25 feb 2012

Roseto Piazzale Campania ripulito ma deserto


Dopo l’ultimo nostro servizio sul roseto abbandonato, i media hanno diffuso dichiarazioni degli uffici competenti circa l’imminente inizio dei lavori.

Ricordiamo che l’enorme ritardo accumulato è stato dovuto ad una rivisitazione del progetto che mancava di rampe per disabili (complimenti ai progettisti). Sempre stando alle dichiarazioni, la ditta responsabile dei lavori, dopo aver accordato i nuovi lavori senza oneri aggiuntivi, avrebbe ripreso i lavori.

Il 21 Febbraio alle ore 12.05 la situazione era questa:

Sterpaglie completamente rase al suolo. Tutta l’area da ripulire ma nessun movimento nel cantiere, completamente deserto di operai.

…soltanto un mezzo spento lì tra i vialetti del roseto.

Diffidate sempre più dalle dichiarazioni davanti i giornalisti e le telecamere. La realtà dimostra che la maggior parte delle volte ciò che dicono non accade.

 


AMBIENTEgiardini pubblicigrisafiroseto piazzale campaniaviale campania

9 commenti per “Roseto Piazzale Campania ripulito ma deserto
  • tasman sea 20
    25 feb 2012 alle 7:27

    adesso che si sono mangiati tutti i soldi, ci metteranno quattro arbusti striminziti e li faranno seccare, come alla zisa con gli aranci, e al tribunale.
    non diamo la colpa solo alla gesip o al coime, la colpa è anche dell’ignoranza e cattiva fede politica.

    restituiscano lo spazio ai cittadini, e lascino che siano loro a piantarci le rose.

  • tasman sea 20
    25 feb 2012 alle 7:30

    bastavano quattro vialetti e un po’ d’acqua.
    volete vedere che quelle vasche sono impermeabili, e non consentiranno alle radici di svilupparsi?

  • xemet 427
    25 feb 2012 alle 11:03

    Questo “roseto” conviene ricoprirlo interamente di terra e farci un fazzoletto di prato. Mi verrebbe da dire che qualsiasi cosa sarebbe meglio di questa specia di giardino funerario, quasi rimpiango le sterpaglie di prima.

  • se68 434
    25 feb 2012 alle 22:52

    ..io sarò fissato con ‘sto “roseto”,
    ma oltre la la bruttezza intrinseca del progetto, la cosa più agghiacciante resta il fatto che sarà diviso dal preesistente giardino di villa terrasi con apposita cancellata; pertanto una recinzione all’interno di un’altra recinzione!
    Perché si è perseguita tale scellerata strada, quando sarebbe stato ovvio prolungare villa terrasi con lo stesso linguaggio e stesse essenze arboree?
    Sarebbe interessante chiederlo a chi di competenza.
    Forse bisognava regalare qualche incarico e/o appalto a qualche amico?
    In ogni caso ribadisco la qualità vergognosa di questo progetto ( redatto da un geometra e un “artista”)
    Quoto xemet.

  • yattaman 56
    26 feb 2012 alle 8:11

    orribile, ma poi tutto questo cemento!!! non si sarebbe potuto fare un piccolo polmone verde alberato, anzichè questa schifezza


Lascia un Commento