12 gen 2012

Uno sguardo ai lavori di Piazza Bologni


Proseguono giornalmente i lavori su Piazza Bologni dove è in atto un ammodernamento dello spazio.

Attualmente è stata rimossa tutta la pavimentazione e si lavora su tubature e sottoreti. Ricordiamo che questi lavori rientrano nel restyling generale di tre piazze storiche: Piazza Marina, Piazza della Vittoria, Piazza Bologni.

Il costo totale del progetto, aggiudicato all’Associazione Temporanea di Imprese formata da Geo-Ambiente srl e Tecno Group srl, è di 7.682.000 euro.


cassarocentro storico palermolavori piazza bolognipiazze storiche

20 commenti per “Uno sguardo ai lavori di Piazza Bologni
  • Athon 879
    12 gen 2012 alle 7:50

    Speriamo che questo importante progetto di riqualificazione accenda i riflettori su Palazzo Alliata di Villafranca e sensibilizzi la curia arcivescovile di Palermo.

  • blackmorpheus 54519
    12 gen 2012 alle 9:29

    @matteo O.

    no, purtroppo quelli appartengono a privati e quindi non dipende dal comune. Spero quanto meno che la futura amministrazione possa dare incentivi ai privati per il restauro dei prospetti di questi palazzi stupendi.

  • Real 170
    12 gen 2012 alle 10:37

    Il fatto che venga restaurata la pavimentazione è un ottima cosa, ma se non si rimette mano sui prospetti degli edifici, che si affacciano sulla piazza questo restyling a poco serve. Il comune in qualche modo con incentivi dovrebbe obbligare il proprietari a recuperare gli edifici, come il prospetto di palazzo Villafranca e l’ala mancante di palazzo Ugo delle Favare, quest ultimo almeno filologicamente. Potrebbe essere una delle piazze più belle della città, a mio avviso recuperando lo splendore del centro storico, Palermo avrà una marcia in più per superare la crisi attuale, favorendo il turismo di qualità.

  • Portacarbone 70808
    12 gen 2012 alle 10:48

    La cosa che mi preoccupa di più di queste piazze non è tanto l’aspetto finale (che speriamo sia stato progettato e curato con razionalità e gusto) ma quello che ne verrà dopo.

    Voglio dire: potrà venir fuori una pavimentazione bellissima, con piante, aiuole, installazioni stupefacenti, ma se poi rimarrà ancora aperta al traffico, tornerà tutto come prima.

    La scommessa di questi lavori non è il risultato estetico per me, ma la fruizione futura. E su quello mi batterei. Perchè questi cantieri sono un’occasione troppo grossa per veder pedonalizzata la piazza e sarebbe un peccato sprecarla.

  • Irexia 723
    12 gen 2012 alle 10:52

    @ Kowalski
    Può interessare, può interessare. Come dice l’articolo cui rimandi, spero anch’io che si possa valorizzare questo ritrovamento anche se non “sostanzioso”, magari (dato che la piazza sarà pedonale non ci dovrebbero essere problemi di particolare sorta) mettendo dei vetri al posto del basolato per poter vedere sotto i propri piedi cosa c’era nel tempo che fu.

    Sì, un restauro delle facciate ci vorrebbe davvero!

  • xemet 427
    12 gen 2012 alle 12:21

    Portacarbone ha perfettamente ragione. Se non è previsto nessun intervento sulla pedonalizzazione TOTALE della piazza, qualsiasi lavoro sarà inutile. Non solo infatti la piazza ritornerà come prima in termini di fruibilità, ma anche la pavimentazione nuova verrà in pochi mesi danneggiata dal traffico veicolare (affossamenti, sporcizia, rotture ecc.), dunque, come avevo avuto modo di esprimere già all’inizio di questi lavori, se non si fa un bel piano che preveda cosa fare DOPO, tutti i soldi saranno buttati al vento…

  • griffild 327
    12 gen 2012 alle 12:24

    chissà se a fine lavori, metteranno direttamente le strisce parallele per i posti auto, almeno i parcheggiatori abusivi ringrazieranno :D

  • aledeniz 174
    12 gen 2012 alle 14:16

    In alcuni paesi Europei, a chi non cura i propri immobili, glieli tolgono.
    E senza andare tanto lontani, a Trapani fanno le multe (anche belle salate) a chi non si aggiusta i prospetti.
    Altro che incentivi.

  • aledeniz 174
    12 gen 2012 alle 19:04

    @Matteo: non vedo dove stia l’assurdità. Se tu sei proprietario di un immobile, e non te ne curi, molto meglio espropriartelo e venderlo a chi se ne curerà, che lasciartelo mandare in malora. Ovviamente, inizierei prima con le multe, se la situazione non si raddrizza, esproprio. Se il proprietario non riesce a curarlo, che lo venda, e avanti un altro.

  • Luca S. 129
    12 gen 2012 alle 21:29

    Un parcheggio da 7 milioni di euro!
    Bellissimo! Non vedo l’ora che sia pronto il parcheggio di Piazza Marina

  • Luca S. 129
    13 gen 2012 alle 16:13

    @antony977, tasman sea
    Spero veramente che questa Piazza e Piazza Marina siano liberate dalle auto e rese veramente pedonali. E’ vergognoso vedere i turisti fare lo slalom tra le auto e cercare di fare foto acrobatiche per cogliere i monumenti e non posteggiatori e auto in tripla fila.

    Serve una campagna di sensibilizzazione per Palermo. Molti Palermitani dovrebbero iniziare a comprendere la bellezza di Palermo. Impareranno a rispettarla di piu’ e a vantarsene! E ci sarebbe tanto di cui vantarsi…!

  • Athon 879
    13 gen 2012 alle 17:31

    Ad affacciarsi su questa piazza troviamo Palazzo Riso e il suo Museo. I fondi europei per il Museo d’Arte Contemporanea Riso sono stati inspiegabilmente bloccati fino a data da destinarsi e il museo rischia di chiudere i battenti. Contro l’ennesima vergogna che priverebbe la Sicilia di uno dei musei d’avanguardia sull’innovazione e la sperimentazione contemporanea più rappresentativi in Italia (oltre 100000 visitatori annui), è possibile firmare una petizione per dare un forte segnale di critica. Restare in silenzio equivale a diventare in qualche modo complici. Ecco il link dove poter firmare: http://www.petizioni24.com/firmacontrochiusurariso

  • Irexia 723
    14 gen 2012 alle 12:25

    Come non si sa cosa se ne farà dopo?!
    Non era stato deciso che piazza Bologni e Piazza Marina dovessero essere vietate alle auto?


Lascia un Commento