5 commenti per “
  • belfagor 923
    08 mag 2021 alle 6:11

    La TEFA ( Tassa per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente) è’ un tributo che viene pagato alle ex province per il fatto che queste esercitano funzioni di ….tutela ambientale.
    Va pagata dai contribuenti all’interno della TARI comunale
    Tale tributo è una specie di “ Addizionale Provinciale sulla Tassa Rifiuti”, e corrisponde al 5% della TARI
    Perciò la TEFA serve a “contribuire al lavoro per la tutela ambientale delle ex province ( città metropolitane) “
    Se poi qualcuno si chiede qual è tale “contributo al lavoro per la tutela ambientale delle ex province ( città metropolitane)” francamente non so rispondere.
    Consiglio di rivolgersi al presidente della città metropolitana di Palermo.
    Si tratta di un certo Leoluca Orlando Cascio, persona mooolto disponibile , che certamente le risponderà.

    P.S. avete notato che ormai tutte le nuove tasse, tributi e addizionali servono per …..”tutelare l’ambiente”.

    • belfagor 923
      10 mag 2021 alle 5:51

      Probabilmente mi sbaglio ma la TEFA non serve per pagare ” le funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente delle province metropolitane” ma per finanziare questi organismi inutili . Ricordiamo lo stato delle strade provinciali e delle scuole superiori.
      Che poi la TARI ( e la TEFA) la pagano la metà dei contribuenti non giustifica aumenti e nuove tasse.
      L’ex assessore comunale Gentile aveva iniziato a combattere l’evasione della TARI, che per alcune categorie raggiunge ben l’ 80%: alla fine fu cacciato via dal sindaco e dal…..presidente della città metropolitana.
      Chi sa perchè?

      P.S. Sapete chi aveva, fino a due settimana fa, la delega ai tributi?

  • loggico 611
    09 mag 2021 alle 18:56

    Certo aumentare la tariffa garantendo sempre lo stesso livello di servizio è comunque una cosa non equa..

    Se poi ci mettiamo che per livello si intende l’altezza che la spazzatura raggiunge perché non è raccolta..

  • peppe2994 3590
    09 mag 2021 alle 23:58

    Lei paga la TARI, magari i suoi conoscenti pagano la TARI. Posso dire che anch’io pago la TARI, tuttavia l’evasione della TARI a Palermo è del 50%. Cioè, la RAP dovrebbe erogare un servizio a tutti, ma pagato solo dalla metà dei cittadini ed attività commerciali.

    Questo è un dramma, prima di poter parlare di servizi efficienti occorre che tutti paghino, ma così non è. Pare sia stato approvato un regolamento molto più stringente per le attività commerciali, che sono i grandi evasori, ma tra ostruzionismo vario e covid continua a slittare.

    Ah, poi c’è la questione di competenza regionale, che è il capitolo smaltimento, e si potrebbe scrivere un libro solo su questo.

    • simbar 72
      10 mag 2021 alle 10:01

      Speriamo infatti che questo regolamento entri in vigore il prima possibile. Non è possibile che chi, correttamente e puntualmente, paghi un servizio si ritrovi con le strade schifose perché metà della popolazione preferisce non pagare. Io a queste persone rivolgo la mia rabbia.
      Ci fosse un’evasione a livelli accettabili ( per quanto personalmente questa non lo sia mai, intendiamoci ) e le strade nelle stesse condizioni di adesso in termini di sporcizia, allora sì che uno farebbe bene a fare scendere tutti i santi tra partecipate comunali e gestione regionale. Certe volte ci facciamo del male da soli.


Lascia un Commento