Sovrappasso pedonale via N. Sauro, prossima l’installazione

Spread the love

Tutto quasi pronto per l’installazione del secondo sovrappasso pedonale fra via N. Sauro e via Di Giorgi. Le restrizioni lungo la corsia centrale della Circonvallazione scatteranno nel periodo compreso tra il 19-03-2012  ed il 30-03 -2012, da lunedì al giovedì   nella fascia oraria 22.00-06.00

Di seguito l’ordinanza al traffico con gli schemi delle deviazioni stradali.

Post correlati

28 Thoughts to “Sovrappasso pedonale via N. Sauro, prossima l’installazione”

  1. loggico

    la notizia mi coglie di sorpresa.. se è vero che questa settimana è stato completato il lato monte ed è stato tolto il ponteggio, è pur vero che i sovrapassi attualmente llocati nel parcheggio nina siciliana sono senza dubbio ancora non pronti all’istallazione.. ricordo bene che quando è stato completato il sovrapasso di via petralia sottana la struttura era gia pronto.. era gia percorribile.. i ponti in costruzione sono ancora col solo scheletro… niente pareti laterali… niente vetri blindati.. pavimento.. illuminazione.. lo posizioneranno è poi ci lavoreranno?

  2. Metropolitano

    STUPENDO ! 😀 Finalmente montano un altro ponte, ma vedrò il montaggio solo se tornerò in questi giorni (prevedo di tornare a Palermo la prossima settimana). Ma ovviamente credo si dovrà attendere qualche altro mese per l’inaugurazione. Speriamo che adesso il semaforo pedonale sottostante sia definitvamente disattivato !

  3. pinowolf

    oltre al semaforo sottostante dovrebbero spegnere anche quello successivo…anzi io li spegnerei tutti e metterei delle belle barriere per impedire l’attraversamento selvaggio

  4. Metropolitano

    Hai due volte ragione, pinowolf.
    Considerando il fatto che l’altro semaforo dista a meno di 300 metri (in linea d’aria 270m quello di via di Blasi dal sovrappasso Nazario Sauro), si può spegnere anche quello, così come doveva essere spento quello vicino via Perpignano. Anche le barriere sono un intervento essenziale, sia per impedire l’attraversamento selvaggio, sia per ridurre la probabilità di incidenti mortali per i viaggiatori, di cui uno di loro che era di Terrasini che percorreva la pista in direzione TP, ha perso la vita proprio sbattendo contro uno di quegli alberi, nel tratto senza guardrails. Il tratto senza guardrails infatti viola ogni norma di legge sulla conformità .

  5. rasputin

    @ Metropolitano

    volevo ricordarti che la circonvallazione è una strada urbana…quindi quali guardrails?
    si deve procedere ad una velocita’ cittadina!
    e poi per le moto, il guardrails è molto pericoloso, causa di incidenti mortali e anche di gravi mutilazioni.

  6. Metropolitano

    Ecco, …ed io vorrei ricordarti che 70 km/h non è una velocità urbana, e a parte che nel tratto in questione negli altri tratti non mancano guardrails. E poi se hai visto il video n.4 “che programmi hai” saprai bene che i politici candidati non la intendono come Strada Urbana come dici tu. E’ di scorrimento. Faraone disse che bisogna renderla percorribile tra le autostrade mentre in parte per la mobilità interna, anche se non sono d’accordo su ciò che dice sul flusso traffico che insaturisce ogni giorno l’arteria che abbiamo. Solo le corsie laterali vanno intese come strada cittadina (le carreggiate laterali), mente la tangenziale di fatto cioè le corsie centali della circonvallazione servono più per l’attraversamento da una autostrada all’altra come in tutte le città. E questo è lecito. Bisogna renderla tutta scorrevole, ma non per la città in se, bensì per i viaggiatori. Forse quel giovane che da Catania stava tornando a Terrasini che ci ha lasciato la pelle andava oltre 80-90 per morire così. Bisogna distogliere alla gente l’idea che questa arteria, parlando delle carreggiate centrali, serva per la città. E coi mezzi pubblici efficienti (in futuro), non ha senso percorrere la circonvallazione per andare per esempio da Bonagia a via Belgio. E’ chiaro che bisogna anche spegnere quei semafori, perchè non ha senso ancor’oggi nel 2012 che un pedone blocchi l’elevata mole di flusso veicoli perchè esso si rifuta di passare dalla struttura ià costruita e, benchè realizzata da privati, costata parecchio. Nelle altre strade, quelle cittadine, invece non hanno realizzato dei ponti, per esempio via Basile. Quella sì che è una strada urbana.
    E se percorri il Viale Regione, noterai la presenza di guardrails su quasi tutto il tracciato. Quasi, perchè mancano le barriere in qualche breve tratto, quello per esempio tra Sottopasso Einstein e via Perpignano. Installeranno gli autovelox per sicurezza, ma non si può pretendere che nell’uinca tangenziale che per ora esiste, si proceda sotto i 60 km/h pena intralcio traffico neanche nella corsia di marcia normale.

  7. Metropolitano

    rasputin, sei l’unico che mi ha detto che i guardrails sono pericolosi. Avrei perfino dovuto fare a meno di risponderti, tanto…
    Non avevo mai saputo nè creduto che le barriere di protezione fossero pericolose. Allora in tutte le altre autostrade e tangenziali le dovrebbero levare, giusto ? Rispetto la tua opinione.

  8. Giovanni

    si in effetti sono pericolosi e lo dimostra questa foto
    http://www.motociclisti-incolumi.com/public/images/guardrail-golf.jpg

    http://www.sardegnaconsumatore.it/articolo/cassazione-su-sicurezza-stradale-anas-responsabile-guard-rail-pericolosi
    andrebbero sostituiti con i New Jersey fra l’altro più possenti e in grado di reggere urti di mezzi pesanti in questo senso in molte parti d’Italia si sta già provvedendo, e quello che è stato fatto in via Lanza di Scalea va bene, il probelam è che la circonvallazione di Palermo nn è una tangenziale perchè ha numerosi svincoli molto vicini alle strade urbane, a Milano, Torino, Roma ecc. ci sono delle lunghe corsie di decelerazione, accelerazione con rotonde ecc.. che permettono di moderare la velocità, tutto questo perchè quando è stata costruita nn si è pensato a un piano regolaotre serio e si è costruito a monte senza regole così che oggi appare come una città divisa in due…

  9. emmegi

    Stamattina stavano smontando la recinzione di cantiere attorno alla spalla. Credo che adesso la carreggiata laterale sia finalmente libera dalla strozzatura che negli ultimi mesi ha creato accodamenti.
    Non dovrebbe essere difficile che qualcuno che abita in zona possa confermarlo.

  10. Metropolitano

    I guardrails dovrebbero essere semplicemente a norma di legge, sia sulla asse tangenziale che scorre lungo il tessuto urbano, che sulle autostrade ! E’ una strada di scorrimento e non va scambiata per una strada cittadina, poichè per quella funzione ci sono già le carreggiate laterali del Viale Regione.

  11. Metropolitano

    Cioè è chiarissimo! Le carreggiate laterali del Viale Regione stesso sono a servizio per la città,
    mentre quelle Centrali servono per lo scorrimento. MA NON intendo scorrimento da un quartiere all’altro della città, ma piouttosto per Scorrimento da un’autostrada all’altra lungo la città. Dato che è l’unica arteria.
    Altrimenti il povero viaggiatore che va verso l’aeroporto, mettendo caso che proviene da Cefalù avrebbe come alternativa di fare tutte le vie cittadine con tutto i ltraffico che già i cittadini palermitani devbono sopportare. NON e’ giusto che anche i viaggiatori possibilmente non residenti a Palermo devono subire gli stessi disagi delle strade cittadine. il Viale Regione dunque è l’unica arteria che non va considerata cittadina, non per nulla hanno istituito i limiti di velocità a 70 km/h. In una strada veramente urbana (e non a tre corsie per senso di marcia di cui una d’emergenza) questo limite sarebbe esagerato, perchè si va massimo a 40.

  12. se68

    La verità è che la Circonvallazione di Palermo allo stato attuale è un orrendo ibrido…
    Non è proprio una tangenziale, non è nemmeno una arteria urbana.
    Oggi, questi ponti pedonali, peraltro esteticamente piuttosto gradevoli, contribuiscono ad aumentare la confusione. Questo perché ricordano i ponti pedonali, tristi perché sempre deserti, presenti nelle autostrade.Linguaggio autostradale in piena città….!
    Insomma per quanto risolvano il problema dell’attraversamento, detti ponti contribuiscono a complicare il “caso” Circonvallazione.

  13. Metropolitano

    @se68
    Sono fatti apposta perchè la mole di traffico del Viale Regione in realtà non si adatta alla presenza attraversamenti semaforici, e alcuni li volevano anche per abbandonare gli attraversamenti interrati, cioè non passando di sotto, perchè possono essere presenti tossicodipendenti e delinquenti nmei sottopassaggi pedonali, anche se io francamente non ne ho mai incontrato uno dal vivo. E in ogni autostrada i cavalcavia sono sempre presenti, onde evitare tappi di ogni genere. Ti immagini se senza cavalcavia noi viaggiando dovremmo fermarci per ogni incrocio in autostrada ? Lo stesso vale per il Viale Regione che ormai è senza incroci ma con dei semafori pedonali, e anche quelli vanno rimossi perchè non sono abbastanza sicuri per i pedoni e non favoriscono certo la circolazione nell’arteria quando con quei bottoni qualcuno ci gioca. Non sono stati creati altri semafori pedonali, ma dei ponti proprio per svolgere la funzione di attraversamento sicuro. Anzi i semafori rimasti vanno spenti tutti. Ci auguriamo che non appena i politici si accorgono della stupida idea di quei semafori pedonali, un’idea partorita decenni fa da altre belle menti politiche e non, li facciano disattivare subito . Oltretutto non ha alcun senso che si fanno quei cavalcavia e poi si lasciano i semafori accesi per dare un’alternativa ai pedoni che non vogliono passare dal ponte per cavoli loro. No, giammai, quei ponti non sono alternativi, perciò i pedoni ormai devono passare di sopra, dalle strutture sostitutive appena create. Allora che facciamo analogamente: creiamo un sottopasso viario sotto la ferrovia allo scopo di far passare le macchine senza il tappo del passaggio a livello, e poi quest’ultimo non lo sopprimiamo ??
    Nell video, MobPA ci ha detto appunto che con quei semafori pedonali si penalizza appunto il nostro aeroporto e non solo la città. E così tutta la provincia, per un asse tangenziale fatto apposta appunto per lo scorrimento tra autostrade e solo a questo dovrebbe servire, perchè per il servizio alla città sono più che sufficienti le carreggiate laterali dello stesso Viale regione.

    Se avessi tutti i punti di vista dei lettori, potrei pensare come loro al fine di spiegarmi meglio e rendere il concetto esplicitamente chiaro e totalmente comprensibile.

  14. se68

    [email protected],
    insomma, a te sta bene un’ autostrada, con tanto di guardrail,sovrappassi pedonali ( a ‘sto punto costruiamo anche autogrill e aree di sosta) che passa nel cuore (ormai) di una città…tanto ci sono le corsie laterali!
    La circonvallazione in realtà, a mio avviso, dovrebbe essere trasformata radicalmente, previa costruzione di VERA tangenziale più a monte, in una strada urbana.
    A questo punto si potrebbe procedere alla rimozione dei paradossali sovrappassi in oggetto, anche se al momento utili.

  15. Metropolitano

    A me in fondo sta bene così.
    Che possiamo farci se è stata concepita così il Viale Regione ? L’alternativa alla sua chiusura (ma tanto non la chiuderano mai) è realizzare la nuova tangenziale, ma anche in questo caso non credo che la trasformerebbero in una strada urbana come dici tu. E poi che senso ha se già esistono le corsie laterali per questo ruolo.
    Ma poi che fastidio ti da ? In tutte le grandi città ne esiste almeno una. Se Palermo fosse piccola, cioè meno di 50.000 abitanti darei ragione alle tue contrarietà sulla sua presenza. Anche Reggio Calabria ne ha una, lo sapevi ?

    Autogrill ? Hmm, c’è già un’area di servizio, che avrebbe il nome di Bonagia Sud-Est (in direzione Messina), dove ci si può anche rifornire di metano. Dall’altro lato non c’è
    Un’autostrada urbana la servizio del trasporto su gomma non dovrebbe mai mancare nelle medie e grandi città.

    Rimuovere i sovrappassi ? Siccome sono costati cari alla SiS costruirli, perchè non paghi te stavolta le spese di demolizione ?

  16. se68

    A Reggio la strada che tu citi è molto più defilata dal tessuto urbano, come appunto dovrebbe fare una tangenziale; a Palermo ormai, come ben noto, la circonvallazione attraversa in pieno la città, dunque una tangenziale per Palermo è più che necessaria.
    Peccato che per te invece non serve, visto che ci sono le corsie laterali…..e ora i sovrappassi..
    Contento tu, ti invito però a osservare gli studi fatti dalla facoltà di architettura, anni fa, su come potrebbe essere trasformata questa strada, anche con parziali interramenti e quindi sulle potenzialità che avrebbe come asse urbano, dotata anche di nuove architetture di contorno.
    Ma no, qua si esulta per dei sovrappassi autostradali!

  17. mediomen

    Ma rimanendo nel reale, che possibilità abbiamo di avere una vera tangenziale a Palermo? Quasi nulle, non riusciamo ad avere neanche il raddoppio del ponte Corleone figuriamoci!!! Questa è la tangenziale per adesso è dobbiamo renderla tangenziale a tutti gli effetti.

  18. Roberto79

    concordo a Palermo non si risolve si tampona…… a tal proposito qualcuno sà dirmi il 3 sovrappasso quello di via nave che fine ha fatto? hanno creato la struttura centrale e basta. VERGOGNA

  19. Metropolitano

    @se68, a me non importa se la circonvallazione di Reggio è esterna o quella di Palermo interna. Basta che esista. Poi se ne realizzano un’altra esterna non ho nulla da obiettare, anzi ne sarei entusiasta, ma ripeto la priorità è rendere percorribile il Viale Regione anzichè leggere certi commenti circa la rimozione dei nuovi sovrappassi pedonali freschi di costruzione, o che noi Palermitani dobbiamo sciacallare come degli ingordi per avere tutto e fare i pigliatutto, come se le carreggiate laterali non fossero sufficienti per il traffico cittadino. Le carreggiate centrali è giusto che vadano al servizio ai viaggiatori e pendolari. Purtroppo c’è sempre qualcuno che si lamenta sulle novità o sui cambiamenti, e sono un po dispiaciuto di ciò.

  20. se68

    Figurarsi se a me, che rivolterei questa città come un calzino, le novità o i cambiamenti non facciano piacere..
    .Il punto è, quali novità? quelle che cambiano per non cambiare nulla?
    Ripeto, va bene, così si risolve ( sebbene esclusivamente in 4 -5 punti di una strada lunghissima) l’attraversamento pedonale, ma il muro di Berlino resta sempre lì.
    La circonvallazione va ripensata radicalmente, questa è la semplice verità.

  21. rujari81

    @Roberto79
    La sis sta semplicemente seguendo un cronoprogramma.Questi sovrapassi fanno parte del progetto della linea 3 del tram e dovevano essere fatti più in là nel tempo,ma a causa dei tanti incidenti mortali al incrocio perpignano con una varriante al programma voluta dal comune,la sis ha iniziato a costruire i sovrapassi,assegnando ovviamente delle priorità e considerando quello di via nave il meno urgente.
    Hanno costruito il pilastro centrale d’estate per non creare disservizi stradali dopo.Non c’è nessuna Vergogna.

  22. Metropolitano

    @rujari81 non c’è vergogna, se non fosse che il semaforo vicino al primo ponte è ancora attivo. Non avevano per caso creato questi ponti con un anticipo notevole per colpa dei morti al semafori perpignano ?
    Questo anticipo era una giustificazione buona, ma eppure il semaforo è ancora acceso. La giustificazione è ormai vanificata del tutto. E per questo (non-)risultato dobbiamo ringraziare il caro ridente Diego se siamo a questo livello.

  23. mediomen

    @ Metropolitano, non tocca alla SiS di chiudere il semaforo o i semafori, la SiS costruisce quello progettato e basta, E come se la SiS ti installasse il lavandino di casa tua e poi è responsabile se tu non ti lavi!

  24. Metropolitano

    @mediomen
    Infatti, ci vuole un’ordinanza Comunale per inviare i tecnici a disattivarli, e non sto dunque dando colpa alla SiS che anzi sono stati bravi e gli unici a realizzarli. Credevi che io non lo sapessi, scusa ?

  25. mediomen

    Esatto Metropolitano, la lungimiranza e la solerzia dei nostri amministratori è ben nota!

  26. loggico

    oggi cartelli di divieto di sosta e fermata sono posti nei pressi delle torrette.. i ponti confermo non sono pronti.. sono curioso di vedere come li posizioneranno..

  27. loggico

    confermo che i ponti non sono pronti..insomma non sono stati posizionati.. a vederli da fuori sembrano pronti ma non si vede ovviamente l’intermo.. ad ogni modo ricordo le operazioni di carico sugli autoarticolati.. stamani al parcheggio non v’era traccia…

Lascia un commento