28 ott 2013

L’imbarazzante stato del parcheggio Basile


Alcune immagini che mostrano il pietoso stato in cui versa il parcheggio Basile. Un parcheggio costato poco oltre 3mln di euro e dalla capacità di  1.072 posti auto, e che a breve si appresta ad ospitare una fiera natalizia che, dal 18 Novembre fino al 6 Gennaio 2014, ospiterà giostre e stand della manifestazione “Disegna il tuo Natale”.

Ieri sono passato dal parcheggio Basile e non ho potuto fare a meno di notare lo stato disastroso in cui versa il parcheggio. Sicuramente ciò non incrementa il numero di coloro che ne fruiscono anche perché è impossibile parcheggiare in un luogo del genere. Ecco le immagini che chiariscono come più di mille parole.

I salici piangenti hanno invaso totalmente le aree di sosta

3ifh

Erbacce e spazzatura ovunque

d8jl

Segnaletica stradale distrutta

gej2

Stato del marciapiede di accesso al capolinea dei bus

 

9hb

 

3amo

Questo indica che il parcheggio è totalmente fuori dai piani del comune sull’organizzazione dei giardinieri ed operatori RAP quindi deve essere segnalato. Gli altri parcheggi non sono in questo stato ed ogni tanto vengono puliti ma questo no, cosa davvero non tollerabile.

 

Ricordiamo che quest’area si

Da oggi il Consiglio Comunale comincerà la discussione sul P.G.T.U. dove si deciderà la “destinazione d’uso” di quest’area. Era necessario attendere questo strumento urbanistico per capire le potenzialità di questo parcheggio?

Confidiamo intanto


disegna il tuo natalefiere di natalemercatini di nataleparcheggi palermoparcheggio basilevia basile palermovia ernesto basile

17 commenti per “L’imbarazzante stato del parcheggio Basile
  • Fabrivit 256
    28 ott 2013 alle 7:52

    VERGOGNA! Le colpe di questo scempio sono del comune, ma non solo. Ad esempio: cosa paghiamo a fare le circoscrizioni? Un ammasso di piccoli politicanti intenti solo a cercare clientes cui estorcere il voto alle prossime elezioni comunali. Le colpe le hanno pure i palermitani incivili che, non usando i parcheggi, hanno agevolato il deterioramento del parcheggio, ormai in mano agli “animali”. Tristezza infinita.

  • mediomen 1136
    28 ott 2013 alle 8:13

    Non capisco, la colpa è dei palermitani che sono incivili e che non lo usano e si deteriora? La colpe sono perche è stato fatto male, e con i soldi che hanno speso poteva essere asfaltato con l’oro, lo hanno fatto li perché era li che c’era lo spazio per spendere in tutti i modi i soldi, non è stato fatto niente affinché venga utilizzato, chi doveva pensare alla manutenzione non lo ha fatto tanto non serve. I palermitani sono quelli che lo hanno pagato e poi dobbiamo essere tristi, ma ribellarsi in modo definitivo no.

  • drigo 404
    28 ott 2013 alle 8:35

    Posso dire? Io quel parcheggio lo userei solo se dovessi andare all’Università, ora come ora.

  • rasputin 151
    28 ott 2013 alle 9:09

    Potrebbe essere sfruttato come punto di partenza per i pullman di linea e creare una bella autostazione ed inoltre si potrebbe usare per parcheggio dei pullman turistici togliendoli da via matteo bonello e piazza indipendenza e offrendo a pagamento le navette.

  • Metropolitano 3205
    28 ott 2013 alle 9:38

    Io penso che magari dopo il vostro articolo e le photo inserite si daranno da fare per approvare un piano per il suo utilizzo e la manutenzione, se al Comune ne saranno sensibilizzati. Ma come sempre, vedremo…

  • huge 2128
    28 ott 2013 alle 10:39

    Beirut negli anni ottanta?

    Anche se fosse in ottime condizioni di manutenzione, il parcheggio è al momento pressoché inutile.

    Ma basterebbero pochi piccoli interventi per cambiarne le sorti.

    1) creazione di un varco carrabile (e pedonale) di collegamento con l’università, istituendo un servizio navetta gratuita che dal parcheggio percorra l’intero viale delle Scienze (su cui il parcheggio dovrebbe essere vietato), rendendone comodo l’uso per chiunque usufruisca delle strutture universitarie.

    2) creazione di un varco pedonale con il parco Cassarà (vietando e facendo rispettare il divieto di sosta lungo via Basile).

    Riguardo l’autostazione, sebbene ci sarebbero ampi spazi a disposizione e ci si troverebbe a due passi da viale Regione Siciliana, non mi sembra una posizione ideale. Un’autostazione dev’essere per me adiacente un un grosso hub di trasporti urbani. Il parcheggio Basile si trova in una zona piuttosto isolata, con la stazione più vicina, quella di Orleans, a oltre un chilometro di distanza. Logisticamente scelta poco saggia, a parere mio.

  • phrantsvotsa 462
    28 ott 2013 alle 11:42

    Io continuo a non capire perchè i pullman non possono utilizzare quest’area.
    Guardate questa stazione;

    http://www.turismomadrid.org/wp-content/uploads/estacion-sur-de-autobuses-marid.jpg

    E’ la stazione di pullman lato sud di Madrìd…organizzata come un aeroporto. Non pretendo che sia come questa (ci vorrebbero politici in gamba), ma basterebbe cmnq poco; pensilline, slot gestiti dalle compagnie ed uffici prefabbricati. Si eviterebbe lo schifo di vedere pullman con il motore acceso per ore nei punti più allucinanti ed impropri della città (doppia fila come alla stazione centrale, o direttamente in curva come in via basile) e si darebbe la possibilità ai viaggiatori di sapere con certezza dove chiedere informazioni e comprare i biglietti (visto che adesso è tutto approssimativo e confuso) e si darebbe nuova vita a queste cattedrali nel deserto!
    Invece si preferisce farci i tristissimi mercatini e per il resto dell’anno lasciarli marcire nel degrado e nell’abbandono, in mano ad autoscopatori e comitive di tascioni e bimbiminchia.

  • V:E:N:D:E:T:T:A 154
    28 ott 2013 alle 12:04

    per me è troppo lontano, sia dalla stazione orleans sia dal parco Cassarà, per essere usato con efficacia. L’unica convenienza sarebbe con l’università, se si aprisse un varco come detto sopra.

  • cirasadesigner 997
    28 ott 2013 alle 12:33

    Ennesima puntata della saga Palermo e i palermitani incivili…
    Vedere queste immagini fa davvero senso, ma del resto sono lo specchio della città e del loro modo di intenderla e viverla di chi la vive e di chi la amministra.
    Sono d’accordo con chi grida allo scandaloso silenzio dei consiglieri di circoscrizione, e pensare che hanno abolito la Provincia e tutte queste poltrone dei consiglieri fannulloni e buoni a nulla???
    Perchè non si cancella tutto questo spreco.
    Poi si dice che l’antipolitica monta e con essa i movimenti, ma come si può tacere davanti questo schifo. Sono d’accordo con chi scrive che una autostazione delle linee extraurbane in quel posto non è indicata per mancanza di un reale scambio tra rete di trasporto,la stazione Orleans è troppo distante, ma di sicuro il parcheggio con la corretta manutenzione del vende della segnaletica, potrebbe essere usato benissimo da chi raggiunge la città universitaria, in tal senso ad esempio io impedirei l’ingresso al parco delle auto se non necessarie facendo divenire il Viale delle Scienze un posto totalmente interdetto al parcheggio, ripensato e con incremento del verde con viali alberati tra gli edifici universitari, sentire dire a qualcuno che il parcheggio è troppo distante dal parco Cassarà, mi fa solo ridere, ma vi rendete conto di quello che scrivete certuni.
    Sono poche centinaia di metri che potrebbero essere raggiunti magari da un ingresso apposito, o pensiamo sempre che bisogna posteggiare di fronte ad ogni costo.
    La fiera natalizia, magari per lì occasione andranno a fare un pò di manutenzione, con l’augurio che sia l’ultima volta che una infrastruttura del genere venga utilizzata in tal senso, se solo venissero a vedere come vengono buttati i soldi pubblici quelli della Commissione Palermo dovrebbe restituire miliari di € in opere già realizzate e non sufficientemente pianificate

  • mastpalermo 115
    28 ott 2013 alle 13:00

    1) Il parcheggio è già collegato con l’università, il passaggio pedonale è aperto mentre quello veicolare no (e sinceramente avrebbe poco senso) ma un cancello è presente. Vietare il parcheggio all’interno della cittadella universitaria per utilizzare questo non ha molto senso, visto che il numero di vetture che parcheggia ogni giorno all’interno dell’area universitaria non è pari al numero di posti auto all’interno del parcheggio Basile, inoltre, è stato soppresso il servizio navetta all’interno della cittadella (aumentano le tasse, l’università dichiara di essere in attivo, ma tolgono i servizi, il classico sistema all’italiana).

    2) Il collegamento diretto dal parcheggio al parco Cassarà è di facile realizzazione, basta un ponte di quelli già presenti nel parco ma come sempre i progettisti in questo paese non riescono ad integrare le opere da realizzare con quello che ci sta intorno.

    3) Il capolinea AMAT è utile ma se sviluppassero i punti precedenti (navetta all’interno dell’università e collegamento con il parco) sarebbe ancora più utile.

    4) Far rispettare i divieti di parcheggio in via Ernesto Basile in prossimità dell’ingresso del parco, gioverebbe all’utilizzo del parcheggio stesso, ma vai a spiegarlo ai palermitani e a chi dovrebbe vigilare e governare su di essi. Infatti quest’ultimi decidono di far svolgere una fiera all’interno di un parcheggio, senza domandarsi dove le vetture dei visitatori andranno a parcheggiare, cioè di solito un fiera si svolge in un luogo dove è presente uno spazio dedito al parcheggio, qui da noi, invece, si svolge nel parcheggio stesso…MAH!…

  • peppe2994 2783
    28 ott 2013 alle 15:12

    La soluzione corretta sarebbe quella di collegare il parcheggio con un accesso diretto al parco Cassarà così finalmente il parcheggio diventerebbe di utilità fondamentale anche se secondo me andrebbe istituito il parcheggio in fila lungo via Basile come per il foro italico perché la strada è troppo grande e tutti sorpassano a destra e sinistra stile circuito di rally. Urge il restringimento della carreggiata istituendo il parcheggio gratuito lungo tutta l’arteria.
    La verità che tutti sappiamo è che il parcheggio è davvero inutile, ci possiamo sforzare a vita ma la verità è che i soldi del parcheggio Basile ed Emiri potevano tranquillamente essere investiti per un parcheggio sotterraneo in pieno centro cittadino come in tutti i paesi del mondo e non finirò mai di nominare Barcellona che è come Palermo dovrebbe essere cioè con un bel parcheggio sotto il Politeama.

    L’università la lascerei fuori perché ha già una sua area parcheggio interna dedicata in grado di soddisfare la richiesta di posti auto. I collegamenti pedonali tra il parcheggio Basile e quello dell’università (tre in tutto) sono più che sufficienti. Poi sul fatto che serva una navetta interna a viale delle scienze questo è un discorso che con il parcheggio Basile non ha nulla a che vedere.

  • klone123 96
    28 ott 2013 alle 15:12

    1. Visto questo nuovo articolo e viste queste foto, prevedo che i salici piangenti verranno abusivamente tagliati per far posto a stand e a giostre. Scommettiamo?
    2. La colpa di tutto ciò è di un uomo solo: l’ex sindaco Pdl DIEGO CAMMARATA. Costui ha voluto questo parcheggio per i motivi che tutti pensiamo ma non possiamo dire per essere minacciati di querela da quella “cosa inutile”.
    3. Ci sono miliardi di modi in cui può essere utilizzato o quanto meno, nella peggiore delle ipotesi, riconvertito e tutti avete esposto idee intelligenti.
    4. Parlare di palermitani incivili, in questo caso, è improprio e fuori luogo. Qui gli unici incivili sono i politici e gli amministratori che non riescono neppure a redigere un business plan all’”altezza” di un semplice parcheggio. Vergogna.

  • Otto Mohr 47
    28 ott 2013 alle 16:14

    Il varco fra il parcheggio Basile e l’Università esiste…lo uso io ogni giorno passandoci in bici.
    Riguardo l’uso del parcheggio come parcheggio per studenti e dipendenti universitari, con conseguente pedonalizzazione di viale delle scienze, sono favorevolissimo! Ma figuratevi che appena hanno proposto di rendere il viale delle scienze a pagamento è scoppiato il pandemonio fra tutte le aulette studenti delle peggiori sinistre e destr radicali.
    Anche se foss gratis per gli studenti ci sarebbe sempre qualcuno che si lamenterà, cosi come ci sarà sempre il rettore di turno che calerà la testa…

  • peppe2994 2783
    28 ott 2013 alle 16:16

    Ora che ci sei andato vicino, vorrei capire quale mente geniale ha pensato ai salici piangenti. Magari li hanno piantati di proposito per favorire certe attività nascosti tra le foglie …

    Al momento sono il ritrovo per le coppie che considerano gli alberi come una casa quindi immaginate cosa ci fanno.
    Poi ci sono i tossicodipendenti che ci dormono pure in mezzo (a parte il resto).

    Tutte queste cose di giorno non si vedono, ma gli autisti dell’AMAT che in tarda sera fanno capolinea li ne sanno qualcosa.

  • mastpalermo 115
    28 ott 2013 alle 17:05

    @peppe2994 “L’università la lascerei fuori perché ha già una sua area parcheggio interna dedicata in grado di soddisfare la richiesta di posti auto. I collegamenti pedonali tra il parcheggio Basile e quello dell’università (tre in tutto) sono più che sufficienti. Poi sul fatto che serva una navetta interna a viale delle scienze questo è un discorso che con il parcheggio Basile non ha nulla a che vedere.”

    In grado di soddisfare??? Ma tu ci sei mai andato all’università quando ci sono le lezioni?? Io più di una volta ho impiegato quasi un’ora per trovare parcheggio e per vedere quanto sono bastevoli, vai a vedere quante auto al giorno vengo portate via dal carro attrezzi per via delle soste nei modi più disperati. La presenza della navetta poi c’entra, eccome, se dovessi andare alla Facoltà di Agraria (dove ci sono pochissimi posti auto ed in più c’è la segreteria studenti) potrei parcheggiare l’auto nel parcheggio Basile e prendere la navetta, in più qualcuno che dovrebbe prendere la metropolitana alla stazione Orleans potrebbe fare la stessa cosa!

  • peppe2994 2783
    28 ott 2013 alle 18:42

    Ma infatti la navetta è utilissima, dico che non c’entra nulla con il parcheggio Basile perché quello è comunale assolutamente indipendente dall’università statale. La navetta potrebbe (come faceva prima) partire dal dipartimento di fisica che si trova proprio di fronte all’ingresso pedonale per parcheggio Basile fino in fondo ad agraria lungo viale delle scienze.
    Quindi ci vuole ma per questioni burocratiche deve rimanere entro il perimetro dell’università volevo dire questo.

    Riguardo al numero di posti a disposizione dell’università, io ci vado ogni giorno e quelli in fondo (accanto parcheggio Basile) sono sempre vuoti.


Lascia un Commento