01 lug 2020

Nuova ciclabile via Dante-viale Piemonte, al via i lavori


Palermo – Una nuova pista ciclabile bidirezionale, di circa quattro chilometri, sarà istituita a Palermo. A seguito dell’atto di indirizzo dell’assesore alla mobilità Giusto Catania è stata emessa l’ordinanza che consentirà i lavori del primo tratto che andrà da via Principe di Villafranca a Viale Piemonte.

La nuova pista ciclabile bidirezionale in sede propria coprirà l’ asse Nord-Sud  dalla via Praga  a via Principe di Villafranca e si snoderà lungo i seguenti assi viari: 1) viale  Praga (tratto compreso tra viale Strasburgo e via Ausonia); 2) via Ausonia; 3) viale Emilia,  4) viale Campania;  5) viale Piemonte;  6) via Boris Giuliano; 7) via Giacomo Leopardi; 8) via Piersanti Mattarella (tratto compreso tra via Notarbartolo-e via D. Almeyda); 9) via Piersanti Mattarella (sul marciapiede  tratto compreso tra via via D. Almeyda e via C. Nigra – in promiscuo con i pedoni); 10) via Principe di Villafranca /(tratto compreso tra via Marconi e via Dante).

Da segnalare che il nuovo percorso ciclabile sarà protetto con nuovi cordoli e vernice bicomponente rossa ad evidenziare gli attraversamenti stradali. Scorrerà lungo il lato sinistro della carreggiata (per chi si innesta da via Dante).

Per le auto non sarà più consentita la sosta a lisca di pesce ma verranno creati appositi stalli di sosta in senso parallelo, a destra rispetto alla predetta pista ciclabile, con delimitazione degli stalli a mezzo di segnaletica orizzontale. Idem sul lato destro della carreggiata con la creazione di stalli di sosta, in senso parallelo, delimitati  a mezzo di segnaletica orizzontale. Inoltre saranno

L’unico tratto promiscuo sarà lungo il percorso pedonale che scorre sotto il ponte di Villa Trabia.

Nei prossimi giorni cominceranno i lavori, la cui conclusione è prevista entro il 30 settembre.

 

 

 

 


pista ciclabile via principe di villafrancapista ciclabile viale piemonte

13 commenti per “Nuova ciclabile via Dante-viale Piemonte, al via i lavori
  • punteruolorosso 2431
    01 lug 2020 alle 7:58

    niente di diverso dalle brutte piste con cordolo, la vernice rossa andrebbe usata lungo tutto il tratto, non solo agli attraversamenti. le macchine posteggiate sono un pericolo, per via degli sportelli. le piste sono difficili da spazzare, spesso sono degli immondezzai. non capisco perché fare la pista sul lato sinistro della strada, in corrispondenza della corsia di superamento. uscire dalla pista e immettersi nella strada sarà più pericoloso.
    comunque meglio di niente.
    bisognerebbe copiare dalle altre città, e rinunciare a qualche posteggio.

  • newpa 26
    01 lug 2020 alle 8:07

    Potrebbero anche andare bene se usate. Si stanno buttando un sacco di soldi, togliendoli a chi non può mangiare e poi i ciclisti non le usano, sono in mezzo al traffico, sono occupate dalle macchine e cassonetti e spesso sono dissestate. È solo per dire che le abbiamo fatte? Siamo seri!!!

    • Irexia 875
      04 lug 2020 alle 18:18

      Ti dirò… Io li trovo invece pericolosi, per la forma a cuneo e per il colore scuro come l’asfalto che li rende invisibili

    • Orazio 1439
      04 lug 2020 alle 22:39

      I segnalatori di corsia usati per le piste ciclabili di Barcelona sono facilmente scavalcabili dalle auto, molto più dei cordoli usati a Palermo che garantiscono una separazione maggiore.

      Con ciò non dico che uno tipo sia meglio o peggio dell’altro, è solo questione di civiltà e di rispetto, caratteristiche che a Barcelona sono molto più spiccate che non a Palermo. Lì a Barcelona si vedono intere famiglie con bambini in bici o monopattino, anche col buio, a Palermo la cutura dell’utilizzo della bici sta prendendo piede, quello che non prende piede è la tolleranza zero, anzi sotto zero, per chi infrange le regole. Un paio di mesi di tolleranza zero e sarebbe finalmente la fine del coro di giagulatorie che si alza contro vigili e giunta ogni volta che si fanno tre multe di seguito. Coro sempre orchestrato dai soliti noti, i “nullisti”, i “qualunquisti”, i “forzafascioleghisti”, i “benaltristi” i “commercianti” che parlano loro per tutti, anche per quelli che non gli hanno dato mandato di farlo, e tutti gli “isti” che sono la zavorra di questa città.

      Ricordando che se si infrangono le regole e la vittima è un ciclista, il rischio per la sua salute e per la sua vita è molto ma molto alto.

      P.S.: eppure da ciclista, noto che gli strònzi si trovano spesso sempre negli stessi posti, allo stesso incrocio, presso lo stesso varco, presso lo stesso bar… spesso sono sempre gli stessi strònzi, ma ci vuole tanto a farli smettere?

  • se68 472
    04 lug 2020 alle 10:00

    https://www.google.com/maps/@41.3899649,2.1775984,3a,75y,312.7h,65.38t/data=!3m6!1e1!3m4!1sUTfGWTSL9MaS1a4_–qYPQ!2e0!7i16384!8i8192

    https://www.google.com/maps/@41.3917703,2.1751672,3a,75y,298.93h,78.55t/data=!3m6!1e1!3m4!1sj-vMG5gHv46wnwg1j0souQ!2e0!7i16384!8i8192

    Il cordolo continuo, tipo viale del fante, via dante…è orribile, rende la pista difficile da pulire…e il posto auto accanto è improponibile in strade di grande scorrimento..
    copiare…no?

  • se68 472
    06 lug 2020 alle 10:16

    punteruolorosso,
    sarebbe bello, ma alla Favorita serve un progetto ampio che comprenda viabilità e progettazione in generale di un vero parco urbano, comprese quindi le piste ciclabili. Qua non si va al di là di tracciare una linea di vernice sulla carreggiata…

  • rudi gi 120
    06 lug 2020 alle 22:52

    Avete visto la pista ciclabile di via Dell’Olimpo rivernicita? VERNICE SPRECATA. La detta misera pista nasce a ridosso dei marciapiedi deformati dalle radici degl’alberi. Quindi anche la stessa pista ciclabile in moltissimi tratti è deformata, con pericoli di scontate cadute. Quindi nessuno la usa, forse qualche triciclo. Ribadisco VERNICE SPRECATA. Viste le larghezze delle carreggiate potevano fare le piste ciclabili piu larghe.
    Piuttosto potreste girare questa domanda all’assessore Giusto Catania? ma la segnaletica orizzontale e verticale su Viale Regione Siciliana perche non viene completata in tempi brevi? Quali sono i problemi?


Lascia un Commento