23 giu 2011

I cittadini “si puliscono” da se


Riportiamo con grande piacere l’iniziativa di questo gruppo di cittadini che, con grande senso civico, si sono sostituiti alle amministrazioni per curare il loro piccolo spicchio di città:

Salve!

Vi scrivo per mostrare qualcosa che a parer mio ha la capacità di svegliare i pochi (ma buoni!) palermitani che sperano in una città pulita.

Qualche settimana fa io e la mia famiglia, esasperati dal degrado, ci siamo armati di paletta, scopa e rastrello per cambiare il volto del marciapiede sotto la nostra palazzina.

In una domenica soleggiata abbiamo deciso di pulire la strada su cui si affacciano i nostri balconi, ottenendo risultati sorprendenti! Le povere piante che sono state “abbattute” da imbecilli a cavallo di motorini si sono riappropriate delle loro aiuole.

Abbiamo provato a chiamare il comune, avvisato i vari spazzini che fanno finta di pulire i marciapiedi, chiedendo di poter ripiantare i poveri alberi ma dopo aver aspettato circa due anni, la voglia di cambiare aspetto alla nostra città ci ha spinto a comprarne di nuovi.

Dalle aiuole abbiamo raccolto rifiuti di ogni tipo: batterie, carte di caramelle e merende, mozziconi, vetro in mille pezzi, chiodi, accendini, porta sigarette, cacche di qualsiasi animale e persino residui di spazzatura. Questi ultimi hanno provato ad ostacolarci con il fetore che emanavano ma abbiamo resistito!

Nonostante fosse domenica molte persone si trovavano per strada e, dopo aver constatato che stavamo pulendo gratuitamente, hanno iniziato a guardarci con stupore.

Alcuni si sono complimentati e hanno deciso di fare lo stesso sotto casa loro. Altri hanno fatto finta di non vedere niente.

Ogni giorno però raccolgo nuovi rifiuti per far si che il mio lavoro non sia stato inutile.

Nella speranza che qualcosa possa cambiare chiedo PER PIACERE se sia possibile multare chi sporca a terra. E’ difficile fare osservazione ai palermitani con la sicurezza di non essere insultati!

Si potrebbero installare anche dei distributori (già utilizzati in nord Europa) che, collocati all’interno dei supermercati, rilascino denaro in cambio dei rifiuti come lattine, carta, ecc.

Nel momento in cui si mettono in ballo i soldi le cose cambiano. Oltretutto il comune raccoglierebbe denaro che potrebbe essere utilizzato per velocizzare la diffusione della raccolta differenziata (potreste fare molti soldi con la maleducazione dei palermitani!).

Tra le altre proposte vorrei presentare una sorta di gara da poter realizzare una o due volte al mese, in cui si premia la zona o quartiere di Palermo che meglio ha mantenuto la pulizia delle strade e smistato la spazzatura con la raccolta differenziata.

Il premio? Per i vincitori tasse dell’immondizia abbassate!

Si può cambiare partendo dalle piccole cose.


aiuoleamia essemmecittadinanza attivacittadinidecoro urbanomarciapiedi

19 commenti per “I cittadini “si puliscono” da se
  • DanieleF 20
    23 giu 2011 alle 11:44

    Fantastico! … Purtroppo Palermo porta a questo, i cittadini devono pulire i marciapiedi e le aiuole da se, perchè chi dovrebbe lavorare non lo fà!
    “Multare chi sporca a terra”? Ma è così in tutti i paesi e le città civili .. quindi non a Palermo .. qui non c’è il rispetto delle regole, ogniuno può sporcare e fare ciò che gli pare, a proprio piacimento!

  • RuNFoRYouRLifE 4
    23 giu 2011 alle 12:16

    Via Evangelista Di Blasi vicino dove abito io :)..bravissimi!queste sono le iniziative piu utili x la nostra città visto che l’amministrazione e compagnia bella non fa nulla.

  • Antonio Beccadelli 0
    23 giu 2011 alle 13:00

    Anch’io plaudo all’iniziativa, che trovo una semplice quanto straordinaria forma di cittadinanza attiva!

    Ho, però il timore – scusate il mio “pessimismo della ragione” :-D! – che tali gesti non saranno nemmeno “considerati” da un’amministrazione comunale che ha eretto l’ignavia a sistema.

    Spero, tuttavia, di essere smentito (ne sarei, paradossalmente, felice) da qualche amministratore che ha ancòra un minimo senso del suo mandato e che – possibilmente senza demagogia e occulti fini personalistico-elettorali – intervenisse (perché no?) anche mediante MobilitaPalermo.

    P.S. “Approfitto” per segnalare che in Via Serpotta (“zona Tribunale”, parallela di Via Pacini, dove io abito) decine di aiuole (cerchini, tecnicamente?) che in passato hanno contenuto prima degli “alberi fiamma” e poi dei (deprimenti) arbusti “simil-oleandro” (via via distrutti da automobilisti o motociclisti “da marciapiede”) sono desolantemente vuote da tempo immemorabile (e non poche fra esse – conformente alle “esigenze” di “panormiti ” o “putiari” vari – sono persino “cementificate”).

  • fabdel 989
    23 giu 2011 alle 13:28

    lo faccio anch’io nella zona dove abito, all’addaura. tengo pultita la mia strada per almeno 200metri (quando vado a buttare l’immondizia la mattina presto se trovo cartacce per terra lungo il tragitto le raccolgo) e piantumo sia piante gettate dai giardinieri dei villini vicini, sia talee prelevate dalle piante di casa mia.

  • Oscar83 20
    23 giu 2011 alle 13:51

    ho chiamato stamattina il centralino dell’amia dalle 11:00 alle 13:00, circa 40 chiamate, nessuna risposta, via Francesco Ferrara non viene pulita da mesi! i tombini sono otturati! Loro non rispondono al telefono…..

  • Luca 129
    23 giu 2011 alle 14:10

    E se imitassimo tutti I signori autori di questa iniziativa? E se ogni negoziante pulisse Il suo angolo/spazio?
    E se facessimo licenziare I maledetti nullafacenti che dovrebbero pulire? E se dessimo tuta e scopettone a questi Della gesip?
    Complimenti, ma non limitiamoci a farli! Agiamo, come questi signori fanno a dispetto delle bestie Che si incavolano pure se gli dici di non sporcare!

  • dado 14
    23 giu 2011 alle 14:36

    recentemente sono stato a milano e mi sono accorto che le viuzze anche anguste delle periferie erano molto pulite e illuminate. in una, in particolare, tutti gli abitanti pagavano in millesimali, il comune da la luce e provvede alla manutenzione in una misura del 50% (poichè c’è l’accesso pubblico). ovviamente non credo che questo modello si possa applicare a palermo visto la mentalità palermitana ma mi piacerebbe capie meglio se il comune di milano aiuta in altro modo i cittadini ad incentivare questi comportamenti.

  • DanieleF 20
    23 giu 2011 alle 15:17

    Volevo chiedere ai Ragazzi di MobilitaPalermo: perchè non diffondete questa iniziativa a tutti gli iscritti del blog? Ognuno, con la sua famiglia, si impegna a pulire i marcipiedi (dove è possibile, ovviamente) sotto il proprio palazzo e documentare poi tutto con fotografie .. che ne pensate?

  • freepress 36
    23 giu 2011 alle 15:48

    La trovo un’ottima iniziativa. Nel mio condominio per esempio dal 1986 ci occupiamo di curare il marciapiede e le aiuole dove crescono gli alberi addirittura a spese nostre ci occupiamo del rifacimento del marciapiede visto che gli alberi stanno sollevando i marciapiedi. Per il resto ogni mattina passano gli operatori ecologici a pulire strade e marciapiedi. Devo dire che quando mancano si vede, infatti fino ad una settimana fa c’erano erbacce ovunque. due giorni fa sono tornati e adesso è tutto pulito. Non so forse erano gli stessi operai della gesip che scioperavano. Cmq posso accertare che quando non ci sono è uno schifo in zona non so da voi ma qui si è visto eccome che non passavano da tempo.
    Il problema grandissimo che vorrei sollevare invece sono le feci vomitevoli dei “padroni” di cani che amano usare queste graziose aiuole come wc( la colpa la do ai padroni non alle bestiole).
    Questi signori in foto ad esempio hanno fatto un lavoro meraviglioso, lo stesso che fanno alcuni miei vicini di casa che si intendono di giardinaggio. Poi arrivano queste “bestie” di padroni e fanno “pascolare” i loro cani davanti i condomini altrui e riempiono le suddette aiuole di escrementi.
    Ovviamente vandali ce ne sono ovunque o gente sporca che butta cartacce nonostante il cestino è a 1 metro di distanza..
    Che posso dire? seguite queste persone in foto , rendiamo più bella la nostra città e risolviamo con multe salate il problema degli escrementi dei cani sui marciapiedi ormai diventate fogne.

    Ps: mi chiedo ma se queste cose le facciamo noi che ci paghiamo a fare le tasse?? ;)

  • antony977 165954
    23 giu 2011 alle 19:38

    C’è una Palermo che non ci sta e non si arrende al lassismo dell’Amministrazione Comunale!

  • giovanni75 319
    23 giu 2011 alle 22:40

    l’iniziativa è lodevole però è limitata, in quanto come si vede dalle foto si dovrebbero eliminare anche le erbacce cosa che nn tutti possono fare in quanto o si va di zappa o di decespugliatore, cosa che invece dovrebbero fare le aziende pubbliche competenti, nn so ma io in questo leggo un pò di arrendevolezza rispetto a i problemi dell’abbandono da parte degli enti locali..

  • aziz 74
    24 giu 2011 alle 17:27

    Abbiamo fatto la stessa cosa lunedi’ scorso a Vergine Maria pulendo la villetta belvedere sul mare, sporca ormai da mesi.Iniziativa nata su Facebook in cui hanno partecipato in molti soprattutto ragazzini della borgata che sicuramente si saranno sensibilizzati e avranno piu’ cura in futuro del bene comune.Abbiamo coinvolto,”ehm ehm”scusate,”costretto”( dopo centinaia di telefonate al centralino ) l’ amia a collaborare,anche se in realtà hanno soltanto fornito qualche sacco di raccolta mentre manodopera ,pale, rastrelli e zappe per l’aiuole ce li siamo portati da casa.E’ stata davvero una bella iniziativa che ,tra l’altro,a breve si ripeterà in spiaggia;sul profilo della borgata ci sono le foto ed i video,anzi magari vi mando qualche foto ci vorebbe propio un articolo su Mobilità…….

  • giovanni75 319
    24 giu 2011 alle 21:22

    tutto sommato ce la passiamo meglio di Napoli, però nn dobbiamo tirare al corda con Bellolampo, dobbiamo realmente pensare a fare della raccolata differenziata un abitudine quotidiana, onde evitare di portare troppa monnezza in discarica, ora che ci penso giorni fa avevo anche visto dei soldati in maglietta e pantaloni della mimetica pulire i marciapiedi antistanti tutta la Caserma Scianna in C.so Calatafimi sotto lo sguardo viglie di un Maresciallo, che l’avranno fatto come corvee o come punizione in questo caso è proprio vero dire si è fatto l’utile e il dilettevole eheheh!

  • Irexia 675
    25 giu 2011 alle 14:44

    @ aziz
    mi fa piacere leggere che ci saranno manifestazioi di intervento civile sulla lettiera, ehm… spiaggia di Vergine Maria. Stamattina ci sono andata e ho visto cose che voi umani… Uno schifo, insomma!
    Quando ci sarà questa inziativa sulla spiaggia? Io sarei pronta a partecipare! Potresti pubblicare un articolo su questo sito! Noi tutti che qui scriviamo e manifestiamo una coscienza civia superiore alla media dovremmo organizzare di queste cose in tutta la città, a random, ed essere pronti a partecipare anche in zone diverse da quelle che abitiamo!
    Io mi metto a disposizione!

  • Maxsimo 10
    25 giu 2011 alle 19:22

    Avete fatto un favore a quei LAGNUSAZZI che dovrebbero farlo,così avranno il tempo di fumarsi 5 sigarette in più,e potranno vantarsi di averlo fatto loro.Per Palermo e Napoli non c’è futuro dobbiamo convivere con la MUNNIZZA.

  • speranza 1
    26 giu 2011 alle 15:18

    perchè aspettare solo chi pulisce?cerchiamo innanzitutto di mantenere pulito.Dobbiamo imparare a rispettare il bene pubblico che non significo bene di nessuno ma di tutti :non sopporto chi butta fuori dal finestrino spazzatura o si affaccia alla finestra e tira giu, io dico ma a casa non avete la spazzatura?


Lascia un Commento