Articolo
03 giu 2016

Parco della Favorita: Stop alla chiusura per le manifestazioni, ma non doveva essere il “Central Park” di Palermo?

di Fabio Nicolosi

Secondo una recente delibera dal 1 Giugno al 30 Settembre non sarà più possibile chiudere la Favorita per rendere fluido il traffico in direzione Mondello Abbiamo letto bene? Si a quanto pare si... La giunta comunale con un atto di indirizzo ha di fatto posto un enorme veto sulla realizzazione dell'enorme progetto per la riqualificazione del parco della Favorita. Eppure la stessa amministrazione nel 2014 autorizzava la sperimentazione della chiusura di una parte del parco durante la stagione estiva. Riportiamo le dichiarazioni di Giusto Catania: Dopo l’estate occorreranno interventi di lunga durata sulla vivibilità e sulla viabilità del parco al fine di far convivere due giuste esigenze: quella di fruire del parco a piedi e in bicicletta e quella di non appesantire il traffico veicolare, in particolare nella borgata di Pallavicino E questi proclami? Mi vorrebbe far credere che una pulizia straordinaria (avvenuta due anni dopo le dichiarazioni) e una linea per terra (la nuova corsia ciclabile) era tutto ciò che era possibile? Come mai questo retro-front? Ma sopratutto che fine ha fatto il bellissimo progetto che aveva elaborato ai tempi l'assessore Barbera? Non ci resta che sperare e immaginare di vedere un parco che possa essere in gran parte utilizzato da sportivi, ciclisti e amanti della natura e che invece possa essere utilizzato in minima parte dalle auto, non come ora dove le auto costringono gli amanti del parco a dover cercare una nuova location per maratone, passeggiate naturalistiche, passeggiate con i cavalli e altri decine di eventi che il parco potrebbe ospitare Riportiamo il comunicato stampa: Dal 1 giugno al 30 settembre non sarà più possibile limitare la circolazione negli assi di attraversamento della Favorita. Lo ha stabilito la Giunta comunale con un atto di indirizzo che disciplina la regolamentazione stradale della Real Tenuta per il periodo estivo. Lo scopo è quello di rendere più fluido il traffico veicolare per e da Mondello. 'Una misura importante - spiegano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania - che anticipa il consueto piano traffico elaborato dal Comune per fronteggiare il maggiore afflusso di veicoli, in estate, nella borgata marinara. L'unica eccezione sarà fatta per un'importante maratona, - concludono - che era stata già calendarizzata per il 2 giugno'.   Ti potrebbero interessare anche: Parco Della Favorita: Intervento straordinario, ma che fine ha fatto il progetto per il parco urbano? Conclusa la sperimentazione della chiusura parziale della Favorita Parco della Favorita chiuso: il progetto del Comune

Leggi tutto    Commenti 46
Articolo
16 mag 2016

Il giardino del Villaggio Santa Rosalia dimenticato

di SERPICO

Ciao a tutti, mi chiamo Sergio e abito al Villaggio Santa Rosalia. Oggi vorrei mettere finalmente in luce un problema che il quartiere si trasporta da anni e che, a quanto pare, a nessuno sta più a cuore: il recupero del giardino verde che si trova esattamente di fronte la fermata degli autobus di via Ernesto Basile. Il giardino e' stato totalmente dimenticato da chi doveva prendersene cura. Un tempo Una squadra di giardinieri, a giorni alterni, si occupava di annaffiare le piante, togliere le erbacce e ripristinare il verde mancante, pulire i viali dai rifiuti ecc.. Ad oggi, nessuno si occupa più del giardino, in balia di sporcizia e bivacco notturno. Spero sinceramente che qualcuno possa fare qualcosa per ridare luce ad un piccolo polmone verde, che qualche anno fa rappresentava un posto sicuro dove far giocare i bambini. La situazione al momento e' davvero disperata, dopo che il punteruolo rosso ha distrutto le palme che vi erano state piantate, nessuno ha pensato bene di sostituirle con altre. Spero che la mia lettera possa risvegliare le coscienze di alcuni perchè i cittadini hanno bisogno di spazi verdi e perchè la nostra bellissima città ne ha bisogno. Allego una serie di immagini fotografiche che non hanno bisogno di altri commenti. Grazie

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
19 apr 2016

Viabilità | Chiusure parziali viale Regina Margherita da e per Mondello per potatura alberi

di Fabio Nicolosi

A partire da oggi e fino al 29 aprile 2016 viale Regina Margherita sarà chiuso al transito veicolare per consentire le operazioni di potatura degli alberi. Lo ha stabilito l'Ufficio Mobilità Urbana con un provvedimento che, a proroga dell'ordinanza n. 418 del 08/04/2016, ordina la chiusura della carreggiata direzione Mondello dalle ore 07.00 fino alle ore 10.00 e quella direzione Palermo dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Maggiori dettagli nell'ordinanza n. 474 del 15/04/2016 Immagine di repertorio.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
01 mar 2016

Parco Della Favorita: Intervento straordinario, ma che fine ha fatto il progetto per il parco urbano?

di Fabio Nicolosi

E' stato presentato ieri in un'apposita conferenza stampa il piano straordinario che il Comune di Palermo metterà in pratica nelle prossime due settimane a partire da oggi e che prevederà anche la chiusura dall'1 al 4 marzo 2016 dalle ore 6.30 alle ore 15,30 di Viale Diana e dal 7 all'11 marzo 2016 di viale Ercole e istituzione del senso unico di marcia in direzione piazza Leoni. Questo intervento, così come quello delle scorse settimane di Viale Regione Siciliana ci sembrano più delle operazioni politiche che utili. Si perché la città non ha bisogno di interventi straordinari, ma di programmazione e manutenzione costante. Ci chiediamo a che serva quindi un intervento straordinario se poi viene nuovamente lasciato tutto abbandonato e non curato. E qual'è il compito di tutti questi operai che vediamo in azione? Cosa farebbero se non ci fossero questi interventi? Starebbero in azienda fermi? O sono stati spostati da qualche intervento programmato per far si che il sindaco si possa vantare di questi interventi? E che fine ha fatto il famoso progetto di riqualificazione della Favorita? Ah vero, cambiato assessore finisce tutto nel dimenticatoio... Che peccato! Sarebbe stata un grande vanto per Leoluca, l'ennesima occasione sprecata... Roberto S. ci invia le foto del traffico in zona: Vi lasciamo con il comunicato stampa: Con questo piano, quindi, prosegue l'impegno da parte dell'Amministrazione che già nel corso dello scorso anno ha provveduto a recuperare, tramite le proprie società partecipate ed Aree Comunali, alcune specifiche zone del Parco (Città dei Ragazzi, Struttura Equestre e l'Area della Protezione Civile). Tutti gli interventi straordinari del piano presentato oggi alla stampa sono stati pianificati per completare un programma già da tempo avviato con l'obiettivo di restituire condizioni di maggior decoro a quella che è la più importante area a verde della Città di Palermo. I lavori partiranno domani e dureranno tre settimane e, sempre oggi, l'Ufficio Mobilità ha emanato una ordinanza di chiusura al traffico veicolare. Nei giorni 1, 2, 3 e 4 marzo 2016, dalle ore 6.30 alle ore 15,30, chiusura al traffico di Viale Diana. Nei giorni 7,8,9, 10 e 11 marzo 2016, chiusura al transito veicolare in viale Ercole e istituzione del senso unico di marcia in direzione piazza Leoni in viale Diana. Il piano di intervento si svilupperà su cinque step: miglioramento del il decoro del parco intervenendo sulla sistemazione di staccionate, dissuasori e guard rail; intervento di pulizia del Parco; eliminazione della vegetazione erbacea infestante lungo le arterie principali ed in tutte le aree maggiormente fruite dai cittadini; miglioramento dell'immagine del parco procedendo con l'impianto di siepi con specie tipiche della macchia mediterranea; messa in sicurezza delle alberature presenti lungo gli assi viari principali ed infine, miglioramento dell'illuminamento degli assi viari attraverso interventi di manutenzione e potatura; Per questi interventi, il Parco della Favorita è stato suddiviso in macro aree: 1) Viali principali di transito veicolare 2) Sentieri interni principali 3) Piazzali e slarghi 4) Aree a conifere 5) Aree a leccio e macchia mediterranea 6) Aree a prato effimero 7) Aree rimboschite 8) Aree ad ex coltivi abbandonati 9) Aree rimboschite o con impianti ornamentali con processi di rinaturalizzazione 10) Interventi di manutenzione: guard rail, staccionate e dissuasori Interventi programmati: VIALI PRINCIPALI DI TRANSITO VEICOLARE: pulizia e diserbo; rimozione del pietrisco lungo le carreggiate; sistemazione delle staccionate in legno, impianto nuove siepi, ripristino dei dissuasori in ferro, sistemazione dei guard rail. SENTIERI INTERNI PRINCIPALI L'area oggetto di intervento riguarda tratti per una lunghezza complessiva di circa 12.000 m L'intervento consisterà nella: Pulizia e scerbatura, Messa in sicurezza delle alberature presenti PIAZZALI E SLARGHI Le aree in oggetto occupano una superficie di circa 5400 mq. Gli interventi consisteranno nella Scerbatura, rimozione dei rifiuti, sistemazione e tinteggiatura di eventuali dissuasori presenti - Piazzale Fontana Ercole - Piazzale Cancello Giusino - Piazzale Palazzina Cinese - Piazzale Matrimoni - Slargo Niscemi - Area antistante Struttura Equestre AREE A CONIFERE Le aree a conifere (pinete e cipressete) occupano una superficie di circa 134.000 mq Gli interventi consisteranno nella scerbatura, rimozione dei rifiuti, interventi di potatura, messa in sicurezza e abbattimenti AREE A LECCIO E MACCHIA MEDITERRANEA Sono le aree da un punto di vista vegetazionale più di pregio occupano una superficie di circa 380.000 mq. Gli interventi consisteranno nella rimozione dei rifiuti AREE A PRATI EFFIMERI Si tratta di una importante zona ai fini della fruibilità, su cui si stanno valutando varie ipotesi progettuali, che occupa una superficie di circa 90.000 mq. Gli interventi consisteranno nella rimozione dei rifiuti e eradicazione di infestanti. AREE RIMBOSCHITE Si tratta di una importante zona ai fini della fruibilità, volta per lo più agli escursionisti data la morfologia più accidentata. Occupa una superficie di circa 130.000 mq. Gli interventi consisteranno nella rimozione dei rifiuti, eradicazione di infestanti, abbattimento e messa in sicurezza AREE AD EX COLTIVI ABBANDONATI Si tratta di aree ormai abbandonate d a anni e soggette ad interventi colturali errati che ne hanno causato l' invasione da parte di specie infestanti, quali soprattutto, Ailanthus altissima. Complessivamente l'area occupa una superficie di circa 178.000 mq. Il Piano di Utilizzazione prevede la trasformazione in bosco a macchia. Gli interventi previsti, per le particolarità delle operazioni tecnico-colturali di eradicazione andranno programmati nel lungo periodo. AREE RIMBOSCHITE O CON IMPIANTI ORNAMENTALI CON PROCESSI DI RINATURALIZZAZIONE Si tratta di importanti zone ai fini della fruibilità. Occupano una superficie complessiva di circa 117.000 mq. Gli interventi consisteranno nella rimozione dei rifiuti, eradicazione di infestanti, abbattimento e messa in sicurezza di alberi pericolosi o morti. Manutenzione Staccionate. Nel parco sono presenti circa 2.000 mt di staccionate in castagno che sono rotte o con parti mancanti, l'obiettivo che si pone l'intervento è il ripristino di tutte le staccionate; GESTIONE DEI RIFIUTI Per tale intervento Rap utilizzerà: una pala meccanica, due autocarri a vasca ribaltabile, due autocompattatori, due autocarri a sponda mobile per il trasporto dei rifiuti ingombranti, un'autospazzatrice per eseguire la pulizia della sede stradale interessata dai lavori, prima della riapertura al traffico, assistita da personale addetto allo spazzamento manuale. E' previsto l'impiego complessivo di 22 addetti, oltre ad un Capo Area responsabile per il coordinamento delle attività ORGANIZZAZIONE DELL'INTERVENTO L'intervento quindi sarà organizzato in tre fasi : Fase 1: Intervento di cura e manutenzione della Zona NORD con priorità agli assi viari principali; Fase 2: Intervento di cura e manutenzione della Zona SUD con priorità agli assi viari principali; Si prevede di chiudere il traffico durante i lavori delle Fasi 1 e 2 con il timing previsto nel cronoprogramma. Fase 3: Intervento di cura e manutenzione delle zone interne e definizioni degli interventi precedenti Per questi lavori saranno impiegati 313 persone con il supporto di 44 mezzi: Reset 253 persone e 21 mezzi Rap 22 operatori e 8 mezzi Amap 9 operatori e 4 mezzi Amg 4 operatori e 2 mezzi Area Verde, 5 operatori e 3 mezzi Supporto polizia municipale, 12 vigilie 6 mezzi Totale 313 persone, 44 mezzi Per il sindaco Leoluca Orlando, 'E' un intervento di manutenzione dell'esistente, ma ciò dimostra l'esigenza dell'intervento. Saranno tre le settimane di lavoro che impegneranno oltre 300 addetti: vogliamo trasformare il Parco della Favorita, con un'operazione a costo zero, in un Teatro Massimo ambientale'. 'Attraverso questo intervento - ha detto Antonio Perniciaro, presidente di Reset - vogliamo rendere più gradevole e fruibile il polmone verde di Palermo. Ci auguriamo che questo intervento sia l'apripista di una serie di interventi di cui il Parco avrebbe bisogno'. Al progetto partecipa anche Italtel e relativamente agli aspetti di monitoraggio delle attività delle squadre di intervento. In particolare, in considerazione della vasta dimensione del parco e dell'intenzione di creare una Control Room nei locali di Casa Natura all'interno del Parco, Italtel offre la sua soluzione di videocomunicazione di nuova generazione in alta definizione HD basata sulla piattaforma tecnologica Embrace sviluppata nei propri laboratori di Ricerca e Sviluppo di Carini. Embrace consentirà di avere una comunicazione in Real Time tra la Control Room e i supervisori delle squadre per feed-back sulle modalità di esecuzione degli interventi, per un controllo delle operazioni o per coordinare meglio le operazioni in caso di necessità. 'Desideriamo ringraziare la Re.Se.T. - ha detto Pietro Giuliano, dell'area mercato Public Sector di Italtel - per l'opportunità che ci ha dato e che abbiamo colto con favore in quanto va nella direzione che Italtel ha preso per lo sviluppo di soluzioni di Digital Transformation per il Paese e che rafforza la collaborazione con il Comune di Palermo. Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo a questo importante progetto di riqualificazione dell'area del Parco della Favorita'.

Leggi tutto    Commenti 32
Articolo
11 feb 2016

Parco della Favorita, parte il piano per decoro e uso partecipato

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il piano per decoro e uso partecipato del parco della Favorita.   Palermo - Il "modello Circonvallazione" si estende anche alla Favorita. Dopo l'avvio dei lavori con il piccolo "esercito" di 150 operai e tecnici dell'Area del verde e di tutte le aziende partecipate sul viale Regione Siciliana, il Sindaco ha chiesto alla stessa Area ed alle aziende di predisporre un Piano di intervento organico per il parco della Favorita che utilizzi lo stesso metodo di intervento integrato e simultaneo. "Entro pochi giorni - ha detto il Sindaco - dobbiamo avere un vero e proprio piano straordinario per la Favorita, che è ora venga "presa di petto" sotto tutti gli aspetti, dalla pulizia, al decoro, alla fruibilità da parte dei cittadini. Se per la Circonvallazione sono stati necessarie 150 persone, forse per la Favorita ne serviranno 200 o più, ma è certo che fra qualche settimana l'intero Parco dovrà essere del tutto fruibile dai cittadini, che ne diverranno dunque custodi." Oltre e subito dopo gli interventi per il decoro, l'intenzione dell'Amministrazione è quella di realizzare un vero e proprio "piano di uso partecipato" del Parco. "La Favorita - spiega Orlando - è una grande risorsa per tutti i cittadini e siamo certi che in tanti vorranno e potranno proporre iniziative per manifestazioni, attività e piccoli progetti che aumentino le occasioni di svago, sport ed utilizzo intelligente di questo grande polmone verde."   Una domanda è lecito porsela: ma che fine hanno fatto tutti quei progetti di riqualificazione che dovevano essere attuati dopo l'infelice sperimentazione di chiusura del parco durante Giugno 2014? C'è una visione? Esiste un progetto?

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
31 ott 2015

Tram Palermo, 2000 nuovi alberi in arrivo

di administrator

  Riportiamo un articolo di Repubblica Palermo dove viene annunciata la piantumazione di circa duemila alberi. Nuovo verde che servirà a compensare il taglio di arbusti effettuato durante la realizzazione delle 3 linee tranviarie. I lavori di piantumazione partiranno nelle prossime settimane non appena saranno terminati gli ultimi lavori lungo la circonvallazione e in zona Notarbartolo.    

Leggi tutto    Commenti 34
Articolo
08 lug 2015

Orgogliosamente Parco Uditore

di Alessandro Graziano

Quel 15 Ottobre 2012 all'inaugurazione del Parco Uditore io c'ero. Mi sono e ci siamo sentiti parte di una città , di una polis. Ragazzi e ragazze, semplici cittadini che hanno investito il loro tempo libero per produrre un luogo pubblico aperto a tutti con poco aiuto delle istituzioni sia a livello economico che burocratico. Quando vidi entrare sindaco, assessori vari e "autorità" tutti vestiti in giacca e cravatta mi arrabbiai . Avevo le mani sporche di terra per le ultime piantine di rosmarino che avevo piantato nelle bordure e tutti i muscoli doloranti per gli intensi giorni di lavoro pre-inaugurazione. Ecco vedere i colletti bianchi mi fece arrabbiare! Li volevo in jeans e t shirt come noi ad aiutarci e non a prendersi meriti. Sì perché il Parco è un esempio di cittadinanza attiva che non ha voluto nuovo cemento nel proprio quartiere ma ha voluto uno spazio di gioco, socializzazione, tempo libero e per lo sport. Come lo definisco io una nuova  PIAZZA URBANA.   Io poi sono rimasto semplice volontario che quando può da ben volentieri un po' del uso tempo per pulire, realizzare eventi in questo parco di nove ettari. Ma ad oggi ci sono 10 volontari, dei veri "angeli custodi", facenti parte dell'Associazione Parco Uditore, che ogni giorno si impegnano per poter garantire apertura e chiusura, pulizia, irrigazione delle piante, sicurezza e che organizzano eventi per raccogliere fondi per la gestione del Parco. Tramite accordi con partner, altre associazioni e alcune sporadiche collaborazioni con gli assessorati di competenza, il Parco ha ospitato eventi favolosi come la recente Festa di Primavera con il color Party e la  Spring Run, evento che ha coinvolto tutta la città. A quasi tre anni dall'apertura nulla è cambiato riguardo le istituzioni e alla loro Assenza. L'Assessorato preposto (Territorio e Ambiente) non ha mai previsto un capitolo di spesa per la fruizione del Parco e quindi lo scorso maggio per sette giorni ( dal 13- al 20) i volontari hanno deciso, a malincuore, di chiudere il Parco perché l'area necessitava di essere disinfestata e derattizzata. La volontà di riaprire il parco al pubblico ha spinto però i ragazzi ad utilizzare, ancora una volta, i fondi raccolti con la sopracitata festa di Primavera per esguire i lavori necessari. E di nuovo i volontari del Parco chiedono aiuto alla cittadinanza per raccogliere fondi per acquistare il nuovo trattorino taglia-erba, in quanto il vecchio  è irrimediabilmente guasto da più di un mese. Ciò verrà realizzato tramite una grande festa estiva domenica prossima, 12 Luglio : COLOR PARTY SUMMER EDITION . Il Parco ha però bisogno del nostro e vostro supporto 365 giorni l'anno sia attraverso donazioni direttamente la Parco  o tramite bonifico sul conto dedicato che potrete trovare sul sito ufficiale (http://www.parcouditore.org/sostieni/) . Vi ricordiamo che tutti possono dedicare il proprio tempo libero come volontari del Parco aiutando a mantenere questo polmone verde!       Parco Uditore Coop. Soc. Iban IT84C0312704600000000003410 causale: donazione per finalità solidaristiche e sociali

Leggi tutto    Commenti 1