05 dic 2009

AmiaEssemme: cambia il vento? Denunciati 743 dipendenti


Visti i recenti episodi legati a questa azienda, utilizzeremo volontariamente il condizionale in questo articolo:

L’Azienda AmiaEssemme avrebbe denunciato 743 dei suoi dipendenti per omissione di pubblico servizio.

A quanto pare, gli operatori in questione, nella prima settimana di Novembre sarebbero risultati in servizio, nonostante nessuno di essi fosse uscito dai depositi AmiaEssemme per svolgere il proprio turno di lavoro.

L’azienda starebbe effettuando ulteriori controlli. Per i soggetti incriminati AmiaEssemme prevederebbe sanzioni come:

  • multa
  • sospensione lavorativa temporanea (si parla di alcuni giorni)
  • licenziamento

Vedremo cosa succederà. Il condizionale è d’obbligo, purtroppo.


amia essemmedenunceoperatori ecologicipulizia stradale

14 commenti per “AmiaEssemme: cambia il vento? Denunciati 743 dipendenti
  • blackmorpheus 54519
    05 dic 2009 alle 13:38

    spero che nei casi peggiori si intervenga col licenziamento. E’ ora che la si smetta con queste buffonate, d’altronde quando in sindaco da già il buon esempio pagando un tizio coi nostri soldi per farsi gestire la barchetta che ci si può aspettare? Un primo gesto di serietà da parte di AMIA sarebbe finalmente gradito

  • freddie80 1052
    05 dic 2009 alle 13:47

    Non sono fiducioso, molti di questi 743 sono palermitani cosiddetti “veraci” (per non dire altro); io non penso che qualcuno abbia il coraggio di licenziarli perchè poi se li ritrova sotto casa…

  • pikacciu 182
    05 dic 2009 alle 14:15

    Io questi 743 irresponsabili li manderei a casa ed al posto loro assumerei solo extracomunitari, piu’ seri, piu’ attivi e piu’ efficaci. Così potremo dare dei posti di lavoro a chi realmente questo lavoro lo vuole fare e lasceremmo a casa gente che si sente talmente qualificata da snobbare quello che il comune gli ha GENEROSAMENTE proposto.

  • panormus79 311
    05 dic 2009 alle 15:16

    743 dipendenti denunciati per omissione di pubblico servizio è un numero impressionante che però rende chiaro come questo fenomeno ha ormai raggiunto un livello tale da aver fatto sprofondare la città in un letamaio. La soluzione non è assumere extracomunitari ma fare assunzioni mirate senza fare entrare in AMIA gentaglia che faccia parte della solita combriccola di mafiosi e politici venduti. Vi ricordate quegli operatori del’AMIA che avete fotografato sotto il ponte di vie Ernesto Basile?….continuano a stare li facendo finta di lavorare.CHE SCHIFO!!!!!

  • fabdel 989
    05 dic 2009 alle 15:36

    notizia raccapricciante: dall’anno prossimo (CIOè FRA MENO DI UN MESE!) l’Amia non si occuperà piu delle discariche “mordi e fuggi . L’Amia se ne occuperà solo se sarà il Comune a farsi carico delle spese delle bonifica di ogni singola discarica. vi lascio immaginare che razza di porcile diventerà la città considerando che il Comune ha le casse al verde. questa città è allo scatafascio piu totale e mi chiedo anora per quanto tempo le indecenze di questa classe politica debbano passare in sordina. anche Catania è al dissesto, anch’essa di area PdL. non c’è una società comunale che non sia prossima al fallimento. COSA ASPETTA LA MAGISTRATURA A FARE PULIZIA E COMMISSARIARE TUTTO?

  • huge 2128
    05 dic 2009 alle 15:47

    Nessuno dei 743 dipendenti verrà licenziato per l’omissione di servizio.
    Su questo non c’è il minimo dubbio. I provvedimenti sono crescenti in base al numero di infrazioni commesse. Per una settimana di “non lavoro” al massimo li sospenderanno per qualche giorno, non di più.
    Ma secondo voi il posto pubblico perché è così ambito? Non ti licenziano manco se ammazzi a colpi d’ascia il tuo capo!

  • Daniele 444
    05 dic 2009 alle 15:59

    743 dipendenti? una cifra enorme .. ma del resto i risultati si vedono, non ci vuole un genio per capire che certe strade non vengono spazzate e ripulite da non so quanto tempo .. la sporcizia imperversa dovunque .. in certe zone poi, non ne parliamo .. Figurati se li licenziano, considerato “i soggetti” .. Trovo fantastica l’idea di Pikacciu! Perchè non assumono i tantissimi extracomunitari che vivono a Palermo? Loro lavorerebbero più seriamente … questo è poco ma sicuro!

  • Francesco81 41
    05 dic 2009 alle 18:02

    X pikacciu sono d accordissimo con te!

    x black morpheus
    e´ un pö che seguo e leggo questo sito e volevo farti i complimenti in quanto su alcune cose che hai scritto
    la pensiamo allo stesso modo, mi fa piacere che siamo di piü

    in bocca al lupo!

  • Sarita 64
    06 dic 2009 alle 0:02

    @ huge,a me risulta che qualche tempo fa all’Amat siano stati licenziati dei dipendenti che rubavano gasolio.Mai dare nulla per scontato.

  • surferman 99
    06 dic 2009 alle 12:05

    Vorrei solo ricordare a tutti di non confondere AMIA ESSEMME con AMIA a prescindere dalla malagestione di AMIA.
    Tanto per doverosa conoscenza.

  • spazzino 11
    06 dic 2009 alle 17:55

    vorrei ribbadire come sempre faccio che ci sono persone e persone ripeto sempre che non tutti siamo uguali e l’azienda lo sà che molte persone eravamo in disaccordo a non lavorare ,a me basta questo, io non vi diro il motivo perchè lo abbiamo dovuto fare pure quelli che eravamo in disaccordo ma riflettendo si puo’ capire.Volevo dire che sono daccordo con SUFERMAN quando dice di non confondere AMIA con AMIAESSEMME perchè ancora in amiaessemme non è stato denunciato nessuno per furto mentre lavora come è successo spesso in AMIA questo serve a farti capire che le mele marci sono ovunque.

  • Roberto1 517
    09 dic 2009 alle 10:11

    Mi raccomando a non confondere AMIA S.p.A. con AMIA Essemme: la prima NON svuota i cassonetti e i contenitori per la raccolta differenziata; la seconda NON spazza le strade e NON svuota i cestini gettacarte. Entrambe però, bene o male, stipendiano una miriade di dipendenti per NON rendere un buon servizio alla città.


Lascia un Commento