15 set 2011

Grandi Stazioni, Grandi Invenzioni


Traggo spunto da questo interessante articolo per porre un serio interrogativo: che fine ha fatto il progetto Grandi Stazioni a Palermo Centrale? Beh, il mistero si infittisce in quanto da più di un mese sono stati affissi questi cartelloni che ne indicano l’inizio dei lavori; se non fosse che dei lavori…non v’è traccia.



Stando all’articolo di Francesco Martini, la situazione a Palermo Centrale è più grave che in tutte le altre stazioni d’Italia.

All’inizio dell’anno i lavori erano ancora all’1%. Ma la stazione doveva essere pronta per il 2009. A parte il primo centesimo, cosa resta da costruire? La pagina dei “nuovi progetti per Palermo Centrale”  è scomparsa dal sito di Grandi Stazioni, ma ne abbiamo una copia (ndr: ecco il link): “scale mobili con parapetti di cristallo”, nuovo “piano ammezzato con terrazza interna e vista sui binari”, “ampie aree delimitate da vetrate a giorno”, “volta d’acciaio e vetro di 1.660 metri quadri” e “parcheggio coperto con 160 posti auto” sovrastato da “una grande piastra adibita a terminal per gli autobus”. Non c’è ancora nulla. Per costruire queste belle cose servono da due a tre anni di lavori.

Insomma, nell’attesa di ricevere lumi, non possiamo far altro che rammaricarci per l’ennesima opera incompiuta di cui nessuno parla. Se ci fosse più controllo e la stampa italiana, e soprattutto quella locale, facesse il proprio dovere ponendo ogni tanto qualche domanda anziché limitarsi a ingoiare tutto quello che viene servito loro sul piatto, magari le cose in questo paese potrebbero anche andare diversamente.


grandi stazionimobilita palermopalermo centraleSegnalatistazione centralestazione centrale di palermostazione di palermotrenitalia

30 commenti per “Grandi Stazioni, Grandi Invenzioni

Comment navigation

  • dario93nomafia 16
    15 set 2011 alle 11:46

    Anche le altre stazioni sono messe peggio….le stesse Milano Centrale e Roma Termini sono così all’avanguardia non per il progetto “Grandi Stazioni” ma per soldi porvenienti dalle tante manifestazioni di carattere internazionali….Ergo…….l’ennesima opera pubblica infinita!!!

  • Alessio.T 33
    15 set 2011 alle 12:18

    sarebbe un peccato se non venissero mai iniziati i lavori! Adoro quando opere antiche vengono restaurate con interventi moderni! sarebbe logico svolgere i lavori in contemporanea col passante ferroviario, in modo da non estendere i disagi in tempi eccessivi, e garantendo la restituzione del servizio complessivo (stazione centrale e passante con altre stazioni annesse) in tempi ragionevoli!

  • Neos 80
    15 set 2011 alle 13:02

    Che poi la volta in ferro battuto e vetro a Palermo Centrale è stata smantellata in epoca fascista per far fronte alle spese belliche, come anche la volta di Napoli e Roma. L’unica ad essere stata risparmiata è stata quella di Milano. Sarebbe anche ora che ci restituissero quello che ci hanno indebitamente tolto….Dopo 70 anni circa direi….E poi in foto antiche le ho viste tutte queste volte, e quella di Palermo era veramente bella, persino più di quella di Napoli, e non perchè sono palermitano….Che peccato, era un pezzo di storia e di arte…

  • cirasadesigner 1032
    15 set 2011 alle 13:42

    Salve ragazzi,
    da quello che ho appreso da fonti vicine alla società Grandi Stazioni, il progetto è in fase di rivisitazione per oggettivi problemi progettuali che ne inficierebbero il futuro funzionamento… Ma voi vi immaginate cosa diventerebbe quella volta esposta al sole??? Una serra impossibile da rinfrescare nei mesi estivi, per questo motivo il progetto verrà rimodulato, sui tempi e i modi non so nulla.

  • Gianfranco 109
    15 set 2011 alle 14:10

    Ragazzi ma non lo avete saputo?? i lavori verranno ultimati con l’inizio delle olimpiadi a Roma che si spera avverranno nel 2020.
    Si aspettano insomma le solite sovvenzioni statali.

  • Paco 7942
    15 set 2011 alle 14:48

    Ricordo a tutti che non è un progetto statale ma PRIVATO. Grandi Stazioni è una società PRIVATA.

  • blackmorpheus 54519
    15 set 2011 alle 15:00

    [...]Grandi Stazioni ha ricevuto in gestione le tredici principali stazioni italiane. In cambio, a partire dal 2003, avrebbe dovuto ristrutturarle completamente, investendo circa 360 milioni di euro. In questi otto anni la società ha incassato molto di più: 1 miliardo e 376 milioni. Ma ha rispettato gli impegni?[...]

  • Paco 7942
    15 set 2011 alle 16:36

    Un primo restyling dell’area commerciale e dell’area ristorazione è stato completato anni fa. Quello presentato come progetto dia grandi stazioni è un’altra cosa. Progetti che porta avanti il gruppo in autonomo ed a proprie spese. Anche la stessa Ferrovie dello Stato, che ha appaltato a Grandi Stazioni, è una SpA.

  • cirasadesigner 1032
    15 set 2011 alle 17:53

    Da quello che so, non è un problema di costi, i fondi stanziati per Palermo sono confermati, il problema sta proprio in merito alla progettazione che non è stata accurata, del resto se ben sapete, il responsabile dei progetti è sempre lo stesso e forse con eccessiva leggerezza aveva prodotto quei rendering, senza rendersi conto dell’impossibiltà di garantire la gestione dell’opera successivamente, le belle foto che mettete come link, sono realizzate in ambiti ben diversi, posso garantirvi che una cosa è coprire una hall a Londra o Parigi o Bruxelles, una cosa è farlo a Palermo con l’irraggiamento che abbiamo noi… Comunque per quello che ne so io, il progetto andrà avanti, ma sarà rivisto nello stile, e poi a seguito di una direttiva regionale le superfici vetrate dovranno essere comprensive di tecnologie fotovoltaiche atte alla produzione passiva di energia… Non tutti i mali vengono per nuocere, sui tempi… purtoppo siamo a Palermo e non a caso discutiamo di una cosa di cui si parla dal 2008. Un saluo a tutti

  • rujari81 224
    15 set 2011 alle 19:15

    Ho una curiosità:ma la copertura a vetri ante guerra non dava problemi di surriscaldamento??la mia è solo una domanda da inesperto.non vuole essere una provocazione.

  • piero82 503
    15 set 2011 alle 19:27

    I lavori sono già cominciati,all’interno della stazione vi sono una ventina di operai che lavorano ogni giorno..lo dico perche ho avuto la fortuna tramite un amico di entrare nelle 2 zone dove stanno lavorando gli operai! ovviamente ci vorrà TANTO tempo..ma voglio ricordare che tutte le stazioni sono in ritardo nei lavori, se considerate che palermo era l’ultima da fare..e napoli centrale non è ancora ultimata! Sono daccordo sul fatto che bisogna sorvegliare..ma al momento non ho alcuna preoccupazione.

  • Alessio.T 33
    15 set 2011 alle 21:53

    di coperture in vetro il mondo ne è pieno….perchè quando deve essere fatta a palermo spuntano tutti i problemi immaginabili? io dico che non ce ne dobbiamo preoccupare…ci sono gli esperti per questo, facciamogli fare il loro lavoro! noi non possiamo che sperare nella restituzione della nuova stazione il prima possibile!

  • renard 279
    16 set 2011 alle 0:30

    Beh è ovvio che si può sempre progettare un impianto di condizionamento che mantenga un buon comfort anche in una serra quale diventerebbe la stazione, ma avete idea di che spreco di energia sarebbe? Per quanto sarebbe molto bello architettonicamente, preferisco qualcosa più ecocompatibile.

  • phrantsvotsa 465
    16 set 2011 alle 9:07

    @cirodesigner

    Anche Madrìd ha una volta in vetro, sotto la quale esiste una bellissima serra di piante tropicali; a Madrì però fa molto più caldo che a Palermo, sopportabile perchè è un clima molto secco, ma ti assicuro che in agosto il sole picchia senza pietà e arroventa la città. In agosto si superano anche i 40 gradi ,te lo assicuro. Concordo pienamente con Alessio…a Palermo si incontrano tutti i problemi di questo mondo per giustificare ritardi inaccettabili. Esistono diverse comperture in vetro, alcune adatte ai climi solari. In ogni caso la mia personale idea è quella di ricoprire la volta di pannelli solari..

  • phrantsvotsa 465
    16 set 2011 alle 9:14

    Ma se dobbiamo essere sinceri anche a Palermo esistono esempi di volte in vetro; l’edificio 19 all’interno del campus universitario e il nuovo tribunale.
    La verità è solo una…sono in ritardo…e basta…non c’è giustificazione che tenga!!


Lascia un Commento