18 ott 2010

Sempre più Tram!


E’ già cominciata da alcune settimane la “copertura” del percorso tram della linea-1, che ricordiamo, sarà la prima ad entrare in esercizio. Ci troviamo in via Di Vittorio


Operai impegnati nel montaggio dei binari.Siamo in prossimità dell’incrocio con viale 27 Maggio

Sappiamo che alcuni tratti delle corsie tram potranno essere percorsi dai mezzi delle forze dell’ordine.Non mancheranno perògli spazi verdi. Presso l’ingresso  del centro Commerciale Forum, sono in fase di installazione gli scambi che consentiranno lo smistamento dei convogli fra il rettifilo del capolinea, la rampa di accesso al deposito e la via Laudicina.


binari tram palermoinstallazione binari tramtram palermovia laudicina palermo

56 commenti per “Sempre più Tram!

Comment navigation

  • mediomen 1137
    20 ott 2010 alle 5:03

    @ Incredibile
    I semafori sono previsti, in tutti i punti che hai mensionato, spunteranno come i funghi! Il tram avrà sempre la precedenza

  • francesco_81 36
    20 ott 2010 alle 11:00

    la linea 3 è a 2 passi dal centro ingastone. la linea 1 passa proprio dal centro forum..
    la linea 1 è fatta a brancaccio,quartiere della seconda circoscrizione con 74 000 abitanti .. be girando attorno al centro forum non vedo molte abitazioni,vedo fabbriche dismesse, campagna , e la stazione dei vigili del fuoco..
    la terza circoscrizione ha 77000 abitanti, circa 3000 in più. 3000 abitanti in più, numeretti.
    Tu hai mai visto il ponte corleone la mattina? sai che flusso allucinante di auto e camion provenienti anche da oltre lo stretto, c’è? Quale grande flusso c’è al cep? ci sono 7 file d’auto come in viale regione che lottano per passare da un collo di bottiglia?7 file, 4 da un lato e 3 dall’altro che confluiscono sul ponte.E sai chi ci passa pure?? Il paladino della mobilità. l’autobus che per nemmeno 5 minuti di strada al mattino porta ritardi di 1 ora.
    Quindi quando vedete gente in auto al mattino ,disperata che non vede l’ora di parcheggiare e sta a girare e girare mentre a lavoro attendono, mi rivolgo a voi pochi eletti che usufruirete del tram, fate la cortesia di stare zitti invece di contestare. Se è questo l’unico mezzo di trasporto per noi emarginati,le conseguenze le vuole la città. E mi auguro di non vedere sperperi di denaro pubblico in ponti super moderni. Il tram in certe zone di palermo per me è come il ponte sullo stretto. inutile. non ci credo minimamente che c’era questa necessità di collegare il cep con il tram. ma chi ci crede? c’era la necessità di collegare “qualcuno o alcuni” in una zona dandogli la precedenza.. ma scherziamo?

  • Fulippo1 1343
    20 ott 2010 alle 11:32

    che non si risolva del tutto il problema del trasporto publico, e che molte zone ancora rimarranno non dico isolate, ma con il problema dei grossi ritardi questo è vero, ma dire che il tram non servirà a nulla a me non mi pare giusto e veritiero, a perte il fatto che devi considerare anche tutto il tratto che percorrerà il tram e di cui i cittadini potranno usufruire…..

  • Otto Mohr 47
    20 ott 2010 alle 11:41

    @francesco_81
    Il punto non è che si stanno costruendo le linee tram in quelle zone per favorire i centri commerciali, ma che si stanno costruendo i c.c. in quelle zone proprio perchè era stata PRECEDENTEMENTE prevista la realizzazione del tram…bisognerebbe solo applaudire la capacità imprenditoriale di questi due centri che hanno avuto la lungimiranza di scegliere la zona migliore!
    Poi parli pure del fatto che il tram passerà da alcune zone e da altre no…ti ricordo (e sul sito è ben documentato) che sono in corso d’opera il lavori del passante ferroviario che prevedono il raddoppio di tutta la linea, la costruzione di ben 10 nuove fermate e l’adeguamento di quelle esistenti…lavori che diminuiranno drasticamente le auto in circolazione.
    Ultima osservazione: hai monitorato il traffico e fatto conteggi basati su criteri stabiliti dalle normative, per stabilire, senza ombra di dubbio, che era più opportuno servire col sistema tramviario altre zone invece che queste, oppure procedi così a occhio? Gli ingegneri che hanno scelto queste zone li hanno fatti…

  • antony977 165953
    20 ott 2010 alle 13:09

    @francesco, non devi commettere l’errore di identificare la linea-1 col Forum che è solo un capolinea.Considerando le vie Di Vittorio, Laudicina, Pecori Giraldi e corso dei Mille, mi sembra superficiale dire che ci sono poche abitazioni.Che fra l’altro la stessa passa in maniera superficiale da Brancaccio e nemmeno passa dalla campagna :)

  • Calò 80
    20 ott 2010 alle 16:55

    Francesco81, il tram costa e non è possibile farlo arrivare ovunque. Le linee 1, 2 e 3 serviranno arterie tra le più trafficate della città, penso a Viale Leonardo da Vinci, Corso dei Mille, Via Notarbartolo, la parte centrale di viale Regione Siciliana. Il tram su queste arterie serve. Per quanto riguarda terza circoscrizione non è detto che un giorno non arrivi pure lì. Chi abita a Bonagia, a Falsomiele, a Villagrazia e a Borgo Ulivia potrà lasciare l’auto in un parcheggio vicino la nuova fermata Guadagna e andare in centro evitando le code di viale Regione Siciliana.

  • francesco_81 36
    20 ott 2010 alle 18:56

    @ Otto Mohr
    guarda non so chi sono i miei “colleghi” che hanno fatto di queste accurate analisi statistiche in città e spero che non lo sappia mai nessuno, perchè sempre gli stessi “ingegneri” avranno fatto di altre assurde analisi come quelle di fare passare 7 file di auto in un collo di bottiglia . Se sono gli stessi , a meno che non abbiamo la grande fortuna che siano andati altrove,considerare di primaria importanza fare un tram che collega il cep a via leonardo da vinci piuttosto che risolvere il problema dell’asse principale della città credo sia da incompetenti. Poi come si dice, il sazio al digiuno non lo può comprendere.
    Pero’, non credo di dover ricorrere alla curva di distribuzione gaussiana per comprendere che forse(ma non sono un ingegnere del comune per dirlo) in viale regione siciliana al mattino transitano più auto che nella zona del cep.
    Non credo che si possa fare un posteggio con metro per i tir provenienti dallo stretto che al mattino desiderano passare dal ponte corleone, ne per coloro che vengono da bagheria, da termini imerese, da villabate, da falsomiele da bonagia da villagrazia.. (tutti amici e colleghi che lavorano in città) diciamo che ho come “l’impressione” che un parcheggio non basta. Forse bisognerebbe finire i lavori di restauro mai iniziati?
    Ecco a te l’articolo di repubblica dell’anno scorso:

    http://palermo.repubblica.it/dettaglio/articolo/1603103

    era stato pure nominato un ingegnere esperto per il caso, è lo stesso ingegnere esperto che citavi? no perchè considerare più importanti i lavori della linea tram per il cep invece di restaurare il ponte corleone “che trema” è da veri intenditori.
    E non addossate la colpa esclusivamente alla Cariboni. se un ponte sta per crollare e c’è un contenzioso con una ditta che si fa? Il tram!!! mica si chiama un’altra ditta!! E non solo, mica si fanno passare le auto attraverso due bretelle laterali? no,lo si sovraccarica con camion e tir e autobus!! Questi sono i “tuoi” ingegneri che mi mortifico a chiamare “colleghi”.
    Prendetevi il tram, ma abbiate la correttezza di dire , che questi lavori hanno “primaria”importanza dato che c’è un “muro” immaginario in viale regione siciliana. Ovvio non serve un tram a Bonagia, ci sono strade di 20 metri di larghezza che non hanno quasi mai visto il traffico, ma i lavori del ponte venivano prima del tram. ma scherziamo? il tram in città che ben venga ma non solo c’è poca sensibilità nei confonti della sicurezza del ponte corleone, ma addirittura si isola una circoscrizione di palermo senza sufficienti collegamenti di autobus che per i ritardi dovrebbero essere almeno il triplo. Ora addirittura i lavori della linea tram sono più importanti della messa in sicurezza di un ponte , e ancor di più c’è più traffico al cep che su viale regione..
    Ok, avete ragione che ti devo dire.

  • Otto Mohr 47
    20 ott 2010 alle 19:37

    @francesco_81
    Mi spiace ma non ti riesco completamente a seguire…
    Dici che la sicurezza di un ponte è più importante della costruzione di un tram…è vero! Questi discorsi però non hanno nè capo nè coda perchè allora si potrebbe anche dire che i soldi del tram potevano essere spesi per risolvere l’emergenza rifiuti, per dare un alloggio ai senza casa, per costruire un collettore fognario, per combattere la fame nel mondo…

    PS costruire un sistema di trasporto di massa in una certa zona anzichè in un’altra non implica assolutamente che la prima sia più trafficata della seconda

  • Paco 7942
    20 ott 2010 alle 23:37

    @ francesco_81, evidentemente non conosci le vie leonardo da vinci e michelangelo, non le vivi ogni mattina, non sai cosa vuole dire attraversarle durante il giorno. Sono due degli assi viari principali della città, il ponte corleone fa parte di un altro progetto ed era anche stato appaltato (molto prima rispetto al tram) ma casini della ditta costruttrice hanno portato a quello che vedi adesso, cioè nulla, stesso discorso per perpignano.

  • Metropolitano 3236
    20 ott 2010 alle 23:59

    Se è vero che il ponte Corleone ha bisogno di una ristrutturazione, non oso pensare che cosa succederebbe se percorrendo il viadotto una fila di auto e tir precipitasse nel vuoto. Per non parlare dell’interruzione tra le due autostrade. Che vergogna !
    Questo potrebbe essere un intervento urgente e do ragione a francesco_81 in questo caso, anche perchè non è solo una questione di morti in quel momento ammesso che non viene dichiarato subito inagibile un bel giorno, prima che accada il peggio, ma si interromperebbe il flusso autostradale in entrambe le direzioni nei casi più gravi. Una manutenzione andrebbe quantomeno effettuata all’arcata principale, ma ciò discerne dai lavori dei tram, che sono stati affidati a un’altra ditta, non certo alla Cariboni per fortuna. I soldi dei Tram saranno adoperati per i Tram. Punto.

  • francesco_81 36
    21 ott 2010 alle 0:23

    @ Otto Mohr

    non mi riesci a seguire o non mi vuoi seguire? Sai cosa significa un ponte da mettere in sicurezza?? mi paragoni i lavori per un tram, per l’emergenza rifiuti, per l’alloggio ai senza casa, per costruire un collettore fognario, alla fame nel mondo(che non c’entra un tubo) e ad un ponte che puo’ crollare perchè vecchio?
    Ma dite sul serio? ma a che punto siamo arrivati qua?
    tu Paco mi dici che c’è traffico in via leonardo da vinci? anche in via oreto c’è traffico sai? in viale strasburgo, in corso calatafimi , ma la differenza è che viale regione è una circonvallazione!!E un ponte che “si muove” è pericoloso,qui non si parla solo di traffico, si parla che puo’ crollare e non ci vuole la laurea per capire che cosa puo’ succedere, casini o non casini con la ditta.Qua non parliamo di comodità di avere il tram, ma di “sicurezza”.
    Davvero rimango sbalordito per certe affermazioni. comprendo il paragone utile,inutile.. ma il paragone con ciò che è “di vitale importanza”(vale a dire un ponte sicuro per le auto che lo percorrono) con ciò che è “utile”(vale a dire un tram per migliorare la viabilità) davvero non lo reggo..

    servivano più di 16 milioni di euro per la messa in sicurezza del ponte.. si è preferito fare il tram ovviamente, tanto il ponte regge…

    che vi posso dire, siamo arrivati al paradosso: viabilità 1,sicurezza 0 .
    Il ponte è in precarie condizioni di sicurezza ragazzi, e non basta asfaltarlo : la struttura sempre quella rimane… parlatene ogni tanto visto che pure la Repubblica ne parla.. ma tanto noi siamo quelli dell’antenna anti wind shear a Punta Raisi installata dopo che stavano morendo persone.. come è il detto? “Quannu a Santa Chiara arrubbaru, ci misiru i grati!!!”

  • antony977 165953
    21 ott 2010 alle 0:36

    A mio parere è sbagliato il concetto che esprimi “si è preferito fare il tram ovviamente, tanto il ponte regge”.
    Sarebbe più corretto riportare i fatti, ovvero cosa è avvenuto in quella ditta che aveva affidato l’apparto per il raddoppio del ponte.
    E come ha già detto metropolitano, tutto ciò discerne dalla costruzione dei tram.Non vanno mischiate cose completamente opposte

  • francesco_81 36
    21 ott 2010 alle 11:06

    @ antony977 rispetto il tuo parere e quello di Metropolitano condividendolo, cioè è ovvio che burocraticamente vi sono gare d’appalto differenti e ovviamente sotto un punto di vista “legale” non si potrebbe assolutamente prendere soldi già appaltati per un lavoro e usarli per un altro. Da un punto di vista “legale”.

    Vorrei ricordare ,per chi non ne fosse al corrente, che pochi anni fa la protezione civile è intervenuta per la messa in sicurezza del ponte effettuando un lavoro che si potrebbe definire “soft”. Cioè vista la grave situazione sono stati sostituiti i giunti e ripristinato il fondo stradale. lateralmente sono stati recuperati alcuni blocchi in cemento usati per il marciapiede(attraverso i quali era possibile vedere il fiume per le grandi crepe). Ovviamente la struttura resta quella del 1962(ma sicuramente ne eravate al corrente) e il grosso andava fatto dalla Cariboni.
    Si il ponte ha quasi 50 anni.
    Attenzione quando la protezione civile interviene per la messa in sicurezza di un ponte significa che il ponte non è sicuro e i tecnici della protezione civile hanno motivo di considerare pericoloso il ponte per chiunque.

    Ora la Cariboni ha vinto l’appalto per la costruzione del collettore fognario, per lo svincolo di via Perpignano, e per la costruzione delle due bretelle del ponte corleone (che prevedeva due anni di lavori).
    A marzo corrente mese i lavoratori scioperavano perchè non percepivano stipendio da quasi un anno.
    In parole povere la ditta è fallita ma il lato più oscuro della questione è che il comune di palermo, in cambio di garanzie ha riaffidato i lavori per il ponte ,per via perpignano e per il collettore fognario a tale ditta ormai ufficialmente insolvente, alla fine dell’anno 2009.
    Una ditta SPA che viene dichiarata fallita e che è insolvente nei confronti dei propri lavoratori e nei confronti di altri suoi creditori ha ben poche possibilità di ottenere fiducia ma a palermo ci si riesce e gli si regalano 27 milioni di euro invece di affidarsi ad altra ditta e non gli si fa appaltare un lavoro, no , tre!

  • diesse78 123
    21 ott 2010 alle 11:14

    francesco hai ragione, Io ho sempre amato la mia citta’ ma oggi la vedo come un malato terminale e mi fa tenerezza. GRAZIE CAMMARATA.


Lascia un Commento

Ultimi commenti