21 feb 2014

Pronta la Convenzione per realizzare l’autostrada Ragusa-Catania


“Venerdì prossimo sarà firmata la convenzione col Concessionario per la realizzazione della nuova autostrada Ragusa-Catania. Un’opera di vitale importanza anche per valorizzare l’aeroporto di Comiso, dichiarato d’interesse nazionale”.

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi intervenendo al convegno a Ragusa ‘L’Italia riparte dal sud”. Le opere infrastrutturali di vitale importanza per la parte sud-orientale della Sicilia vanno avanti, a cominciare dall’autostrada Siracusa-Gela e per finire con il raddoppio della Ragusa-Catania”.

“Con i primi segnali di ripresa che esistono ci aspettiamo un quarto trimestre con il segno più”. Secondo il Ministro le infrastrutture possano essere il motore della crescita, e in questo caso dobbiamo recuperare il gap infrastrutturale enorme che abbiamo senza continuare a dire di chi è la colpa, ma iniziando a fare.

“Il Sud deve ripartire e deve ripartire dall’Italia – ha osservato il ministro – la recessione degli ultimi 6 anni ha dimostrato come nord e sud siano uniti. Per il sud iniziano ad arrivare segnali positivi anche da parte del governo – ha sottolineato Lupi – è la prima volta che si torna a progettare l’alta velocità. Occorre che si applichino i progetti per l’accelerazione delle ferrovie in Sicilia. Le infrastrutture, piccole, medie e grandi, sono l’elemento – ha concluso Lupi – per fare tornare competitiva l’impresa, ridare lavoro sul territorio e guardare positivamente al futuro”.

Da: http://online.stradeeautostrade.it/notizia/100014020499008


anasautostradaautostrada rg-ctcataniaconvenzionelupiministro infrastruttureragusa

25 commenti per “Pronta la Convenzione per realizzare l’autostrada Ragusa-Catania

Comment navigation

  • peppe2994 3607
    21 feb 2014 alle 9:22

    Finalmente, ogni opera che si realizza è un bene prezioso ed un trampolino di lancio per lo sviluppo. Speriamo vada tutto bene :)

  • Fulippo1 1358
    21 feb 2014 alle 9:59

    Il ministro Lupi, promette sapendo di non poterlo fare, visto che già da lunedi prossimo probabilmente non sarà più neanche ministro.

    Poi perchè cominciare con queste opere faraoniche di cui le costruzioni, si sa quando inizieranno(forse), ma non quando finiranno, quando invece quelle già esistenti e molto più importati (geograficamente ed economicamente), stanno praticamente cadendo a pezzi????
    p.s. nonostante chi le gestisce è profumatamente pagato e sovvenzionato.

    Poi mi parla di rilancio dell’economia……si.. certo….

  • peppe2994 3607
    21 feb 2014 alle 10:06

    A quali opere ti riferisci con “stanno cadendo a pezzi”?

    Poi, i soldi ci sono per questa opera e non altre e se un ministro va via non significa che tutto parta da capo.

  • KINGDOM 20
    21 feb 2014 alle 10:21

    Ci vuole sto benedetto ponte sullo stretto di Messina. È inutile girarci intorno, soprattutto col fatto che adesso quasi tutta la Salerno-Reggio Calabria è stata realizzata. Ho preso un bel po’ di volte il treno Palermo-Roma negli ultimi tre mesi, e vi posso dire che è totalmente vergognoso e disumano impiegare in media 2 ore, quando sono veloci, per fare 3 chilometri di stretto. Con delle ferrovie adeguate ed il ponte sullo stretto si potrebbe raggiungere Roma tranquillamente in 6 ore, invece ora come ora ce ne vogliono il doppio. E il problema non è che abbiamo gli intercity, perché gli intercity sono progettati per andare fino a 200 km/h, il che non è affatto poco. Il problema è che abbiamo ancora sto benedetto binario singolo che è uno schifo. Poi mettiamoci anche sti ambientalisti che sono sempre in mezzo alle p***e è il quadro della disfatta è completo. Ma i cari ambientalisti, che a quanto pare sono così esperti sulle rotte del pesce spada e delle balenottere, si sono posti il problema di quanto sono inquinate le acque delle stretto a causa del continuo passaggio dei traghetti? Col ponte tutto questo non ci sarebbe e le acque sarebbero sicuramente meno inquinate.

  • KINGDOM 20
    21 feb 2014 alle 10:23

    Il mio discorso è riferito ovviamente a cosa ci vorrebbe veramente per dare una svolta all’economia siciliana e italiana

  • Fulippo1 1358
    21 feb 2014 alle 12:25

    @peppe2994 La PA-CT è quasi caduta……
    La PA-ME la stanno facendo amrcire
    La PA-TP Perchè è un autostrada???

    @Kingdom quoto assolutamente tutto.

  • ruggys 276
    21 feb 2014 alle 13:14

    beh dai fulippo, la pa-maz fa il suo onestamente, non è che subisca questi grandi flussi di traffico, anzi nel tratto da alcamo a mazara è sempre deserta…e per la dir trapani, è stato sbagliato classificarla come autostrada, perchè in realtà è una grande statale a 4 corsie, e penso siano piu che sufficienti…poi è chiaro, in alcune parti la sicurezza andrebbe migliorata, assolutamente, ma non vedo perchè criticarla…semmai la pa-ct fa paura

  • peppe2994 3607
    21 feb 2014 alle 14:02

    Cos’ha che non va la Pa-Ct?

    Per me è perfetta. L’unica coaa che faceva proprio pena era il viadotto Cannitello che è in fase di ripristino completo.
    E la Palermo Messina?

    Cos’è che non vi piace? Vorrei capire.

  • Fabrivit 256
    21 feb 2014 alle 14:06

    Opere più importanti? Ponte sullo stretto (ancora! ebbasta!)? Crolli pa-ct? Ma quanta disinformazione!! Ragusa è una delle provincie più ricche del sud, e una delle poche dove è possibile parlare di INDUSTRIA. La mancanza di di un’autostrada si sente e come! Con infrastrutture adeguate sarebbe un volano di sviluppo mostruoso. E’ corretto parlare di manutenzione della rete autostradale siciliana, ma dire che la pa-ct è caduta me pare assurdo! Faccio aventi e indietro dal ragusano ogni settimana e so con cognizione di causa quello di cui parlo. E’ doveroso che un paese civile non tarpi le ali a province con mostruose potenzialità inespresse. Una rete autostradale completa, da rosolini a mazara e da palermo ad agrigento permetterebbe di colmare un gap infrastrutturale che penalizza la nostra regione da sempre. Sono priorità, fatevene una ragione.

  • Metropolitano 3971
    21 feb 2014 alle 14:10

    Allora se sono inutili, come mai queste grandi opere le realizzano in altri paesi europei e non ;-) ?
    Il problema è soprattutto burocratico. Quanta disinformazione !

  • ruggys 276
    21 feb 2014 alle 14:19

    comunque lupi dovrebbe dare certezze anche per quanto riguarda il completamento della siracusa-gela, che è ferma a rosolini da un paio d’anni…e vorrei che in un futuro non troppo lontano si iniziasse anche a parlare di completamento dell’anello autostradale siciliano…ossia l’autostrada della costa sud da gela fino a castelvetrano….so che parlo di sogni, ma cristo siamo la regione più estesa d’italia, e meritiamo un livello autostradale degno di tale superficie

  • peppe2994 3607
    21 feb 2014 alle 14:23

    Ma poi come ci si può lamentare di una nuova infrastruttura?

    Ogni volta dall’acquisto di una vettura di treno, lla proposta di una nuova autostrada sempre a lamentarsi, ah ma potevano fare quello, ah ma perché non riparavano quell’altro prima di costruire…
    Allora è vero che c’è chi le opere non le vuole.

  • Michele79 113
    21 feb 2014 alle 15:14

    Ragusa e Siracusa sono le province più virtuose della Sicilia ed anche le più industrializzate, meritano le infrastrutture per il loro tessuto industriale …
    ma prego i politici di non giustificare l’autostrada per l’aeroporto di Comiso una delle operi più inutili della sicilia, 50 milioni per aver un 4 aeroporto nell’isola a 80 km da quello di Catania non bastava l’esperienza di trapani hanno rifatto lo stesso errore.
    Bisogna migliorare i collegamenti interni dell’isola non fare un 5° aeroporto ad Agrigento

  • cirasadesigner 1070
    21 feb 2014 alle 16:38

    ragazzi alle volte davvero non capisco perche ci si ostini a dire tutto e il contrario di tutto lamenraci sempre fa parte del carattere siciliano e credo che questo poi alla fine sia la sola ragione del perchè la regione non decolla mai…
    Veniamo in ordine il Ponte… Sapete che non farlo costerà comunque 1 miliardo di € di penali…. credo che questo sia quanto meno stupido e sono convinto che solo con il ponte si potrebbe parlare di TAV anche per la Sicilia, invece in questa maniera rimarremo sempre indietro, a chi parlava di 6 ore per arrivare a Roma, dico che potrebbero anche essere 4 se solo si volesse… Autostrada per Comiso e Ragusa, perchè no, al di la del fatto che servire il ragusano e le sue splendide località sarebbe davvero molto importante e potenziare un aeroporto che credo potrà avere successo grazie alla politica low cost che potrebbe potenziare i collegamenti con l’isola..
    Ricordo che hanno realizzato l’aeroporto dove esisteva già una infrastuttura lasciata dagli americani e sarebbe stato davvero da ebeti non profittare di questa occasione, altra cosa e pensare ad un nuovo aeroporto ad Agrigento o Messina.
    Questo aeroporto ha una grande potenzialità e alle volte bisogna solo pensare che gli 80 km di distanza sono davvero pochi, e se qualcuno arriva a Comiso puo sempre farsi 80 km per raggiungere Catania, ma nel frattempo ha la possibilità di vedere ragusa Ibla, Modica solo per fare 2 nomi.
    Sviluppo significa fare investimenti, investimenti attraggono altri investimenti, se solo si capisse questo, si potrebbe davvero divenire appetibili anche per capitali esteri;
    Quindi alla fine che ben venga la catania Ragusa, cosi come la Siracusa Gela, cosi poi basterà chiudere l’anello da Gela a Castelvetrano

  • Fulippo1 1358
    21 feb 2014 alle 18:05

    La mia non era una lamentela verso la creazione di nuove strutture, che per inciso, in Sicilia ci vogliono come il pane. Sarebbe una cosa splendida avere tutte le città siciliane collegate per come si deve su strada e su ferro, per un infinità di motivi.

    Il mio disappunto rimane sulla politica “del fare per poi dimenticarsi”, che vige dalle nostre parti!

    Tralasciando la PA-CT che comunque tutto è tranne che perfetta, ma comunque è gratis (anche se lo dovrebbero essere tutte le strade e autostrade italiane), la PA-ME è stata completata nel 2005, ed a neanche 10 anni dalla consegna della fine lavori, specialmente nell’ultimo tratto effettuato, ci sono una miriade di avvallamenti (che quando và bene vengono rattoppati in malo modo), segnaletica malfunzionante, guasta o addirittura inesistente gallerie al buio, svincoli pericolosi, e pericolanti. Ma lasciando perdere pure queste “fesserie”, nel tratto compreso tra caprileone, brolo e patti ci sono un paio di gallerie addirittura a rischio crollo, che nel 2013 sono state poste sotto sequestro dai magistrati per pericolo di cedimenti strutturali, tagliando in due l’autostrada.
    Ovviamente i lavori di ripristino sono stati dei semplici rattoppi fatti in fretta e furia per riaprire l’autostrada nel periodo estivo, che faranno ripresentare il problema tra qualche tempo.

    Sono queste le autostrade perfette?

  • peppe2994 3607
    21 feb 2014 alle 19:41

    Per dovere di cronaca Lupi è stato confermato ministro, quindi in teoria può mantenere quello che dice.

  • matteo O. 204
    21 feb 2014 alle 19:48

    Ottima notizia!
    Ma non capisco come si fa a dire che la Ragusa-Catania non è essenziale… Come diceva Fabrivit, Ragusa in termini economici è la migliore provincia della Sicilia e non ha neanche un km di autostrada… Ci sono le migliori imprese del settore agricolo e centinaia di autoarticolati che viaggiano da li ogni giorno… per non parlare del turismo…
    Che poi bisogna fare della manutenzione non c’è dubbio…. ma la Ragusa-Catania andava fatta 20 anni fa!

  • Metropolitano 3971
    21 feb 2014 alle 21:51

    Eppure la A18 CT-SR l’hanno finita con un prolungamento fino a Rosolini, non tutto va male. Tuttavia ancora mancano molte altre grandi opere per rendere la sicilia più competitiva e permettere di collegare Palermo con Berlino con le opere ferroviarie (di autostrade ne abbiam a bizzeffe, ma mancherebbe la nuova tangenziale), nel caso in cui l’unione europea voglia riconfermare questa “ridente” città dal corridoio tent.
    Qualche disfattista Palermitano (non quì) continua a dire che la seconda arteria è inutile e dannosa, o peggio che la sopraelevata del viale Regione è sempre dannosa. Un’opera simile l’hanno realizzata in metropoli come Napoli e Genova restando sempre in Italia), che per certi aspetti hanno alcuni (non tutti come Palermo) problemi di vivibilità. Se la Siciclia è abbandonata a se stess,a Palermo è perfino abbandonata dalla sua stessa regione e provincia: infatti nelle altre città come Catania e Messina e Reggio Cal. la tangenziale è senza semafori pedonali. Come mai a Palermo nel 2013 sono presenti quelle schifezze per le quali uno si deve accontentare di un semplice dimezzamento tempi anzichè una disattivazione totale ? Stranezze locali !


Lascia un Commento