Articolo
19 apr 2019

Quanto funzionano bene le paline elettroniche e i semafori sul tram di Palermo?

di Giulio Di Chiara

Qualche giorno fa mi sono ritrovato ad attendere la linea 4 al terminal Notarbartolo. Durante l'attesa noto che la palina elettronica dove solitamente si legge il tempo d'attesa, riporta un messaggio testuale abbastanza lungo a scorrimento. Intravedo la parola "vettura sostitutiva" e dunque mi fermo a leggere. Intuisco la problematica, ma l'intera comunicazione diventa impossibile da leggere perchè il messaggio è disposto su due righe che scorrono contemporaneamente. Ovviamente sono costretto a leggere prima la riga di sopra e poi quella di sotto. Un primo suggerimento ai gestori del servizio: sarebbe auspicabile disporre il messaggio su unica riga, così da non costringere i passeggeri a rimanere fermi più a lungo per comprendere il significato. Da automobilista invece mi sono imbattuto più di una volta su un problema a mio parere maggiormente "critico". Laddove vi sono i semafori che regolano gli attraversamenti dei binari da parte delle automobili, alcuni di essi cambiano colore e segnalano l'arrivo della vettura tranviaria con notevole ritardo, quando il tram ha praticamente impegnato l'incrocio. Succede ad esempio sulla linea 4, poco prima dell'incrocio con via Pitrè, dove vi è l'innesto per la corsia centrale di Viale Regione Siciliana. LE auto spesso si fermano perchè vedono il tram a fianco, mentre il semaforo per le auto risulta ancora lampeggiante. In tal senso, questo problema potrebbe verificarsi anche altrove e diamo spazio nei commenti per segnalare altri casi analoghi. In generale la seconda richiesta che faccio ad AMAT è proprio quella di verificare questo funzionamento sulle linee per scongiurare rischi ulteriori.

Leggi tutto    Commenti 4
Segnalazione
14 set 2016

La doppia vita dei semafori del tram…

di belfagor

Insieme al tram, Palermo ha ereditato un numero impressionante di semafori. La loro funzione era quella di regolare il traffico e permettere al tram di viaggiare tranquillamente.   Ma per svolgere  tale funzione tali semafori dovrebbero essere ben sincronizzati e qui che iniziano i problemi. In una città dove per mettere un semaforo c’è bisogno  prima del morto  ( ricordiamo tutti quella povera ragazza uccisa in viale della Libertà proprio per l’assenza di un semaforo pedonale) , i semafori tranviari invece si sono moltiplicati come funghi. Per esempio, i semafori che costellano via Leonardo Da Vinci dal deposito di via Castellana fino alla stazione Notarbartolo , sono passati a 3… a 25. Lo stesso discorso vale per quelli di Corso dei Mille, dove i semafori hanno raggiunto cifre incredibili. Tutto questo ha prodotto miglioramenti al traffico ? Nemmeno per sogno. Dopo aver cercato di regolarli , la SIS o l’AMG, si sono arresi. Alcuni di tali semafori sono stati lasciati a lampeggiare continuamente, anche quando il tram passa, altri continuano a funzionare ma creano più problemi che vantaggi. Alcuni funzionano ad intermittenza ,cioè mentre meno te lo aspetti, il semaforo lampeggiante riprende a funzionante all'improvviso  oppure viceversa. Una situazione surreale che crea non pochi disagi e pericoli. Ci sono alcuni semafori, come per esempio quello tra Corso dei Mille e Via Decollati che è completamente sfasato. Se no fosse un semaforo parleremo di schizofrenia ( il semaforo rimane rosso per 5 minuti poi diventa verde per 5 secondi per poi ritornare al rosso). Ma il problema non è solo  questo semaforo ma sono tutti i semafori della zona che presentano grossi problemi.  La  mattina, ad esempio, fino alle otto  spesso i semafori sono  tutti disattivati. . Per attraversare il tratto che va da piazza Ponte dell'Ammiraglio a corso dei Mille occorreva confidare nel buon senso, anche degli altri automobilisti. O,  ancora meglio, affidarsi alla fortuna o a qualche Santo miracoloso. Prima della costruzione del tram, da Borgo Nuovo per raggiungere in automobile la stazione Notarbartolo occorrevano in media 15-20 minuti. Adesso, invece, per compiere tale tragitto occorre spesso oltre un’ora, grazie  anche ai tanti semafori. Ma anche i tram sono vittime di tali situazione. Più di una volta tali tram rimangono bloccati  per diversi minuti,  per colpa di qualche semaforo  ,in altri momenti sono costretti a fermarsi bruscamente perché le automobili  hanno avuto il via libera anche quando il tram sta  passando. Ci chiediamo, perché non si fa niente? Forse se spegniamo qualcuno di tali semafori la situazione può migliorare. Oppure dobbiamo aspettare, come al solito, il morto?

Leggi tutto    Commenti 5    Proposte 0