14 commenti per “
  • Palerma La Malata 578
    22 giu 2021 alle 22:11

    Ma Cip ha considerato il fatto che ha incassato i soldi pagatigli dalla Red Bull anche col sudore che i Palermitani hanno buttato bloccati nelle loro auto sotto i 40 gradi?
    Se lui avesse un minimo di dignità con questo guadagno dovrebbe realizzare un opera di utilità collettiva per i Palermitani.
    Cosa ne farà di questo guadagno?
    Se li spartirà col suo compare Ciop e con i 7 Nani oppure li mettera a buon uso?

  • belfagor 952
    24 giu 2021 alle 16:38

    Quanto ha incassato il Comune per aver permesso che la città si trasformasse , per un giorno, un inferno?
    L’assessora alle attività produttive, Cettina Martorana, con molto imbarazzo ammette :
    “Confermo che l’amministrazione ha incassato ….. 182 euro per la concessione di 160 metri quadri di suolo pubblico da utilizzare per la sosta della vettura da Formula 1 Red Bull –. Purtroppo (per le casse comunali) le tariffe per la concessione del suolo pubblico sono queste.
    Una cifra che non contempla altri introiti nelle casse pubbliche a titolo di indennizzo per “il disturbo arrecato” alla cittadinanza se pur per un….” progetto affascinante e dal sicuro impatto economico positivo per l’economia cittadina a medio termine”.
    “Se mi chiede se sia opportuno modificare il regolamento alla luce di questo problema – continua l’assessore – le rispondo di sì. Ma siamo nel campo delle ipotesi, al momento il regolamento comunale è questo”.

    Sicuramente i palermitani ricorderanno a lungo la giornata di passione vissuta il 22 giugno senza essere avvisati preventivamente .
    Lo stesso esponente della giunta Orlando riconosce che dal punto di vista della comunicazione qualcosa è mancato.
    “Se ci interroghiamo sull’opportunità di una comunicazione più tempestiva rispetto a un evento di tale portata e che il Comune conosceva dal 21 APRILE scorso, riconosco che sarebbe stato opportuno – dice Martorana -. Ma, come ha detto il sindaco a poche ore dalle riprese della produzione Red Bull, sono convinta che i vantaggi in termini economici e di immagine che avrà la nostra città saranno superiori ai disagi patiti dalla cittadinanza per mezza giornata. “

    P.S. Il sindaco Orlando già il 21 aprile sapeva che il Foro Italico e la Favorita sarebbero stati chiusi al traffico ma lo ha comunicato alla cittadinanza solo il pomeriggio del …… 21 giugno!!!!
    E’ normale questo comportamento?

    • Orazio 1675
      24 giu 2021 alle 17:24

      Premetto che non seguo la F1 e premetto anche che non la demonizzo, rispetto i tantissimi cultori di quella disciplina.

      Al di là del fatto, dei difetti veri o presunti di comunicazione (io lo sapevo benissimo quello che sarebbe successo, e dire che non uso i social), dell’opportunità o meno di quanto concesso, che interessi o meno il ritorno d’immagine (che è talmente alto da non essere quantificabile), una riflessione mi sia concessa.

      Il genere umano si è evoluto adattandosi al mondo esterno. Esiste poi un genere palermitano che si è involuto incollandosi al sedile dell’auto. Ma è davvero impensabile rinunciare all’auto per mezza giornata? Ma tutti avevano bisogno dell’auto? Ma nessuno poteva rinunciarci?

      Sinceramente non me ne faccio una ragione e provo empatia solo per chi davvero non aveva altri modi di affrontare la situazione, credo davvero pochi.

      Al di là del degrado di una città che è cronico e cronicizzato, pure in troppe menti.

      • bottarisali 221
        25 giu 2021 alle 11:01

        “il genere palermitano che si è involuto incollandosi al sedile dell’auto. Ma è davvero impensabile rinunciare all’auto per mezza giornata? Ma tutti avevano bisogno dell’auto? Ma nessuno poteva rinunciarci?”
        ma tu vivi a Palermo Orazio o in qualche minuscolo paese della sicili orientale dove puoi raggiungere qualsiasi punto a piedi?
        tu hai moglie e figli o sei celibe? hai anziani a carico?
        perché questo spiegherebbe molto di quello che credi e dici sulla base di un ideologia verde cieca ed invasiva….

    • Normanno 509
      24 giu 2021 alle 18:25

      Io mi meraviglio del provincialismo e dell’approccio miope di certi commenti!
      Mi sarei aspettato che per far vedere le bellezze di Palermo a tutto il mondo associandolo ad un marchio prestigioso come la REDBULL in lotta da favorita per la vittoria finale in F1 invece di erogare le solite scene in bianco e nero dei morti ammazzati o peggio ancora delle stragi, il comune di Palermo avesse dovuto spendere una decina di milioni (tanto è il valore per uno spot che gira in tutto il mondo associato al marchio Redbull in cui si mostra Palermo in tutto il suo splendore ).
      Non abbiamo speso dieci milioni ma anzi ci hanno dato 182 euro e ci lamentiamo pure?Ma qualcuno ha idea di cosa sia il marketing turistico?O parliamo solo per dare fiato alle trombe?Poi che a livello di comunicazione il tutto andava gestito meglio preparando i cittadini all’evento per non metterli quei giorni sul fatto compiuto e che si sarebbe dovuto chiedere in anticipo un sacrificio per il bene dell’economia palermitana questo è assolutamente condivisibile,ma putroppo la comunicazione e l’amministrazione del comune hanno sempre litigato da piccolI,rassegnamoci.

  • Normanno 509
    24 giu 2021 alle 18:29

    Ma possibile che in questa benedetta città quando succede qualcosa di positivo RIUSCIAMO SEMPRE A FARLO DIVENTARE NEGATIVO???Quei pochi che ci regalano qualcosa invece di ringraziarli li offendiamo?

    • Orazio 1675
      24 giu 2021 alle 22:22

      E’ il degrado delle menti di cui parlavo sopra. Incapacità di svolgere ragionamenti più complessi di una linea retta. Analfabetismo di ritorno.

      Una volta il loro pensiero rettilineo lo trovavi perfettamente sintetizzato nelle pagine del Giornale di Sicilia che ne erano portavoce ed amplificatore. Aveva una ragione per farlo: il mantenimento dell’establishment che loro rappresentavano. Oggi, con i social a portata di tutti, con la conseguente “apertura delle gabbie” ed il “liberi tutti”, quella testata pare un trattato illuminista.

      Ma sono lo stesso ottimista, comunque.

  • peppe2994 3607
    24 giu 2021 alle 22:30

    Questo sarà un argomento divisivo, quindi ognuno resta della sua opinione. Così solo per capire quanto possa essere diametralmente opposto il pensiero altrui, per ciò che mi riguarda le riprese dello spot sono così meritevoli che avrei giustificato non una chiusura del Foro Italico, ma un giorno di ritorno in lockdown per tutta la città, per andare sul sicuro. Insomma, priorità assoluta ed incondizionata. Lo si sapeva da settimane, tutti i giornali non parlavano d’altro, sul sito del comune ci sono le delibere.
    Purtroppo però la polemica gratuita è diventata lo sport cittadino, ed è un grosso problema, perché ci si lamenta delle piccole cose, ignorando pericolosamente i problemi veri e drammatici. Ad esempio è notizia di oggi che il comune di Palermo negli ultimi 10 anni ha incassato solo il 32% di quanto dovuto dai cittadini a vario titolo, e nessuno è mai intervenuto, fino all’attuale esplosione della crisi.

    Questi sono i problemi che vale la pena discutere.

  • loggico 632
    25 giu 2021 alle 8:06

    Ogni anno migliaia di turisti restano incolonnati per ore in viale regione siciliana, molti ed di questo la gesap ne può rendere conto perdono l’aereo e sono costretti a spendere cifre esorbitanti per riacquistare a prezzo pieno il biglietto di ritorno, del resto lo stesso tom tom sconsiglia a priori di percorrere la strada, sempre questi turisti trovano una città sporca e senza servizi dove i pochissimi centri di informazione operano in maniera incostante, gli stessi turisti non trovano mai in giro un vigile urbano e spesso sono costretti a barcamenarsi fra le vie senza indicazioni in lingua inglese..
    Nei sistemi internazionali questa cosa emerge in maniera chiara!!

    La sostanza quale? Che mentre tutto questo è vero e dimostrabile, l’ipotesi del video è tutta da dimostrare, oggi nel 2021 secondo voi la red bull fa uno spot pro palermo o pro redbull?
    Chi vedrà le immagini, italiano o straniero da uno spot di pochi secondi sarà invogliato a comprare una lattina o a venire a palermo?

    Il target di coloro che abitualmente usano la redbull corrisponde al turismo che prevalentemente viene viene Palermo?
    I giovani europei prediligono Spagna o Grecia o al massimo la riviera romagnola, palermo ha un turismo più di famiglie o comunque da persone adulte i giovani saranno il 3 %.. ergo tutto sto macello non servirà a nulla!
    Ad una cosa è servito, a mettere ancora più in vista cosa significa ogni giorno confrontarsi con qualcuno..

    usare la propria autovettura non è un capriccio ma una necessità, non ci sono servizi di trasporto adeguati, non siamo a Londra o a Milano
    Se devi fare anche 5 chilometri puoi pensare di farli a piedi ma non con i mezzi, ci si impiegherebbero ore, la città ha un bacino di un milione di abitanti pensare di dire a tutti lasciate le auto a casa e prendete i mezzi è da pazzi scatenati, succederebbe il finimondo..

    oppure andate a piedi, si con 40 gradi!!

    La verità è che bisogna criminalizzare sempre i palermitani, sempre!! Mi ricordo di uno nella storia che aveva pure questa idea…

  • belfagor 952
    25 giu 2021 alle 8:14

    Ciò che è accaduto giorno 22 è grave perché dimostra dove può arrivare l’arroganza e l’impunità del potere.
    Un sindaco autorizza la chiusura dell’unico asse viario ancora percorribile , avvisando la cittadinanza solo il giorno prima, per permettere ad una macchina di formula uno e ad una bibita “energetica” di fare uno spot pubblicitario .
    Tantissimi cittadini sono rimasti bloccati nelle loro macchine ma anche negli autobus e nelle autoambulanze e anche …. nel tram .
    Migliaia di lavoratori non hanno potuto raggiungere i loro luoghi di lavoro , centinaia di cittadini sono arrivati in ritardi ai loro appuntamenti e molte autoambulanze e mezzi di trasporto sono rimasti bloccati nel traffico
    La folle e scriteriata decisione di chiudere il Foro Italico in un giorno lavorativo ha avuto gravi conseguenze.
    Non si trattava di gente che si trovava in auto o nei mezzi pubblici per “ andare a comprare le sigarette o di panormosauri sfaccendati”, come sostengono i soliti “fedelissimi”, ma di gente che doveva andare a lavorare e non avevano altri mezzi per raggiungere il loro posto di lavoro o di gente che doveva raggiungere l’ospedale , l’aeroporto o che doveva immettersi in autostrada”.
    Molti interventi chirurgici e visite specialistiche sono stati rinviati o posticipati .
    Chiaramente la polizia municipale è “ scomparsa” e quei pochi che erano costretti a bloccare le strade d’acceso al Foro italico erano imbarazzati e assolutamente incolpevoli e impotenti .
    La notizia era tanto grave che anche la stampa e la televisione , non solo cittadina, hanno parlato dell’argomento , e non certamente in toni benevoli.
    L’assessore alla “mobilità” ha ironizzato:
    “Il traffico è la conseguenza di una scelta turistica”
    Ma che voleva dire ?
    La polemica è montata tanto che il sindaco, di mala voglia, è stato costretto ad intervenire :
    “Il video di un notissimo marchio che ha una grande visibilità globale contribuirà a diffondere nel mondo l’immagine della città di Palermo e certamente avrà effetti positivi sull’economia e sul turismo. Per questa ragione abbiamo accolto la richiesta di una casa automobilistica di F1, consapevoli dei disagi che avrebbe creato alla città e alla sua circolazione veicolare. Spiace che questa iniziativa abbia temporaneamente arrecato danni alla mobilità urbana ma gli effetti positivi, nel tempo, saranno moltiplicati”.
    Purtroppo tale intervento , invece di affievolire la polemica, l’ ha acuita , tanto che il sindaco è stato costretto a recarsi al GDS per farsi intervistare.
    Ma l’intervista, in piedi, non è stato un grande successo, per il sindaco, perché la giornalista lo ha incalzato con domande precise e puntuali e il sindaco è apparso in difficoltà.
    Più fortuna ha avuto in un’altra emittente dove l’intervistatore è apparso “affascinato” dall’eloquio del sindaco e lo ha lasciato ….straparlare.
    P.S. Al di là delle ipotetici “effetti positivi sul turismo” c’è il fatto che fino al giorno prima i cittadini e l’ informazione, esclusi i “fedelissimi” del “cerchio magico” del sindaco, non sapeva che sarebbe stato chiuso il Foro Italico.
    A confermare ciò è stata l’assessora alle attività produttive,Cettina Martorana, che ha ammesso
    “Se ci interroghiamo sull’opportunità di una comunicazione più tempestiva rispetto a un evento di tale portata e che il Comune conosceva dal 21 APRILE scorso, riconosco che sarebbe stato opportuno informare “
    In altre parole, Il sindaco Orlando, gli assessori e i “fedelissimo” già il 21 aprile sapeva che il Foro Italico e la Favorita sarebbero stati chiusi al traffico ma lo ha comunicato alla cittadinanza solo il pomeriggio del …… 21 giugno!!!!
    COMPLIMENTI!!!!!!

    • Orazio 1675
      25 giu 2021 alle 14:57

      Tanto vai dritto come una retta che dimentichi che la “cittadinanza” sapeva almeno da una settimana, io sapevo da almeno una settimana, tutti sapevano da almeno una settimana. Strano che una persona così attenta non sapesse.

      Hai dimenticato quelli bloccati in ascensore e financo al bagno di casa per via della coda. :)

  • loggico 632
    25 giu 2021 alle 10:25

    Alla fine ciascuno resterà della propria opinione..

    Continuerà a esserci chi ritiene il sindaco un Santo del quale orgogliosi i palermitani devono sentirsi dei fortunati eletti che lo han avuto come sindaco..

    e chi ritiene che sia il piu grande manipolatore mafioso razzista criminale sindaco che palermo abbia mai avuto..

    Il bello della vita è non guardare il mondo tutti gli stessi occhi


Lascia un Commento