6 commenti per “
  • Normanno 474
    21 set 2020 alle 1:00

    Sbagliata l’affermazione contro tutti ,io sono a favore quindi non contro tutti,come scritto sopra (condivido in pieno) eliminare la sosta,le radici,fare i cordoli e riasfaltare eliminando chiusini e avvallamenti ,le piste ciclabili avvicinano Palermo alle moderne città europee e ai moderni modelli di mobilità sostenibile e ci allontano dalla terronia tanto cara a molti miei concittadini.Del resto ben mi ricordo che chi scrive oggi contro le piste era contrario anche alla pedonalizzazione di via maqueda. Fosse per loro Palermo dovrebbe restare quel cesso di città che era negli anni 60,70,80 90. Andare avanti, migliorando, accettando le critiche,ma andando avanti .Invito personale all’assessore Catania :Non ti curar di loro ma guarda e passa come diceva il sommo poeta nella divina commedia.

  • Orazio 1484
    21 set 2020 alle 7:49

    Va in onda su questo schermo un film già visto con la ZTL. e con il tram. Ogni volta che si realizza qualcosa che migliora la città si scatena il putiferio con motivazioni insussistenti.

    Catania non è contro tutti, non è contro di me.. Continui assessore. e non si curi di loro.

  • simbar 40
    21 set 2020 alle 9:06

    Il panormosauro e la sua innata capacità di bofonchiare sempre lamentele, giusto per il gusto di farle. Perché qui non si tratta di critiche costruttive, si tratta solo di lamentarsi che qualcosa venga fatta ma mai nelle modalità e nei tempi da voi previsti (e.g. prima facciamo il tram, poi la metro e poi penseremo alle piste). Leggo di gente che sulla pagina di A. Passalacqua quasi intende giustificarsi se, beccato il traffico, invade la corsia d’emergenza o in questo caso la pista ciclabile e comprendo che probabilmente per anni si è stati abituati a poter fare il cavolo che si voleva e realizzo perché vi dà tanto fastidio vedere intaccato il vostro privilegio di usare l’auto per poterla mettere direttamente davanti al posto in cui si deve andare, magari parcheggiandola sopra il marciapiede perché tanto chi se ne frega. La ciclabile non è perfetta? Probabilmente è vero ma è migliorabile e va estesa. Togliendo le auto dalle strade e quell’aria irrespirabile. Mettendo i cordoli. Per cui Assessore: non si fermi. Anzi, diamo fastidio e investiamo di più per non rendere questa città il cesso che era, per chi non usava l’auto.

    Se solo tutta questa voglia di lamentarsi sempre e comunque fosse ben indirizzata, a quest’ora magari avremmo visto la predisposizione del bando per il bando del ponte Corleone da parte di questa amministrazione o di altre opere importanti e già negli anni passati tutte le giunte si sarebbero adoperate per rendere Palermo una città più apprezzabile anche dal punto di vista ecologico, organizzando per bene la differenziata per esempio. Ma capisco il disegno che c’è dietro questa continua litania di lamento.

    E in futuro spero che ci sia qualcuno che sappia proporre una visione per questa città, non un ritorno al passato, però l’importante è votare qualcuno non per le sue idee ma perché non è l’attuale sindaco che non sarà il migliore dei primi cittadini ma davanti a me io vedo solo deserto e proponitori di bus elettrici (che, per intenderci, andrebbero comunque in queste strade trafficate invivibili ma pariamoci gli occhî col prosciutto).

  • Dahfu 161
    21 set 2020 alle 17:53

    Avanti tutta con le piste ciclabili! Queste ultime, a mio avviso, sono le prime che si avvicinano ai modelli europei. Certo le eventuali critiche, se costruttive, dovrebbero essere ascoltate per costruirne di ancora migliori. Se, inveve, la critica è sterilmente gattopardesca…

  • Orazio 1484
    23 set 2020 alle 13:46

    “Ho verificato in prima persona e all’infortunistica della polizia municipale non risulta alcun incidente – ha dichiarato qualche giorno fa -. Per questa ragione, ho detto al comando di procedere con l’individuazione e la denuncia di tutti quelli che sui social postano foto di falsi incidenti. Sono tutte fake news. C’è in atto – ha aggiunto l’assessore – un tentativo di delegittimare le piste ciclabili attraverso campagne sui social. Un allarmismo ingiustificato e una parte della politica va dietro a queste false notizie”.

    Ha il mio appoggio, assessore Catania.


Lascia un Commento