11 apr 2010

Raddoppio FS, tratta Cefalù-Lascari. Aggiornamento…


Continuano spediti i lavori per la realizzazione della galleria che da Cefalù in località Ogliastrillo, finirà il suo percorso presso l’area dell’hotel Costa Verde. Si tratta di una galleria con doppio binario che si estende per 4 Km. Sono stati già scavati 60 mt in entrambe le direzioni. La Cefalù 20 Scarl e la Italtunnel Scarl lavorano su più turni anche nei gg. feriali (sabato-domenica) per portare avanti questa mega opera infrastrutturale di cui il nostro territorio ha tanto bisogno. Lo scavo della galleria lato Cefalù si sta effettuando con la massima “delicatezza” per la presenza di alcuni villini soprastanti. Non appena i lavori saranno conclusi la trincea lato Cefalù verrà coperta, diventando così per la parte iniziale una galleria artificiale, dove la S.S.113 passerà sopra di essa ritornando al suo percorso originario.   FOTO DATA 21/02/2010

Tracciato

Clicca per chiudere la finestraClicca per chiudere la finestra

 (FOTO ANTOMAR ENGINEERING s.r.l.)

Raccordo Lascari

Futuro viadotto che si innesterà con la galleria lato Costa Verde

Trincea Ogliastrillo (Cefalù)

Galleria lato Cefalù


cefalù 20 scarlcomitato mobilita palermodipartimento regionale dei Trasportiferrovie dello statoferrovie siciliafiumetorto- cefalùitaltunnelogliastrilloraddoppio ferroviarioraddoppio ferroviario fiumetorto cefalùrfi

31 commenti per “Raddoppio FS, tratta Cefalù-Lascari. Aggiornamento…

Comment navigation

  • matteo88 156
    11 apr 2010 alle 21:03

    @Calò
    ti ringrazio….in realtà speravo venisse fatta un pò più vicina al paese (senza deturparlo ovviamente), in modo che i turisti arrivassero piu facilmente a destinazione, senza dover prendere altri mezzi. (sarebbe fantastico prendere il treno ed arrivare vicino al lungo mare di cefalù con una stazione sotterranea, non visibile e quindi non deturpante il territorio)

  • huge 2128
    12 apr 2010 alle 1:24

    @metropolitano: sì, hai ragione, gli ETR600 in realtà sono a cassa oscillante.

    Riguardo invece al fatto che da TO a Salerno ci siano 1000km di rete AV, beh, ovviamente il sistema è integrato e la linea unica, ma le tratte sono separate.
    Milano-Roma sono poco più di 500km ed è una distanza limite.
    Su un Roma-Napoli (200km) o un Roma-Firenze (250km), l’aereo non ha speranze di fare concorrenza, su un Roma-Milano invece la concorrenza inizia a farsi sentire. E più si allunga la distanza, più ovviamente il treno, anche se AV, perde d’efficacia.

  • giosafat 306
    12 apr 2010 alle 10:35

    in verità esiste già uno studio, e credo anche un progetto di massima, delle ferrovie dello stato per collegare Palermo e Catania. Questo progetto prevede la realizzazione di una nuova linea che partendo da Cefalù passi sotto le madonie e si ricongiunga alla linea Catania-Enna all’altezza di Catenanuova. La nuova tratta AV-AC prevederebbe spostamenti tramite treni pendolino.

  • Metropolitano 3205
    12 apr 2010 alle 15:33

    E’ ovvio che a brevi distanze l’aereo non ha speranze. Questo spiega perchè non esistono voli Lamezia-Palermo o Lamezia-Napoli ma solo treni. L’obiettivo è quello di collegare tutti i nodi d’italia principali uno dopo l’altro da Palermo a Torino a livello nazionale e Palermo a Berlino a livello internazionale, come spiegato dalle Ferrovie, ed ecco il motivo per cui hanno voluto realizzare la TAV. L’a.d. disse anche di voler fare arrivare i treni veloci fino a Palermo subito dopo aver completato tutta la TO-SA. Siccome è stata già completata ora sicuramente stanno cercando di estendere il percorso a tutto il meridione basandosi sullo schema delle linee AV o AC previste nella mappa. Tra queste c’è pure la nuova CT-PA, però prima che facciano quella ne passerà di acqua sotto il ponte.

  • ing.giacomo 4
    12 apr 2010 alle 16:20

    vedo che voi parlate spesso di concorrenza tra aereo e treno, in Italia questo ha senso ma non in Sicilia dove il treno non ha come concorrente l’aereo, tra le grandi città Palermo, Catania, Messina Agrigento ecc…ma quella del Bus!!
    Oggi per tempi conviene il Bus con le difficoltà dovute al traffico, quindi il treno ha un terreno fertile per poter vincere…basta una rete moderna e abbastanza veloce

  • Calò 80
    12 apr 2010 alle 18:06

    Quel progetto di Italferr sulla Palermo-Catania è assurdo e costoso. Basta fare qualche variante all’attuale linea e comprare materiale rotabile più adatto ad assetto variabile, con il semplice binario, si potrebbero eguagliare i tempi dei pullman. Senza scavare mega tunnel sotto le madonie e spendere 4-5 miliardi di euro. Poi vorrei capire che relazioni ci sono ta Palermo e Catania da giustificare una tale spesa.

  • Metropolitano 3205
    12 apr 2010 alle 18:18

    Essendo in Italia il treno concorre eccome con l’aereo per volontà delle FFSS, anche sui viaggi a lunga percorrenza, perchè quando si viaggia (da sud a nord) si incontra gente che si porta bagagli, valigie, valigette, addirittura anche enormi pacchi da 15 kg ciascuno di ortaggi freschi coltivati (per mandarli ai figli in visita al nord, emigrati da palermo). Altro che bagaglio a mano. Ecco perchè molta gente preferisce il treno, e poi si risparmia a parità di sicurezza. Il treno poi ti porta direttamente al centro citta, ragione per cui i viaggiatori in treno quando chiedi loro perchè non l’aereo, si sentono lamentare spesso del problema di tempo perduto nel raggiungere le città dagli aeroporti Italiani tra i quali Palermo non fa eccezione in quanto il suo aeroporto come per il MI Malpensa è lontano dalla città. Il bus può andar bene, però per i lunghi viaggi è scomodo perchè non ti puoi alzare e non puoi andare in ritirata.
    Concordo con Calo riguardo gli alti costi della nuova Palermo-Catania, e direi che comunque è meglio completare il raddoppio di tutta la linea tirrenica prima, che sicuramente costerebbe molto di meno di un nuovo itinerario che oltretutto farebbe allungare il percorso del treno, pur veloce che esso sia.

  • monte_Pellegrino 597
    12 apr 2010 alle 18:21

    Appunto, i nuovi futuri collegamenti ad alta velocità tra Palermo e Catania dovrebbero servire ad incrementare le relazioni ed i commerci che adesso sono molto pochi! Sarebbe un’ottima cosa che le tue città si avvicinassero, diciamo, a meno di un’ora di percorso!

  • mimusso 157
    12 apr 2010 alle 18:32

    Non so che rapporti ci sono tra Palermo e Catania… E non so nemmeno quali siano i costi… Ma dico solo che è vergognoso che il collegamento tra queste 2 città in treno sia di 5 ore. C-I-N-Q-U-E O-R-E… Tanto per fare un iperbole e manco tanto: in Marocco (e chi c’è stato come me sa che non parlo di un paese all’avanguardia) per fare Casablanca – Marrakech ci sono stato 3 ore…

  • Calò 80
    12 apr 2010 alle 19:40

    Monte Pellegrino, le linee ad alta velocità si costruiscono se ci sono effettivamente delle forti relazioni, non sperando che ci saranno un giorno.

    Mimusso, l’unico diretto Palermo-Catania viene effettuato in 3:00. Il problema è appunto che c’è solo un diretto.


Lascia un Commento