24 giu 2008

TAR: ACCOLTO RICORSO CONTRO LE ZTL


Il Tar di Palermo ha accolto il ricorso contro le zone a traffico limitato (Ztl) con sentenza breve, annullando il provvedimento del Comune di Palermo. (La Sicilia).

Lo scenario è molto confuso: ZTL senza un adeguato piano traffico, soldi spesi inutilmente, promesse di miglioramento del servizio pubblico Amat, continue contraddizioni sulla durata del pass fra Comune e TD GROUP.

E ora a tutti quelli che avevano fatto la fila (mah!) per munirsi immediatamente di pass, come verranno risarciti??

Palermo avrà mai un piano traffico serio????


ricorsotar palermoTD GROUPZTL

16 commenti per “TAR: ACCOLTO RICORSO CONTRO LE ZTL
  • alfa147pa 23
    24 giu 2008 alle 14:38

    Bene, continuaiamo a spendere inutilmente i nostri ed i soldi pubblici…. Bravi i nostri amministratori, proprio bravi. Il traffico non è calato, le centraline continuano a registrare superamenti dei limiti di smog e noi continuiamo a perdere oltre che i nostri soldi anche tempo: traffico file per dotarsi di pass ecc. ecc.

  • giovannimi76 84
    24 giu 2008 alle 17:22

    ..Non sono d’accordo che il traffico non fosse calato, e anche il dato sugli sforamenti segnalati dalle centraline era nettamente migliorato s esi eccettuano quei due giorni di caldo straordinario..

    Al di la di tutto mi da’ fastidio la superficialita’ e la leggerezza con cui un ente come il comune gestisce questa vicenda, Troppe zone oscure, troppe incertezze, troppi ripensamenti e troppe ingenuita’ procedurali ( la mancanza del piano traffico che difatto rendeva scontato il giudizio negativo del tar…essendo stata fatta uan violazione delle norme previste in materia..) che a volte penso siano state commesse di proposito…per vanificare il tutto..Il fastidio e’ anche dovuto al fatto che questa citta’ continua a procedere sempre per tentativi, sperimenti, fallimenti ed iniziative estemporanee che fanno solo perdere tempo e denaro…Ad oggi questa citta’ non ha ancora trovato una strada da percorrere, da seguire..non ha un piano…non ha un progetto…In tal senso il Tar con la sua sentenza nulla ha distrutto, perche’ ,..in realta’ nulla era stato creato..

  • antony977 166208
    24 giu 2008 alle 17:25

    Ci vuole gente con le palle, che abbia coraggio di chiudere definitivamente il centro alle auto!!

  • Paco 7942
    24 giu 2008 alle 17:37

    secondo me era la strada giusta per iniziare la chiusura definitiva, peccato

  • Portacarbone 70788
    24 giu 2008 alle 17:44

    A prescindere dalla bontà dell’iniziativa finita male, il modo in cui è stata gestita la vicenda, sia amministrativamente che mediaticamente, è da zero tagliato.

    Cammarata e l’amministrazione tutta hanno fatto una figura ridicola, sopratutto per la diatriba con la TdGroup.

    Adesso tutti i palermitani si chiedono come riavranno i loro soldi…altre file?
    Io avevo sentito che volevano rimborsarle tramite biglietti amat :|

  • giovannimi76 84
    24 giu 2008 alle 17:48

    ..Anche secondo me..ma erano giuste le intenzioni…non i mezzi utilizzati per attuarle…Ad esempio per inziare l’esperimento ( come l’ha definito il sindaco stesso) ci si poteva limitare alla sola entrata invigore della ztl A, quella centrale, quella che racchiude il centro storico e quella gia’ servita da telecamere…Fare l’altra secondo me, che vista la totale assenza di telecamenre, la vastita’ dell’area, e l’assenza di vigili( dopo i primi giorni) e’ stato uno sbaglio…un’inutile ostinazione che ha fatto credere a tutti che le Ztl fossero un provvedimento fatto sol oper rastrellare soldi.Anche epche’ nonc i voleva moto a capire che laZtl B non sarebbe mai stata rispettata dai cittadini, vista la mancata sorveglianza…pero’ poco importa..contava solo venderne i pass…Si poteva inziare con un’area piu’ piccola,…Io ad esempio avrei chiuso un’area ancora piu’ piccola della Ztl A…u n’area corrispondente perfettamente con il centro storico…Per inziare andava bene cosi’, un’are apiccola, facilemnte controllabile con un buon numero di telecamere..Sarebbe bastato fare questo..e fare altresi’ le famose isole pedonali centrali…insieme alla pedonalizzazione delle principali piazze storiche della citta’, San Domenico, Blogni, Olivella..Una cosa graduale, meno invasiva..ma a conti fatti piu’ utile e duratura..

  • sicilio 110
    24 giu 2008 alle 17:51

    ma il comune puo’ fare ricorso al consglio di stato?
    cmq e sempre un casino!! regna la confusione e senza idee vere… ci vuole decisioni estremiste!!!!

  • Jimmy Reptile 0
    24 giu 2008 alle 19:13

    Sentivo al TG3 che già si può chiedere il rimborso per il pass e l’annullamento delle multe…….siccome sicuramente il Comune farà ricorso e magari verrà accolto o modificheranno qualche virgola nell’ordinanza delle ZTL in modo da renderla valida io consiglio di non chiedere ancora rimborsi finché non si arriverà ad una sentenza definitiva……

  • TOR ROMEO 0
    25 giu 2008 alle 0:09

    Chissà come finirà; allo stato attuale hanno buttato una barca di quattrini per poi annullare tutto. Ci credevo nei risultati delle ZTL in ambito di inquinamento e congestione traffico, che potevano essere messi a punto.
    Adesso penso che tutto ritornerà come prima, con quel caos di sempre e l’aria poco respirabile.
    E’ pure vero che il comune non ha organizzato bene la faccenda dei mezzi pubblici, che a parte quei monotoni ed affollatissimi autobus non ha potuto per motivi ovviamente tecnici provvedere per altri mezzi di trasporto di massa, anche perchè ancora l’Anello Ferroviario è in stallo e non si sa quando potranno iniziare i lavori di quest’importante opera che prometterà ai cittadini di recarsi in centro senza auto ed al Politeama. Mi dispiace ma il Comune e Consiglio si meritano un 4 in tutto riguardo le ZTL.

  • alfa147pa 23
    25 giu 2008 alle 9:43

    Non poteva che andare così la cosa, nel meridione si ragiona sempre con il detto “megghiu ri nienti”, io dico sempre “megghiu nienti”!

    Un progetto come quello attuato che faceva acqua da tutte le parti non doveva nemmeno partire, si dovevano prima affinare strategie, tempi, mezzi tecnici, uomini, partner esterni ecc. Annunci di date rinvii, code per i pass, mezzi pubblici non potenziati, parcheggi all’esterno della ZTL non sufficienti: c’è stata solo un’ottima campagna mediatica del progetto non supportata nella realtà da tutto quello che serviva.

    Lo so che col mio attegiamento e le mie critiche non si va da nessuna parte ma la realtà è proprio questa purtroppo. Iniziamo le cose, le facciamo male e poi le lasciamo a metà strada.

    Una delle cose da fare, adesso, da parte dell’amministrazione, sarebbe di ammettere di avere preso sottogamba questa cosa. Ripartire riorganizzandosi dandosi dei tempi per rimettere su un progetto serio fatto anche di tutto il contorno, (vigili, mezzi pubblici, parcheggi) dando un’alternativa ai cittadini che non possono mettersi in regola con le norme per accedere alla ztl o che vogliono contribuire al rispetto dell’ambiente riducendo lo smog, potenziando ed incentivando l’uso dei mezzi pubblici (non aumentando il biglietto degli autobus, ma il numero dei mezzi e le frequenze), facendo rispettare le corsie preferenziali esistenti per rendere il servizio più veloce ecc. Con un progetto serio e pianificato qualsiasi ricorso sarebbe vano, e di tutto questo ne godrebbe la nostra Città che sta letteralmente scoppiando con lo smog e con il numero sempre crescenti di auto in circolazione.

  • Paco 7942
    25 giu 2008 alle 11:43

    ragazzi nello stesso periodo rispetto al 2007 c’erano stati meno della metà degli sforamenti per inquinamento, quindi le ZTL funzionavano

  • antony977 166208
    25 giu 2008 alle 11:49

    Le centraline al Politeama e via Maqueda hanno continuato la sforamento per ben 7 volte.E comunque le scuole sono terminate, quindi prevedibile anche un calo.
    E’ tutto da rivedere, perchè stavolta devono chiudere DEFINTIVAMENTE il centro.Senza SE, senza MA.
    Questa per com’era, era un ztl fatta coi piedi.Che escano le palle fuori e chiudano tutto.Solo così si potrà definire un provvedimento serio

  • Paco 7942
    25 giu 2008 alle 13:50

    anto non hai capito, lo stesso periodo del 2006 c’erano 27 sforamenti, lo stesso periodo 2007 ci sono stati 23 sforamenti, lo stesos perodo 2008 ci sono stati 11 sforamenti, scusami nel 2006 e nel 2007 le scuole non erano pure chiuse???

  • antony977 166208
    25 giu 2008 alle 13:57

    Si, ma questo provvedimento così com’era, era una gran presa per i fondelli.
    Non ha senso far pagare per inquinare.Solo chiudendo e non fancendo passare nessuno, si avrà la certezza matematica di non inquinare.CHIUDERE IL CENTRO!!

  • Davide Epifanio 0
    26 giu 2008 alle 10:48

    concordo a kiudere il centro, ma lo puo ifare solo in citta dove puoi raggiungere il centro comodamente non qui che i servizi sono solo di bus stracolmi e in ritardo.togliend i ltraffico dal centro lo butti tutto ai limiti della zona kiusa,quindi ci sarebbe il caos automobilistico subito accanto alle transenne..

  • Jolas Rem 11
    27 giu 2008 alle 7:07

    A Bordeaux hanno zona B a pagamento con piloni a scomparsa (metti la monetina e accedi alla strada) e zona A totalmente chiusa e lastricata nella quale circolano solo i tram, ampi parcheggi ai limiti (non dentro) e prezzi agevolati per i residenti (non certo gratis): qui ci sarebbe una sommossa popolare di commercianti e residenti, lì sono tutti contenti. Non potremmo copiare se non loro, almeno Torino, che nel giro di pochissimi anni si è riempita di parcheggi sotterranei e sta chiudendo poco alla volta tutto il centro storico (DOPO avere aperto i parcheggi)? Magari ha ragione mio suocero che mi dice, mentre passeggiamo a Torino “si vede che qui i soldi li hanno spesi: magari un 10 per cento se li saranno fregati o li avranno sprecati, ma il restante 90 lo vedi tutto!”. Cerchiamo di capire qui cosa atrofizza i cervelli dei progettisti e degli strateghi del comune e cosa rende farsesco l’iter dei lavori pubblici, per il resto ha ragione Antony977: ci vuole il coraggio di prendere delle scelte, ma che abbiano un senso!


Lascia un Commento