30 nov 2010

Passante Ferroviario via Malaspina: aggiornamento fotografico


Un aggiornamento fotografico dal cantiere del Passante Ferroviario in via Malaspina. Ci troviamo nell’area dell’ex passaggio a livello, e nel cantiere dove è iniziato da tempo lo scavo della nuova galleria che arriverà in via Imera.

 

Si intravede a sinistra l’attuale galleria Re Ruggero (aperta come in via Imera per gli opportuni lavori in zona) e a destra la nuova galleria in fase di scavo

La stessa area il 5-11-2010

L’ingresso del mega-camerone a Notarbartolo comincia a prendere forma.Ci troviamo infatti dal lato opposto.Sullo sfondo la stazione Notarbartolo

Da qui sbucherà fuori il futuro fascio di binari che arriveranno da via Imera.

Si ringrazia A.C.   per gli scatti


lavori passante ferroviario via malaspinapassante ferroviario palermostaziona notarbartolo palermovia malaspina palermo

Articolo precedente

19 commenti per “Passante Ferroviario via Malaspina: aggiornamento fotografico
  • Fabion54 48852
    30 nov 2010 alle 13:20

    Bel reportage! Il materiale che viene asportato dalla costruzione della galleria, come viene portato fuori? Con un rullo trasportatore o tramite gli stessi camion?
    Nella foto #4 i cumuli di terra che utilità hanno?Prova di carico?O è solo terra che aspetta di essere portata lontano dal cantiere??

  • huge 2211
    30 nov 2010 alle 13:24

    @Fabion: il materiale di scavo viene portato via con camion.
    Nella foto 4 invece è esattamente il contrario di quanto pensi. I cumuli di terra sono pronti per poter coprire definitivamente il solettone.

  • Metropolitano 3348
    30 nov 2010 alle 13:53

    Sono passato un’ora fa dal ponte di via Notarbartolo e si intravede lo sbancamento delle pareti all’ingresso della singola galleria in direzione Palermo Centrale. E lungo via Malaspina, via Campolo, e Leonardo Da Vinci c’è un viavai continuo di camion per portare i resti degli scavi in una zona destinata allo smaltimento o al loro utilizzo.

  • Fabion54 48852
    30 nov 2010 alle 14:17

    @ huge: Grazie dei chiarimenti ;) Sai se lavorano per lo scavo pure di notte?Perchè durante la settimana i cantieri Imera e Malaspina rimangono completamente aperti, vengono chiusi solo il Sabato & Domenica. Durante la settimana a qualsiasi ora passi, trovi sempre i cancelli aperti, però dalla strada purtroppo non si può ben capire se si sta lavorando all’interno o meno.
    @ Metropolitano: Il viavai di camion è già attivo da circa due mesi, alle vie già citate da te, aggiungerei Via Imera, Corso Calatafimi e Via E. Basile.

  • Gr.685 8
    30 nov 2010 alle 18:00

    In corrispondenza di questo ingresso della stazione Notarbartolo (direzione via Imera) dovrebbe innestarsi anche il futuro binario dell’anello che dovrebbe passare sotto la via Malaspina. Stanno predisponendo i lavori considerando anche questo terzo binario?

  • Amo_Palermo 161
    30 nov 2010 alle 19:36

    @Gr.685: si , il progetto prevede che l’ultimo tratto di galleria artificiale sia già dimensionato per ospitare il terzo binario (due per il passante ed uno proveniente dalla chiusura dell’anello).
    proprio oggi mi sono accorto che il portale dell’imbocco della galleria è già stato demolito e stanno procedendo a demolire la galleria esistente.

  • tasman sea 20
    02 dic 2010 alle 10:22

    @huge
    i cumuli di terra della terz’ultima foto mi fanno pensare a un utilizzo a verde delle superfici.
    e invece che fine ha fatto il progetto notarbartolo, con vialone, grattacieli &co da notarbartolo a lolli? da quello che avevo capito, questo vialone dovrebbe passare sopra la galleria artificiale. insomma coprendo la trincea si guadagna un sacco di spazio.
    qualcuno ha notizie su come sarà utilizzato?

  • GIUSEPPE MESSINA 0
    02 dic 2010 alle 11:10

    GR 625 e AMO PALERMO
    dopo le notizie che sono stae diramate dal GDS e TV, ho la sensazione che l’anello ferroviario resterà nel mondo dei sogni.Sapere che dopo 10 anni di progetti ,gare e ricorsi adesso vengono richiesti anora circa 100 ml di euro , mi fa pensare che in questa città tutto è basato sul nulla. Ma chi ha redatto il progetto non npoteva essere più attento. Nè la Regione siciliana nè il Comune di Palermo con i magnifici consiglieri che abbiamo eletto sono interessati allo sviluppo della città-Pensano alle loro poltrone ( naturalmente tranne alcuni che continuano a lavorare con impegno). Dovremmo promuovere una forza dirompente per cacciare questi signori e imporre lo sviluppo della città. Mi direte che sono utopie, ma bisogna pur alzare la voce. Gli studenti che protestano per la Scuola,dovrebbero anche attenzionare e protestare energicamente contro questi consiglieri , e chiedere opere publiche inerenti la mobilità e altro.Svegliamoci e non consentiamo che questa opera fondamentale dell’Anello Ferroviario abortisca definitivamente

  • marcos 113
    02 dic 2010 alle 11:35

    purtroppo il comune è assente da anni, doveva fare la mappatura delle sottoreti ma finora non hanno consegnato neanche una bozza ai progettisti dell’anello e così si riparte da zero…ma cosa fanno i tecnici comunali durante la giornata lavorativa? gocano alla settimana egnimistica o leggono i giornali in ufficio?
    Che tristezza!

  • Edoardo Anello 0
    02 dic 2010 alle 22:52

    Mi pare di capire che la “Madre” di tutti i problemi per la “chiusura” dell’anello sia il tratto Notarbartolo-Politeama…visto anche che non ci sia problemi di “sottoreti” in tutti gli altri tratti dal porto al politeama inclusi…EBBENE HO UNA PROPOSTA (seria e non provocatoria): perchè non lasciamo l’anello…. “aperto”???? Sarebbe ugualmente utile, credo…. malspina-notarbartolo-lazio-fiera-giachery-porto-politeama…no ????! !

  • Gr.685 8
    03 dic 2010 alle 13:18

    Credo che il progetto della chiusura sia diviso in due trance. La prima Giachery Politeama che quasi certamente verrà realizzata. La seconda Politeama Lolli Notarbartolo avrà tempi più lunghi e chisà se e quando verrà realizzata.

  • Edoardo Anello 0
    03 dic 2010 alle 14:47

    @Gr.685… : esatto! intendevo dire proprio questo….io credo che, ALMENO, una parte dell’anello sarà realizzata, e sara pur utile!!

  • GIUSEPPE MESSINA 0
    04 dic 2010 alle 15:35

    GR 685
    EDOARDO ANELLO
    non possimo permetterci che la tratta Politeama-Notarbartolo ,con la fermata Malaspina ,venga mesa nel dimenticatoio.Intanto possono cominciare i lavori per la prima tratta ( ma quando) e contemporanemente insistere per il completamento della mappatura delle sottoreti e relativo finanziamento. Penso che il collegamento il previsto collegamento con tapis-roulant dal Politema al Palazzo di Giustizia e la fermata Malaspina siano indispensabili per la cittadinanza.Poi ,come era stato detto in altre occasioni,sembrerebbe che da Piazza Castelnuovo si stia pensando anche ad un camerone proiettato verso la via Dante forse per un progetto futuro.Dobbiamo insistere per l’inizio dei lavori dell’Anello fino al completamento a Notarbartolo.Qualcuno ha notizie sull’inizio del raddoppio da Ogliastrillo a Castelbuono. Che fine ha fatto il promesso finanziamento? Purtroppo con la ventilata caduta del governo penso che questa opera non verrà completata, mentre si continua a costruire Av da Milano verso Verona.Dove sono i nostri governanti? Avete ragione : pensano alle poltrone.

  • Edoardo Anello 0
    04 dic 2010 alle 22:26

    Posso anche concordare con te GIUSEPPE MESSINA…ma cosa vuoi dire con “Poi ,come era stato detto in altre occasioni,sembrerebbe che da Piazza Castelnuovo si stia pensando anche ad un camerone proiettato verso la via Dante forse per un progetto futuro”…. intendo dire, non è proprio questo GIA’ previsto in progetto??

  • Pingback:Acion

Lascia un Commento