30 ott 2014

Il parcheggio costato 4,7 milioni di euro utilizzato per la Fiera dei morti


Finanziato dalla Comunità europea, costato  4,7 milioni di euro e 620 stalli, con cinque posti pullman e 15 moto,  il parcheggio di via Nina Siciliana rappresenta assieme al parcheggio Basile, una delle tante aree parcheggio che non ha mai espresso le proprie potenzialità  soprattutto per via dell’assenza di seri provvedimenti sulla mobilità.  Oggi l’intera area  ad ospitare la “Fiera del 2 Novembre” o più comunemente “Fiera dei Morti”. Il copione degli anni precedenti si ripete anche quest’anno.

 

Qui di seguito uno stralcio dell’ordinanza:

 

 

nina siciliana

 


commemorazione defuntidisegna il tuo natalefiera dei morti palermofiera del 2 novembrefiere di natalemercatini di nataleparcheggi palermoparcheggio basileparcheggio via nina sicilianavia basile palermovia ernesto basile

14 commenti per “Il parcheggio costato 4,7 milioni di euro utilizzato per la Fiera dei morti
  • huge 2202
    30 ott 2014 alle 12:22

    Onestamente non capisco il senso dell’articolo.

    Per 5 giorni si utilizza un’ampia area adibita a parcheggio per una fiera popolare. Dove starebbe lo scandalo?

    In che modo questo è legato al mancato utilizzo del parcheggio nei restanti 360gg dell’anno?

    Dove sarebbe quindi stato giusto realizzarla la fiera?

  • Mr.Head 242
    30 ott 2014 alle 12:36

    Credo che il problema non sia legato alla Fiera ma al non utilizzo di questo grande parcheggio per la mobilità!!!!!

  • huge 2202
    30 ott 2014 alle 12:49

    Se l’intento è quello di sollevare il problema dell’ennesimo parcheggio costruito spendendo fior fiore di quattrini e poi virtualmente inutilizzato, l’articolo è impostato malissimo. Legarne il sottoutilizzo alla fiera non ha alcun senso, visto che parliamo di un evento che dura un fine settimana. Avrei potuto capire se lo spazio fosse stato dato in concessione stabilmente. Allora sì che il titolo avrebbe avuto senso.

    Il problema di questo parcheggio, così come quello di via Basile, è che il comune li ha realizzati semplicemente perché doveva spendere dei fondi o li avrebbe persi. Per cui nessuna programmazione, nessun piano d’inserimento dei parcheggi nell’ottica di uno schema generale della mobilità cittadina, nessun programma AMAT che li renda punti di snodo, nessun incentivo ai palermitani (già notoriamente restii a lasciare la propria auto) perché li utilizzino. Siamo sempre alla solita questione di fondo. Il comune realizza qualcosa per poi abbandonarla totalmente a se stessa. Forse pensano che le opere siano in grado di gestirsi da sole.

  • Mr.Head 242
    30 ott 2014 alle 13:04

    Cmq fondi spesi male in un’opera che si trova in posizione poco favorevole soprattutto come punto di snodo!

  • antony977 166103
    30 ott 2014 alle 13:43

    Una settimana o tre giorni, la sostanza non cambia. queste sono aree adibite a parcheggio. Inutilizzate e non si possono sfruttare per altri scopi. Ogni anno è la stessa storia e puntualmente arrivano le segnalazioni dei residenti di marciapiedi distrutti o alberi tranciati per far posto agli stand.
    ragazzi tollerando queste cose, finiremo per non accorgerci più di nulla.

  • klone123 96
    30 ott 2014 alle 15:00

    A Cammarata non dovrebbe essere permesso neppure mettere anche solo un alluce in territorio palermitano o siciliano. La distruzione sociale, economica e fisica di Palermo degli ultimi 10 anni è colpa sua e di chi gli è andato dietro. E il bello è che tanti precari o delinquenti (tengo a precisare che non c’è nessuna correlazione tra le due categorie) se la prendono con Orlando. Nei paesi civili la gente saprebbe discernere le responsabilità reali e andrebbe sotto casa dei responsabili con torce e forconi.

  • CinoMedium 169
    30 ott 2014 alle 15:40

    Che bello cosi tutte le macchine PORCHEGGIATE per andare alla Fiera sosteranno sul Viale Regione Siciliana. Ricordate l’anno scorso? Erano PORCHEGGIATE sulle aiuole tra la corsia laterale e centrale. EVVAI.

  • klone123 96
    30 ott 2014 alle 15:52

    Non ho sbagliato articolo. Questo parcheggio è stato fortemente voluto da Cammarata, è costato l’ira di Dio, l’area poteva essere sfruttata meglio se non addirittura destinata a un diverso utilizzo. E invece ce lo ritroviamo sempre deserto. Questo è uno sperpero di risorse pubbliche ad opera di (de)menti eccelse che non sanno neppure cosa vuol dire “governare un territorio” e “fare programmazione”. Se si utilizza un posteggio per concederlo al commercio privato (per uno o due mesi all’anno) e non per utilità pubblica per la restante parte dell’anno, c’è solo il fallimento dell’intelligenza. Ma fosse solo questo l’errore di Cammarata…

  • Fulippo1 1354
    30 ott 2014 alle 16:05

    Infatti il problema e la questione dell’articolo, pone all’attenzione la solita solfa, e cioè che il parcheggio dovrebbe servire semmai a far parcheggiare le auto che alla fiera si recano.

    COme al solito viene organizzato un evento, bello o non bello quello non è rilevante, senza predisporre di nessuna pianificazione relativa al contesto.
    E come al solito si vedrà di tutto di più in questi giorni.

  • Gr.685 7
    30 ott 2014 alle 16:10

    Per klone123
    L’area era destinata a parcheggio nel PRG vigente redatto sotto la prima giunta Orlando.

  • peppe2994 3062
    31 ott 2014 alle 15:32

    Secondo me gli estremismi non fanno mai bene.

    Il parcheggio in questione è collocato esattamente al capolinea di diverse linee che ti portano in centro dalla stazione, al Politeama, allo stadio.
    Dire che non è stato fatto nulla per incentivare la mobilità è una falsità.
    C’è un parcheggio e c’è un terminal bus. Se la gente non lo usa perché deve andare a posteggiare la macchina fin dentro il negozio sicuramente non è colpa del comune.

    Poi, preferivate un palazzone al posto di quello spazio?
    Sarà anche un parcheggio, ma visto che più di 20 macchine (30 quando va bene) non ci sono mai sfruttarlo come “spazio polifunzionale” non è un’idea malvagia.
    E’ vero che poi le macchine si vanno a riversare una sopra l’altra a cavolo, ma avete altre aree in mente per questo genere di mercato (che sottolineo per me è una emerita porcata in confronto ai mercatini stagionali da Verona in su)?

    Se trovate una soluzione migliore scrivetela così magari per il prossimo anno il comune ci fa un pensierino.
    Ad esempio sarebbe stato meglio a parcheggio Basile che è più grande e ci sarebbe stato posto sia per le auto che per il mercato.


Lascia un Commento