15 commenti per “
  • Palerma La Malata 445
    15 set 2019 alle 9:59

    Oooooh poverina! Si consoli pure Manifesta perchè non è l’unica occasione mancata qui a Palermo.
    Basta che tu guardi la realizzazione negli anni 90 di quell’autostrada urbana a 12 corsie, Viale Regione Siciliana, che divise Palermo in 2 e dove i genii colti e ben informati ci costruirono sottopassaggi non da isolato a isolato come nelle città normali ma da sparticarreggiata a sparticarreggiata creando dei sottopassaggi semi isolati, abbandonati a se stessi e per niente pratici per i pedoni che comunque devono sempre attraversare in superficie le corsia laterali.
    E non dimenticare pure la pedonalizzazione di Piazza Vittorio Emanuele Orlando. Non capita spesso di realizzare nuove piazze, soprattutto nel centro storico. E che cosa hanno scelto di costruire i genii colti e ben informati per quella rara occasione che non si presentava da decenni?: quello che qualcuno ha chiamato “un banale coperchio per un parcheggio sotterraneo”.
    E non parliamo delle occasioni mancate che potevano essere realizzate parallelamente a quel semi aborto che è risultato essere il Passante FS!
    Ora conoscendo la mentalità di Palermo e come fa le cose, a cazzo per la precisione, tu belfagor credevi sinceramente che una serie di esposizioni d’arte moderna avrebbero restituito “un ritorno di immagine e uno stimolo culturale”? Dai! Ci vuoi fare credere che sei talmente ingenuo?
    L’immagine di una città, quella seria belfagor, si crea solamente con l’architettura, l’urbanistica e la scultura pubblica e permanente in spazi aperti; non con esposizioni d’arte temporanee e in luoghi chiusi, non con retorica di alta qualità e non con parole vacuee e totalmente disconnesse come “Manifesta crea una relazione con la città che la ospita [ma davvero?] e propone un progetto artistico che parte dalle opportunità che la città offre [chissa quali]… Palermo ha presentato tematiche forti come le migrazioni e i cambiamenti climatici [che non ci appizzano niente uno con l'altro]“. Quindi caro belfagor non dovrebbe sorprenderti che Manifesta non ha potuto creare magicamente quel “ritorno di immagine” che Palermo necessita da decenni. Era come sperare di poter guarire un’ipofosfatasia con una modesta Aspirina. Semmai il ritorno di immagine che tu e i turisti potete ottenere, un anno dopo Manifesta, è per lo più un’immagine di una discarica urbana di rifiuti, grande 150 kilometri quadrati, a cielo aperto, intervallata da marciapiedi dissestati e da strade con asfalto che sembra essere stato bombardato qua e là, mentre l’unico “stimolo” che Palermo ti restituisce non è culturale ma olfattivo: il feto dei cassonetti traboccanti di munnizza e di sacchetti per la raccolta differenziata artisticamente poggiati sui marciapiedi e squarciati da piccioni, mosche ed api durante il giorno e da gatti, cani e topi durante la notte.
    Detto questo tu puoi continuare a sperare in un futuro per Palermo migliore belfagor; tanto si sa che la speranza è l’ultima a morire.

    • punteruolorosso 2124
      15 set 2019 alle 16:51

      In particolare, il parcheggio v.e.orlanfo ha rovinato l’architettura del tribunale, inondandola di terrazzini e scalette che ne riducono la monumentalità. Chiusa la piazza, la via Nicolò Turrisi è diventata un imbuto di traffico.

      • Metropolitano 3563
        17 set 2019 alle 13:22

        Pensavamo che fosse un’opera utile dato che è stato fatto in una piazza che porta l’omonimia di “Orlando” (anche se Vittorio Emanuele non era Leoluca); come mai ti lamenti ? Considera l’utilità dell’opera.

        • Palerma La Malata 445
          17 set 2019 alle 20:13

          Sì, considera l’utilità dell’opera. Il che è precisamente quello che avrebbero detto gli artisti ed architetti dei secoli precedenti che fino agli anni 50 hanno contribuito a creare l’immagine delle città Italiane conosciute in tutto il mondo.
          Metropolitano, va cuiccati. Se è questo che ti hanno insegnato alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo…

          • Metropolitano 3563
            17 set 2019 alle 20:19

            Primo, non era Università della facolta’ di ingegneria nel mio corso di studi.
            Secondo. A me “va cuiccati” non lo hanno certo insegnato ad una facoltà, a meno che io avessi frequentato la facoltà di non rispondere. (LOL)

  • danyel 576
    16 set 2019 alle 10:56

    Era ovvio che fosse così … siamo a Palermo! Tutti pensavano ad una trasformazione della città dopo “Manifesta” o “Palermo capitale della cultura” .. illusi .. io lo dissi a suo tempo! E sono d’accordo con Palerma La Malata!
    Direi anzi che la città è peggiorata … a Milano ho saputo che si continua a costruire grattacieli, qui invece abbiamo ancora le case sventrate della seconda guerra mondiale e del periodo borbonico; non solo: non abbiamo un PALASPORT degno di questo nome, anche l’IPPODROMO pare sia chiuso … non si sa se realizzeranno mai il PASSANTE FERROVIARIO … E vogliamo parlare delle STRADE?: sono in condizioni disastrose, neanche nel terzo mondo .. rotte, piene di buche, rattoppate alla meno peggio e senza SEGNALETICA ORIZZONTALE .. insomma, anarchia totale (il caso Viale Regione Siciliana è vergognoso) … potrei continuare all’infinito, ma mi fermo qui, è meglio .. Ho già parlato della questione rifiuti, spazzamento strade, etc .. e del fatto che i turisti rimangono inorriditi .. meglio fermarmi qui, è meglio!
    Questa oggi è la Palermo del 2019 .. sotto gli occhi di tutti, del resto, nonostante Orlandino continui a prendere per i fondelli i cittadini, dando un’immagine della città che NON ESISTE! … C’è più turismo è vero, ma i turisti vengono, fotografano la spazzatura e i degrado e non ritornano più! Quindi, altro che Manifesta e capitale della cultura!

    • Metropolitano 3563
      17 set 2019 alle 8:23

      E’ da Ottobre che la segnaletica sul Viale Regione è assente. Tuttavia gli operatori in divisa sono sempre in agguato con gli autovelox mobili e quelli fissi. Gelarda (Lega) ha gia evidenziato in passato tutto questo, insieme al gruppo consiliare M5S, ossia le gravi carenze rispetto alle altre città d’Italia, a causa di un’amministrazione assente o totalmente indolente. Ma come hanno fatto i Palermitani a riconfermare questo buffone Renziano…

      • Palerma La Malata 445
        17 set 2019 alle 11:12

        Da Ottobre degli anni 90 volevi dire, cioè da quando è stata realizzata!
        Un’autostrada urbana lunga 12 km e con 12 corsie dovrebbe avere NOMI e NUMERI per ogni ingresso e per ogni uscita.
        L’incapacità di vedere oltre il proprio naso e oltre il proprio interesse ha impedito agli genii colti e ben informati di considerare l’esistenza di automobilisti Siciliani non Palermitani, al resto degli Italiani e degli stranieri che devono percorrerla.

        • Metropolitano 3563
          17 set 2019 alle 12:34

          Diciamo che negli anni novanta non è stata completata quella sopraelevata per i veti di una parte della maggioranza. Troppi “no” hanno fatto male, fanno male, e sempre male faranno a questa città.
          Ma per quanto riguarda la segnaletica orizzontale, fino al 2017 era visibile.


Lascia un Commento

Ultimi commenti