13 commenti per “
  • Orazio 1438
    06 dic 2019 alle 8:12

    Se non hai la serenità d’animo, se sei sempre furioso, se di ogni cosa vedi solo il lato negativo, non solo il Natale sarà infernale, lo saranno 365 giorni su 365.

    • friz 1274
      06 dic 2019 alle 17:51

      Non è vero che Belfagor non ha serenità d’animo…. e non è vero che è furioso…. semplicemente Belfagor non ama vedere le cose storte… e da sette anni a questa parte a Palermo di cose storte se ne vedono parecchie…
      Devi capire Orazio che siamo in un paese libero, tu giustamente hai deciso di difendere sempre, giorno e notte, l’operato di Orlando (e non ti giudichiamo male per questo), ma altri hanno deciso invece di essere sinceri con se stessi e con gli altri… e di dire quello che pensano… tu sei libero di fare l’avvocato difensore di Orlando e di Giusto Catania, ma Belfagor è ugualmente libero di esprimere il suo punto di vista…. Viva la Libertà di Espressione… fino a prova contraria siamo in un paese libero…
      Ad ogni modo ti darei un consiglio…. non ti incazzare ogni volta che qualcuno critica Orlando, non hanno nulla contro di te, semplicemente non sopportano l’idea di vedere Palermo in questa condizione… ripeto, non hanno nulla contro di te…
      Oltretutto devi capire che malgrado state governando questa città, ormai siete in minoranza netta… non credo di esagerare dicendo che più del 90 % dei palermitani vorrebbero un cambio di sindaco…. è evidente che in città ci sono troppe cose che non funzionano…. detto questo, dato che siamo tutte persone persone positive, Palermo rimane, malgrado una classe politica non adeguata, una città Meravigliosa, Straordinaria, Stupenda!
      …..è vero, i lavori su via Crispi andavano fatti, ma potevano essere programmati meglio considerando che siamo sotto Natale e che certe zone sono incasinate dal traffico anche nei periodi più tranquilli, figuriamoci ora…
      Detto questo…. Orazio ti auguro un felice periodo natalizio…. e lo auguriamo anche al sindaco…. e in generale lo auguriamo a tutti…. ed ovviamente anche al Carissimo Belfagor… di cui apprezzo la mente, il cuore, il coraggio e la sincerità…
      Buona serata a Tutti!!!

    • Metropolitano 3912
      11 dic 2019 alle 22:40

      Diciamo che a Natale si diventa più buoni; ma solo i buoni di fatto diventano più buoni, mentre i cattivi diventano ancor più cattivi e per di più detestano la stessa ricorrenza della natività del Signore in se. Loro non vedono l’ora che finisca presto.

  • huge 2283
    06 dic 2019 alle 10:15

    Ci piacerebbe sapere che soluzione propone il nostro Belfagor.
    Propone forse di non completare l’anello così non si crea il caos su via Crispi?

    Perché sono tutti bravi a criticare. E Belfagor sembra non fare altro al momento, con cadenza quotidiana, piova o ci sia il sole. Uno uomo con una missione da compiere.

  • belfagor 757
    07 dic 2019 alle 5:52

    Cari amici, con serenità d’animo ho messo in evidenza due notizie.
    La prima che da lunedì si chiuderà una carreggiata di via Crispi per dei lavori assolutamente necessari . Nessuna critica ma un dato di fatto o forse i cittadini non dovevano essere avvertiti?.
    La seconda notizia è che da sette mesi una carreggiata del sottopassaggio di Piazza XIII è ristretta a causa di alcuni lavori mai iniziati. Ho auspicato serenamente che si risolvesse al più presto tale problema, ricordando che nelle città civili si mettono le transenne e il giorno dopo si effettuano le riparazioni del caso.
    Ho serenamente auspicato che la nostra efficientissima amministrazione comunale avrebbe sicuramente risolto entro lunedì questo piccolo problema così da rendere meno caotica la situazione di Via Crispi.
    Non sapevo che ricordare all’amministrazione che esiste un cantiere aperto da sette mesi sia un reato di “lesa maestà” e che evidenziare che abbiamo quasi perso 322 milioni di finanziamenti pubblici per opere fondamentali sia poco delicato.
    Comprendiamo che il sindaco, invece di spiegare come è stato capace a realizzare questo capolavoro di …..inefficienza ( scusato ma non ho trovato nessuna parola meno volgare) ha rivelato ,durante una trasmissione televisiva , che …..ha il cuore a dx .
    Oltre il fatto che questa “rivelazione” non è poi tanto nuova :già più volte nel passato , aveva fatto tale annuncio ( per esempio durante la campagna elettorale del 2012). francamente che il cuore del sindaco…. batte a dx , lo avevamo già sospettato da tempo.
    Forse annunciando: “Io sono stampato tutto al contrario” ha voluto , con molta delicatezza , spiegare i motivi di tale ennesimo fallimento amministrativo.
    P.S. Caro Friz ti ringrazio per il tuo attestato di stima , ma purtroppo , visto che ho volgarmente il cuore che batte a sinistra, sono un utopico idealista. Vorrei un amministrazione comunale che pensasse ai problemi della gente, comprendendo i loro bisogni ma educandoli anche al rispetto delle regole e della legalità e spendendo tutti finanziamenti pubblici per opere utili e necessarie.
    Ma da noi i finanziamenti servono solo per fare “ annunci” e poi per perderli.
    La cosa grottesca e che paghiamo anche questi “amministratori”

    • Orazio 1438
      07 dic 2019 alle 13:42

      Carissimo Belfagor, è sempre un piacere discutere con te.

      Personalmente mi riferivo ad alcuni aggettivi usati e ad un tono generale da fine del mondo causata dal Comune di Palermo quando il cantiere che si va ad aprire non é comunale ma di Trenitalia e serve a realizzare un’opera pubblica che tutti conosciamo e di cui condividiamo l’utilità. Però il tono dell’articolo imputa “l’inferno” al Comune.

      Vorrei sommessamente evidenziare che fino ad un passato recente via Crispi è stata interessata dai lavori fognari (anche lì, committente non il Comune) però era come se “l’inferno” lo creasse il Comune.

      Altra, e corretta, considerazione è quella relativa ai lavori del sottopasso.

      Era questo il mio “sommesso” messaggio in un mondo di urlatori. il “piove, governo ladro” non è mai stato nelle mie corde.

      • friz 1274
        07 dic 2019 alle 18:03

        ….stiamo per una volta parlando in maniera pacato e cercherò di continuare ad usare questo tono… nel tuo commento accenni ad un’opera che tu ritieni fondamentale, l’Anello Ferroviario… quell’anello purtroppo è l’ennesima dimostrazione di come in città per anni siamo stati amministrati in maniera superficiale e a tratti ridicola… l’anello ferroviario sarebbe fondamentale se fosse stato pensato in maniera adeguata, ma non è stato così… anche in quel caso ci si è accontentati del piano B…. anzi… direi piano C….
        …..l’anello ferroviario, malgrado probabilmente sarà gestito da Trenitalia, in teoria dovrebbe essere una sorta di metropolitana…. la cosa RIDICOLA è che sia a binario unico…. veramente difficile trovare al mondo altre “metropolitane”, costruite dopo il 2000, a binario unico…. quello è l’ennesimo piccolo fallimento palermitano… se è a binario unico invece di essere a doppio binario la colpa è di diversi politici che non hanno mai “denunciato” la cosa… che non hanno mai fatto la voce grossa affinchè la situazione fosse diversa…. chi sono i responsabili di questa cazzata? Tanti…. tutti i politici che, pur avendo ricoperto cariche importanti, non hanno mai pubblicamente aperto un dibattito serio sulla questione… e quindi questi politici che non hanno risolto la questione sono… Leoluca Orlando, Cammarata, Cuffaro, Lombardo, Crocetta…. ci fosse stato almeno uno di loro che avesse aperto il dibattito sulla questione ora forse si parlerebbe di una Anello Ferroviario a doppio binario… dal mio punto di vista sono tutte bave persone, ma amministrativamente parlando, uno peggio dell’altro….
        P.S …apro una parentesi su un’altro aspetto denunciato giustamente da Belfagor…. da parecchi mesi sotto piazzale tredici vittime ci sono delle transenne per dei calcinacci caduti a terra…. il sottopassaggio versa in condizioni pietose da diversi anni ed i lavori non sono mai iniziati… ci sono solo le transenne, ma non c’è ombra di interventi comunali da mesi… è normale tutto ciò? No!!! Non è una cosa normale…
        Buona serata a Tutti!!!

        • punteruolorosso 2429
          07 dic 2019 alle 18:58

          sull’anello son d’accordo. si poteva fare a doppio binario e fino alla stazione centrale, salendo da via lincoln. questo avrebbe tagliato fuori piazza politeama, ma con metro leggera e tram la cosa si risolveva. un anello a doppio binario che abbracciasse il porto e il centro storico passando sotto alla cala e al foro italico, magari parallelamente a quella strada sotterranea circonvallazione-porto di cui si è parlato ultimamente.

      • belfagor 757
        08 dic 2019 alle 7:47

        Caro Orazio, anche per me è un piacere discutere con te e con coloro , che pur non pensandola come me, lo fanno civilmente e costruttivamente.
        I lavori per l’anello ferroviario si devono fare e nessuno mette in discussione ciò !!!.
        Che sia un opera discutibile , come ha giustamente evidenziato dettagliatamente Friz , non significa che non si deve completarla.
        Che il Comune, e chi lo ha amministrato in questi 30 anni, teoricamente non c’entra niente con tali lavori e vero solo in parte .
        Chi ha avallato tale opera a un solo binario e con tante criticità ? Chi non ha fatto quasi nulla quando i lavori procedevano mooolto lentamente ? Chi non è intervenuto all’apertura di cantieri in zone sensibili della città, chiedendo e pretendendo tempi certi?
        I “lavori ” al sottopassaggio di Piazza XIII sono invece “merito” di questa ” amministrazione ” comunale e di questi assessori .
        Se non si interviene è chiaramente una scelta “politica e ideologica”.
        Vorrei ricordare che quando venne il Papa Francesco a Palermo e doveva visitare il centro di Biagio Conte ,si asfaltò la strada , si installarono i nuovi pali della luce e si tolsero i cumuli di rifiuti da Via Tiro a Segno. Tutto questo in pochi giorni .
        Volere e potere.
        Quando di fronte a un “disastro annunciato” cioè la quasi perdita di ben 322 milioni dei finanziamenti del ” Patto per Palermo”, e perciò la fine delle speranze di intervenire sul ponte Corleone e su quello di via Oreto e forse sulle nuove linee del tram , il sindaco aveva l’obbligo di spiegando come si era arrivati a questo epilogo e cosa si può fare per salvare il salvabile . Invece ha annuncia ( per l’ennesima volta ) che ha….. “ il cuore a dx” e che è “ stampato tutto al contrario” ( sob!!!!).
        In parole povere il “nostro “ sindaco soffre di una malattia genetica rarissima ma assolutamente benigna , la “Sindrome di Kartagener” (quattro casi in tutto il mondo) che, tra le altre cose, è caratterizzata dall’avere il cuore a destra e il fegato a sinistra.
        Caro amico Orazio, credo che anche tu potrai giustificare la mia civile e motivata irritazione ( non urlata , sguaiata o scomposta ).
        P.S. Come vedi la mia capacità di autocontrollo è ancora molto forte, speriamo di reggere fino al 2022 e di non dover “sbottare” come quel cittadino esasperato : «Lei è un …”birichino ”dottor Orlando, e avi ‘na vita chi ci l’a diri!».

        • Orazio 1438
          08 dic 2019 alle 12:05

          Riguardo l’anello ferroviario sono le Ferrovie che ritengono debba essere a singolo binario perché, vista la brevità del tracciato, l’esercizio sarà mono-direzionale. E, anche se fosse bidirezionale, l’incrocio sarebbe realizzabile in una fermata, penso a Fiera oppure a Politeama quando verrà realizzata. Non credo che il Comune possa avere voce in capitolo, tra l’altro ho forti dubbi che il doppio binario produca reale utilità a fronte di costi faraonici. I cantieri sono stati fermi perché la Tecnis è andata in sofferenza. Pure qui il Comune non può fare altro che soffrire.

          Non riesco davvero a qualificare come atto politico e men che meno ideologico un mancato intervento in tal senso. Davvero non capisco che ideologia ci possa essere a fronte di un binario unico anziché doppio.

          Sui presunti fondi persi sarebbe bene avere il quadro della situazione che per me credo non possa prescindere dal disastrato livello delle pubbliche amministrazioni italiane, ridotte allo stremo da decenni di politiche statali basate solo sui tagli e su misurazioni di efficienza a dir poco inefficaci. La verità è che a furia di tagliare hanno ucciso completamente la possibilità di creare un management pubblico all’altezza del contesto europeo. Ma ripeto, qui vorrei conoscere i dati, finora qui sono io che faccio “ideologia”. Però se un Comune non presenta un progetto non viene in mente a nessuno la cosa più semplice e cioè che forse è perché non ha la capacità di farlo?

          Quanto al “birichino” io aggiungerei pure un “sorbole”.


Lascia un Commento