17 ott 2011

Tram Sperone: “Nessuno vuole bloccare i lavori del tram, ma che si trovi un punto d’incontro”


Pubblichiamo la nota del consigliere alla II Circoscrizione Giuseppe Piazzese, circa le recenti proteste contro il cantiere tram in zona Sperone.

Essendo stato chiamato in causa intervengo per dire la mia rispetto a ciò che è stato definito blocco del cantiere e che invece è stata una pacifica, ma dura e risoluta, richiesta di sospensione dei lavori in un tratto, ovvero l’incrocio tra Via Portella della Ginestra e Via Armando Diaz.
Faccio una premessa a scanso di equivoci, non appartengo a coloro che ritengono questo mezzo inutile, anzi sono convinto che possa essere uno strumento importante per i commercianti e che per i residenti possa rappresentare una valvola di sfogo, soprattutto per coloro che giornalmente per andare al lavoro sono sottoposti allo stress da traffico veicolare.
Ho deciso di partecipare a questa richiesta di sospensione, perché, prima che da rappresentante delle Istituzioni, da cittadino della zona, condivido alcune preoccupazioni di commercianti e residenti.
E’ vero che l’azienda fino a questo momento è stata abbastanza celere nello svolgimento dei lavori, ed è altresì vero che vi è una specie di clausola a garanzia a favore dei commercianti e dei residenti all’interno dell’ordinanza di chiusura del traffico veicolare, ma è altrettanto vero che sempre nella stessa ordinanza e così come l’azienda, direi giustamente, stava eseguendo è contemplata la contemporanea chiusura di due tratti di strada (denominati nell’ordinanza “CANTIERE A”), che costituiscono i due punti di accesso principali di questo asse commerciale rappresentato da via Padre Puglisi/Via Portella della Ginestra e il progressivo procedimento dei lavori fino a che essi non si congiungano nei due tratti del “CANTIERE C”.
E’ chiaro che privare i cittadini e i commercianti dei due principali ingressi viari e lasciare come varchi le vie secondarie a mare e monte del suddetto asse risulta per prima cosa riduttivo (non mi si dica che già da altre parti è stato fatto, perché qui siamo in presenza di isolati compresi tra l’una e l’altra traversa che hanno lunghezze e densità abitativa superiore a tutti gli altri tratti interessati) affinchè si possano consentire eventuali soccorsi in emergenza per i residenti e risulta altresì grossolano pensare che i commercianti, soprattutto in questo periodo di congiuntura economica, possano riuscire a sopravvivere a questi lavori, così pensati..
Per farla breve nessuno chiede che i lavori non vengano svolti, ci mancherebbe, ma ciò che è stato chiesto è che si possano trovare delle soluzioni che permettano di attenuare i disagi, attraverso il proseguimento dei lavori iniziati in Via Padre Puglisi, ad incrocio con Viale Amedeo d’Aosta in direzione Via Diaz, affinchè possa comunque essere garantito un punto di accesso principale all’asse viario.
Non si sta chiedendo la luna, ma semplicemente di venirsi incontro..

Giuseppe Piazzese
Capogruppo Pid alla Seconda Circoscrizione


commerciantigiuseppe piazzeseproteste tram palermoproteste tram speronesperonetram 1tram speronevia pecori giraldi palermovia portella della ginestra

17 commenti per “Tram Sperone: “Nessuno vuole bloccare i lavori del tram, ma che si trovi un punto d’incontro”
  • Fabion54 48954
    17 ott 2011 alle 11:14

    @Giuseppe Piazzese: Ma come mai avete deciso di sospendere i lavori invece di chiedere direttamente alla SiS un incontro? Non so bene i lavori che sono necessari, ma le posso assicurare che la SiS non ha alcun interesse ad occupare senza un motivo ben preciso la strada o a bloccare vie fondamentali, ma se lo ha richiesto avrà sicuramente una motivazione valida. Così come ha evitato la chiusure di molte strade se non proprio quando è necessario!

  • marcos 113
    17 ott 2011 alle 11:55

    purtroppo in questa città anzichè incontrare si preferisce bloccare i cantieri x farsi pubblicità, il palermitano medio non riflette mai!

  • Metropolitano 3396
    17 ott 2011 alle 12:31

    Assolutamente si deve intervenire onde evitare che sorgano comitati del no ai tram, in modo da lasciare che gli operai continuino a lavorare per guadagnarsi il loro pane quotidiano (anche loro hanno il diritto di lavorare, no ?), e contemporaneamente ci favoriscano un’opera pubblica che molto darà alla mobilità urbana, specie a Brancaccio !

    Intanto voglio testimoniare che i cantieri del sovrappasso pedonale di via F. Di Giorgi sono già in allestimento. Gli operai dissero che 2 mesi fa li avevano dovuti togliere per le proteste dei residenti di quel dannato condominio, il che spiega questo assurdo ritardo (un po come sta avvenendo in via Puglisi): http://img834.imageshack.us/img834/4120/lavorisovrappassonazari.jpg http://img641.imageshack.us/img641/2198/cantieresovrappassonaza.jpg http://img831.imageshack.us/img831/4120/lavorisovrappassonazari.jpg

    Mi raccomando Mister G. Piazzese, per cortesìa dica ai suoi residenti di circoscrizione di “pensare a loro stessi”, non nel senso che devono curare gli interessi propri a danno degli interessi comuni e a danno di terzi, ma nel senso che non devono rompere le scatole agli operai che sicuramente sono lavoratori onesti e non avrebbero motivo di bloccare la strada se non ce ne fosse bisogno. E’ tutto, grazie per la lettura. Io sono per il bene comune, non per il bene proprio. OKAY ???

  • Metropolitano 3396
    17 ott 2011 alle 12:34

    Intanto voglio testimoniare che i cantieri del sovrappasso pedonale di via F. Di Giorgi sono già in allestimento. Gli operai dissero che 2 mesi fa li avevano dovuti togliere per le proteste dei residenti di quel dannato condominio, il che spiega questo assurdo ritardo (un po come sta avvenendo in via Puglisi)

  • Templare 483
    17 ott 2011 alle 12:57

    Non vivo la realtà di quelle zone, posso solo dire che rispetto ad altri interventi “politici” letti in passato su questo blog, la risposta del Sig. Piazzese mi sembra accettabile e ragionevole, anche se, come diceva Fabion54, rimane da capire perché non è stato richiesto un incontro con i responsabili SIS, prima di inscenare la protesta.

    Poi, se il cantiere va a ostacolare soprattutto i presunti diritti degli abusivi o le male abitudini di certi commercianti palermitani (per esempio, considerare come proprietà privata il marciapiede antistante l’esercizio o pretendere il “diritto” di parcheggio in doppia e tripla fila per i clienti), le cose cambiano completamente.

    p.s. non scordiamoci cosa prometteva un candidato sindaco alle ultime comunali agli stessi commercianti della zona ovvero di variare il tracciato del tram proprio per non causare loro disagi… vecchi vizi, vecchie abitudini…

  • griffild 327
    17 ott 2011 alle 14:41

    io abito in zona, e in effetti i signori commercianti nn hanno tt i torti, perkè chiudere le due estremità soffocherebbe di tanto il commercio, e oggi già che si lavora male, sarebbe una mazzata x questi signori, ke pagano affitto, tasse, etc etc…
    xò vorrei dire al signor PIAZZESE, ma perkè nn fate levare quel centro commerciale di ambulanti che risiedono per tt la via puglisi????? è una vergogna. . . occupatevi d questo pure nn fate sempre finta di niente, ma come è possibile ke nessuna faccia niente??? ci dii una risposta almeno lei….

  • Luca 129
    17 ott 2011 alle 15:29

    Credo che il problema siano gli abusivi. Senza costoro, credo che a Palermo potrebbero essere fatti i lavori necessari alla citta’ nel pieno rispetto dei commercianti, come avviene nel RESTO DEL MONDO.
    I commercianti dovrebbero anzitutto chiedere ai vigili urbani maggiori controlli, anche perche’ i venditori abusivi causano un danno ingente anche ai loro affari…

  • Metropolitano 3396
    17 ott 2011 alle 17:28

    Purtroppo Piazzese rappresenta l’essenza della cultura che hanno i residenti di quel quartiere. O se preferiamo il “campione analitico” della mentalità locale racchiusa in un’unica persona politica rappresentata da coloro che lo hanno votato.
    Con ciò dubito che costui si dia da fare per combattere l’abusivismo. :(

  • ing.giacomo 4
    17 ott 2011 alle 21:02

    Faccio una semplice considerazione matematica: se da A a B ci vuole X tempo, allora da (A a B)/2 ci vorrà X/2 tempo. Mi spiego meglio se apro 2 cantieri ai lati opposti di una strada, impiegherò la metta di tempo rispetto all’utilizzo di un solo cantiere. Quindi cari commercianti se volete che entro fine novembre tutto è finito fate montare il secondo cantiere altrimenti passerete il natale con i lavori

  • Metropolitano 3396
    17 ott 2011 alle 22:58

    lametta (per tagliare in due anche il tempo) :D ??
    Comunque spero che questi commerciani abusivi lo capiscano che non devono interferire. Giustamente si allungano i disagi anche per loro.

  • marcozs 361
    18 ott 2011 alle 8:26

    @Giuseppe Piazzese: con l’intrusione nel cantiere avete trasformato quella che poteva essere una richiesta ragionevole in uno spettacolo solo per farvi pubblicità.
    Spero a questo punto il comune non accolga le vostre richieste, così imparate a discutere da persone civili.

  • r302 192
    18 ott 2011 alle 10:28

    Nel frattempo che i moderatori provvedano a cancellare il messaggio precedente ed a bannarne l’autore, faccio presente (da utente interessato alla buona salute del presente portale) che l’autore non fa parte dello staff del portale, e che quanto scrive non rappresenta minimamente le opinioni dello staff stesso, anche se non faccio parte dello staff credo comunque che corrisponda a verità.

  • Portacarbone 70808
    18 ott 2011 alle 10:44

    @Metropolitano:è stato rimosso il tuo commento offensivo. Pertanto vieni bannato per tre giorni a partire da adesso.
    Passati questi tre giorni puoi richiedere una nuova password per il tuo account inviando un’email a comitato@mobilitapalermo.org, altrimenti l’account rimarrà sospeso.

  • Giuseppe Piazzese 0
    18 ott 2011 alle 21:05

    @Fabion54 Probabilmente sarebbe stato meglio chiedere un incontro preventivo, anche se a dire il vero io sono stato chiamato in causa quella giornata, e quindi non ho potuto far altro che mediare e proporre delle soluzioni in breve e medio termine, che non potevano però essere realizzate senza una sospensione dei lavori nel tratto.
    @Antony977 Per quanto riguarda gli abusivi le mie posizioni sono pienamente in linea con le tue, anche se devo dire che in quel tratto di strada a memoria ne ricordo solo un paio, per cui permettetemi di dire che sono marginali nella questione, che sicuramente vanno perseguiti e che preposte a ciò ci sono appositi corpi.
    Ciò detto dire, così come ho letto da qualche parte, che si vuole difendere gli interessi degli abusivi, mi sembra distorcere la realtà a proprio uso e costume.
    @Metropolitano Nessuno ha mai detto che i lavori del tram non devono essere fatti (la prego di leggere meglio ciò che ho scritto nel post), ne tantomeno che qualcuno ce l’ha con gli operai della Sis,loro sono solo meri esecutori.
    Per quanto riguarda il suo commento spicciolo nei miei confronti, la prego di conoscere le persone prima di giudicare, diversamente sarò costretto a inserirla in quella lista di persone che parlano per dare fiato alla bocca.
    @griffild il commento fatto ad Antony977 è valido anche per lei, non mi pare ci sia un centro commerciale di ambulanti, se vi è e non me ne sono accorto, la prego di segnalarlo in maniera cartacea alle autorità competenti

  • antony977 166269
    18 ott 2011 alle 23:52

    Grazie per il suo intervento intanto.
    Teniamo a precisare che qui dentro si è focalizzata l’attenzione sugli abusivi (ben diverso dal dire che si difendono gli interessi di questi) in quanto sono i primi a danneggiare chi ha una regolare attività commerciale e non un cantiere!
    E proprio nel tratto in questione, la invitiamo a visionare il seguente link, che abbiamo anche inviato per conoscenza alla P.M.
    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2011/10/04/tram-linea-1-sperone-ovvero-dove-regna-labusivismo/
    Le foto sono state scattate attorno le 17 quando già alcuni erano andati via. Ci si lamenta del cantiere che potrebbe ostruire il passaggio delle ambulanze…e il fruttaro che “sdivaca” tutto nel marciapiede non ostruisce il passaggio a eventuali disabili?
    Sono le solite contraddizioni di questa città.


Lascia un Commento

Ultimi commenti