Articolo
03 lug 2020

Biglietto unico: dopo oltre 10 anni di attesa la montagna ha partorito il topolino. I dettagli

di Mobilita Palermo

Palermo - Un'attesa molto lunga, almeno dal 2008 quando Amat e Trenitalia decisero di scindere il biglietto del t.p.l. per divergenze commerciali. In questi dieci anni in città sono state realizzate 4 linee tranviarie, quasi completata un'infrastruttura per il trasporto rapido di massa quale il Passante Ferroviario, nuove stazioni ferroviarie, rimodulata l'intera rete bus,  una zona a traffico limitata, ma soprattutto l'integrazione infrastrutturale fra "ferro e gommato". A fronte di questi grandi investimenti e cambiamenti, forte è stata la necessità di dover istituire un titolo di viaggio integrato, perché l'integrazione non è solo infrastrutturale ma anche commerciale. Oggi infatti prendere due sistemi di trasporto è paradossalmente svantaggioso per l'utente che ogni giorno preferisce il mezzo pubblico per i propri spostamenti. Si scende da Borgo Nuovo per raggiungere l'Ars (Palazzo Reale), e si è costretti a proseguire con la linea 118 piuttosto che sfruttare la rapidità del Passante Ferroviario. Ma è solo un esempio di quello che accade quotidianamente. Nel 2020 la svolta, con l'annuncio del ripristino del biglietto unico integrato e la Regione a intercedere dal punto di  vista commerciale fra due SpA quali Amat e Trenitalia. Ma è davvero la svolta? Ci aspettavamo quindi biglietto da 90' integrato, biglietto giornaliero ma anche abbonamenti. E invece l'annuncio riguarda solamente il ripristino del biglietto unico giornaliero al prezzo di € 5,50 da utilizzare per l'intera giornata sull'intera rete bus, tram, passante ferroviario  (tratta urbana Roccella-Sferracavallo) e anello ferroviario. Una scelta che premia senza dubbio l'utente che utilizza occasionalmente il mezzo pubblico, oppure il turista durante il soggiorno in città. Ma il turista privilegerà soprattutto il bus per gli spostamenti: prende la linea 806 per recarsi a Mondello, la 389 per recarsi a Monreale, la 124 per recarsi al Castello della Zisa, la 327 per le Catacombe dei Cappuccini oppure il tram per piazza Ponte dell'Ammiraglio. Prenderà certamente il passante ferroviario per raggiungere l'Aeroporto o Cefalù, ma qui si tratta di tariffe non più urbane. Per chi si sposta ogni giorno attraverso la rete bus o metroferrovia, non cambierà nulla: rimarranno invariati i prezzi dei biglietti ordinari rispettivamente € 1,40 bus/tram e €1,70 per il Passante. Difficilmente si andrà a spendere € 5,50 ogni giorno per 25 giorni lavorativi, ovvero € 137,50. Considerate che un abbonamento Amat mensile per l'intera rete ha un costo di € 32,00 mentre Trenitalia € 31,50. Il “Biglietto Giornaliero Integrato Palermo” è acquistabile attraverso i seguenti canali: Biglietterie Trenitalia; Self Service; Alcuni punti di vendita AMAT (Agenzie di Viaggio Trenitalia); Agenzie di Viaggio di Trenitalia; Punti Vendita Autorizzati di Trenitalia (PVT); On line (sito www.trenitalia.com, Mobile e App di Trenitalia). L'avvio è previsto dal 4 Luglio e a titolo "sperimentale.   Qualche esempio da altre città in Italia. Gtt Torino biglietto 90' €2,50 e valevole sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della prima cintura (stazioni di: Caselle città, Settimo, Chieri, Pessione, Candiolo, Alpignano). Biglietto Gtt Daily € 4,00  valido fino a termine del servizio del giorno della prima validazione, sulla rete urbana, suburbana Gtt e viaggi in metro illimitati. Amt Milano biglietto 90'  € 2,00   consente, nell'ambito della validità temporale e delle zone acquistate, di spostarsi percorrendo più tratte e combinando più mezzi, in modalità sia continuativa sia con più soste intermedie; pertanto è possibile effettuare con lo stesso biglietto viaggi di andata e ritorno, anche con più ingressi in metropolitana e su Trenord. Biglietto giornaliero Amt € 7,00 e vale 24 ore dalla prima convalida, senza limite al numero di viaggi nell'ambito territoriale Atac Roma biglietto 100'  € 1,50 valido per 100 minuti dalla prima timbratura. In metropolitana vale per una sola corsa, anche su più linee; Biglietto Roma 24h € 7,00  valido 100 minuti dalla prima timbratura. scaduti i primi 100 minuti il titolo può essere riattivato per ulteriori 100 minuti ripresentandolo presso un validatore, e così fino all'esaurimento delle riattivazioni disponibili. Dopo quanto detto, ci si sarebbe aspettati l'introduzione almeno di un abbonamento integrato mensile per soddisfare praticamente l'intera utenza che ogni giorno sfrutta il mezzo pubblico (studenti, lavoratori, pensionati, pendolari), chi effettua almeno due corse al giorno fra andata e ritorno. Ma diciamo di più, un abbonamento unico (con un costo entro € 45,00) avrebbe reso ancora più appetibile l'attuare rete di trasporto pubblico dal punto di vista commerciale, e captato nuovi potenziali utenti. Insomma, dopo tanti annunci e dopo tanto clamore creato attorno, pollice verso per la Regione per aver disatteso le aspettative.

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
10 mar 2020

Amat, le misure di disinfezione su bus e tram

di antony977

Palermo - Nell'ambito delle misure di contenimento dell’emergenza COVID-19 ed in linea con le disposizioni emanate dalle Autorità competenti ed in attuazione del INFORMAZIONE AMAT Nell’ambito delle misure di contenimento dell’emergenza COVID-19 ed in linea con le disposizioni emanate dalle Autorità competenti ed in attuazione del DPCM 8 marzo 2020, si rende noto che l'AMAT Palermo S.p.A. ha emesso una serie di provvedimenti volti alla tutela del proprio personale e della cittadinanza. MISURE A TUTELA DEL PERSONALE VIAGGIANTE E DEI PASSEGGERI - L’accesso ai bus sarà consentito solamente dalle porte centrali e/o posteriori dei mezzi, al fine di isolare l'area passeggeri dall’area posto guida, che sarà interdetta da apposito nastro; - E’ sospesa la vendita di titoli di viaggio a bordo dei mezzi; - In aggiunta alla pulizia ordinaria e agli interventi di sanificazione già disposti, verranno effettuati interventi giornalieri di disinfezione dei mezzi di trasporto Bus, Tram, Car/bike sharing mediante prodotti a base alcolica/ozonizzazione. E come mostrato nel video,  dopo la vaporella a oltre 100° C  viene eseguita la pulizia con prodotti indicati dal Ministero per maggiore sicurezza.          UFFICI AMMINISTRATIVI E COMMERCIALI - E’ sospeso presso gli Uffici amministrativi il ricevimento del pubblico e del personale non dipendente ad eccezione degli Uffici Commerciali che utilizzeranno le postazioni di lavoro provviste di vetro di protezione. - Temporanea chiusura degli uffici commerciali di via Giusti, 7/b e Piazzale Ungheria e, parimenti, sospensione delle attività di vendita ed informazioni al pubblico presso i CIT di Piazza Bellini, Porto, Via Cavour, e Piazza Marina, dove non è possibile assicurare tutte le condizioni di sicurezza al potenziale contagio per il contatto diretto con il pubblico. Il CIT di piazza Mondello continuerà ad effettuare servizio di vendita biglietti/schede ZTL/schede parcheggio ed informazione. - L’emissione ed il rinnovo degli abbonamenti al trasporto pubblico verrà assicurato presso i seguenti punti vendita: 1) Via Borrelli (dal lunedì al giovedì ore 8,00-13,00 e ore 14,45-17,00 e venerdì 8,00-13,00) 2) Stazione Centrale (dal lunedì al venerdì ore 8,00-13,00; martedì e giovedì 14,45-17,00) 3) Piazza Giovanni Paolo II (dal lunedì al venerdì ore 8,00-13,00; lunedì e mercoledì 14,45-17,00) 8 marzo 2020, si rende noto che l'AMAT Palermo S.p.A. ha emesso una serie di provvedimenti volti alla tutela del proprio personale e della cittadinanza. UFFICI AMMINISTRATIVI E COMMERCIALI - E’ sospeso presso gli Uffici amministrativi il ricevimento del pubblico e del personale non dipendente ad eccezione degli Uffici Commerciali che utilizzeranno le postazioni di lavoro provviste di vetro di protezione. - Temporanea chiusura degli uffici commerciali di via Giusti, 7/b e Piazzale Ungheria e, parimenti, sospensione delle attività di vendita ed informazioni al pubblico presso i CIT di Piazza Bellini, Porto, Via Cavour, e Piazza Marina, dove non è possibile assicurare tutte le condizioni di sicurezza al potenziale contagio per il contatto diretto con il pubblico. Il CIT di piazza Mondello continuerà ad effettuare servizio di vendita biglietti/schede ZTL/schede parcheggio ed informazione. - L’emissione ed il rinnovo degli abbonamenti al trasporto pubblico verrà assicurato presso i seguenti punti vendita: 1) Via Borrelli (dal lunedì al giovedì ore 8,00-13,00 e ore 14,45-17,00 e venerdì 8,00-13,00) 2) Stazione Centrale (dal lunedì al venerdì ore 8,00-13,00; martedì e giovedì 14,45-17,00) 3) Piazza Giovanni Paolo II (dal lunedì al venerdì ore 8,00-13,00; lunedì e mercoledì 14,45-17,00)

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
01 gen 2018

AMAT | A partire dal 1 Gennaio sospeso il servizio navetta Express

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il seguente annuncio pubblicato sul sito Amat, in merito alla sospensione del servizio tra il parcheggio Basile e Piazza Indipendenza. Servizio che più volte abbiamo fatto notare essere scarsamente utilizzato. Le navette che effettuavano il servizio sono state spostate nell'itinerario Centro Storico, permettendo dunque un miglioramento della frequenza. A partire dal primo gennaio, il servizio di navetta gratuita “Express” per il collegamento tra il parcheggio Basile e Piazza Indipendenza sarà sospeso. Da pari data, l’esercizio della navetta “Centro Storico” sarà rimodulato attraverso la modifica della frequenza che, a regime, sarà pari a 14’. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
15 set 2017

Vi presentiamo la settimana europea della (S)Mobilità

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Palermo aderisce anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità, in programma dal 16 al 22 settembre 2017, con diverse iniziative, organizzate in collaborazione con LEGAMBIENTE, FIAB e AMAT. Il tema scelto per l’edizione 2017 è quello di una “Mobilità pulita, condivisa e intelligente”. La Settimana Europea della Mobilità, infatti, è una iniziativa finalizzata a stimolare le città aderenti ad adottare iniziative che possano incentivare la mobilità condivisa - car sharing e bike sharing – e valorizzare forme di trasporto innovative e collettive, ad impatto ambientale ridotto, attraverso le quali è possibile ridurre i costi abitualmente sostenuti per gli spostamenti in ambito urbano. Un tema che potrebbe portare a tanti spunti e riflessioni, ma che probabilmente il comune non intende valorizzare. Quando si parla di Settimana Europea della Mobilità mi viene in mente una manifestazione dove tutti gli enti interessati, partendo dai politici, aziende partecipate, associazioni esprimano una proprio opinione in merito ai vari aspetti trattati Mi aspetto una serie di interventi da parte di Sindaco, Vicesindaco, Assessore alla Mobilità, Assessore al Verde / Ambiente, che illustrino quelle che sono le linee guida che il comune, viste anche le recenti elezioni, ha intenzioni di intraprendere nei prossimi anni. Ma sopratutto mi aspetto un programma della manifestazione che abbia lo scopo di avvicinare la cittadinanza ai temi della mobilità e dei trasporti. E invece cosa leggo nel programma? Una manifestazione equestre, l'Amat che applica il biglietto unico, la solita pedonalizzazione del centro e della Favorita e una pedalata organizzata da Fiab. Ma davvero questo è ciò di cui ci dobbiamo accontentare e che ci meritiamo? Una città che ha cantieri sulla mobilità avrebbe potuto sfruttare la manifestazione per fare un punto sui lavori in corso. Parliamo di mobilità verde e pulita? Parliamo di piste ciclabili? Parliamo del nuovo sistema tram? Parliamo di metropolitana? Parliamo di biglietto unico tra Trenitalia e Comune? Parliamo di CarSharing e BikeSharing? Parliamo del transito dei mezzi pesanti? Parliamo dei bus turistici? No, evitiamo di parlare di questi temi che possono creare problemi, adottiamo un profilo basso... Della serie, facciamo qualcosa perché è giusto farlo, ma non abbiamo tempo da dedicare. E per ultimo, secondo voi un intervento dell'assessore Riolo e di Silvestrini che inizia alle ore 11.30 potrà mai durare più di un ora e mezza? E' il tempo che un assessore si sente da dedicare alla cittadinanza? O è stato un intervento che gli è stato chiesto di fare giusto per dire che ha fatto il suo compitino? Vi lasciamo al comunicato stampa “Anche quest'anno – dichiarano il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessora alla Mobilità, Iolanda Riolo - la Settimana Europea della Mobilità vede a Palermo la felice concomitanza con l'iniziativa di Legambiente, "FestAmbiente Mediterraneo, che conferma, qualora ce ne fosse bisogno, il legame inscindibile tra la mobilità sostenibile, la qualità della vita e la qualità dell'ambiente. Il quadro delle iniziative messe in campo dall'Amministrazione comunale mostra il nostro impegno per il sempre maggiore utilizzo della mobilità condivisa e per la promozione della cultura della mobilità dolce. Un modo per unire il miglioramento dei servizi con l'indispensabile promozione culturale di modelli e stili di vita più sostenibili per la nostra città”. Nel dettaglio, gli eventi in programma in città: SABATO 16 SETTEMBRE - a partire dalle ore 9.00, “Equitazione alla Favorita” – manifestazione equestre patrocinata dal Comune con cavalli in fiera, attività assistite di empatia con il cavallo, prove di abilità. DOMENICA 17 SETTEMBRE - l’Amat , al fine di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, estenderà la validità del titolo di viaggio ordinario da 90 minuti all’intera giornata. - dalle 8.00 alle 20.00 pedonalizzazione del tratto di via Libertà da piazza Mordini/Crispi a Piazza Ruggiro Settimo, Castelnuovo e via Ruggiero Settimo da piazza Ruggiero Settimo a via Cavour; dalle ore 08,00 alle ore 13,00, chiusura al traffico veicolare di Viale Ercole, da via Mater dolorosa al Piazzale dei Matrimoni compresa la stradina di Case Rocca; dalle ore 08.00 alle 13.00 “Il Parco incontra i cittadini” – apertura ai cittadini di Casa natura e contestuale visita del museo che raccoglie strumenti agricoli dell’Ottocento e dei primi del Novecento; dalle ore 09.00 alle ore 12,00 FIAB Palermo Ciclabile ed AMAT, allestiranno in viale Ercole dei banchetti informativi; dalle ore 09.00 alle ore 14.00, 2^ Giornata della manifestazione equestre “Equitazione alla Favorita”. alle ore 11.30, nell’ambito di “festAmbiente Mediterraneo” (link alla pagina https://www.comune.palermo.it/noticext.php?cat=1&id=15571 Incontro sulla mobilità sostenibile con la partecipazione, tra gli altri, dell’Assessora alla Mobilità Iolanda Riolo. MARTEDÌ 19 SETTEMBRE dalle ore 09,30 alle ore 13,30, presso l’Ecomuseo del mare - ex deposito locomotive Sant’Erasmo,“Muoviti Fermo!Giochiamo con la mobilità sostenibile” - Laboratorio di game design partecipativo a cura di U’Game, GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE dalle ore 06,00 alle ore 10,00 giornata Bike To Work Giretto D’Italia – Iniziativa di Legambiente, VeloLove in collaborazione con Euromobility, finalizzata ad incentivare e promuovere l’uso della bicicletta negli spostamenti casa lavoro. Per l’occasione, l’associazione FIAB Palermo Ciclabile organizza un mini contest fotografico. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2017

FERCAM apre una nuova filiale a Palermo

di Fabio Nicolosi

Con una nuova filiale a palermo fercam rafforza la propria rete distributiva in Sicilia. Presenza capillare sul territorio FERCAM rafforza con la nuova struttura a Palermo la propria presenza in Sicilia, dove già è presente da tre decenni a Catania. “Tra Palermo e Catania ci sono quasi 200 km e con questo nostro nuovo insediamento non solo ottimizziamo l’ultimo miglio, ma miglioriamo il servizio per i nostri clienti in loco, che sono in particolare aziende del settore vitivinicolo, agroalimentare e oleifici che hanno l’esigenza di raggiungere in tempi molto brevi i loro mercati nazionali e anche euronazionali. Con questa nuova apertura riusciremo a fare fronte alla crescente domanda di servizi di distribuzione del territorio, garantendo una maggiore vicinanza ai nostri clienti delle provincie di Palermo e Trapani“, è convinto Giuseppe Rubini, direttore operativo Distribuzione Italia. La nuova struttura palermitana di FERCAM, operativa dal 7 agosto 2017, è sita in Via Padre Francesco Randazzo a CARINI (PA) e dispone di 10.000 mq di piazzale oltre ad un magazzino di 3.500 mq e 25 baie di carico per un agevole carico/scarico contemporaneo di altrettanti automezzi. La direzione è stata affidata a Giacomo Mangano, profondo conoscitore del luogo e con lunga esperienza nel settore della distribuzione. Efficienza del servizio con particolare attenzione alla sicurezza FERCAM Palermo garantirà direttamente la distribuzione nelle province di Palermo e Trapani essendo collegata direttamente agli HUB di Bologna, Piacenza, Napoli oltre alla Filiale di Catania; a disposizione della propria clientela palermitana e trapanese dunque dell’intera rete distributiva nazionale e euronazionale di FERCAM per l’ottimizzazione della supply chain. Per Palermo l’arrivo degli automezzi è previsto nelle primissime ore del mattino al fine di garantire la distribuzione lo stesso giorno di arrivo Per offrire massima qualità del servizio, particolare attenzione è stata posta anche alla sicurezza con all'installazione di un efficiente sistema di video sorveglianza 24/7 e di sistemi di protezione antincendio. Collaboratori esperti e affidabili Nella nuova sede palermitana lavorano attualmente 5 dipendenti e 5 collaboratori addetti alle operazioni di magazzino. A breve l’organico sarà completato con un addetto commerciale. Per le attività di distribuzione con presa e consegna delle merci la filiale di Palermo si avvale di 15 vettori, tutti con provata competenza professionale e lunghi rapporti di collaborazione. “Come azienda di servizi attribuiamo massima importanza al fattore umano, perché un’azienda è fatta dalle persone che ci lavorano. In particolare in un’azienda di servizi è la persona che rende il servizio un servizio ottimale,” afferma Giuseppe Rubini. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 mar 2016

Passate Ferroviario | Installata la pensilina alla fermata Torre Ciachea

di Fabio Nicolosi

I lavori del raddoppio del passante ferroviario proseguono anche in provincia, in particolare ci troviamo alla nuova fermata Torre Ciachea Ringraziamo la ditta Edilstrade GSB per averci invitato e averci permesso di effettuare questi scatti e per aver risposto alle nostre domande. La fermata Torre Ciachea è situata nel territorio di Carini nei pressi di Via Don Luigi Sturzo. Precedentemente ai lavori vi era solo una banchina lato mare e un singolo binario, a lavori conclusi invece ci sarà un doppio binario e un sottopasso che permetterà la fruizione di entrambe le banchine anche ai diversamente abili visto che sono stati realizzati degli scivoli. La grossa struttura in marmo sarà la sede dei locali tecnici dedicati alla fermata e alla linea. Non sarà quindi consentito l'accesso ai viaggiatori, ma solo agli addetti ai lavori per manutenzioni. Al momento è stata installata solo la pensilina lato monte e nei prossimi giorni verrà installata la pensilina lato mare. Pensilina del tutto simile a quella già installata dall'altro lato e a quella vista nelle altre fermate del passante tra cui Isola Delle Femmine. E' inoltre in corso la posa della pavimentazione e si stanno ultimando le ultime rifiniture. Ultimo atto dei lavori sarà la tinteggiatura delle pareti di ingresso e uscita del sottopasso al momento lasciate allo stato grezzo. Sappiamo che la fermata sarà dotata di tornelli all'ingresso che ne impediranno l'accesso a chi sarà sprovvisto di biglietto. Durante la visita ci è stato comunicato che la fermata non sarà dotata di bagni pubblici. Vi lasciamo ad un'ampia galleria dove potete guardare voi stessi ed immaginare la fermata a lavori conclusi Ti potrebbero interessare anche: Passante Ferroviario | La nuova galleria artificiale sotto Via Belgio A Torre Ciachea (Carini) si realizza il sottopasso pedonale della nuova fermata Passante Ferroviario di Palermo

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
25 gen 2016

Tram, metro, bus | Perchè non c’è il biglietto unico? Motivi e prospettive

di Giulio Di Chiara

Il biglietto unico integrato: è diventato questo l'oggetto del desiderio di molti pendolari e cittadini palermitani. Un semplicissimo pezzo di carta che consenta di spostarsi tra i diversi mezzi pubblici senza dover acquistare diversi titoli di viaggio. Introduciamo così un'assurdità che soltanto in contesti disgraziati come il nostro, dove tutto è una montagna immensa da scalare, assume i caratteri di una disperata invocazione popolare. Parliamo purtroppo di cose altrove normalissime, programmate, ovvie. Dopo l'avvio del sistema tranviario l'offerta intermodale è aumentata e la richiesta tra i consumatori si è fatta più forte. Ma perchè non c'è il biglietto unico integrato? Chiediamolo al Comune di Palermo, ma soprattutto ad AMAT S.p.A. e a Trenitalia. Quest'ultimi sono le parti in causa, che non trovano un accordo dal lontano 2008 , anno in cui decadde l'accordo e il titolo di viaggio unico bus + "metro". Siamo testimoni di richieste agli organi comunali quando ancora non era posata la prima pietra del sistema tranviario. Si diceva: "quando ci sarà il tram, il biglietto integrato dovrà già essere istituito!". Nel 2016 con le vetture già in circolo siamo ancora qui a parlarne, a sperare. Cosa è stato fatto in tutti questi anni al netto dei classici impegni verbali? I fatti dicono NULLA. Ancora oggi riascoltiamo le stesse frasi e se anche qualcosa è stato fatto, non era abbastanza evidentemente. Ma bando alle recriminazioni, perchè Amat e Trenitalia non trovano un punto d'incontro? Da quanto percepito negli anni dai rispettivi mondi distanti, la discordia sta nella ripartizione degli introiti derivanti dalla vendita del biglietto unico. Non si riusciva e non si riesce tutt'ora a determinare in modo scientifico le percentuali di utilizzo di un vettore rispetto all'altro, dato che il biglietto cartaceo si potrebbe obliterare allo stesso modo sia sul bus sia sui treni. Da questo calcolo deriva la conseguente ripartizione degli incassi. Nel tempo si sono susseguite dichiarazioni dove i contendenti si puntavano il dito a vicenda. Non sappiamo se quanto sostenuto corrispondeva a realtà, perchè di comunicazioni e prese di posizione ufficiali non ce ne ricordiamo a memoria. In quasi 8 anni non si è trovato (e probabilmente non si è provato) un modo per superare questo ostacolo ed è difficile capire dove stia la verità. Il Comune di Palermo, principale interessato a questa querelle, non sembra essere andato oltre l'organizzazione di qualche tavolo di discussione. Va detto ad apparente attenuante che i rispettivi contratti di servizio sono stati approvati soltanto di recente e che quindi gran parte dei ragionamenti inizieranno adesso con documenti programmatici alla mano. Chiaramente chi ne patisce è presto detto. I soliti. Il problema è davvero trovare uno strumento che consenta di tracciare quanti utenti utilizzano il bus e quanti il treno? Banalmente ci viene da pensare che si (poteva) potrebbe commissionare apposita ricerca di mercato in un arco temporale prestabilito per produrre una proiezione ad entrambe le società; o ancora predisporre un ticket cartaceo con appositi strappi che i rispettivi controllori (Amat e Trenitalia) possano prelevare durante un periodo di test al fine di produrre una stima, da aggiornare periodicamente. E se vi fossero biglietti elettronici (altra nota dolente) chissà quale altre soluzioni si potrebbero escogitare. In 8 anni non è stato fatto praticamente nulla, motivo che ci induce a pensare che potrebbero esserci altri motivi a noi sconosciuti. Il Comune di Palermo ha il dovere di trovare una soluzione e favorire un accordo tra le parti. Nessuno ha attenuanti, parliamo della mobilità della quinta città italiana. Trenitalia e Amat si prendano le loro responsabilità, il Comune le sue, e vadano oltre l'arroccamento nelle proprie posizioni. Le nostre sono ricostruzioni e ipotesi basate su quel poco che è stato detto sull'argomento. Sembra un tema tabù, una pentola da scoperchiare. Ci piacerebbe che qualcuno ci spiegasse, ci mettesse la faccia, ci smentisse possibilmente. Dopo quasi 8 anni. Sono già partite petizioni e raccolte firme, l'argomento è ovviamente sentito, importantissimo. Sentore che vorremmo trasferire a chi di dovere. Per questo invieremo questo articolo ai vertici di Amat, Trenitalia e Comune di Palermo.    

Leggi tutto    Commenti 30