11 dic 2008

MobilitaPalermo partecipa alla mostra “Treni in bianco e nero”


Con grande piacere e entusiamo annunciamo la nostra partecipazione alla mostra intitolata "Treni in bianco e nero" che si terrà dal 20 Dicembre 2008 sino al 22 Febbraio 2009 a Palermo.

Un evento organizzato dall’associazione di cultura e attività ferroviaria "Trenodoc" (che ringraziamo per l’invito), che vuole ricostruire la storia della ferrovia siciliana grazie a documenti di repertorio, oggettistica e cimeli di altri tempi.

All’interno della mostra, un angolo sarà riservato a MobilitaPalermo che illustrerà "presente e futuro" del trasporto su rotaia a Palermo.

Di seguito l’invito da parte dell’associazione Trenodoc a tutti i cittadini e ovviamente agli appassionati:

La mostra è in corso di allestimento presso i locali della Galleria CollezionArea, in Piazzetta Monteleone 3 a Palermo (dietro il Palazzo delle Poste di via Roma).
Verrà inaugurata il 20 dicembre prossimo e si concluderà il 22 febbraio 2009. L’ingresso è libero.
Lo scopo che ci si propone con questa mostra è di dare ai visitatori una testimonianza della storia della ferrovia in Sicilia, illustrando un glorioso passato per rinsaldare nel presente e proiettare nel futuro il ruolo fondamentale del mezzo ferroviario.
I visitatori potranno vedere una esposizione molto varia di documenti e di cimeli che testimoniano, sotto i più diversi aspetti, il forte rapporto che in passato ha legato la ferrovia alle attività dei siciliani, segnando anche il periodo della grande emigrazione verso l’Italia settentrionale.
Una importante sezione è dedicata alle riproduzioni modellistiche dei treni che hanno fatto e fanno la storia della ferrovia in Sicilia. Si tratta della riproposizione aggiornata e potenziata della mostra effettuata da TRENO D.O.C. due anni fa presso la Sala Eurostar della Stazione Centrale di Palermo, che ebbe un notevole successo di visitatori e fu oggetto di vari servizi nei telegiornali locali (TG3, TGS, ecc.).  È nei programmi la esposizione di un diorama operativo con locomotiva digitale dotata di loksound!
L’attuale legame tra i siciliani e la ferrovia è testimoniato dalle numerose Associazioni diffuse su tutto il territorio isolano che, analogamente a TRENO D.O.C., coltivano la passione per i treni ed operano per diffondere la cultura ferroviaria. Esse sono state invitate a portare un loro originale contributo alla mostra.
Il programma della manifestazione è dinamico: nel corso della mostra verranno organizzati numerosi eventi che saranno di volta in volta debitamente pubblicizzati.
Vi attendiamo numerosi il 20 dicembre alle ore 17.00!


mobilitapalermomostratreni in bianco e nerotrenodoc

7 commenti per “MobilitaPalermo partecipa alla mostra “Treni in bianco e nero”
  • huge 2219
    11 dic 2008 alle 11:03

    Ma quale sarà il ruolo di MobilitàPalermo alla mostra?
    Ci sarà un piccolo punto informazioni per far conoscere il sito? O che altro?

  • Paco 7942
    11 dic 2008 alle 11:17

    avremo una parete dove esporremo una grande cartina con le varie linee e delle foto

  • huge 2219
    11 dic 2008 alle 11:22

    Paco, ma linee di cosa? Le linee cittadine su cui si sta o si dovrebbe lavorare? Passante, anello ferroviario, tram, ecc… o non c’entra nulla?

  • sicilio 110
    11 dic 2008 alle 12:28

    interessante la mostra!! chissa’ ci saranno immagini storiche della vecchia linea palermo trapani zona olivuzza in superficie prima del 1974…almeno x avere un ricordo di quei tempi, xkè abitavo nella mia prima casa nella strada a fianco della ex linea ferroviaria ovviamente era un bambino…se vedete bene al primo incrocio del corso olivuzza e rimasto ancora in piedi il vecchio casello poi ce un altro all’angolo di via dante, peccato ho fatto un giro in internet e nn si trovano immagini di quel periodo.

  • Ciccio 174
    11 dic 2008 alle 13:26

    Molto bene.

    A natale sarò in ferie per qualche tempo a Palermo e sicuramente farò un salto alla mostra.

    Mi auguro di cuore di incontrare qualcuno di voi per avere il piacere di conoscerlo dal vivo.

    Un saluto a tutti dalla “gelida” Roma.


Lascia un Commento