11 nov 2010

Smog ed inquinamento in città, le vostre proposte


In questo thread vogliamo raccogliere tutte le vostre idee e proposte (a costo zero) per ridurre lo smog in città. Anche proposte semplici, tutte le idee sono importanti e possono dare un contributo. Piccole migliorie che possono snellire il traffico, senza costi infrastrutturali, e abbassare i livelli di smog cittadini.

Tutte le idee verranno presentate al nuovo assessore all’ambiente, l’on. Marianna Caronia, che si è resa disponibile a valutarne la fattibilità e proporle al consiglio comunale. Se questa iniziativa avrà successo potremmo portare avanti altre iniziative simili, quindi datevi da fare, le rivoluzioni partono sempre dal basso.


assessorato ambiente palermodiminuire lo smoginquinamento palermoproposte dei cittadinitraffico palermo

36 commenti per “Smog ed inquinamento in città, le vostre proposte

Comment navigation

  • Prometeus 152
    11 nov 2010 alle 9:06

    Secondo me si dovrebbe abbattere il costo del biglietto Amat. Per me dovrebbe essere gratuito. Se incentivassimo l’uso degli autobus, gran parte della cittadinanza opterebbe per quest’ultimo.
    Naturalmente servirebbe una campagna pubblicitaria seria volta ad “educare” i palermitani all’uso dei mezzi pubblici.
    Attualmente, qualunque misura contro il traffico è assolutamente incorerente con il sistema del trasporto pubblico, perchè si creano solo divieti e disagi agli automobilisti, senza offrirgli una valida alternativa all’auto privata.
    il car sharing e le altre iniziative del genere sono indubbiamente lodevoli, ma possono esistere solo come proposte collaterali al servizio primario del bus.
    Trasporto pubblico gratuito ovviamente non significa che i soldi per alimentare il servizio pubblico li escano dal cilindro. Basterebbe ridurre la TARSU (che è una tassa vergognosa, perchè lievitata spropositatamente) e introdurre una piccola imposta locale per il trasporto pubblico. Questo, oltretutto, sarebbe un incentivo ulteriore ad usare i bus, perchè, essendo tutti tenuti a pagare la tassa, a maggior ragione sarebbero propensi a fruire del servizio.

  • francesco 0
    11 nov 2010 alle 9:29

    Mi pare veramente difficile ridurre lo smog senza dei provvedimenti strutturali. In ogni caso qualsiasi tentativo non deve riamenre invano.

    La mia proposta sarebbe:
    1) Programmare la manutenzione delle arterie principali in orari notturni (vedi il casino creato dall’amia nei giorni scorsi sulla circonvallazione per il rifacimento del manto stradale);
    2) Cadenzare le uscite dei cittadini secondo fasce di appartenza: per esempio, fabbriche non più’ tardi delle 7, scuole alle 8, impiegati alle 9, negozi alle 10.
    3) Incentivare l’uso del mezzo pubblico abbasando i prezzi, riducendo parcheggi, aumentando il prezzo del parcheggio dove esiste.
    4) Lotta alla sosta selvaggia.

  • gkm 94
    11 nov 2010 alle 9:30

    beh, a costo zero si potrebbe chiudere il centro alle euro 0-1-2-3 di giorno, anche se sarebbe giusto offire ai proprietari di queste auto abbonamenti e biglietti bus scontati (cosa che per amat può avere un costo, ma anche essere un sostanzioso guadagno).

    a costo zero per l’amministrazione ci sarebbe l’affidamento a privati del bike sharing anche se la scrittura di un bando richiede mesi e mesi (soprattutto se fatto bene…), considerato che si dovrebbero vincolare il numero di bici, di postazioni, i prezzi, orari ed accessibilità.

  • turi77 110
    11 nov 2010 alle 10:32

    Quoto francesco al quarto punto: “LOTTA ALLA SOSTA SELVAGGIA”.
    Non è necessario nessun provvedimento apposito e non comporta costi per l’amministrazione comunale. Ecco la mia proposta: facciamo lavorare i vigili urbani! Eliminiamo del tutto la doppia fila, vediamo di quanto sono diminuiti i livelli di inquinamento atmosferico..e a quel punto vediamo se sono necessarie delle proposte per ridurre lo smog. Se prima non si fa questo, qualunque provvedimento NON HA SENSO!
    Se poi vogliamo spendere due lire, basta mettere i cordoli a protezione delle corsie dei bus in tutte le strade dove la larghezza della carreggiata lo permette. Cordoli e controlli dei vigili urbani…TUTTO QUì!

  • Portacarbone 70971
    11 nov 2010 alle 11:20

    Riduzione della carreggiata all’interno della Favorita per la creazione di una pista ciclabile (! – no marciapiedi disegnati) tematica, con annessi punti di sosta da visitare lungo il percorso: piazzale dei Matrimoni, salita di Monte Pellegrino ecc. ecc.

  • Andrea Bernasconi 12
    11 nov 2010 alle 11:58

    - lotta alla sosta selvaggia
    - uso delle somme elevate dalle contravvenzioni da rigirare sul servizio pubblico per aumento posti (vetture) e manutenzione
    - chiusura parziale di parte del tessuto viario del centro che presenta evidenti problemi allo smaltimento del traffico veicolare privato.
    - … PARCHEGGI SOTTERRANEI O SOPRAELEVATI A GOGO’!

  • Amo_Palermo 161
    11 nov 2010 alle 12:30

    Quoto Prometeus.
    A parte che siamo la città con il costo del biglietto più alto d’Italia, e senza l’integrazione bus-metro come nelle altre città.
    Non sono a conoscenza della cifra che amat incassa annualmente dalla vendita di biglietti ed abbonamenti, ma penso che l’inserimento, ad esempio, di:
    - una sorta di addizionale comunale al bollo auto ( che chiaramente incentiva ad avere poche auto…)
    - una tassa sul turismo comunale (immaginate un euro a turista a notte negli alberghi della città…)
    potrebbe compensare l’introito sopracitato.
    Occorre poi, nella valutazione differenziale del costo, eliminare le spese di stampa dei biglietti ed il costo degli sportelli di vendita e del personale di controllo, che potrebbe essere impiegato in altro modo.

  • Metropolitano 3971
    11 nov 2010 alle 12:33

    ventisei idee per questa città smorta…

    a) ci vuole il biglietto unico Amat/TI
    b) controlli severi e al tappeto
    c) guerra alle soste e fermate selvagge con divieti di fermata/sosta
    d) autobus a metano, elettrici o a idrogeno
    e) automobili a gpl, a batteria o a ch4
    f) il piano traffico subito!
    g) ZTL
    h) basta coi mercatini (tranne alla vuccirìa o ballarò)!!
    i) via Roma, Mqueda, Libertà e Ruggero Settimo tutta isola pedonale
    j) si al rent-a-car
    k) piste ciclabili e marciapiedi liberi, suoli pubblici mai occupati
    l) con i tram e metro la situazione smog migliorerà di sicuro
    m) raccolta differenziata avanti tutta!
    n) multa di 500€ anzichè 200 per chi butta immondizia in strada
    o) i cittadini contribuiscano tra di loro per il rispetto dell’igiene pubblica
    p) assi viari E90 e SS113 senza semafori pedonali ed incroci
    q) si diano da fare per accelerare l’iter per la metro leggera automatica
    r) parcheggi a volontà, soprattutto sotterranei come quello al tribunale
    s) più impianti di rifornimento di CH4 e/o GPL
    t) installare i pannelli fotovoltaici per la ricarica dei veicoli a batteria
    u) riattivare i pannelli fotovoltaici al metropark Notarbartolo e altrove
    v) car-sharing in tutte le piazze di Palermo,e maggiori città in provincia
    w) la provincia di PA solleciti lo Stato e ANAS per la nuova tangenziale
    x) i padroni stiano attenti a dove i loro cani fanno i bisogni
    y) ottimizzazione dell’ “onda verde” lungo le principali strade urbane
    z) interesse collettivo e istituzionale per il bene della città

  • Calò 80
    11 nov 2010 alle 12:44

    Non esiste soluzione gratuita alla soluzione del problema. Questo thread non ha nemmeno senso di esistere. Anche togliendo la sosta selvaggia il problema non verrà risolto.

  • antony977 167893
    11 nov 2010 alle 13:09

    Difficile individuare soluzioni a costo zero senza interventi sulle infrastrutture.
    Riunificazione biglietto bus-metrò: perchè l’assessore non si fa da mediatore in un tavolo tecnico??
    Presidi vigili urbani e lotta alla doppia fila.Che fine fece lo Scout?
    Cordoli in altre arterie quali viale Michelangelo, viale Strasburgo, via Roma (parte iniziale), via Papireto, ecc.;
    Piste ciclabili: seguire gli esempi come quello di Verona riportato qualche giorno fa qui sul blog;
    Carico/scarico merci: le ordinanze non mancano affatto. Pertanto bisognerebbe farle rispettare in maniera rigorosa, per evitare che in qualsiasi orario della giornata, ci troviamo camion (anche in doppia fila) a scaricare merce davanti i vari clienti;
    Incentivi Gpl/metano o per l’acquisto di bici elettriche: ovviamente se ci stanno i fondi ed eventualmente trovarli.

  • Daniele 444
    11 nov 2010 alle 13:49

    L’unica proposta che mi viene in mente in questo momento, alla luce della situazione disastrosa che c’è in città è: FAR RISPETTARE LE REGOLE .. in tutti i sensi … questa è l’unica soluzione!

  • ligeiro 253
    11 nov 2010 alle 14:28

    L’unica a costo ZERO:
    FARE LAVORARE I VIGILI!!!!!!!!!che già paghiamo!!!!!
    giro in moto tutto il giorno in tutta la città(quasi)
    senza sosta selvaggia “Tantu è stari solo un minutu”
    SOLDI SACROSANTI
    tutto diventa più scorrevole….amat più efficente senza traffico…
    Giliegina sulla torta…PASSERELLE PEDONALI RIALZATE SU VIALE REGIONE
    eliminare i semafori pedonali!!

    i soldi delle passerelle non potrebbero essere dati dai privati che in cambio si faranno pubblicità per un breve periodo sulla struttura???

  • Antony82 140
    11 nov 2010 alle 14:45

    Vi possono essere soltanto tre linee direttrici da seguire per ovviare in modo decisivo al problemma “ciaffico”:D : la prima non può prescindere da un intervento strutturale come quello della metropolitana; la seconda fa riferimento all’AUSPICABILE consistente potenziamento numerico dei bus per consentire anche una decente copertura nelle periferie; la terza riguarda il lavoro che DEVE esser svolto dai vigili urbani: ecco, i vigili effettuino capillari e rigorosi controlli. Insomma, facciano il loro dovere!!!

  • massimo-lg 78
    11 nov 2010 alle 15:00

    solo dopo che l’amministrazione comunale, con la sua classe dirigente che governa (dirigenti, assessori, comandante polizia municipale), avrà dimostrato di impegnarsi quotidianamente nella lotta alla sosta selvaggia delle auto da parte della Polizia Municipale,
    solo dopo averlo dimostrato per mesi, giorno per giorno, dalle 8 di mattina alle 8 di sera,
    solo dopo
    e solo dopo
    ma solo dopo

    potrà chiedere ai cittadini e alle associazioni della città di fornire delle idee per lavorare insieme all’amministrazione comunale per la diminuzione del traffico veicolare e dell’inquinamento.
    Se lo fa prima di avere dato questa concreta dimostrazione di lotta alla sosta selvaggia delle auto, sta solo giocando di demagogia, spacciando la pianificazione partecipata dal basso (ormai trendy a parole) come elemento sostitutivo di un adeguata e forte azione non affatto condotta, e che gli spetta istituzionalmente, per assicurare il rispetto dei cittadini delle norme del codice della strada.
    SEMPLICE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • massimo-lg 78
    11 nov 2010 alle 15:04

    questa è la prima iniziativa a costo zero che l’amministrazione sa pienamente di dovere condurre per dovere istituzionale.
    E’ la più efficace.
    E’ repressiva dei peggiori comportamenti dei cittadini.
    E’ educativa al tempo stesso.
    E’ l’INIZIATIVA per ridurre il traffico per antonomasia.
    E’ l’abc del traffico.
    E’ il punto di inizio di ogni cosa per ridurre il traffico.
    E’ la legalità dell’ente comunale.

    Se la Polizia Municipale di Palermo non lo fa, sta infrangendo la legge della Repubblica Italiana.

  • Jolas Rem 12
    11 nov 2010 alle 15:12

    Quoto Daniele!!!

    UNA (non l’unica) soluzione:

    FAR RISPETTARE LE REGOLE!
    scusate il maiuscolo ma questa cosa sembra non capirla nessuno di quelli che abitano i piani alti… per favore ditelo all’assessore. Non ci riempiamo di ordinanze su ordinanze, facciamo rispettare quelle che ci sono!
    Qui è il far west!

  • grillo79 321
    11 nov 2010 alle 16:02

    a costo zero credo non si possa fare molto, ma molte cose possono essere fatte reinvestendo i soldi provenienti dalle multe inflitte a chi viola i regolamenti (già esistenti) e nuovi…
    Comunque elenco le mie idee (che coincidono con quelle di molti altri):
    1) autobus gratuiti agli under 18 ed over 65 e autobus con biglietto giornaliero a 2€ per tutti gli altri
    2) lotta estrema alle auto che violano il codice (doppia fila, parcheggi selvaggi etc) con investimento degli introiti per la realizzazione del punto numero 3) e compensare le perdite derivanti dal punto 1)
    3) costruzione di una rete continua di piste ciclabili – avevo già avanzato la mia proposta che prevedeva 100km di piste miste e bike sharing con una spesa che si aggira intorno agli 8 milioni di euro
    4) centro (ex ZTL) chiuso al traffico veicolare privato eccetto residenti, mezzi delle forze dell’ordine e carico-scarico merci tra le 6 e le 7:30 del mattino
    5) istituzione di una cooperativa di taxi-elettrici tipo smart (almeno 100 mezzi) per il perimetro del centro al prezzo politico di 2€ a corsa per tutta l’area
    6) potenziamento-raddoppio linee autobus con nuovi mezzi elettrici o metano
    7) programmi di coinvolgimento-convincimento della popolazione attraverso le scuole, tv etc


Lascia un Commento