14 lug 2015

Restringimento marciapiede a Piazza Boiardo


Buongiorno, segnalo che è in corso operazione di riduzione del marciapiede a Piazza Boiardo nel punto di maggior restringimento (lato stazione innesto in curva sul ponte)  al fine di  consentire un più scorrevole flusso delle auto.

6 commenti per “Restringimento marciapiede a Piazza Boiardo
  • peppe2994 3472
    14 lug 2015 alle 21:59

    Molto interessante grazie, ma se il ponte è a singola carreggiata, che senso ha allargare la strada nel tratto precedente? Così non si fa altro che spostare un po’ più indietro l’imbuto?

    Ad occhio, ti sembra sia una soluzione migliore di prima quella in corso di attuazione?

  • Irexia 896
    16 lug 2015 alle 20:05

    Sono contenta ci abbiano pensato! Non è un caso se quel tratto di marciapiede è già spaccato! Così la “strozzatura” è spostata più avanti, sul rettilineo e dovrebbe essere meno problematica!

    Venerdì mattina scorsa mi sono trovata a dovere percorrere questo tratto di strada fino alla circonvallazione. Tutto era bloccato perché poco prima della rotonda di via Leonardo da Vinci i lavori del tram comportavano due camion sulla strada per buttare il cemento sulle rotaie: nessun cartello che segnalasse per tempo di incolonnarsi su un’unica corsia, nessuna segnalazione di inizio cantiere, nessun vigile… Inoltre quelli che incrociavano al semaforo via Leonardo da Vinci stessa non si fermavano mica sulla striscia bianca! No no no! si fermavano sulle rotaie, “guadagnando” ben 5 metri, ma perdendo di vista il semaforo stesso, generando, di conseguenza, ingorgo!
    Incolonnata, quindi, sul ponte della stazione Notarbartolo mi chiedevo (ma mi rendo conto sia un po’ tardi): ma non si poteva fare un solo binario da raddoppiare dopo piazza Ziino su via Leonardo da Vinci? Si sarebbero potute mantenere due corsie di marcia verso la circonvallazione e la “strozzatura” suddetta sarebbe stata motlo meno letale…

  • joyce973 136
    17 lug 2015 alle 8:19

    Concordo con Irexia. Il tram a doppio binario con le barriere ha rovinato via notarbartolo, riducendola a un budello. Mi chiedo se ci sono tutti i requisiti normativi… Perché così è diventata impercorribile nelle ore di punta!

  • fabrizio65 8
    21 lug 2015 alle 9:35

    Non ci voleva un genio per comprendere che quell’angolo retto rappresentasse un rallentamento decisivo alla svolta.
    Comunque vi invito a rivedere la mia proposta su piazza Boiardo pubblicata il 09 giugno scorso: l’unica soluzione secondo me è eliminare questa finta rotatoria e consentire a chi sale la via Notarbartolo, in direzione v.le Regione Siciliana, di tirare dritto ed eliminare la svolta da chi proviene dalla stazione (indirizzando tale flusso su via Sciuti); ovviamente regolamentando il tutto con opportuni semafori.

  • Normanno 472
    21 lug 2015 alle 10:11

    in effetti la soluzione piu logica è quella di consentire alle macchine che salgono di tirare diritto.Altra soluzione togliere i marciapiedi e fare un ponte pedonale parallelo anche se bisognerebbe considerare come si innesca con il progetto della radiale che spero si faccia non nel secolo successivo

  • Normanno 472
    21 lug 2015 alle 10:13

    Al limite si puo consentir alle macchine che scendono di girare a sinistra nel semaforo dell’incrocio di via giacomo leopardi ma temporizzando i semafori in modo che quando le macchine girano le altre non salgano


Lascia un Commento

Post Correlati