14 ago 2010

Pro o contro i centri commerciali?


Con questo post interrompiamo per pochissimi giorni gli aggiornamenti per una piccola pausa estiva.

Ma vogliamo comunque continuare il dibattito su un tema nel quale vi sono diverse vedute, alcune diametralmente opposte, ovvero i centri commerciali.

 

Con l’imminente apertura del cc di Torre Ingastone e i lavori avviati del cc di Zamparini, la zona metropolitana di Palermo si appresta ad accogliere ulteriori megastrutture commerciali.

Un bene o un male?

C’è chi sostiene che creano concorrenza e aumentano la varietà di offerta a vantaggio del consumatore, oltre che rivalutare alcune aree. Altri invece imputano a questi grandi “scatoloni commerciali” la morte di economie locali, reputandoli cattedrali nel deserto.

Da che parte stai?


Centri comm.economie localiesercizi commercialioutlet

26 commenti per “Pro o contro i centri commerciali?

Comment navigation

  • stigghiola 7
    19 ago 2010 alle 10:29

    Ritengo che i centri commerciali siano una risorsa e come tale e’ l’utilizzo che ne facciamo noi che stabilisce se sono un male o meno; per esperienza personale so che i CC non uccidono i piccoli negozi per diversi motivi:
    - intanto per la differente offerta di prodotti (intesa sia come marca che come tipologia),
    - per il diverso metodo di fruizione (non vado al CC se devo comprare una confezione di caffe’),
    - per il diverso rapporto con l’esercente (il fruttivendolo sotto casa lo conosco da quando ero piccolo e mi “consiglia” sulla diversa qualita’ dei suoi prodotti, al CC sono “abbandonato” nelle mie scelte),
    - se non voglio prendere la macchina o se ho fretta (i CC sono costruiti in modo tale da imbrigliare il cliente cosicche’ il tempo minimo di attraversamento del CC stesso e’ minimo di mezz’ora un’ora facendo le corse e non aquistando alcunche’),
    - non sempre i prezzi del CC sono piu’ bassi di quelli dei piccoli negozi

    Riguardo al numero dei CC considerate che, visto quanto premesso, questi si fanno concorrenza tra loro e non con il piccolo esercente a tutto vantaggio, a mio avviso, del consumatore che poi a Palermo ci siano ben altre priorita’ questo e’ tutto un altro discorso. ;D

  • Ambrogio 20
    19 ago 2010 alle 18:57

    Favorevole a patto che si diversifichi un po’ l’offerta: qual’è l’utilità di 4 o 5 centri commerciali tutti con le stesse insegne? In attesa di Ikea e Decathlon e magari di qualche altra catena di elettronica (dove la concorrenza ha portato ad un discreto calo dei prezzi).
    Per i centri storici l’unica possibilità di sopravvivenza sono i centri commerciali naturali; ma quando lo capiranno i commercianti che bisogna pedonalizzare le aree e specializzarsi nella vendita/offerta di prodotti/servizi di qualità? (cosa che non trovi nei CC realizzati fino ad oggi dove la qualità è medio-bassa).
    E poi devono costituirsi in consorzi non rimanere ognuno per i fatti propri, altrimenti il potere contrattuale del centro commerciale naturale non esiste (potere contrattuale non limitato solo alla possibilità di acquisto merci, ma anche nei confronti della richiesta di servizi alle pubbliche amministrazioni).

  • salven 1
    21 ago 2010 alle 10:02

    il problema dei centri commerciali bisogna affrontarlo sotto molteplici aspetti che sono di natura sociale, economica, urbaistica..ecc.. Se facciamo riferimento al problema urbanistico per la riqualificazione delle aree, tanto di cappello (anche se non penso proprio che per riqualificare bisogna necessariamente impiantare un centro commerciale), dal punto di vista economico dovrebbe portare un vantaggio!? (bisogna capire per chi..) ma la cosa si fa interessante dal punto di vista sociale….vi lascio immaginare di cosa sto parlando…buone vacanze a tutti e complimenti per il sito.

  • Hoshi 46
    21 ago 2010 alle 18:23

    PRO se ben strutturati, inseriti ottimamente nell’ambiente urbano/ambientale e con ampie scelte ” commerciali “.

  • globo73 28
    22 ago 2010 alle 8:43

    mi è capitato di girare diversi centri commerciali in Italia e all’ estero. In definitiva, quando ne hai visto uno li hai visti tutti.
    Bene o male i negozi sono sempre quelli.

    pro dei centri commerciali:

    facilità di parcheggio
    ottimo supermercato
    tanti negozi in un’ area “limitata”

    contro dei centri commerciali:

    i negozi che ne fanno parte bene o male sono sempre gli stessi.
    Molti negozi non avendo uno spazio adeguato si limitano a vendere dei prodotti “commerciali” e non di nicchia e quindi molto spesso non hanno lo stesso assortimento riscontrabile in un classico esercizio.
    Per la serie: non tutto, ma di tutto.
    Se ad esempio cerchi qualcosa di particolare in ambito di elettronica/HI FI, difficilmente lo troverai all’ interno di un centro commerciale e sarai costretto a rivolgerti ad un negozio di settore.
    Quello che delude di questi centri e che i prezzi non sono competitivi.
    Molti negozi potrebbero proporre merce meno cara dato che risparmiano molto sugli affitti dei locali, invece no.

    Comunque sia, questo è il futuro del commercio e non possiamo farci nulla. Anzi da noi queste strutture sono arrivate in leggerissimo ritardo, come tutto del resto.

    ps: volete mettere quanto sia + bello andare a fare la spesa nei mercati oppure andare ad acquistare nei classici stores?

    A presto


Lascia un Commento