25 feb 2011

Pedonalizzazione Mondello, qualcosa si muove


Sulla stessa onda della pedonalizzazione in Centro Storico, ecco che arriva la svolta anche per la Borgata Marinara di Mondello, che nei precedenti anni ha sempre visto un netto rifiuto da parte dei commercianti.Gli stessi che adesso sarebbero favorevoli.Ci abbiamo perso tempo, ma per la serie…meglio tardi che mai!

Riportiamo articolo di Repubblica a firma di Isabella Napoli e link per votare il sondaggio lanciato dallo stesso quotidiano

Repubblica-Palermo: Il lungomare di Mondello, viale Regina Elena, off-limits alle auto tutto il giorno dalla farmacia Mercadante, oltre piazza Valdesi, fino allo stabilimento ex Charleston. È la proposta di isola pedonale per l’estate 2011 che 30 commercianti della borgata marinara, riuniti nell’associazione “Centro commerciale naturale Mondello”, hanno messo nero su bianco in un progetto studiato dall’architetto Riccardo Agnello, presidente dell’associazione Salvare Mondello e presentato due giorni fa all’assessore al Traffico Mario Milone. Un piano su cui l’assessore ha preso tempo chiedendo “la più ampia condivisione da parte dei residenti della borgata” e sul quale da oggi parte una petizione popolare. “Repubblica Palermo”, sul proprio sito, chiede l’opinione dei propri lettori. 


“L’idea è quella di raggiungere almeno 1.000 firme – spiega il presidente del Centro commerciale naturale di Mondello Francesco Strafalaci – gli associati hanno già iniziato a raccogliere le sottoscrizioni presso i punti vendita e nel week-end del 12-13 marzo sarà montato uno stand in piazza Mondello per informare i cittadini della campagna”. Al progetto hanno già aderito quasi tutti i negozi e ristoranti della piazza, da Renato Bar all’Antico Chiosco, dalla Trattoria Sapori di Mare alla farmacia Rizzo e i gestori della spiaggia attrezzata L’Ombelico del Mondo. 

Ma come funzionerebbe nei dettagli il piano? “Le auto potrebbero circolare fino al primo tratto di viale Regina Elena e girare in via Azalea oltre la farmacia – spiega Riccardo Agnello – poi il resto del viale diventa pedonale fino allo stabilimento in muratura. Anche piazza Mondello sarebbe una maxi isola pedonale e comprenderebbe pure la via Mondello, quella che costeggia le trattorie. In paese, potrebbero arrivare solo i residenti e gli ospiti degli alberghi attraverso le vie Torre di Mondello e Gallo, a doppio senso di circolazione. È un progetto che avevamo già avanzato l’anno scorso all’allora assessore al Traffico Francesco Scoma ma poi si arenò perché era troppo tardi per realizzarlo”. A completare il piano, bus navetta, un servizio di noleggio biciclette a Valdesi e in paese.

 

L’iniziativa non può che trovarci d’accordo.Ma ci domandiamo: è pure necessaria una raccolta firme per un qualcosa che dovrebbe essere scontato?Anni e anni persi, e questo dimostra quanto una cultura conservatrice ed una politica timorosa, abbiano avuto sempre sopravvento in questa città.


lungomare mondellomondellopedonalizzazione mondellovaldesiviale regina elenaviale regina margherita

18 commenti per “Pedonalizzazione Mondello, qualcosa si muove
  • mauro128 15
    25 feb 2011 alle 14:54

    vedo che nel sondaggio su repubblica palermo c’è chi vota NO…hai ragione un sondaggio è veramente assurdo per ciò che doveva essere fatto da anni!

  • Fabion54 48353
    25 feb 2011 alle 15:20

    Non posso che trovarmi pienamente d’accordo :)
    Sul sondaggio ho votato si e se ci sarà una raccolta firme sicuramente sarò felice di apporre la mia.
    Mondello è gia deturpata dalle cabine, una pedonalizzazione sarebbe pià che necessaria:)
    Se evitassero pure i venditori ambulanti in piazza sarebbe il massimo! ;)

  • Portacarbone 70662
    25 feb 2011 alle 16:28

    Basterebbe provare una volta così come avvenuto in centro storico per far ricredere anche i più scettici.
    Occorre insistere per provare almeno una volta, sperando che il sole faccia il resto.

  • giosafat 306
    25 feb 2011 alle 18:29

    Ovviamente sono d’accordissimo!!!! e chissà che un giorno non ci sarà anche la metropolitana automatica leggera a portare tanti cittadini e turisti in una Mondello pedonale!

  • tonio.fiorino 0
    25 feb 2011 alle 20:11

    io sono d`accordo, ma i commercianti sono sempre stati in prima fila per ostacolare tutto quello che ha portato in quel senso anche solo per una domenica in occasione di eventi sportivi o manifestazioni varie..
    salvo adesso scoprire che perdono clienti e la gente si lamenta per le macchine in quadrupla fila davanti propio quei negozi firmatari, e ovviamente adesso vogliono sostegno dalla comunita`..
    la pedonalizzazione non va fatta per icommercianti ma per icittadini saro` in prima fila a firmare quando sara` una proposta dei cittadini e non di questi pseudo imprenditori oppurtunisti..

  • Siedler 101
    25 feb 2011 alle 21:14

    Sarebbe bello.
    Anche se visto l’attuale scarso collegamento per Mondello avevo pensato ad una soluzione iniziale più piccola.

    L’idea è di chi arriva dal lungo mare verso la piazza,
    dovrebbe girare a sinistra obligatoriamente alle giostre, senza poter proseguire oltre,
    per parcheggiare in via Mongibello dove vi sono i parcheggi comunali (con purtroppo ancora la piaga degli abbusivi), per riscendere da Via Calpurino.
    Menre via Gallo, (quella che passa sopra la piazza per intenderci),
    sarebbe dedica al passaggio dei mezzi residenti e dei eventuali Taxi e pullmini per l’hotel rendendola a doppio senso.
    Potrebbe essere una restrizione limitata ai periodi festivi e soprattutto nel periodo estivo quando la zona diventa altamente traficata.
    Con istituzione di orari di consegna, i ristornati, l’hotel e il piccolo porto tutti i servizi annessi devono essere -ovviamente- asserviti.
    E poi il problema si pone relativamente poco, visto che consegne e lavori vengono fatti in genere nella mattina o nel primo pomeriggio.

    Se un giorno facessero un collegamento decente dalla stazione di Tommaso Natale per mondello, potrebbero anche chiudere tutto il resto del lungomare.
    Di vie a disposizione ve ne sono e con l’esproprio di due o tre piccoli giardini si potrebbe eliminare anche il problema delle piccole vie, tipo via Aiace che nel tratto finale diventa angustissima.
    Oltre al muro vi è un grazioso incolto giardino.

    Siedler

    A seguito un link di un gruppo sul socialnetwork in blu, con la mia idea in modo dettagliato cosi come l’avevo elaborata con foto ecc ecc anni fa.
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1445356824#!/group.php?gid=350300010130

  • dreamboy 137
    25 feb 2011 alle 23:35

    La pedonalizzazione non ci doveva essere l’anno scorso? Sono favorevole, ma tutti parlano, parlano…
    A proposito di petizione ricordo quella contro le cabine e contro il rinnovo della concessione alla società italo belga: http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?mond07

    Il contratto scade nel 2011, però nessuno a Palermo, chissà per quali motivi, osa parlare della questione.
    Voi di mobilita palermo, non avete mai preso posizione… eppure la spiaggia dovrebbe appartenere ai palermitani e mondello con una spiaggia libera favorirebbe il turismo. Vi mettete contro tutto e tutti, se vi mettete contro i castellucci non dovrebbe essere un problema.

  • Paco 7942
    27 feb 2011 alle 2:13

    @ dreamboy, il contratto scade quest’anno e non verrà rinnovato contro cosa dovremmo metterci? Il contratto nel 2001 venne rinnovato per ulteriori 10 anni (dopo i 90 iniziali) dalla capitaneria di porto contro la volontà del comune che fece anche causa.

  • dreamboy 137
    27 feb 2011 alle 3:24

    E non avete paura che venga rinnovato per altri 10 anni? Oppure che venga in qualche modo prorogato per un altro anno in attesa di decisioni future da parte del comune? La italo belga difficilmente andrà via da mondello, è come se ne fosse proprietaria! Non vi dice niente la maglietta dei vigili urbani con lo sponsor? Poi la concessione è ad un prezzo ridicolo dato che non è stato adeguato ai tempi.
    Se si dice di amare palermo si deve amare anche mondello e la sua spiaggia poichè fa parte della città. Ma la questione sembra non interessare…

  • dreamboy 137
    27 feb 2011 alle 3:45

    Quanta esagerazione per un praticiattolo (quello del foro italico) ma della sabbia cancellata dalle cabine e dalle nuove costruzioni in legno sulla spiaggia che restano montate anche nei mesi non estivi nessuno dice niente.

  • matteo O. 156
    27 feb 2011 alle 15:49

    onestamente dò ragione a dreamboy…..più che altro bisogna alzare la voce in senso “preventivo”!!!
    non dimenticate che dal 2004 la italo-belga deve andarsene perchè lo stabilisce una sentenza del TAR!
    (un paio di anni fa avevo scritto un articolo con link della relativa sentenza, ma non lo hanno mai pubblicato)

  • dreamboy 137
    27 feb 2011 alle 22:08

    Alza la voce soltanto l’albaria quando gli fa comodo, cioè quando rivendica gli spazi del world festival. Su questo blog se la si prende con tutti: con i consiglieri comunali che posteggiano a piazza pretoria, con l’assessore al traffico, con i vigili urbani e con il loro capo, con chi non fa correttamente la raccolta differenziata, con gli operatori dell’amia, con i palermitani incivili in generale ecc., con tutti tranne che con la italo belga dei castelucci.
    Da un lato si è favorevoli alla cementificazione (centri commerciali) dall’altro si è favorevoli alle aree verdi e pedonali. Della spiaggia invece nessuno ne parla! In estate potremmo avere una delle più belle spiaggie della sicilia e portare turisti, invece diventa uno schifo con quella baraccopoli, la cancellata e la spiaggia attrezzata.
    La petyx all’epoca del suo programma switch, ha parlato tanto della questione mondello e del mare ingabbiato… passata a striscia non ha fatto più nulla… e pensare che potrebbe dare risalto nazionale alla questione invece se ne frega…

  • Beny980 55
    28 feb 2011 alle 8:19

    Posso dire di non essere d’accordo senza essere aggredito?

    Da residente “365 giorni” in una di quelle che già adesso in estate diventano “strade parcheggio” non posso che dire di essere contrario.
    La chiusura del lungomare con il conseguente doppio senso in viale principe di scalea (come quando c’è il WWF) sarebbe una catastrofe per la già catastrofica viabilità estiva della borgata.
    Il palermitano medio, non è assolutamente pronto ad una cosa del genere!
    Inoltre i parcheggi disponibili sono inseriti in punti dove, per arrivare si passa per budelli e strettoie ( la strada alternativa che porta al piazzale di via galatea, ad esempio, passa per partanna come quella che passa che porta ai parcheggi sopra la piazza…) e sono INSUFFICIENTI! I mezzi pubblici andrebbero potenziati all’inverosimile, i vigili dovrebbero svolgere un lavoro mostruoso (e figurati) per arginare il caos ma soprattutto ai palermitani bisognerebbe insegnare l’educazione.

    Un’idea (anche se piuttosto fantascientifica) potrebbe essere quella di realizzare parcheggi PRIMA di Mondello (ad esempio un parcheggio sotterraneo alle falde di monte pellegrino o negli ex stabilimenti industriali su via marinai alliata e di creare un servizio VERO ed EFFICIENTE di mobilità pubblica. Un po’ sulla falsa riga di Taormina.

    Mondello pedonale sarebbe una cosa bellissima ma, allo stato delle cose, è un’dea irrealizzabile…ovviamente IMHO

    Detto questo spero di non essere mangiato vivo

  • Pingback:Tiger
  • Pingback:Ate
  • Pingback:Self

Lascia un Commento