini e burocrati o dipendenti gesip che paghiamo profumatamente se poi non servono a risolvere questi problemini? Chi me lo restituisce tutto il tempo perso davanti questo semaforo? (2 minuti x 4 volte al giorno x 1 anno e mezzo)

  • Metropolitano 3236
    01 nov 2013 alle 12:12

    @joyce973. Sì, ma:
    tangenziale = carreggiate centrali dir CT e TP
    strada cittadina = corsie laterali
    Viale Regione non è a sezione unica.

  • pepposki 310
    01 nov 2013 alle 17:29

    Per chi lo chiedeva: il sottopasso di via perpignano non si è fatto perché la ditta Cariboni è fallita, dando forfait per altre due opere della nostra città raddoppio del ponte corleone, e collettore sud-orientale.
    Per quanto riguarda il sovrapasso , effettivamente una vetrata sarebbe stata molto più bella, ma forse ci potevano essere problemi con le folate di vento, è pur sempre una struttura prefabbricata ed imbullonata. In questo modo il vento che sferzerà su di essa, troverà via di sfogo (sono pannelli d’acciaio forati) evitando pericolose vibrazioni. Non sono un ingegnere strutturale ma credo possa essere una giusta motivazione.

  • cirasadesigner 1011
    01 nov 2013 alle 21:13

    Credo che una città metropolitana con più di un milione di abitanti, non possa avere delle strade cosi, sono dell’idea che il progetto della vera circonvallazione debba portarsi avanti, anche grazie l’intervento dei privati, perche sembra che il progetto di finanza sia la sola soluzione per realizzare questa nuova autostrada extraurbana, piena di ponti e gallerie.
    L’attuale strada dovrà servire solo un traffico cittadino ma credo che si debba intervenire comunque in corrispondenza degli incroci realizzando dei sottopassi, solo rendendo fluido il traffico si potrà garantire una qualità minima alla città.
    Ogni grande città ha visto nel corso dei decenni, trasformare quelle che prima erano state pensate come circonvallazioni in strade urbane, credo che gli svincoli già realizzati possano tranquillamente sopportare il traffico attuale e futuro se verrà realizzata la nuova circonvallazione.
    La soluzione migliore sarebbe quella di metterla tutta in tunnel, almeno dalla rotonda Calatafimi fino a quella Belgio, ci sarebbe tantissimo spazio recuperato che servirebbe sia per la viabilità che per la qualità urbana, inserendo dei parcheggi e degli spazi verdi, non sono progetti impossibili, il passante di Palermo ci ha dimostrato che nulla è impossibile e qui le difficoltà sarebbero molte meno a cominciare dal fatto che le pendenze stradali possono andare tranquillamente verso il 12%, quando invece per le ferrovie siamo al 12 per 1000…

  • joyce973 126
    01 nov 2013 alle 23:42

    @Metropolitano: infatti, come ho detto, è un ibrido e, finché dovrà fare da tangenziale, bisognerà disattivare tutti i semafori, facendo gli altri sottopassaggi necessari, uno svincolo serio in via Oreto, e un numero accettabile di sovrapassi.

  • Metropolitano 3236
    02 nov 2013 alle 0:21

    @joyce973 Concordo. In effetti quella centrale è usata anche come spostamento cittadini, benchè sia sbagliato insaturire l’arteria centrale per spostamenti locali visto che bastano quelle laterali, ma sappiamo bene come sono fatti i palermitani. :(

    @cirasadesigner
    Se per spegnere un semaforo ci sono voluti decenni per capirlo e 18 mesi dalla costruzione all’inaugurazione, figuriamoci nel creare un passante autostradale parziale tra gli svincoli Calatafimi e Belgio. Inoltre quell’intervento si può fare solo introducendo il pedaggiamento sul Viale Regione come autofinanziamento decennale per il gestore quale è il Comune, poichè un’intervento simile avrebbe costi paragonabili al passante ferroviario e tu lo sai.

  • Antonio73 96
    02 nov 2013 alle 9:25

    Quella che c’e a catania la chiamano tangenziale ma non è altro che l’autostrada messina catania hanno solo costruito delle uscite come a messina la chiamano anche tangenziale perchè ci sono 4 uscite per messina. A bologna hanno una tangenziale in città con i palazzoni che si vedono come dite voi.Poi non capisco una cosa hanno inaugurato il vcavalcavia che è collegato all’opera del tram ed invece di essereottimisti fate i soliti polemici e distruttivi. Ma andate via da palermo come fanno tanti e ne parlano sempre male anzi diventano anche con l’accento del nord rinnegano tutto?schefè…….avanti così alla faccia di chi vuole il male di questa città

  • joyce973 126
    02 nov 2013 alle 10:29

    Infatti a Catania ha più senso.
    Comunque al di là di questo, qui nessuno sta distruggendo, solo che essere ottimista per un cavalcavia pedonale inaugurato dopo un anno mi risulta proprio difficile.
    Per me è propriol’accontentarsi delle briciole che non ci fa uscire dalla mediocrità in cui versa questa città un tempo splendida.

  • Antonio73 96
    02 nov 2013 alle 16:48

    Invece di chiedere una tangenziale (costruita tra l’altro dietro le montagne..) bisogna pretendere che l’attuale circonvallazione che funge da una vera propria tangenziale sia completata e migliorata con il sottopassaggio di via pitreè con il raddoppio del ponte corleone e con il miglioramento delle varie uscite ingrandendole e migliorandole. Se si fanno questi lavori si risolvono un sacco di problemi. Vorrei ricordare che la prima parte della circonvallazione (venendo da Trapani per interderci) è una vera e propria tangenziale con uscite per tommaso natale mondello, zona industrilae La Malfa, Ospedale Cervello, via Belgio (sicuramente uscita da miglioare per dimensione segnaletica), uscita viale Lazio. Dopo di che iniziano i problemi proprio nella parte di via perpignano dove dovrebbe esserci il sottopassaggio. Nella seconda parte della circonvallazione ci sono tutt le varie uscite per corso calatafini, università e poi falsomiele, bonagia etc tutte uscite che vanno bene ma che andrebbero migliorate. Ripeto facciamo il sottopassaggio e il ponte corleone miglioriamo tutte le uscite e abbiamo ottenuto un ottima strada. QUESTO SI CHIAMA OTTIMISMO E CRITICA COSTRUTTIVA, molti scrivono solo per schifiare questa città e basta….poi vorrei avere una telecamera per vedere come si comporta tutta questa gente che critica nella quotidianità……

  • joyce973 126
    02 nov 2013 alle 18:00

    Io di questo forum non capisco l’atteggiamento di chi dà del pessimista a chi non si unisce al coro di applausi a scena aperta per una cosa assolutamente normale in altre città, come la costruzione di un attraversamento pedonale. Siamo anni luce indietro su tutto, e ci emozioniamo se ora ci hanno fatto un ponticello pedonale in tempi biblici. Poco ci mancava e veniva il sindaco con la banda musicale… Siamo proprio ridotti male.
    Io non sto schifiando la mia città, ma viaggio molto e cerco di guardare un po’ più in là, proprio perché la amo. Amarla non significa nascondere la munnizza sotto il tappeto, per me vuol dire anzi evidenziarla affinché magari la facciamo sparire.
    L’altro giorno sentivo il sindaco parlare ancora di anello ferroviario e di metropolitana automatica, addirittura da realizzare entro questo mandato. Non credo alle favole dei politici (anche se ho votato per lui), ma spero che almeno partano i lavori di queste opere che, se fatte bene, possono migliorare nettamente la vita e il volto di questa splendida e disgraziata città.
    Sulla quotidianità è vero: c’è tanta gente che predica bene e razzola male.

  • Fabion54 48431
    03 nov 2013 alle 14:03

    Intanto ricordiamo che il “ponticello” pedonale non l’ha costruito il comune di sua spontanea volontà, ma fa parte dell’appalto del tram.
    Ricordiamo anche che il “ponticello” era pronto da un anno e il vostro sindaco, che tutti avete votato e di cui ora vi lamentate, per trovare un direttore di esercizio ha voluto far trascorrere tutto questo tempo.
    Ricordiamo anche che anche queste sono notizie importanti per la città e che purtroppo per molti saranno briciole a confronto delle altre capitali europee, ma qui da noi sono avvenimenti che vanno non solo seguiti, ma a cui va data importanza intanto per informare quanta più gente possibile e inoltre per far vedere alla gente che c’è chi invece di spendere soldi qualcosa di concreto la fa e anche bene.
    @Antonio 73: Sicuramente Viale Regione migliorerà dopo l’inizio dei cantieri della linea 3B del Tram :)

  • joyce973 126
    03 nov 2013 alle 20:12

    @fabion54 A me non sembra di aver detto qualcosa a favore del sindaco, anzi se proprio devo dirla tutta, salvo qualche eccezione,non sta gestendo bene la città, per incapacità propria e per le devastazioni della passata gestione. Probabilmente vedremo qualche risultato con il PUT, e se la nuova gestione RAP decollerà.
    Non ho neanche denigrato la SIS, anche se pure loro hanno le loro colpe, quindi non capisco il senso della tua risposta.
    Quanto all’importanza dell’informazione, sono pienamente d’accordo, è un servizio utile e necessario. È il far divenire un happening una cosa normale che mi stona un po’, come anche l’atteggiamento di chi non vuole sentire le critiche da parte di chi non vuole accontentarsi delle briciole, di chi legittimamente pretende di più. C’è anche questa moda a Palermo: difendere l’indifendibile per l’amoore verso la città, e chi non ci sta è perché odia, quindi se ne vada via.
    Sbagliato criticare sempre tutto e comunque, ma altrettanto pericoloso è accontentarsi e volare basso. Si rischia di rimanere per sempre nella mediocrità.

  • Metropolitano 3236
    03 nov 2013 alle 21:39

    Se Viale Regione era una tangenziale da progetto, non significa che ora non lo è più a causa dell’espansione dell’area urbana: ogni città deve avere un suo Piano Regolatore ma se Palermo non ce l’aveva finora, l’arteria resta sempre una tangenziale come da progetto, anzi a maggior ragione che le corsie sono aumentate nei decenni a questa parte e che diviene sempre più fluida a mano a mano che spengono ogni semaforo pedonale. Concordo con chi dice che non serve una tangenziale esterna ma non perchè sono contrario alla sua costruzione, bensì perchè non dev’essere un alibi nel mancato spegnimento degli altri tre semafori. Se basta poco, allora…

  • Fabion54 48431
    04 nov 2013 alle 1:13

    @joyce973: Mi trovo perfettamente d’accordo con te, la mia era una risposta generale a tutti i vari commenti con ad uno nello specifico :)


Lascia un Commento