2 commenti per “
  • belfagor 645
    09 nov 2019 alle 5:58

    Caro Orazio , hai fatto bene a ricordare tale notizia. Si tratto certamente di un ottimo progetto, che è stato realizzato dall’Autorità Portuale , e ciò è importante perché conferma che si tratta di un progetto serio e fattibile.
    Come ha dichiarato il Provveditore alle opere pubbliche di Sicilia e Calabria, Gianluca Ievolella “Per realizzare l’opera occorreranno 5 anni e dovrebbe costare 1,2 miliardi di euro”.
    Come ha ricordato vice ministro per le Infrastrutture Giancarlo Cancelleri. “ Palermo è l’unico capoluogo di Regione a non avere una bretella”.
    L’opera è stata definita come “ il passante autostradale di Palermo” che permetterà di evitare il traffico di viale Regione Siciliana. L’infrastruttura, che sarà lunga circa 12 chilometri, potrà essere finanziata attraverso il programma di fondi europei ‘Ultimo miglio’, che serve a realizzare il collegamento tra gli hub portuali e aeroportuali e la grande viabilità autostradale
    Ora bisognerà procedere al reperimento dei fondi .
    Speriamo che la Regione e il Comune di Palermo facciano la loro parte, ma l’assenza di loro rappresentanti a questa presentazione, non è un buon segnale.

  • belfagor 645
    09 nov 2019 alle 13:10

    Concordo sul fatto che questo progetto del nuovo tunnel ad oggi è solo un’ipotesi .
    Certamente bisogna trovare i finanziamenti e inoltre il progetto non è ancora ben definito.
    Però sostenere che “non servono opere colossali come questa per rendere ancora più scorrevole e sicura la Circonvallazione di Palermo” mi sembra una tesi discutibile
    Quando si sostiene che “ gli attuali progetti di raddoppio del Ponte Corleone e sottopasso Perpignano, sono in fase di redazione.” mi sembra che tale affermazione sia molto ottimistica
    Salvo che l’amico Antony Passalacqua ha notizie diverse , a me risulta che il progetto del raddoppio del Ponte di Corleone e fermo e del sottopasso Perpignano si sono perse le tracce ( e forse i finanziamenti).
    Certamente queste opere al momento hanno la copertura finanziaria ma bisognerebbe accelerare i tempi, infatti il 31/12/2019 ( salvo proroghe) i finanziamenti saranno persi.
    Infatti, per quanto riguarda il Ponte Corleone , entro tale data bisogna:
    • Pubblicare la gara e conoscerne l’esito (3 mesi circa, previsione molto ottimistica, senza ricorsi);
    • Ri-progettazione delle due bretelle laterali (3 mesi circa);
    • Approvazione del progetto;
    • Nuova gara per i lavori da 17 milioni.
    C’è la farà il Comune a rispettare il termine tassativo del 31/12/2019 ?
    Inoltre , come sostiene il vice ministro per le Infrastrutture. “ Palermo è l’unico capoluogo di Regione a non avere una bretella” e non mi sembra che il comune si sia mai posto il problema.


Lascia un Commento