3 commenti per “
  • Metropolitano 3956
    18 apr 2021 alle 18:01

    Tutta la provincia l’hanno instituita come “zona rossa” ma di fatto rossa non è, o è un rosso sbiadito. Eppure qualche allocco (o allodola) ci casca e tiene chiuso il negozio pure nei giorni feriali. Ricordo a coloro che hanno timore, di non avere paura, perché le Forze dell’ordine stanno sempre dalla parte della gente onesta che lavora onestamente e non ai parassiti che ingrassano senza fare nulla e abusivamente. Loro sono le prime a d aver giurato sulla Costituzione. Se ciò nonostante hanno ancora paura di lavorare in sicurezza, almeno scendano in piazza a Montecitorio insieme a migliaia di attivisti non politicizzati, cioè senza un leader politico che guidi le varie manifestazioni.
    Se tu rispetti le regole (igieniche e sanitarie; pena ispettori), NON hai motivo di tenere chiuso il locale.
    Per il resto il lavoro è un diritto sancito dall’art 1. E’ sempre stato così, è, e sarà sempre così (in Italia).

  • Metropolitano 3956
    18 apr 2021 alle 18:09

    Per quanto mi riguarda oggi a Monreale ho visto tanta gente in piazza Giovanni XXIII. Ma due settimane fa, a Pasqua, ne ho viste di più. Ergo ormai la gente vede tutto sbiadito. Zona rossa ? Io sono fermo agli anni 70 e 80, vedo tutto in B/N. ;-) Per me o è bianco (ok) o è nero (caos e malumore). Questa policromia dettata da un Ministro che non sa manco chi deve rappresentare è solo una balla psicologica. Di fatto uno è libero di circolare all’aria aperta (preferibilmente senza museruola, io non la farei mettere manco ai cani sicchè la GdF ha sequestrato quelle cinesi, inefficaci e frutto di un giro sporco d’affari internazionale arcuri) e allontanarsi dallo smog cittadino ogni tanto fa bene alla salute.


Lascia un Commento