03 ott 2008

Inizia la piantumazione al Parco d’Orleans


Con l’arrivo della stagione più fresca, come previsto, gli operai stanno provvedendo a riporre la terra fertile e piantumare i primi alberi nelle aree destinate. Al momento qualcosa è visibile lungo via Ernesto Basile (prima del raccordo con la Circonvallazione) e alle spalle del campo di calcio del C.u.s. Palermo.

Proprio in questi giorni infatti si sono addentrate nell’area alcune piccole e agili pale meccaniche che servono per lo scavo e la piantumazione (visibili nella prima foto).

Nell’ultima foto invece è visibile l’impalcatura per la realizzazione di una nuova struttura.

[photoxhibit=43]


alberiparco orleanspiantumazioneverde palermo

15 commenti per “Inizia la piantumazione al Parco d’Orleans
  • panormus79 311
    03 ott 2008 alle 8:57

    Bellissimo! ormai il parco sta prendendo forma. Complimenti anche per le foto,ma come cavolo avete fatto?vi siete arrampicati nel palo del faro dello stadio? Una curiosità,percorrendo via Ernesto Basile direzione città,lungo il perimetro del parco ci sono ancora delle baracche e in un punto c’è una vera e propria discarica(con tanto di gru arrugginita) in quel punto c’era o forse c’è ancora il campo di calcio del Villaggio Santa Rosalia,sapete qualcosa se quell’area farà parte del parco?

  • Ciccio 174
    03 ott 2008 alle 9:12

    Avevo già fatto la domanda. Mi pare di aver letto di un’appalto per la realizzazione di un campo di calcio in via Basile, potrebbe essere il campo del Villaggio? Spero proprio di si.

  • fabdel 989
    03 ott 2008 alle 9:19

    vedo tante splendide washingtonia, alcune phoenix canariensis (già stroncate sul nascere dallo stramaledetto punteruolo rosso) e, sullo sfondo, il solito orribile agglomerato di palazzoni. è ancora molto spoglio, piantumato a dovere con washingtonia, dracaene draco, cycas, alberi di agrumi e ulivi verrà fuori un gran bel parco. con il nostro bel clima darei più spazio a tipologie tropicali e subtropicali. cipressi, bagolari e similia lasciateli ai parchi del nord, che altro non possono permettersi, mettono una tristezza infinita.

  • Portacarbone 70788
    03 ott 2008 alle 12:20

    @ Panormus
    Alcune baracche che rientrano nel perimetro del parco verranno rivedute. Purtroppo quella “discarica con la gru” non fa parte del parco, infatti se noti bene la recinzione è proprio attigua a questa montagnetta di terra.
    Teoricamente dovrebbe appartenere all’area universitaria, ma devo accertarmi.

    @ Ciccio: non so bene di questo appalto, ma tra il parcheggio Basile e l’area del parco proprio dietro la gru arruginita, qualche tempo fa c’era un campo di calcio in terra battuta dove si allenava una squadra giovanile. Da circa un paio d’anni il campo è stato smantellato, anche se si vedono ancora resti di campo. Probabilmente è proprio questa l’area adibita a questo progetto, che è confinante col parco.

    @ Fabdel e tutti: nei prossimi giorni verrà pubblicato un aggiornamento approfondito sul parco (tra cui le specie arboree) in seguito ad un sopralluogo odierno. Pazientate un pò ;)

  • ponzi 18
    04 ott 2008 alle 12:39

    ciao, io abito alle spalle dl parco e posso dirvi davvero che stanno lavorando di brutto, già prende forma cn gli alberi piantati…cmq volevo dire un altra cosa, non sapevo dove scriverlo, vorrei aprire una parentsi su piazza sett’angeli , dietro la cattedrale !!! é una piazza assolutamente di passaggio sia ciittadino che sopratutto turistico!! ma avete visto cos’é? a me fa schifo passare da li, intanto è da li che uno degli scorci piu’ belli della cattedrale è visibile, perché non fare una bella area a verde, non dico cn chissà quale arredo urbano, ma almeno senza alberi x terra e monnezza in ogni dove!! no? che possiamo fare? :):) grazie per l’ascolto visivo delle mie parole :):):) cia0

  • IoGomesio 273
    04 ott 2008 alle 14:15

    @fabdel
    purtroppo le specie tropicali o subtropicali a mio avviso renderebbero il parco una sorta di “miniatura esotica” da guardare e non da vivere; e anche se si scegliessero altre specie ritenute fondamentali e basilari della macchia siciliana (vedi le solite, inutili, bruttissime palme) il risultato sarebbe lo stesso. a me personalmente piacerebbe molto un parco sul modello nordico, con alberi che fanno realmente ombra, con prati verdi dove potersi stendere. so che il nostro clima renderebbe le cose difficili, ma ricordiamoci che al foro italico sono riusciti a far crescere un’erba che non ha problemi di stagioni, quindi.. non vedo perchè non potrebbe essere così altrove

  • fabdel 989
    04 ott 2008 alle 14:59

    “bruttissime palme” __perdonami ma questa è davvero una scempiaggine clamorosa, le palme sono le piante ornamentali per eccellenza! a testimonianza di ciò, le puoi ritovare come elemento decorativo nei mosaici di tutte le epoche (persino in quelli malconci del castello della zisa)

  • fabdel 989
    04 ott 2008 alle 15:06

    ritrovare*

    “miniatura esotica da guardare e non da vivere”?? ma chi te l’ha detto?? la gente va apposta alle canarie, in arizona, messico, costarica etc per ammirare le magnifiche specie delle quali ho già scritto e te vuoi piantare i cipressi! come direbbero a fireze: vaiavaia. le piante che vuoi te si trovano ai Rotoli! :O

  • MAQVEDA 17489
    05 ott 2008 alle 13:31

    A mio modestissimo parere, non penso sia tanto un problema di ombra o non ombra. Io opterei, oltre che avviamente per delle palme, per alberi molto grandi, sempreverdi e non spolianti, come alcune varietà piantate a piazza Marina, che potrebbero così creare una bella “schermata” naturale per certa brutta edilizia abitativa su viale Basile (non Chimica, trovo gli edifici molto belli, anche se degradatelli) e purtroppo le nostre amate (e ultimamente sfortunate) palme, poco si prestano a “schermare”. In ogni caso il parco è grande e nulla vieta che potremo essere accontentati tutti. P.S. adoro la varietà di palma della foto, è sempre stata la mia preferita.

  • IoGomesio 273
    05 ott 2008 alle 21:12

    non per nulla mi piace passeggiare ai Rotoli.. so bene che le palme (e le palmette) sono un motivo ornamentale riprodotto da sempre, ciò non toglie che per l’idea di parco che ho io servano a ben poco

  • ponzi 18
    06 ott 2008 alle 21:00

    ragazzi, ho amici molto stretti milanesi, la prima volta che venne in particolare un amica mia , oltre a rimaner stupita dalla bellezza della città, che sicuramente da buona milanese non aspettava trovare, è rimasta colpita dalla massiccia presenza delle palme!! è un nostro marchio, è giusto che ci siano, è x l’ombra, è per bellezza e per cultura siciliana, esempio del nostro clima, e poi dopo il punteruolo rosso che ha rovinato troppe di queste piante bellissime, ma si mettete migliaia di palmeeeee!! Poi ciò non toglie che possano essere piantate altre cose!! il parco che ne verrà fuori sarà immenso accontentiamo un po tutti !!! :):)

  • Pingback:Magnet

Lascia un Commento