9 commenti per “
  • belfagor 882
    27 feb 2021 alle 6:07

    A proposito di questa situazione, interviene con una nota SICINDUSTRIA :
    “Palermo e i suoi tappi, è impossibile attraversare la città, ogni strada un cantiere e ogni cantiere una strettoia, e un blocco stradale, e una coda infinita. L’amministrazione corra ai ripari e riorganizzi il piano cantieri“,
    “Ponte Corleone, primo collo di imbuto. Ore sulla circonvallazione – prosegue la nota – Via Roma, una corsa ad ostacoli. Via Messina Marine, cantieri a singhiozzo, piccole restrizioni, grande caos.
    Non è concepibile che ci siano cantieri stradali contemporaneamente in tutte le vie di ingresso in città”,

  • bottarisali 214
    28 feb 2021 alle 22:17

    cip e ciop si sono fissati con la qualità dell’aria (o così vorrebbero farci credere) e non gli interessa nient’altro
    manco se palermo fosse inquinata come le città dell’interno della cina…
    devono salvare il mondo con la loro patetica ztl
    una fissazione diventata paranoia

    • punteruolorosso 2652
      01 mar 2021 alle 7:40

      è fra le città più inquinate d’italia. il traffico automobilistico (causato dall’assenza totale di trasporti integrati che coinvolgano l’intera area metropolitana) si somma alla diossina dei roghi dei rifiuti, alle caldaie e agli scarichi delle navi, soprattutto da crociera (a proposito di chi vorrebbe puntare tutto sul turismo). perfino all’alba c’è odore di combustione.
      le soluzioni ci sono, ma non vengono considerate.

      • bottarisali 214
        01 mar 2021 alle 11:12

        non è che l’aria di palermo è profumata e piena di farfalle colorate ma neanche è come certe città dove per l’iquinamento non vedi neanche a 400 metri di distanza…….dove quando ti infili le dita nel naso tiri fuori il muco che vedi diventato nero per limq uinamento (io sì che ho visitato città veramente inquinate, le hai visitate anche tu?) e non è neanche una città affossata in una valle dove i venti non arrivano mai ma si affaccia sul mare dove girano sempre venti…se poi tu punteruolo vuoi fare dei numeri e delle statistiche una religione a cui vuoi credere a occhi chiusi tu sei libero di farlo…comunque il contesto qui è un altro…..dato che il ponte corleone è a pezzi dato che ci sono altre restrizioni in città la decisione di cip e ciop di riattivare la ztl è un azione maligna…loro pensano a salvare l’aria e dimenticano di salvare gli automibilisti e i camionisti dallo stress e dagli imbottigliamenti quotidiani…tanto cip e ciop viaggiano in auto blu con le sirene accese e che mionchia ne sanno di rimanere imbottigliati nel traffico
        in sostanza cip e ciop potevano fare defluire il traffico su altre strade semplicemente non riattivando la ztl

        • punteruolorosso 2652
          02 mar 2021 alle 9:58

          bottarisali, l’ass.catania è un pasticcione, ma la ztl non influisce sul ponte corleone.
          sul ponte corleone la petyx ha messo in evidenza lo scippo dei fondi statali. non un vero e proprio scippo ma una truffa renziana, visto che i soldi del patto di renzi non sono mai esistiti.
          quanto all’inquinamento, non si tratta di numeri ma di puzza di bruciato proveniente dagli scarichi degli automobilisti, delle navi, delle caldaie…e dai roghi dei rifiuti. a livello nazionale abbiamo circa novantamila morti all’anno causati dalle polveri sottili. una parte di questi novantamila morti si trova a palermo.
          è chiaro che ci sono città che se la passano peggio, ma questo non è un motivo per dire che il problema non esiste o è trascurabile. al contrario, minimizzare potrebbe fare il gioco di chi non vuol cambiare niente.
          provo anch’io una certa simpatia nei confronti di cip e ciop, ma tremo al pensiero che al loro posto possa subentrare topi di fogna e personaggi da tragedia.

  • belfagor 882
    01 mar 2021 alle 5:56

    L’assessore Giusto Catania, ha spiegato perché, lui è il sindaco, sono “ stati costretti” a riattivare la ZTL diurna.
    Secondo l’assessore all’immobilità :
    “ Il traffico è tornato ai livelli pre-pandemia. Anzi, con gli autobus semi-vuoti per la paura dei contagi, è aumentato”
    Secondo l’ AMAT i passeggeri sono almeno il cinquanta per cento in meno dell’anno scorso per paura del contagio.
    Ma come sono stati fatti questi calcoli ?
    Visto che i mezzi non sono dotati di un conta persone i dati solo legati alle obliterazioni che sono ai minimi storici.
    Cioè o la gente non prende i mezzi pubblici o…..non paga il biglietto.
    Per tale motivo l’AMAT ha ridotto i mezzi circolanti .
    La gente ha paura del contagio, c’è lo smart working in molti uffici pubblici e la scuola è ripartita in presenza ma non per tutti. Così ogni giorno l’AMAT mette in strada solo ……..150 autobus ( dati riportati da REPUBBLICA”.
    In parole povere, la gente stanca di aspettare inutilmente i pochi autobus in circolazione preferisce il mezzo privato e …il traffico aumenta.
    Il classico caso del serpente che si morde la coda.
    Aumentando il traffico aumenta anche l’inquinamento che……. “secondo l’Università di Catania” aumenta il contagio .
    Ma l’assessore Catania non pensa che tale aumento del traffico è legato al restringimento della carreggiata del ponte Corleone, ai tanti cantieri fermi e alla riduzione delle corse dell’ autobus?
    Tali tesi dell’assessore all’immobilità non convincono nemmeno i consiglieri di maggioranza.
    Per martedì il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando ha convocato una seduta sull’emergenza traffico convocando l’assessora ai Lavori pubblici Maria Prestigiacomo.
    Speriamo che in tale occasione l’assessora ci spieghi come mai la carreggiata del sottopasso Crispi, parzialmente chiuso il 6 maggio 2019 , non è stata ancora completamente riaperto?
    Eppure l’appalto era stato aggiudicato nel febbraio 2020 ( un anno fa) .
    Come è possibile che un arteria fondamentale, soprattutto ora che via Regione Siciliana è una bolgia, continua ad essere parzialmente chiusa ?

  • belfagor 882
    01 mar 2021 alle 18:20

    Un taglio di 4 milioni di euro da parte dell’amministrazione comunale ed Amat ha sospeso il servizio di scuolabus.
    Ora il Comune ha indicato questo servizio come prioritario e ha invitato l’ Amat a ripristinarlo.
    Però l’azienda trasporti dovrà tagliare ulteriormente il servizio gommato.
    In parole povere ci saranno meno autobus in giro.
    Durissima la reazione del consigliere comunale di maggioranza, Ottavio Zacco :
    “Ancora una volta la città resta ostaggio dell’assessorato mobilità urbana in attesa che l’assessore comunichi quali sono le priorità dei servizi speciali da avviare. “ .
    P.S. E mentre l’assessore Catania si lamenta che i cittadini preferiscono il mezzo privato al servizio pubblico, continua a tagliare le spese di trasporto

  • peppe2994 3573
    02 mar 2021 alle 21:00

    Comunque, al solito al comune sono delle cime. Metà dei delimitatori su ponte Corleone sono già rotti e le macchine si stanno lentamente riappropriando di tutto il ponte.
    Non occorre che faccia notare come non sia passata neanche una settimana…


Lascia un Commento