Articolo
15 set 2017

Sedie legate e auto in mezzo la strada: il caos in via Alcide De Gasperi “grazie” a due posteggiatori abusivi

di Giulio Di Chiara

Il problema dei posteggiatori abusivi non è soltanto una piaga sociale, ma è anche fonte di traffico. Un sinonimo di insicurezza e anarchia che infligge, specie ai residenti, gravi disagi. Vi proponiamo la lettura di questa segnalazione molto eloquente, che speriamo venga presa in carico al più presto dalle Forze dell'Ordine. Carissimi amici di Mobilita Palermo, demoralizzato da una amministrazione che sembra non avere cura neanche delle strade principali della città, vi scrivo per segnalarvi la mancanza di controllo in cui versa, oramai da tempo, Viale Alcide De Gasperi. Se da un lato è stato risolto in parte il problema dei mezzi pesanti che finalmente, dall’inizio dell’estate, non passano più dalla via laterale bensì da quella centrale, anche se molti trasportatori continuano a prendere la via laterale nonostante la presenza di un cartello di divieto, ciò dovuto probabilmente ad una ignoranza del codice della strada, altro grande problema di Viale Alcide De Gasperi, che sembra non interessare a nessuno, è la presenza di due posteggiatori abusivi che hanno colonizzato quelle due aree di svolta presenti all’altezza del Carrefour e del civico 81, sede dell’Avvocatura di Stato, utilizzate oramai a loro piacimento come area di posteggio. La presenza massiccia di auto in queste due aree non fa altro che congestionare il traffico oltre che creare inquinamento acustico. La situazione di queste due aree, ma anche del marciapiede del civico 81, continuamente invaso da motori che impediscono anche il semplice passaggio pedonale, potrebbe essere risolta velocemente con dei dissuasori di sosta come già installati, con successo, in piazza Giovanni Paolo o in via Villa Sofia. I dissuasori fissi impedirebbero il posteggio delle auto nelle due aree così come il salire dei motori sul marciapiede pedonale. I due posteggiatori hanno ormai completamente fatte loro le due aree di svolta, ci sono sedie INCATENATE ai pali, che chiaramente non vengono MAI toccate dagli operatori ecologici, e sacchetti con viveri, per superare la lunga giornata, ripetutamente abbandonati nelle aiuole. Allego foto a dimostrazione che mi dispiace essere state fatte la sera ma si tratta di soggetti da cui è meglio stare lontani durante il giorno. L’area di svolta davanti il civico 81 si trova inoltre in una situazione di degrado accentuata dal posteggio delle auto: mattoni del marciapiede completamente divelti ed assenti. L’installazione dei dissuasori risolverebbe una volta e per sempre sia il problema del posteggio che il salire dei motori sul marciapiede. Le foto che vi invio parlano da sole. Abbiamo inoltrato la segnalazione ai vigili urbani e invitiamo tutti voi a farlo quando riscontrate situazioni del genere. E' doveroso ricordare che la normativa ad oggi non consente azioni efficaci verso chi si dichiara nulla tenente, pertanto non è facile debellare il problema. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 8
Proposta
16 giu 2016

Ipotesi di parcheggio sotterraneo in zona stadio

di Irexia

Qualche giorno fa ero in piazza Giovanni Paolo II e mi sono soffermata sullo stato caotico in cui si trova questa parte di città. Questa zona è fortemente e densamente frequentata: vi sono grossi condomini, numerose attività (ristoranti, bar e negozi), ma anche 2 scuole, un ufficio postale piuttosto grande, un ufficio tecnico comunale, una banca, un supermercato, lo stadio di calcio e quello delle Palme, il Centro Traumatologico Ospedaliero e l'ospedale Villa Sofia. Nella fattispecie, ho avuto modo di osservare come le ambulanze nell'uscire dall'ospedale per raggiungere qualche ammalato o incidentato debbano percorrere la parte terminale di viale croce rossa che definire uno stretto budello è poco e che può quindi essere causa di ritardi nel soccorso; in quest'ultima parte è stata anche fatta una piccola rotonda che, a causa dello spazio ridotto, è molto stretta e basta una macchina posteggiata male per creare problemi. Una situazione del genere non è accettabile. Anche via De Gasperi si riduce spesso a una distesa di lamiere infuocate se pensate che i camion, per raggiungere l'autostrada dal porto, percorrono il viale laterale per potere svoltare in via Ausonia e da lì salire per lo svincolo di via Belgio (se solo ci fosse un tunnel sotterraneo che congiungesse i due punti...): togliere, o almeno ridurre, le automobili posteggiate, faciliterebbe il transito di questi bestioni della strada. Ritengo sia il caso di pensare ad una soluzione. La piazza Giovanni Paolo II è molto ampia e occupata da una grande rotonda con due spiazzi perennemente occupati da auto in sosta (nonché quelle in divieto di sosta): non si potrebbe quindi creare un parcheggio sotterraneo? Il fatto che l'ipotetico parcheggio si estenderebbe sotto la piazza (e non sotto le costruzioni) potrebbe rendere più semplici e meno dispendiose le operazioni di scavo, dato che si potrebbe anche lavorare a cielo aperto e senza preoccuparsi di incontrare pilastri e fondamenta edilizie, quindi senza problemi di stabilità dei palazzi (ovviamente ci saranno delle sottoreti, cavi e tubi, da spostare). Inoltre dovrebbe risultare piuttosto facile creare le rampe di accesso e uscita per gli automezzi e trovare lo spazio per gli ascensori che consentissero ai pedoni l'ingresso da ogni parte della piazza. Poiché parte dell'utenza della zona ha necessità di un posto auto proprio (penso a chi abita nei condomini che non hanno parcheggio interno) e altra parte, invece, ha bisogno di lasciare l'auto solo per il tempo che occorre a sbrigare le proprie faccende, alcuni degli stalli potrebbero essere messi in vendita ai residenti della zona che potrebbero così togliere le loro auto dalla strada, nonché agli uffici che potrebbero trovare conveniente mettere a disposizione dei propri dipendenti gli spazi auto. La zona verrebbe decongestionata e ci sarebbe molto meno caos in superficie.

Leggi tutto    Commenti 2