Articolo
31 lug 2018

Polizia Municipale | Agente aggredito ai quattro canti

di Fabio Nicolosi

Il nuovo dispositivo in uso alla Polizia Municipale ha permesso ieri di riprendere le fasi più concitate del sequestro di un ciclomotore elettrico e del tentativo di aggressione contro gli agenti della Polizia Municipale. Ieri pomeriggio una pattuglia dotata di bodycam ha filmato un quarantacinquenne mentre aggrediva gli agenti ed un quarantenne che rifiutava di farsi identificare. Nella piazza Villena, comunemente conosciuta come "I quattro canti", durante un posto di controllo per verificare la regolarità della conduzione dei mezzi a pedalata assistita, gli agenti in servizio di polizia stradale, hanno fermato un uomo, R.F.P. di 45 anni, a bordo di velotek, riscontrando una bicicletta modificata assimilabile ad un ciclomotore, per la cui conduzione sono obbligatori casco, assicurazione e patente. Il conducente, compresa la gravità dell’infrazione da cui sarebbe scaturito il sequestro del mezzo e la successiva confisca, ha mostrato reticenza e nervosismo nei movimenti, finché ha staccato la batteria del veicolo, un elemento di valore ingente rispetto a quello esiguo del velocipede. A seguito di questa circostanza gli agenti, intuendone le intenzioni, hanno azionato la bodycam in dotazione alle pattuglie in via sperimentale che ha ripreso perfettamente l’accaduto riportando la sequenza naturale dei fatti. L’uomo ha tentato di danneggiare il mezzo, già sottoposto a sequestro ai fini della confisca e ha aggredito uno degli agenti che intendeva fermare i danneggiamenti al velocipede. Nella concitazione dei fatti, si è intromesso un astante cercando di giustificare l’operato dell’aggressore; alla richiesta dei documenti da parte degli agenti, si è rifiutato di farsi identificare. Questi, poi identificato per E.C.A. di 40 anni, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per rifiuto di generalità. Il conducente quarantacinquenne invece è stato denunciato per resistenza e aggressione a pubblico ufficiale e per danneggiamento di un bene sottoposto a sequestro. E’ stato inoltre accertato che entrambi sono pregiudicati per reati contro la persona e contro il patrimonio. L’agente accompagnato al pronto soccorso per le cure del caso ha riportato una prognosi di cinque giorni.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 lug 2018

Polizia Municipale | Presentate 17 nuove moto e bodycam

di Fabio Nicolosi

La settimana scorsa a piazza Pretoria, il comandante della polizia municipale Gabriele Marchese ha presentato al sindaco Leoluca Orlando ed alla cittadinanza le 17 nuove motociclette Yamaha Tracer 700 recentemente acquistate e che esordiranno su strada nei servizi che il Corpo disimpegnerà in occasione del Festino. Sulla uniforme degli agenti motociclisti risaltava subito alla vista, la bodycam , la videocamera di sicurezza che ha esordito anch'essa nei servizi del Festino, iniziando poi una fase sperimentale di sessanta giorni con cento bodycam assegnate ad altrettanti agenti. Gli agenti con le motociclette schierate sotto la scalinata della Chiesa di S. Caterina sono stati benedetti da Sua Eminenza Corrado Lorefice, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci che è intervenuto insieme alle altre autorità civili e militari, in occasione della tradizionale messa di S. Rosalia nell'atrio di Palazzo delle Aquile e dell' omaggio floreale da parte dei vigili del fuoco alla statua della Santuzza posta sulla sommità del prospetto del palazzo municipale. Il sindaco Leoluca Orlando nel ringraziare il presidente Musumeci per la cordiale presenza ha espresso un "grazie alla polizia municipale, per dire che questa innovazione è sul solco della memoria del servizio che la polizia municipale svolge in questa città che vuole adeguarsi ai tempi che cambiano. Queste motociclette di recente acquisizione e la bodycam che, certamente costituisce un elemento ulteriore di rafforzamento della sicurezza dei cittadini ma anche degli agenti della polizia municipale, li mette in condizioni di realizzare il miglior controllo possibile nei confronti di comportamenti incivili o addirittura illeciti e tutto questo nei giorni in cui celebriamo S. Rosalia è la conferma che anche qui abbiamo rispetto del tempo, perché facciamo memoria del passato e costruiamo futuro" Da parte sua il Comandante Gabriele Marchese ha dichiarato che "le motociclette e le bodycam sono un segnale di un Corpo che sta cambiando pelle, entrambi sono strumenti di lavoro utili a garantire un miglioramento qualitativo e quantitativo dei servizi, soprattutto in tema di sicurezza e di controllo del territorio. Il loro utilizzo sarà introdotto in fase sperimentale nei servizi di trattamento sanitario obbligatorio, nei controlli antiabusivismo commerciale, in tutti i grandi eventi, allo stadio e manifestazioni varie". Le moto, allestite con i colori istituzionali del Corpo, sono dotate di una coppia di lampeggianti frontali a led, di radio e sirena e grazie alla loro maneggevolezza nel muoversi nel traffico, accorciano i tempi di intervento rispetto ad un'autopattuglia. Con le bodycam invece, si aumenta il livello di sicurezza e di garanzia negli interventi, poiché l' attivazione del dispositivo ha lo scopo di abbassare i toni e di conseguenza tensione e aggressività, oltre a costituire una inoppugnabile prova di quanto accaduto. La Yamaha Tracer 700 è una bicilindrica da 689 cc ad iniezione che il Comando ha ritenuto idonea ai servizi d'istituto oltre che per la potenza erogata di 55kw, per la grande manegevolezza nel traffico cittadino, grazie ad un manubrio alto con ampio angolo di sterzata, per l'ottimo impianto frenante, con doppio disco con abs anteriore e doppio disco posteriore, per la facilità di lettura del quadro strumenti, il paravento regolabile ed il paramani. Le bodycam, sono fornite in forma gratuita per sessanta giorni dalla ditta produttrice Axon che ne consegnerà in totale cento, da assegnare ad altrettanto agenti; durante questa fase sperimentale sarà riscontrato ogni vantaggio o criticità nel servizio, per le valutazioni finali di una eventuale dotazione da esperire attraverso l'indizione di una gara d'acquisto.-

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
18 giu 2018

Avete preso una multa? Ecco come verificare

di Fabio Nicolosi

Quanti di voi sanno che sul portale del comune di Palermo è disponibile per tutti i cittadini la possibilità di consultare se il proprio veicolo ha commesso un'infrazione e ha dunque una multa da pagare? Basta accedere al seguente indirizzo: Verifica sanzioni Codice della Strada Si verrà indirizzati in una nuova pagina.   Cliccando sul tasto "Accedi" alla destra del lucchetto verde, si entrerà in una nuova pagina, dove nello spazio sotto l'asterisco va inserita la targa del proprio veicolo.   Successivamente spuntare il quadratino "Non sono un robot" e cliccare in alto sulla scritta conferma. Se nessuna multa è stata emessa sul mezzo verrà visualizzato un messaggio che lo conferma, viceversa in basso verrà visualizzato il numero del verbale. Non vi resta che verificare...

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 feb 2018

Adesso è ufficiale: i vigili potranno sanzionare tre infrazioni in qualsiasi momento del loro servizio

di Giulio Di Chiara

Da Repubblica di oggi apprendiamo: Contrastare i comportamenti degli automobilisti che possano mettere a rischio prima di tutto le persone con disabilità e in generale tutti i pedoni. È la nuova missione dei vigili urbani che da oggi, come priorità tra le “disposizioni di servizio”, troveranno tre mandati: multare chi parcheggia nei posti riservati ai disabili, chi blocca con la propria auto gli scivoli dei marciapiedi e chi intralcia in qualche modo con la vettura gli attraversamenti pedonali. In altre parole tutte le pattuglie in strada, anche se sono in giro per altre tipologie di servizi, dovranno fermarsi se noteranno queste infrazioni. La multa è di 85 euro, e due punti in meno sulla patente se si parcheggia in un posto H. Per anni ci siamo chiesti il perchè le pattuglie spesso non si fermano davanti a una irregolarità e per altrettanto tempo ci è stato spiegato che comandano gli ordini di servizio, ovvero ogni pattuglia ha assegnato dei "compiti giornalieri" da cui non può discostarsi ripetutamente. Sebbene si possano nutrire dei dubbi su questa metodologia, oggi sappiamo che in qualsiasi momento potremo richiedere e pretendere l'intervento di un vigile per le tre sanzioni menzionate sopra (salvo casi di emergenza ovviamente). Raccontateci nei prossimi giorni le vostre esperienze.

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
07 feb 2018

Parallela o spina di pesce? Multe di massa, ma la “prassi” è diversa

di Mobilita Palermo

Riportiamo questa segnalazione di un utente, datata 31 Gennaio, per dare evidenza ad una considerazione ricorrente di molti palermitani. La tematica in questione è l'applicazione delle regole legata alla prassi quotidiana che, ogni tanto, viene sovvertita da episodi in controtendenza. Parliamo delle multe elevate dalla Polizia Municipale. Vi lasciamo intanto al testo della segnalazione: Blitz stamattina della Polizia Municipale in Via Maltese, tratto da Viale Strasburgo a  Via Lungaro. I Vigili urbani sono arrivati in massa ed hanno elevato numerose multe a tutte le macchine posteggiate sia sul lato destro che sinistro di quel tratto di strada. La causa della sanzione, a sentire gli agenti, sarebbe che le macchine erano posteggiate a spina di pesce piuttosto che in parallelo ai marciapiedi come prevederebbe il codice della strada in caso di mancanza di specifica segnaletica. L'azione dei vigili riguardo al suo svolgimento ha dato l'impressione  a tutti i residenti in un primo momento   di un blocco stradale simile a quello che spesso viene eseguito dalle forze dell'ordine per la cattura di   un ricercato. E' facile quindi immaginare quale fosse lo stato d'animo dei presenti nell'assistere ad un intervento di tale portata. Entrando nel merito della questione è bene segnalare che da sempre in quel tratto di strada si è posteggiato a spina di pesce e mai nessuno, vigili urbani compresi, ha  sollevato obiezioni o sanzionato qualcuno, rendendo la situazione prassi consolidata. A questo si deve aggiungere la circostanza, anch'essa significativa, che la zona è interessata dal circa 4 anni dai lavori per il passante ferroviario che ha causato la consistente limitazione dei posti macchina esterni al punto che spesso dopo aver fatto diversi giri dell'isolato si è costretti a lasciare la macchina molto distante dalla propria abitazione. Aver subito questa forma di vessazione da parte dell'istituzione comunale appare, oltre che sconvolgente, come una beffa  con l'aggravante del danno economico non del tutto indifferente. Se il Comune vuole fare soldi in questa forma  è bene che lo dica apertamente poi magari oltre a chiedere una tantum ai cittadini l'osservanza delle leggi  le rispetti per primo esso stesso togliendo i rifiuti dalle strade che abitualmente si accumulano in maniera vergognosa specialmente per una città che si vanta di essere capitale della cultura. Premesso che va sempre rispettato il codice della strada, è lecito quantomeno domandarsi il perchè i Vigili Urbani non garantiscano una applicazione costante e coerente delle sanzioni durante tutti i giorni dell'anno. O per meglio dire, perchè si ricorre ad episodi così "drastici" (sebbene assolutamente leciti e rispettosi del CdS, non dimentichiamolo) e isolati, mentre nella stragrande maggioranza dei casi e negli stessi luoghi le stesse identiche violazioni vengono tollerate? Abbiamo pubblicato lo sfogo di questo concittadino comprendendone i motivi di disagio alla base, non per aizzare i toni contro il corpo dei vigili urbani, bensì per dare voce a tutti e favorire, lo speriamo, un confronto. Ci piacerebbe che qualcuno di via Dogali possa spiegarci  queste dinamiche. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
11 gen 2018

AAA VIGILI CERCASI | Continua l’impunità per i dipendenti ARS a Piazza Indipendenza: spunta anche una “sorpresa”

di Giulio Di Chiara

Vi abbiamo più volte segnalato di come a Piazza Indipendenza, lungo il marciapiede antistante le mura del Palazzo Reale, oltre a essere stati riservati dei parcheggi auto per i dipendenti dell'ARS, ogni giorno si vada oltre il consentito. Con queste ennesime foto infatti vi dimostriamo che diverse automobili munite di opportuno pass da parte della Regione Siciliana, continuino a parcheggiare ben oltre lo spazio consentito, in piena curva, sopra le strisce pedonale e pure in seconda fila! Tutto questo si ripete da mesi e mesi e nonostante le segnalazioni non è cambiato assolutamente nulla. Non siamo in grado di affermare con certezza che non siano mai state elevate multe a queste auto dai vigili urbani, ma a vedere l'assoluta noncuranza nell'abbandonare l'auto addirittura in mezzo la strada (auto bianca nella foto) ci viene da pensare che l'impunità continui indisturbata. Nei momenti in cui sono state scattate queste foto è successo dell'altro: un individuo dall'altra parte della strada si è avvicinato con sguardo sospettoso, quasi disturbato da questi scatti. Senza voler dare una sentenza definitiva, aveva tutte le sembianze di un "parcheggiatore abusivo". Non c'è stato modo di verificare cosa avesse da obiettare, ma il "fare" era abbastanza riconoscibile. Che ci sia anche una gestione "privata" di questi parcheggi oltre il limite? Di certo non ci sono parole per l'assurdità della situazione, in cui vengono usati dei PASS per parcheggiare in piena zona rimozione, in seconda fila, davanti la presidenza regionale dove qualunque "comune mortale" probabilmente vedrebbe multata o rimossa la propria auto. E magari con la complicità del parcheggiatore abusivo di turno che verifica che quelle auto rimangano impunite o segnali l'arrivo dei vigili ai proprietari... Invieremo questo articolo al comando della Polizia Municipale per cercare di avere risposte in tal senso, dato che non si tratta di un episodio sporadico. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
02 ott 2017

Controlli autovelox per il rispetto dei limiti di velocità, i presidi di Ottobre

di Mobilita Palermo

La direzione del Corpo di Polizia Municipale informa di aver disposto presidî mobili di controllo con l’uso di Autovelox in vari siti della città, come previsto dal decr. pref. 45/2006 e successive integrazioni, per garantire la sicurezza della circolazione dei veicoli e dei pedoni attraverso il rispetto dei limiti di velocità. Vi segnaliamo quelle che saranno le postazioni dove sarà possibile trovare gli autovelox nella settimana da lunedì 2 ottobre a domenica 8 ottobre: APP. 105/SE Viale Reg. Sic. N.O. Carr. Centrale dir. CT, Viale Reg. Sic. N.O. Carr. Centrale dir. TP, Viale Reg. Sic. S.E. Carr. Centrale dir. CT, Viale Reg. Sic. S.E. Carr. Centrale dir. TP APP. 105/SE MOBILE su strade urbane locali Viale Diana, Viale dell'Olimpo, Via Lanza di Scalea, Viale M. di Savoia, Viale Ercole, Viale Michelangelo, Via E. Basile. BOX FISSO Viale R. Siciliana N.O. Carr. Centrale alt. La Loggia dir. TP, Viale R. Siciliana N.O. Carr. Centrale alt. Civ. 3666 dir. CT, Viale R. Siciliana N.O. Carr. Centrale alt. P.Pe di Paternò dir. TP TELELASER Via Pitrè, Via Libertà, Viale Diana, Viale Ercole, Via Croce Rossa, Via Oreto, Viale dell'Olimpo, Via Nicoletti, Viale del Fante.. Via Pitrè, Via Libertà, Viale Diana, Viale Ercole, Via Croce Rossa, Via Oreto, Viale dell'Olimpo, Via Nicoletti, Viale del Fante.. Viale R. Siciliana N.O. Carr. Laterale dir. CT Viale R. Siciliana N.O. Carr. Laterale dir. TP Viale R. Siciliana S.E. Carr. Laterale dir. TP Viale R. Siciliana S.E. Carr. Laterale dir. CT Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0