6 commenti per “
  • belfagor 1008
    09 set 2021 alle 9:46

    Emergenza cimiteri: piove sul bagnato.
    La Regione ha deciso di “affossare” ancora di più l’emergenza sepolture a Palermo .
    La” rimodulazione delle risorse” del Fondo di sviluppo e coesione operata dalla giunta regionale ha come una delle principali vittime il nuovo cimitero di Palermo .
    I 15 milioni di euro destinati alla realizzazione del nuovo cimitero di Ciaculli a Palermo sarebbero stati “rimodulati” cioè ….tagliati.
    Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, interviene duramente contro tale cancellazione delle risorse:
    “Il taglio dei 15 milioni di euro tolti all’ulteriore integrazione della progettazione del nuovo cimitero di Ciaculli rappresenta, nella grave emergenza che vive la città di Palermo, un atto irresponsabile che purtroppo appare essere una mancanza di sensibilità e collaborazione istituzionale”
    Ancora più dura la LEGA :
    “ Il taglio dei fondi è avvenuto su proposta fatta direttamente dal presidente Musumeci.
    È evidente che il presidente Musumeci non ha a cuore la soluzione dei problemi di Palermo, nemmeno quando per farlo non deve impegnare fondi regionali ma fondi nazionali. È un fatto che tutti i palermitani, e soprattutto le famiglie che hanno i propri cari defunti in attesa di inumazione, devono sapere”.
    P.S Musumeci, per motivi politici- elettorali , sta cercando di dirottare i finanziamenti statali del “Fondo di sviluppo e coesione” a Catania.
    Che poi Palermo rimarrà senza cimitero e senza altre opere pubbliche poco importa.

  • belfagor 1008
    14 ott 2021 alle 9:12

    Mentre il forno crematorio dei Rotoli resta desolatamente guasto e del nuovo forno si sono perse le tracce e forse anche i finanziamenti , ieri è stato inaugurato a Misterbianco il nuovo forno crematorio con annesse le sale cerimonia e veglia, gli uffici ed i servizi e i locali che ospitano i forni e la cella frigorifera.
    A tagliare il nastro della nuova struttura il commissario straordinario del Comune, Salvatore Caccamo, il presidente della Saie Spa che ha realizzato l’impianto in projet financing e della società Misterbianco Cremazioni che lo gestirà.
    Alla cerimonia d’inaugurazione era presente l’assessore ai Cimiteri, Antonino Sala che è riuscito a ottenere 60 cremazioni gratuite per Palermo.
    Visto che a Palermo è tutto fermo, ormai siamo ridotti a partecipare alle inaugurazioni di opere pubbliche in altri comuni, ad elemosinare qualche servizio e sperare nel buon cuore del prossimo.
    Siamo ormai messi male.

    • Normanno 557
      14 ott 2021 alle 11:11

      Ma tu pensi solo alle bare dei rotoli? Con tutta la fica che c’è in giro pensi in modo ossessivo solo alle sepolture?Ti do un consiglio da amico fatti un bel giro per strada e guarda le belle donne che ci sono che sono una meraviglia del creato e abbandona i cattivi pensieri!

      • belfagor 1008
        14 ott 2021 alle 14:21

        Caro normanno
        Grazie per il consiglio “disinteressato”.
        Mi piace ammirare le belle donne, soprattutto se intelligenti, ma mi piace anche vivere in una città ben amministrata con strade pulite, ben illuminate e con dei servizi efficienti.
        Camminare in strade alberate e marciapiedi senza buche , viaggiare in mezzi pubblici puntuali e ammirare i monumenti ben conservati.
        Purtroppo oggi Palermo è una specie di suburra maleodorante, sudicia , malfamata e mal amministrata .
        Oggi purtroppo camminare nelle strade di Palermo ti fa passere la voglia di ammirare le belle donne.
        Poi ti devo fare una confidenza, purtroppo tutti un giorno moriremo e non tutti si “eleveranno” in cielo come…..LUI.
        I cimiteri sono perciò lo specchio di una città e di un popolo
        Se sono curati, puliti e pieni di verde indicano un alto grado di civiltà
        A Palermo invece il cimitero somiglia a un deposito per bare : sporco e pieno di ratti e di cinghiali.
        Ma cosa si può pretendere da una città dove il 20% dei cittadini sostiene che è “ben amministrata”, dove il sindaco continua a ripetere “Mi ni staiu futtiennu” e un assessore spera che “una risata” seppellisca i suoi contestatori?

  • loggico 663
    14 ott 2021 alle 14:41

    va bene la dialettica politica ma sul tema usare un linguaggio così forte è veramente fuori luogo

    Ps pure il tgr sicilia ha fatto un servizio oggi


Lascia un Commento