25 nov 2008

3 euro per “aggirare” le targhe alterne


Da molte parti piovono lamentele per questo provvedimento comunale, con le più disparate accuse di impossibilità di movimento ecc.

Premesso che molti palermitani si lamentano a prescindere, perchè pretendono che il problema del traffico si abolisca senza intaccare minimamente la loro abitudine quotidiana (ovvero prendere la macchina sempre e comunque, anche per fare 100 metri, lasciarla in doppia/tripla fila bloccando il traffico ecc.), vogliamo ricordare alla cittadinanza tutta che le alternative valide ci sono, come questa:

con soli 3 euro, potete lasciare l’auto per l’intero giorno al nuovo parcheggio di via Ernesto Basile, proprio accanto la cittadella universitaria, e muovervi in città con tutti i bus che volete, sempre per l’intera giornata.

Proprio da ieri sono stati aggiunti due nuovi autobus che da questo parcheggio (c’è l’apposita fermata) portano in centro città.

3 euro sono sicuramente meno di quelli che spenderemmo per rimanere imbottigliati nel traffico, per pagare le schede parcheggio nelle strisce blu e per acquistare l’Aulin per il mal di testa e lo stress da semaforo.

Dunque, se davvero ci lamentiamo di queste restrizioni, cerchiamo di usare le alternative che CI SONO, anche se a qualcuno verrà difficile abbandonare la comodità di parcheggiare in 12a fila proprio davanti il negozio, infischiandone di tutto e tutti…………però poi NON LAMENTIAMOCI!


autobusbiglietto giornalieroparcheggio basiletarghe alternetraffico

18 commenti per “3 euro per “aggirare” le targhe alterne
  • The.Byfolk 43
    25 nov 2008 alle 9:12

    Beh è una bella iniziativa, ma ha un prezzo non tanto interessante. Se consieriamo la commessa che lavora in centro avrebbe una rata da 78 euro senza considerare i festivi.
    Ero convinto della bonta del servizio Amat finchè non l’ho provato.
    Se un commesso del centro ritarda 2/3 volte a settimana e non viene 1 volta al mese perchè non può permettersi un mezzo più efficente dell’autobus io datore di lavoro mi spazientisco non poco.

  • Andrea 0
    25 nov 2008 alle 9:19

    ma infatti dovrebbero fare delle tariffe speciali per i lavoratori, degli incentivi. anche i parcheggi privati potrebbero ideare delle iniziative di questo tipo. il prezzo comunque non mi sembra alto, piuttosto a Palermo i biglietti dell’amat costano ancora 1,20euro e durano 90min? questa mi pare una gran cazzata.

  • Paco 7942
    25 nov 2008 alle 9:54

    ragtazzi considerate che dai 78 euro al mese dovete togliere i soldi della benzina che il commesso risparmierà oltre ai costi di parcheggio, voi pensate che per girare in centro con l’auto si spendano meno di 2/3 euro di benzina al giorno?

  • Andrea 0
    25 nov 2008 alle 12:03

    ma infatti è un prezzone, considerato che lasciare l’auto in centro costa 1 euro l’ora! ma il biglietto autobus è incluso nei 3euro?

  • samir 229
    25 nov 2008 alle 12:46

    Bhè se nei 3 euro è compreso il biglietto per tutti i Bus liberamente, mi pare buono il prezzo…anche se 3 euro scoraggia (ma come dice Paco, 3 euro di benzina al giorno li sciperebbero comunque!!!)
    concordo con la grande cavolata del biglietto AMAT PORTATO A 1,20 E DIMINUITO DI TEMPO!!!
    a ciò non corrisponde certo un miglioramento del servizio.

  • IoGomesio 273
    25 nov 2008 alle 13:02

    bello quest’offerta.. se ci fossero più parcheggi privati aderenti all’iniziativa la cosa sarebbe ancora più bella

  • Portacarbone 70662
    25 nov 2008 alle 14:24

    @ Samir
    3 euro scoraggia quelle persone che sono state da sempre abituate a non considerare i reali vantaggi delle altre alternative e hanno “perseverato” con il mezzo privato anche soprattutto per comodità.

    @ IoGomesio: Affinchè partecipino più privati, occorre che quest’ultimi intravedano un profitto nell’iniziativa. Al momento, NESSUNO sponsorizza adeguatamente questi parcheggi e forme di spostamento alternativo (biciclette, car sharing ecc.) ed è dunque normale che i privati non si facciano avanti.

  • Daniele 444
    25 nov 2008 alle 15:29

    Già, sempre il solito problema … la cattiva informazione o la totale assenza di informazioni .. In vista dell’apertura del grande parcheggio sotto il tribunale fossi in loro mi adopererei più che mai per una adeguata pubblicità .. speriamo bene!

  • The.Byfolk 43
    25 nov 2008 alle 20:02

    Sul problema dei 3 euro:
    non tutti parcheggiano in zone a pagamento; per esempio posteggiare in doppia fila o sul marciapiede è gratuito no? Poi non tutti spendono 2/3 euro di benzina al giorno per girare in centro; ad esempio io ne spendo 20 alla settimana ma lavoro girando molto in centro. Quindi il costo non vale la candela, almeno per una metà dei potenziali clienti.

    Il problema più rilevante è dato dalla scarsa affidabilità del servizio; a Palermo il bus è ancora il mezzo dei poveri, che hanno tempo molto e soldi pochi.. Chi deve andare a concludere un affare non può affidarsi al mezzo pubblico palermitano!

    E’ pur vero che se lanciassero il servizio in prova ad un prezzo shoc per 6 mesi, tanti si farebbero convincere a provare il servizio e magari alla fine lo apprezzerebbero! Questa sarebbe una campagna di sensibilizzazione, invece di una mera prestazione di uno svogliato servizio a una svogliata clientela.

  • antony977 165912
    25 nov 2008 alle 20:10

    Ragazzi, 3euro è un ottimo prezzo per coloro che devono recarsi a lavorare in centro, provenienti da una parte periferica della città o addirittura da paesi come Altofonte, Piana, ecc).
    Tutt’ora i lavoratori residenti che devono recarsi in centro, devono pagare benzina (a prescindere) e l’abbonamento mensile per posteggiare nelle zone blu!
    E comunque hanno appositamente potenziato le linee che transitano dal parcheggio Basile.La 108 transita ogni 10min. e lascia a Piazza Politeama.
    La 234 ogni 10min. e lascia alla Stazione C.le.
    Piuttosto al parcheggio Basile metterei un semaforo pedonale.Chi parcheggia e vuole attraversare la strada per prendere il bus nel lato opposto, rischia tanto!!

  • Metropolitano 3205
    25 nov 2008 alle 21:13

    Io invece sono disposto a fare sacrifici; malgrado i disagi io sono contento che il provvedimento è attivo. Potrò usare la metropolitana per raggiungere le zone vicine alla stazione, come per esempio le segreterie della facoltà in viale delle Scienze, vicinissima alla fermata Palazzo Reale/Orleans.

  • alberto 4
    26 nov 2008 alle 16:25

    io sono un palermitano che vive a londra (ovviamente qui è tutto diverso) e la stragrande maggioranza della gente qui prende i mezzi pubblici perchè NON HA BISOGNO DELL’AUTO per muoversi. Penso a 2 semplici ma importantissime cose che azzererebbero o quasi il problema: Punire chi parcheggia in seconda o terza fila (MA PUNIRE NON FAR FINTA…) e chi utilizza liberamente le corsie di emergenza in modo da migliOrare il servizio dei bus (magari grazie all’aiuto delle videocamere)in modo da dare la certezza ai cittadini (soprattutto quelli che LAVORANO in centro) della DURATA DEL TRATTO che devono fare, cioè es:stazione c.le-p.zza croci 10 min. IO DEVO ARRIVARE IN 10 MINUTI, MAX. 11 NON 12,13 o tantomeno MEZZ’ORA. MOTTO:CIVILIZZIAMO I PALERMITANI..

  • Jimmy Reptile 0
    02 dic 2008 alle 12:45

    Oggi (02-12-08) sul Giornale di Sicilia a pag 24 è riportato il virgolettato di una signora che si lamenta perché con il bus arriva a casa (non a lavoro) con 10 minuti di ritardo…….con questa mentalità non bastano né autobus né metropolitane né tram, forse solo il teletrasporto sarà ritenuto sufficiente………

  • Pingback:Expanded
  • Pingback:Lift
  • Pingback:Dig
  • Pingback:Unite

Lascia un Commento