7 commenti per “
  • velio42 6
    13 ott 2020 alle 13:28

    Si chieda al Prefetto di chiudere il ponte perché pericoloso. Quando scoppierà il caos, vedremo se il modello Genova sarà applicato anche al Sud !!

    • peppe2994 3474
      13 ott 2020 alle 15:37

      Nessuno si assumerebbe mai questa responsabilità. Da quel ponte dipende tutta la città e la provincia, quindi si tira avanti sperando che nessuno ci rimetta la vita. Quando il danno sarà fatto, la procedura sarà diversa, lo abbiamo visto tante volte. Se non c’è emergenza non si muove nulla. Genova è il caso più clamoroso, ma non certo l’ultimo.

      Questo è un discorso molto generale. Basta vedere tutti i pronti crollati fino ad ora, inclusi gli ultimi dopo il recente alluvione in Piemonte. Tutti a rischio, tutti i noti, ma finché non crollano…non si interviene.

      • velio42 6
        14 ott 2020 alle 9:03

        Il che significa che, al di la delle passerelle elettorali, i fatti di Genova no hanno insegnato niente. Vuol dire che, con animo rassegnato, tipicamente italiano, aspetteremo la tragedia, i pianti e le conseguenti passerelle politiche, per, forse venire a capo di una tragedia annunciata e trascurata. Spero tanto di sbagliarmi.

  • belfagor 786
    14 ott 2020 alle 9:06

    Mentre non c’è nemmeno un euro per monitorare i ponti Corleone e Oreto, che si trovano da tempo in precarie condizioni, il Comune stanzia 20.000 euro (più IVA ) per la stampa di 500 copie e la promozione di una pubblicazione/catalogo sulla Street art a Palermo.
    Come si vede le priorità dei nostri “ amministratori” sono altri .

    • Irexia 908
      14 ott 2020 alle 11:14

      Ho letto l’articolo che in finale recita così: “La spesa massima prevista, pari a 20.000 euro oltre Iva per la pubblicazione di 500 copie e la relativa promozione, TROVA COPERTURA NELL’INTROITO DELLA TASSA DI SOGGIORNO”.
      Mi sa che i soldi che provengono da questa tassa sono vincolati alla promozione turistica, non possono essere dirottati verso altre finalità, per legge, quindi per disposizione inderogabile da parte del Comune.

    • peppe2994 3474
      14 ott 2020 alle 14:48

      Ahi, stavolta hai preso un abbaglio. Magari l’iter e le fonti di finanziamento per stampare un libro siano le stesse che per progetti da decine di milioni.

      • belfagor 786
        15 ott 2020 alle 7:38

        No Peppe , quì si parla semplicemente di un monitoraggio periodico.
        Non lo dico io ma il dirigente del settore Infrastrutture del Comune di Palermo
        “Il Comune non ha né il personale né i fondi per controllare e valutare la sicurezza dei ponti della città, compreso quello al centro di mille attenzioni: il ponte Corleone sulla circonvallazione.”
        Per la manutenzione l’Amministrazione aveva in bilancio solo….1 milione di euro che però non sono più disponibili


Lascia un Commento