Articolo
06 set 2017

Parchi Urbani: cambiano gli orari di chiusura

di Mobilita Palermo

La stagione estiva sta volgendo al termine e con essa le ore di luce vanno via via diminendo. Ecco quindi che i parchi urbani, in particolare il Parco Uditore e il Parco Della Salute annunciano i nuovi orari Parco Uditore Dal lunedì al sabato dalle 7.00 alle 19.00. Tutte le domeniche dalle 8.00 alle 19.00. Parco Della Salute Dalle 9 alle 19.30 fino al 15 settembre Dalle 9 alle 19.00 fino al 30 settembre Dalle 9 alle 18.30 fino al 15 ottobre Dalle 9 alle 18.00 fino al 30 ottobre Dalle 9 alle 17.30 fino al 15 novembre Dalle 9 alle 17.00 fino al 30 novembre Si ricorda che tutti i lunedì il parco aprirà alle 14 e non alle 9. Villa Trabia Dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 18 (fino al tramonto) Giardino Inglese Dal lunedì alla domenica dalle 8 alle 20 Villa Giulia Da lunedì a domenica dalle 8 alle 20 Villa Garibaldi Da lunedì a domenica dalle 8 alle 18 Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
25 ago 2017

“Giallo di sera, manutenzione si spera”…

di Mobilita Palermo

Mancano le piogge, ma manca soprattutto la manutenzione. Soprattutto d'estate. Guardate lo stato d'agonia delle aiuole che adornano l'ingresso della Palazzina Cinese! Non parliamo di irrigare i prati all'inglese (ad esempio quello del Foro Italico), ma di dare una tregua alla siccità per queste povere foglie che fanno da quinta alla visita di un monumento cittadino importante. Ce lo ha segnalato C. Cottone, che ringraziamo per gli scatti. Inaccettabile far ridurre cosi il viale che porta alla palazzina cinese...in totale stato di abbandono, senza irrigazione, stà seccando tutto.. il viale ha bisogno di un restyling tra pavimentazione, illuminazione, decoro...discorso diverso nel retro della palazzina verde rigoglioso e fiorito..stessa cosa dentro villa Niscemi...e la distanza è di pochi metri. Occorre segnalare in massa questa situazione, io l'ho già fatto.. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
08 apr 2017

Parco Uditore | Sabato 8 e Domenica 9 Aprile al via la IV edizione della Festa di Primavera

di Fabio Nicolosi

Sabato e domenica Parco Uditore dà il benvenuto alla bella stagione con la IV edizione della Festa di Primavera! Anche quest'anno saranno due giornate all'insegna del fitness, della musica e del divertimento per grandi e piccini. Fitness, giochi, animazione, il volo sulla Mongolfiera, il calcio a due nella gabbia con THE CAGE, Uniparkour, artigianato ed enogastronomia locale per finire poi con l'attività più attesa in assoluto: Il grande Color Party che si svolgerà nella giornata di domenica 9 aprile alle 15 sotto il palco principale con la migliore musica di tutti i tempi mixata per l'occasione da Radio Time e Radio Time '90! "Ci teniamo a sottolineare che la dimensione ludico ricreativa della manifestazione, giunta ormai alla sua quarta edizione, ha per noi la finalità importantissima di raccolta fondi per il mantenimento e la gestione del Parco Uditore che nel corso di questi 4 anni e mezzo di vita non ha mai ricevuto fondi pubblici per la sua conduzione. Lo diciamo con un pizzico di orgoglio e tanta felicità poichè il nostro gruppo di volontari insieme alla solidarietà dei nostri sostenitori è riuscito ad affermare un modello di gestione della cosa pubblica innovativo e sostenibile a costo zero per la pubblica amministrazione senza perdere mai di vista la necessità primaria dei cittadini di poter fruire in sicurezza di uno spazio verde in città. All'immobilismo e alla lamentela sterile per le cose che non vanno abbiamo preferito rimboccarci le maniche e fare delle Istituzioni un nostro alleato. Crediamo di esserci riusciti, anche per questo vi invitiamo a festeggiare con noi sabato e domenica". Valentina Marchione - Resp. Relazioni Esterne Parco Uditore Coop. Soc. Ecco il programma completo della Festa! sabato 8 aprile - Villaggio fitness a cura di Oxygen group - conca d'oro ssd Oxygen Gotha ssd arl - Oxygen Next fit Ssd Srl - Oxygen Kalta Club Area TATAMI 10.30 Aikido 11.00 Judo 11.30 JiuJitsu 12.00 Whingtsun 16.00 Capoeira Area FITNESS MUSICALE 10.30 Yoga 11.00 Total Body 12.00 Joy Fit 15.30 Super Jump Area CARDIO 10.00 Kranking 11.00 Walking 12.00 Fusion Spinning Walking Kranking 15.30 Kranking 16.30 Walking 17.30 Fusion Spinning Walking Kranking Area PALCO 11.30 Pilates 15.30 - 18.30 Super Fitness (Zumba, Piloxing, Zumba, Caraibico) Area FUNZIONALE 10-12 BabyBootCamp 12.30 TRX & Functional 16.00 TRX& Functional 17.00 Cross Boxe GIMKANA 10/16 Free Bike 16/18 Cross Trail MINI TENNIS 10-12 16-18 Villaggio Ludico ricreativo per bambini e ragazzi a cura di King Animazione E Spettacolo 10.30 Accoglienza con Masha e Orso 11.00/12.30 Laboratorio di manipolazione creativa "Fiori e Farfalle" 12.30 Baby Dance con Biancaneve ed Hulk 13.00 Gioco Aperitivo 13.30 alle 15.00 Pausa Pranzo 15.00 Torneo di Freccette 16.00 Tiro al Barattolo 17.00 Gioco: La Coppia che scoppia 18.00 Premiazioni – Baby Dance con Belle e il Principe Adam The CAGE - Sicilia - Il calcio nella Gabbia Uniparkour - Parkour Palermo - Villaggio dell'artigianato e dei prodotti enogastronomici locali - area espositiva - Ore 16.00 estrazione premi kit Festa di Primavera 2017 sul palco - Mongolfiera Village dalle 16.30/18.30 Area Ristoro a cura di - Leon Cafè - Antonio Genduso Il Gelatiere Domenica 9 aprile - - Mongolfiera Village dalle 10.00/12.00 - Villaggio fitness Area TATAMI 10.45 Cheerleading 11.30 Taekwondo 12.15 Kick Boxing 12.45 Brazilian JiuJitsu Area OLISTICA 10.30 Yoga 11.30 Pilates Area FUNZIONALE 10-12 BabyBootCamp 11.00 TRX & Functional 12.00 Joy Circuit MINI TENNIS 10-12 - Villaggio Ludico ricreativo per bambini e ragazzi a cura di King Animazione E Spettacolo 10.30 Accoglienza con Minnie e Topolino 11/12.30 Laboratorio di manipolazione creativa "Rondini di Primavera" 12.30 Baby Dance con Belle e Thor 13.00 Pausa pranzo 15.00 Facepainting - Villaggio degli artigiani - area espositiva- area Ristoro a cura di - Leon Cafè - Antonio Genduso Il Gelatiere ore 15.00 Starts COLOR PARTY Animazione by, Oxygen Fitness Group, Brazuca Fitness dj set RADIO TIME Si ringraziano per il prezioso supporto tecnico logistico i volontari dell' Opc LeAli e ANPAS Si ringraziano inoltre gli sponsor Motor Village Palermo (Via Imperatore Federico) , Tecnica Sport, Area Sicilia Gruppo Tecnocasa, Bici Daricello Palermo, Oxygen Group, Vitaldent, Ecol Sea Srl, Barone Gomme SNC di Sebastiano Barone Coop Sicilia, Ilaria Colutta Responsabile YR, Grand Chef Sicilia I RPAIR. Per tutte le info sullo svolgimento del color party clicca qui - http://www.parcouditore.org/festa-primavera-2017-parco-uditore-palermo/ Buon Color Party solidale a tutti!!!! Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2017

Assist ai candidati sindaco | Un provvedimento per adottare le aiuole serve ed è già pronto

di Giulio Di Chiara

Chi gira per le strade palermitane non può NON notare lo stato di degrado in cui versano centinaia di aiuole, spesso non curate o piene di immondizia mai raccolta e colpevolmente gettata dai palermitani più sporchi e menefreghisti. Quello della manutenzione è un problema vero e proprio che attanaglia il nostro e tanti altri comuni italiani, ma che in alcune circostanze potrebbe essere parzialmente risolto a costo zero per le casse comunali. Attraverso un "Do ut des", dare e ricevere. Quella nella foto (dal gruppo facebook - grazie a G. Randazzo) è un'aiuola in Piazza Sant'Oliva recentemente recuperata da un ristoratore privato della zona che, in tal modo, ha contribuito al decoro generale dell'area limitrofa al suo locale e ad una migliore presentazione della sua attività. Non siamo al momento a conoscenza se sia in vigore un accordo con l'amministrazione comunale che consenta un intervento del genere, presumiamo di si osservando l'installazione delle palle bianche (discutibili) in qualità di punti luce. Ad episodi simili abbiamo assistito anche in passato: si pensi per esempio alla maxi aiuola alla rotonda di Partanna Mondello (nei pressi dell'ex stabilimento Coca Cola), dove ogni estate un prato perfettamente curato veniva innaffiato e reso ai limiti della perfezione. Purtroppo il limite di questi avvenimenti è la loro natura assolutamente episodica. Da quel che ci risulta non esiste un regolamento e ci sembra che tutto avvenga in maniera destrutturata, lasciando al privato scelte di dubbio gusto come nel caso dell'aiuola in questione. Posto che sono ben evidenti le difficoltà delle partecipate a garantire un livello decente di pulizia e decoro alla città, ci chiediamo come mai il Comune di Palermo non decida di consentire l'adozione di alcuni spazi pubblici ai privati, mediante un affidamento a titolo gratuito. Non è una pratica nuova, tanti comuni lo fanno e senza andare troppo lontano, anche Agrigento nel 2013 ha approvato un regolamento ad hoc.  Viviamo in una città piena di pali e insegne pubblicitarie che tempestano (a volte snaturano) gli spazi pubblici, senza ordine e raziocinio. Sebbene sia evidente come questo caos sia non governato e propedeutico solo a remunerare il più possibile, il Comune potrebbe farsi carico di migliorare la città "delegando" ai privati e consentendo a quest'ultimi di poter promuovere la propria attività secondo delle regole ben precise. Ad Agrigento lo hanno fatto, dicevamo. In breve, vengono accreditate aziende e privati con opportuni requisiti, alle quali viene chiesto di adempiere alla manutenzione del lotto assegnato: a) Taglio dell’erba ed eliminazione della vegetazione infestante; b) Eliminazione delle piante disseccate; c) Messa a dimora di nuove piante o fiori secondo il progetto di sistemazione dell’area proposto in sede di offerta; d) Irrigazioni ed eventuale manutenzione ordinaria degli impianti ove previsti; e) eliminazione e smaltimento dei materiali di risulta derivanti dalle suddette operazioni; f) piccole riparazioni con sostituzioni di parti mancanti (catene, paletti, bulloni ecc ) di giochi, panchine, fontanelle, cestini ecc.; g) pulizia dell’area da cartacce, bottiglie, lattine ecc.; In cambio visibilità per il proprio marchio, sottoposta a disposizioni ben precise: a) Dimensione del cartello pubblicitario cm. 50 x cm. 70; b) Altezza massima del cartello, comprensivo della struttura di sostegno, cm. 150,00 dal piano di calpestio interno all’area; c) Numero massimo di cartelli pubblicitari: - N. 1 cartello per ogni area se inferiore a mq. 200,00, - N. 2 cartelli se l'area concessa è superiore a mq, 200,00 d) Per aree superiori a 1.000 mq si potranno installare n°5 cartelli pubblicitario cm. 50 x cm. 70 o in alternativa un unico cartellone o similare di dimensioni non superiori a mq 5,00, che dovrà essere posto al centro dell’area. e) La collocazione del cartello resta subordinata all’acquisizione delle autorizzazione degli Enti competenti, se dovute, (soprintendenza – ANAS . Provincia )nel rispetto del citato regolamento sulla pubblicità e pubbliche affissioni. L'intero provvedimento è consultabile qui, ed è solo un esempio in quanto tanti altri comuni hanno redatto il proprio. Si possono consultare, copiare, modificare. Gran parte del lavoro insomma è già fatto. Lanciamo questo appello ai futuri governatori, una buona pratica quasi interamente confezionata e pronta all'uso. Basta essere d'accordo e volontà di rendere concreta un'idea.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
21 feb 2017

Giardino Verdinois: dall’inaugurazione alla distruzione dopo soli due mesi

di SERPICO

Scrivo questo articolo cosciente del fatto che le cose non potranno cambiare mai nonostante le amministrazioni locali cerchino nonostante tutto di riqualificare zone urbane abbandonate da anni. Perche' mi rendo conto che la colpa non puo' essere data ogni volta all'amministrazione di turno che non compie il proprio dovere nei confronti dei cittadini. Quando le coscienze politiche si risvegliano con la voglia di fare cose nuove ecco che arriva il PANORMOSAURO palermitano che con altrettanta voglia e istinto di distruggere, rade al suolo un sogno reso reale dopo anni di inattivita' e menefreghismo. Sto parlando del terreno adiacente la chiesa dell'Annunciazione del Signore in Via Alberto Verdinois. Un terreno da anni abbandonato a se stesso per intoppi burocratici e per l'impossibilita' di identificare tutti i legittimi proprietari, che anni or sono, si erano aggiudicati una determinata particella del terreno. Finalmente, dopo anni di fermo qualcosa si e' smosso. Sono stati piantati nuovi alberi e arbusti e circa due mesi fa inaugurato in pompa magna con tanto di intervento del Sindaco di Palermo. A due mesi dall'inaugurazione, il giardino ha subito gravi danni. Arbusti strappati e alberi spezzati, una vergogna che non avra' mai fine. Una squadra di giardinieri ha fatto quel che ha potuto per rimediare ai danni, ma piu' di rattoppare non potevano fare. Tra le foto che ho pubblicato ce n'è una dove sembra che tutti gli alberi siano li in fila al loro posto indenni da atti di vandalismo, ma in realta' gli alberi sono stati tutti spezzati e riportati in posizione eretta dai giardinieri che con appositi lacci hanno riparato gli alberi ( sperando che non muoiano ) e ancorati su appositi pali di legno. Qua non ci sta piu' nulla da sperare. La speranza e' morta da anni. L'incivilta' il degrado e l'incuria la fanno da padrone. Un vero peccato per tutti.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
07 feb 2017

Parco Cassarà 13% COMPLETED | E’ arrivato il momento “tanto atteso” dello spot elettorale?

di Giulio Di Chiara

Che fine farà questo parco? Non lo sappiamo, oramai subiamo i fatti che ci vengono propinati. Mentre la gente e i bambini delle scuole protestano dietro i cancelli, la magistratura fa il suo corso. A Marzo del 2016 raccontavamo delle lungaggini burocratiche che stanno tenendo quest'area lontana dai cittadini e scommettevamo sull'evoluzione della vicenda. Per adesso, ci stiamo prendendo in pieno. approvazione del bilancio comunale in cui devono essere preventivati 600.000€ da destinare alla caratterizzazione dell’area (ottobre 2015) gara pubblica per l’affidamento ad uno studio professionistico che dovrà eseguire le attività di caratterizzazione affidamento incarico e inizio delle attività di caratterizzazione (Gennaio-Febbraio 2016?) termine delle attività di caratterizzazione (in cui verranno coinvolti tecnici del comune, della provincia e dell’ARPA), presumibilmente entro Luglio 2016 A Luglio 2016 scadrà l’affidamento temporaneo dell’area al Comune, affidamento che inevitabilmente dovrà essere prorogato dal procuratore Bando per l’affidamento dei lavori di bonifica Affidamento dell’incarico e avvio dei lavori di bonifica Termine della bonifica e provvedimento del procuratore che sancisce la riconsegna definitiva dell’area al Comune e riapertura del parco. A che punto è l'iter? Il punto evidenziato in grassetto indica l'esatto avanzamento ad oggi. Giusto qualche giorno fa il Comune ha comunicato infatti che "entro il mese di febbraio sarà indetta la gara per la caratterizzazione dei rifiuti pericolosi nell’area del Parco Cassarà che renderà possibile la pianificazione degli interventi di rimozione e bonifica nelle tre aree sottoposte a sequestro dalla magistratura e, quindi, la progressiva riapertura alla fruizione pubblica in condizioni di sicurezza e salubrità". C'è la magagna sotto? Nell'articolo dell'anno scorso titolavamo la notizia con "Il Parco Cassarà in letargo potrebbe essere “svegliato” in vista delle prossime elezioni?". Quel titolo non era buttato lì a caso, per un motivo fondamentale: come più volte ripetuto,  la parte denominata verde del parco ha già assistito ad un intervento di bonifica del suolo e esiste un documento ufficiale relativo ad un sopralluogo congiunto con i tecnici di NOPA, ARPA e Coime avvenuto nel Febbraio 2014, dove viene riportato che quest'area può essere fruita dai visitatori, in quanto non sussistono valori di inquinamento che superano i limiti previsti dalla legge. Nonostante ciò, il magistrato ha continuato a confermare la chiusura dell'intero parco. Il Comune di Palermo, dal canto suo NON ha mai richiesto a gran voce la riapertura parziale a fronte di questo documento. Ecco che arriviamo al riferimento delle prossime elezioni. Nel comunicato di qualche giorno fa leggiamo anche che: Allo steso tempo gli uffici dell’amministrazione hanno richiesto all’autorità giudiziaria l’autorizzazione all’accesso nella zona rossa sottoposta a sequestro perché si possa da subito procedere alla rimozione dell’amianto visibile senza attendere la fine delle procedure di caratterizzazione. Questi lavori saranno svolti con fondi dell’amministrazione comunale.   QUINDI? Quel che ci turba è come mai, giusto adesso il comune riesce a avanzare richieste parallele al magistrato, chiedendo fondamentalmente delle deroghe al provvedimento, mentre dal 2014 ad oggi non ha avuto la stessa energia per richiedere la riapertura parziale con tanto di documenti che suffragano la bontà della richiesta. Non insinuiamo, ma proviamo a ragionare a voce alta.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
31 ott 2016

Verde Pubblico | Inaugurata la villetta di Via Trabucco

di Fabio Nicolosi

Riportiamo la notizia diffusa dal comune circa il recupero e la riqualificazione di un'area in Via Trabucco per anni abbandonata e che grazie all'interesse della circoscrizione è rinata trasformandosi in un'area verde fruibile da tutto il quartiere Il sindaco Leoluca Orlando, insieme agli assessori al Verde e allo Sport, Sergio Marino e Giuseppe Gini, mercoledì mattina ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della villetta in via Trabucco, a Cruillas. Al taglio del nastro hanno preso parte, tra gli altri, anche il presicrdente della VI Circoscrizione di Palermo, Michele Maraventano, il vice presidente Massimiliano Giaconia e alcuni consiglieri. 'Voglio ringraziare tutti i cittadini - ha dichiarato il sindaco Orlando - che hanno collaborato per la perfetta riuscita di questo momento che dimostra che si può cambiare, insieme è possibile. Il mio plauso va, inoltre, anche al presidente della Circoscrizione, al vice presidente, ai consiglieri, a Rap, Amg Energia, Reset, Amap, Coime, all'Area Verde e ai giardinieri che hanno avuto cura e avranno cura di questo spazio che prima era una discarica e ora è diventato un bellissimo giardino. La prossima settimana - ha concluso il sindaco - monteremo anche i giochi per i bambini, con le necessarie certificazioni di sicurezza da parte del Coime'. L'assessore Marino ha sottolineato il valore simbolico dell'iniziativa, 'abbiamo creato un giardino dove prima c'era il degrado - ha detto - e innescato un importante processo di riqualificazione di questo quartiere, dando un segnale forte come Amministrazione a tutta la città'. Un monito importante è arrivato dal presidente della VI Circoscrizione Michele Maraventano. 'Questo giardino è un gioiello verde - ha dichiarato - che nasce in uno spazio confiscato alla mafia e che ora appartiene ai cittadini. Ma dovete saperlo custodire perchè basta poco perchè l'incuria ritorni'. Nel corso della cerimonia lo scrittore Fabrizio Giuffrè ha donato al sindaco il suo libro 'Cruillas: storia e memorie di una antica borgata', mentre gli alunni della Direzione didattica 'Cruillas' hanno intonato l'Inno di Mameli e successivamente dipinto sul muro di cinta del giardino la sagoma di un bambino che tiene un aquilone. 'Rappresenta il bisogno di ciascuno di noi di essere se stesso e volare - ha concluso il sindaco - e ci ricorda che dobbiamo essere orgogliosi di appartenere a questo quartiere, a questa città, ma anche mettere le ali alla nostra identità, per non restare soffocati, come questo spazio di terreno è finito soffocato dai rifiuti'.

Leggi tutto    Commenti 6