Articolo
09 giu 2020

FOTO | Completata la riqualificazione di piazza Papireto

di Fabio Nicolosi

A gennaio 2018 annunciavamo la pubblicazione del bando per la riqualificazione della Piazza Papireto. Oggi, a distanza di 2 anni e 6 mesi possiamo mostrarvi i lavori conclusi. A voi i giudizi Il progetto costato circa € 580.000,00 e finanziato con fondi della L.R. 25/90 ha previsto la sistemazione della pavimentazione, una nuova illuminazione pubblica, la revisione e la razionalizzazione del sistema di smaltimento fognario. Si è anche provveduto alla piantumazione di nuovi alberi proprio al bordo tra la piazza e la strada. Foto di Simone F. Ecco come si presentava prima dell'intervento di riqualificazione E' chiaro che adesso bisognerà monitorare che la piazza venga mantenuta in ottime condizioni e affidiamo a voi cittadini il controllo civico

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
01 mag 2020

Che fine hanno fatto i 90 milioni di euro per riqualificare il centro storico?

di Fabio Nicolosi

Era il 2 Luglio 2019 quando il comune di Palermo annunciava un programma di interventi per circa 90 milioni di euro in tre anni, da destinare a progetti materiali di “riqualificazione e sicurezza urbana” tramite il recupero di edifici e spazi pubblici di particolare interesse o di valore storico-artistico ed interventi immateriali per l’incremento ed il miglioramento dell’offerta culturale e turistica. Siamo ormai agli inizi di Maggio e di questi interventi annunciati, non si é ancora visto nulla. Parliamo di 39 interventi per il restauro di importanti palazzi del Centro storico (figurano fra gli altri il completamento del restauro dello Spasimo, quello dell’ex Collegio San Rocco, diversi interventi a Palazzo Riso e ancora l’ex Convento di San Basilio destinato a diventare la Casa delle culture, Palazzo Gulì, il Monastero delle suore Carmelitane e quello del Collegio della Sapienza, l’ex Convento della Gancia), ma anche di Piazza Kalsa, piazza Marina, via Divisi, via Garibaldi, piazza Rivoluzione). Consultando il sito OpenCoesione possiamo notare come nessun interventi risulti ancora inserito. Anche se da un'analisi veloce sembra che l'ultimo aggiornamento riguardi i dati fino a Dicembre 2019. Continueremo a monitorare dunque il sito. Ma la domanda rimane comunque valida: Che fine hanno fatto i 90 milioni di euro per riqualificare il centro storico? Sono somme che ci dobbiamo ancora aspettare? Sono stati approvati i progetti? Quando partiranno i vari interventi?

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
02 gen 2018

BANDO | Sará riqualificata piazza Papireto

di Fabio Nicolosi

È stato pubblicato sul sito del Comune il bando per la riqualificazione di piazza Papireto. L’opera risulta inserita nell’elenco annuale (cat. 11 - progr. 090) del vigente Piano Triennale OO.PP. 2017-2019 approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 475 del 22 settembre 2017. L’intervento è previsto con un importo di € 580.000,00 finanziato con fondi della L.R. 25/90 La durata dell'appalto è fissata in 240 (duecentoquaranta) giorni dalla data di consegna lavori. Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 30.01.2018 Prima seduta pubblica si terrà alle ore 9:30 del giorno 31.01.2018. Stato di fatto La piazza Papireto è uno spazio di notevoli dimensioni, all’interno del Centro Storico di Palermo tra le vie Matteo Bonello e Papireto, a quota inferiore rispetto a quest’ultima via. Il tratto iniziale di via Papireto, sovrastante la piazza, ha un andamento ad “esse” per raccordare la via Bonello con la via Papireto. Il salto di quota rispetto al sedime della piazza è delimitato da un muro di contenimento in conci regolari di calcarenite che segue il tracciato stradale. Sulla piazza prospettano edifici a tre e quattro livelli, alcuni palazzetti e la mole dello storico Palazzo Santa Rosalia, attuale sede dell’Accademia delle Belle Arti. Con il primo stralcio dell’intervento in questione è stato recuperata la pavimentazione in basolato della zona della piazza Papireto antistante il Palazzo Santa Rosalia e della porzione di piazza in acciottolato con ricorsi in pietra di Billiemi fino all’intersezione con la via Gianferrara. Oltre alla piazza Papireto l’area di progetto comprende i tratti della via dei Carrettieri e della via Gianferrara, tra la piazza Papireto e la via Matteo Bonello; comprende, altresì, il vicolo Papireto, il prolungamento della via Gioiamia, oltre la via Bonello, e l’area triangolare compresa tra tale pro- lungamento, la via Matteo Bonello e via Papireto. Tipologia e stato di conservazione delle pavimentazioni esistenti. La via Carrettieri è pavimentata con basole di Billiemi, in discrete condizioni di conservazione, con monta centrale, poste a “spina di pesce”, con canalette laterali raccordate agli edifici con fasce di basole poste ortogonalmente all’asse stradale. La via Gianferrara e il vicolo Papireto sono attualmente rifinite da uno strato di asfalto, posto pre- sumibilmente sui resti dell’originaria pavimentazione in pietra. La sede stradale del prolungamento della via Gioiamia è pavimentata in calcestruzzo, in cattive condizioni di conservazione. La parte della strada antistante gli edifici è pavimentata con una fascia di raccordo costituita da basole stradali poste ortogonalmente all’asse stradale, completata da una canaletta di scolo. La pavimentazione della porzione di piazza Papireto, esclusa dalla realizzazione del I Stalcio, è in pessime condizioni di conservazione per l’intenso uso veicolare e per il cattivo funzionamento del sistema di smaltimento delle acque piovane. Si possono, tuttavia, distinguere brevi tratti dell’originario acciottolato con guide di pietra di Billiemi. L’area triangolare pavimentata in battuto cementizio, delimitata dal prolungamento della via Gioia- mia, dalla via Matteo Bonello e da via Papireto è in cattive condizioni di conservazione; le radici af- fioranti delle alberature lungo la via Matteo Bonello ne hanno, inoltre, deformato in più punti la pa- vimentazione. Il paramento del muro di contenimento della via Papireto è in pessime condizioni di conservazione con presenza di erbe infestanti, di ampli tratti degradati e di conci mancanti. La scala di collega- mento della via Papireto con la sottostante piazza ha una rampa con gradini in pietra di Billiemi e l’altra con gradini in travertino. Entrambe le rampe sono in cattivo stato di manutenzione. Descrizionedell’intervento. Nel progetto in questione sono previste le seguenti opere: il completamento del rifacimento dell’acciottolato della piazza Papireto tra la via Gianferrara e il prolungamento della via Gioiamia, il rifacimento del battuto cementizio della zona triangolare alberata e del marciapiedi di piazza Papi- reto, il rifacimento del basolato della via Gianferrara e del vicolo Papireto, la pavimentazione in ac- ciottolato e basolato del prolungamento della via Gioiamia, la manutenzione straordinaria del baso- lato di via dei Carrettieri, nonché, il recupero del muro di contenimento della via Papireto e dellascala di collegamento tra la via e la stessa piazza. La zona triangolare viene prevista con disegno delle guide in pietra con un unico piano inclinato, i campi in battuto cementizio sono previsti con finitura rigata antiscivolo. Per l’intera area di progetto è previsto uno scavo di sbancamento fino alla quota – 0,50 m, con esclusione dell’area triangolare e del marciapiedi, quota da cui verranno ricavati gli scavi a sezione obbligata per la posa in opera degli impianti, dopo il ricolmo degli stessi verrà realizzata una mas- sicciata stradale con tout-venant di cava dello spessore di 25 cm e su questa verranno posate le pavimentazioni. L’acciottolato sarà realizzato con ciottoli di fiume, in pietra dura, collocati di coltello su un letto di posa, composto da un impasto umido di sabbia e cemento, gli stessi verranno costipati e livellati a mano con l’uso di mazza lignea e i giunti verranno saturati con sabbia fine. L’acciottolato sarà riquadrato in campi delle stesse dimensioni di quelli realizzati nel I stralcio, deli- mitati da guide costituite da basole di pietra calcarea grigia di Billiemi o similare, spicconate, delle larghezza di cm 25 poste a correre. I basolati stradali saranno realizzati con basole di pietra calcarea grigia di Billiemi o similare, con superfici a vista spicconate, collocate su un letto su di posa realizzato con impasto umido di sabbia e cemento, costipate e livellate a mano con l’uso di mazza lignea. Per la via Carrettieri, in discrete condizioni, è prevista una manutenzione del basolato esistente e la revisione degli impianti tecnologici. Detta manutenzione consiste nella dismissione, spicconatura e ricollocazione delle basole, nella integrazione di quelle mancanti con analoghe di pietra di billiemi. Il basolato della via Gianferrara verrà realizzato con la stessa sezione tipo della via dei Carrettieri. Il basolato del vicolo Papireto, invece avrà sezione tipo con scolo delle acque al centro della stra- da. Per la pavimentazione in battuto cementizio dell’area triangolare si prevede la dismissione di quello esistente, il livellamento del terreno sottostante per la nuova sistemazione, la realizzazione delle guide e delle orlature con elementi di pietra calcarea di Billiemi o similare e la realizzazione del nuovo battuto cementizio dello spessore complessivo di 8-10 cm. Per le alberature esistenti, che verranno mantenute, si prevede il loro inquadramento in due campi in sostituzione degli attuali cercini. Il bordo delle due aree sarà realizzato con profili di ferro pieno delle dimensioni di mm 100 x 10. Nuovo impianto fognario. Nel progetto è prevista la revisione e la razionalizzazione del sistema di smaltimento fognario dell’area. Le nuove condotte principale ( 500 e  300) saranno posate in scavi di adeguate dimensioni e sa- ranno rinfiancate e imbottite con sabbia; gli scavi verranno riempiti con materiale arido siliceo e mi- sto granulare stabilizzato fino alla quota di – 0,50 m dalla sede stradale. Il sistema di raccolta delle acque meteoriche è previsto con caditoie stradali sifonate antiratto con basi di raccolta in pietra calcarea grigia di billiemi o similare. Il nuovo impianto fognario sarà completato dal sistema di raccolta delle acque nere e delle acque bianche provenienti dai fabbricati con pozzetti sifonati, nonché, dai relativi collegamenti ai collettori con tubazioni in PVC del diametro di 200 e 250 mm. Impianto di pubblica Illuminazione Nel progetto è prevista la predisposizione dei pozzetti, dei tubi montanti in acciaio e dei cavidotti necessari al completamento dell’interramento delle linee di alimentazione dell’impianto di pubblica illuminazione dell’area di progetto. È possibile consultare il bando al seguente LINK Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 20

Ultimi commenti