3 commenti per “
  • belfagor 923
    05 mag 2021 alle 12:38

    Chi ingenuamente pensava che la vicenda delle fioriere di via Parrocchia dei Tartari era stata una piccola disavventura del Comune, sbaglia di grosso: al Comune le aiuole e il verde danno fastidio , preferiscono i cumuli d’immondizia.
    A conferma di ciò basta leggere un articolo pubblicato su “ REPUBBLICA”
    “Rimosse dall’isola spartitraffico le piante dei cittadini: non erano autorizzate”

    “Quell’isola spartitraffico in piazza Busacca, a pochi passi da via Malaspina, da cinque anni era diventata l’aiuola verde del quartiere. Nel tempo in tanti hanno donato una pianta per renderla più bella e ogni mattina Pietro Piraino si occupava di annaffiare il fazzoletto di terra sempre più rigoglioso. Una settimana fa, però, gli operai del Comune, in seguito a una segnalazione dei vigili urbani, hanno smantellato tutto…. portandosi via anche le piante!!!
    Anche questa volta perché l’aiuola non era “autorizzata”.

    Imbarazzata e imbarazzante la risposta dell’assessore Sergio Marino:
    “Le iniziative vanno regolamentate e coordinate con l’amministrazione proprio per la bellezza e il decoro della città……. E’ quello che faremo con piazza Busacca, dove ci impegniamo a sistemare delle piante adatte, considerando che quella è una aiuola spartitraffico con una sua funzione……. Se le piante le sistema il Comune si evita anche il problema dell’autorizzazione per l’utilizzo del suolo pubblico che invece il privato cittadino dovrebbe ottenere”
    In attesa che il Comune sistemi “ delle piante adatte”, i cittadini ammireranno i bei cumuli di “ munnizza” che certamente torneranno ad abbellire questa aiuola spartitraffico.

    P.S. Che fine hanno fatto le piante che i cittadini avevano , a proprie spese, comprato , per evitare che si ricreasse una discarica?

    • Irexia 986
      05 mag 2021 alle 17:25

      Ricordo che dopo 2 giorni ci fu un altro articolo in cui si leggeva che una fioriera era stata portata via nella notte…

  • Orazio 1653
    05 mag 2021 alle 19:10

    Non era un fazzoletto di terra ma erano piante in vaso portate lì da cittadini volenterosi. Non davano fastidio a nessuno, anzi. Adesso spero proprio che il Comune faccia qualcosa di bello o almeno di normale in quello spazio.

    In quella piazzetta lo spartitraffico è stato creato per regolamentare il flusso di auto in modo da evitare tagli di corsia. Ebbene: il disprezzo del codice della strada è totale, tutti e dico tutti effettuano le svolte vietate. Ma giustamente erano i 4 cactus che creavano problemi… :) (p.s.: ironia)


Lascia un Commento